omenica 18 aprile dalle 9 di mattina alle 21, presso il Palasharp di Milano, giornata di preghiera organizzata dall’Associazione onlus MIR I DOBRO (“Pace e bene” in lingua croata). E’ l’undicesimo anno che il Palasharp vede lo svolgersi di questo evento. Quest’anno saranno presenti anche tre dei veggenti di Medjugorje, Marjia, Jakov e Ivanka. La giornata sarà guidata da padre Miljenko Steko, vice parroco di Medjugorje, e avrà come tema “Maria madre del sacerdote”. Il tema fa riferimento a uno dei messaggi della Madonna ed è stato scelto anche per la corrispondenza con l’Anno Sacerdotale in corso, indetto dal Pontefice, e che si concluderà il 19 giugno.

Continua sul Sussidiario

Commenti disabilitati su I VEGGENTI DI MEDJUGORJE A MILANO/ Il 18 aprile al Palasharp di Milano. Giornata di preghiera
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

Commenti disabilitati su Medjugorje – Veglia Pasquale 2010
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

«Se la preghiera è quella sincera del cuore, ben venga»: risuonano all’unisono le voci di don Pierantonio Pavanello e di don Mario Masina. Il primo è il cancelliere della diocesi di Vicenza, a cui appartengono molte parrocchie della nostra provincia, il secondo è il Vicario episcopale della Pastorale in Curia a Verona. Tra integralismo e incoraggiamento c’è, insomma, la via di mezzo, che è la tolleranza: «Organizzare gruppi di preghiera e ritrovarsi per pregare rientra nella libertà dei fedeli a patto che rimanga nell’ortodossia», dice don Pavanello. «La preghiera non fa male a nessuno e dunque più preghiamo e meglio stiamo. A Medjugorje ci sono conversioni e la gente torna trasformata, quindi se la preghiera è vera ben venga», replica don Masina. In ambo i casi, comunque, c’è estrema chiarezza sulle disposizioni della Chiesa, come dire il Vaticano, ma anche la diocesi di Mostar in cui ricade Medjugorje: il riferimento è al fatto che le apparizioni non siano state riconosciute perché ancora in corso. Per questo la Chiesa, e dunque pure le diocesi e le parrocchie, non possono organizzare pellegrinaggi ufficiali, e per questo a Medjugorje la messa può essere celebrata solo in chiesa. Sulle colline, invece, è un coro continuo di mille lingue diverse unite sui grani del Rosario.

Continua su l’Arena

Commenti disabilitati su «Apparizioni in corso» Per questo manca il via libera della Chiesa
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

Giovedì Santo, 1° Aprile – In questo giorno nel quale la Chiesa ricorda l’istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio, è permesso celebrare soltanto la Messa Crismale e la Messa della Cena del Signore. La Messa Crismale nella Chiesa Cattolica viene celebrata solo dal Vescovo con i sacerdoti nella Chiesa Cattedrale. Quindi, a Medjugorje in questa mattinata non si confessa e non c’è la Santa Messa. La preghiera del Rosario nella Chiesa Parrocchiale di Medjugorje inizierà alle ore 17:00 ed alle 18:00 ci sarà la Santa Messa solenne della Cena del Signore. Dopo la Celebrazione Eucaristica, i fedeli avranno la possibilità di fare adorazione e preghiera silenziosa al Santissimo Sacramento fino a mezzanotte. La possibilità per accostarsi al Sacramento della Confessione sarà dalle ore 16:00 fino all’inizio della Celebrazione Eucaristica.
Venerdì Santo, 2 Aprile –  Venerdi della Passione del Signore. Al mattino in Chiesa non ci sarà alcun Rito, né confessione. La Via Crucis sul Križevac per i parrocchiani e i pellegrini croati sarà alle ore 11:00. Nel pomeriggio il Rosario sarà alle ore 17:00, mentre la Celebrazione della Passione del Signore sarà alle ore 18:00. In questo giorno è al centro la croce. Perciò i fedeli vengono invitati alla meditazione della Passione, Morte e Sepoltura del Signore. Il Venerdì Santo nella Chiesa Cattolica è giorno di digiuno stretto e di astinenza. Le Confessioni saranno fino all’inizio della Celebrazione della Passione.
Avviso: In conformità alla direttiva del nostro Ordinariato Diocesano, il Venerdì Santo, durante il Rito del bacio della Croce vengono raccolte le offerte per la Terra Santa.
Sabato Santo – Veglia Pasquale, 3 Aprile – Il Sabato Santo la Chiesa si intrattiene presso il sepolcro del Signore in preghiera e digiuno. Nella mattinata non ci sarà alcun Rito nella Chiesa di Medjugorje. La preghiera del Rosario inizierà alle ore 20:00, mentre la Veglia Pasquale inizierà alle ore 21:00. Le confessioni saranno fino all’inizio della Celebrazione della Veglia. Come sempre, il programma di preghiera sarà trasmesso anche da Radio “Mir” Medjugorje.
Domenica 4 Aprile, Risurrezione del Signore – Le Sante Messe in lingua croata nella Chiesa Parrocchiale saranno alle ore 8:00, 11:00 e 18:00.

Tratto da Medjugorje.hr

Commenti disabilitati su TRIDUO PASQUALE A MEDJUGORJE
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

Preghiera, adorazione, pellegrinaggi ma anche aiuto concreto: ecco l’altra faccia della devozione mariana, nel veronese, alla Madonna di Medjugorje. Sono state molte braccia veronesi a costruire, tra il 1994 e il 1997 a Citluk, due chilometri fuori da Medjugorje, l’orfanotrofio di suor Josipa e suor Kornelia Kordic. Motore della gara di solidarietà era stata, all’epoca, un’associazione italiana nata come gruppo di preghiera, il gruppo «Maria porta del cielo» che nell’Est veronese aveva il volto dei coniugi Paola Boccardo e Antonio Bogoni.
Paola e Antonio, che abitano a Costalunga, si erano conosciuti nel 1984 su un pullman che accompagnava i pellegrini a Medjugorje. Le apparizioni della Vergine erano ininterrotte da ormai tre anni, «e Medjugorje era solo una landa desolata e sassosa. Si alloggiava sulla costa, si partiva al mattino con un panino nello zaino, e si tornava alla sera», racconta Paola. Sono passati 25 anni e i due, che nel frattempo sono diventati genitori di quattro figli, sono di casa tanto a Medjugorje quanto a casa di Vicka Ivankovic, una dei sei veggenti di Medjugorje.

Continua su L’Arena di Verona

Commenti disabilitati su L’orfanotrofio di Medjugorje ha il suo «cuore» nel veronese
 | Posted by | Categories: Medjugorje, Testimonianze |

Oggi sono padri e madri di famiglia, ma da quando erano ragazzi hanno un appuntamento fisso con la Madonna. Sono Mirjana Dragicevic, Marija Pavlovic, Ivanka Ivankovic, Jacov Colo e Vicka Ivankovic, i sei «veggenti» di Medjugorje. C’erano loro, assieme ad altri due ragazzi del luogo, quel caldo pomeriggio del 24 giugno 1981 quando, sul monte Podbrdo, apparve la Madonna. L’indomani, sullo stesso luogo, si ritrovarono in contemporanea i primi sei: la Madonna aveva costituito il suo gruppo, dando ad ognuno un compito, e presentandosi come Regina della Pace. Da allora, grazie al passaparola dei pellegrini, il mondo si ritrova nel povero villaggio di Citluk, la frazione di Medjugorje, in Bosnia Erzegovina, che la Vergine ha scelto come parrocchia universale.

Continua su L’Arena

Commenti disabilitati su Sei ragazzi e il più grande confessionale del mondo
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

«Ero malata, due anni di terapie alle spalle, ma stavo bene solo a Medjugorje. Quando dissi al mio medico che dovevo partire, mi rispose che ero affetta da madonnite acuta: 40 giorni dopo, alle visite di routine, scoprii che ero guarita. Ho capito allora, 14 anni fa, che se la Madonna mi aveva rimesso in cammino era perché voleva qualcosa da me. Oggi vivo così, come tutti i devoti di Medjugorje, allegramente sulla croce».
Elisabetta è una nonna sambonifacese, e se vogliamo è un po’ il prototipo della devozione alla Madonna di Medjugorje. La folla che domenica pomeriggio ha pressato alle porte del cinema Centrale per ascoltare la storia di conversione personale di un pellegrino «vip» come il giornalista Paolo Brosio, ha dimostrato una volta di più quanto la devozione mariana alla Vergine dei Balcani sia diffusa. Sono mariani ma in qualche modo «carbonari» i pellegrini di Maria: li conosci per nome, ma anche quello, se si tratta di andar sui giornali, fa storcere il naso.

Continua su L’Arena

Commenti disabilitati su Verona prega come a Medjugorie
 | Posted by | Categories: Medjugorje, Testimonianze |

Martedì 16 Marzo 2010 si compie il 76° anno dal termine della costruzione della croce sul Križevac e dalla celebrazione della prima Santa Messa sotto quella croce. Dal giorno della decisione di costruire la croce, il 21 Gennaio 1934, in occasione dell’Anno Giubilare della nostra Salvezza, espressa ai parrocchiani dall’allora parroco fra Bernardin Smoljan, al termine della costruzione trascorsero solo 52 giorni. Il progetto per la croce votiva fu realizzato dall’ ing. Šimun Boras di Mostar, mentre la sua esecuzione è stata coordinata da Ante Dugandžić-Redžo di Medjugorje. Il parroco, nel suo rapporto, tra l’altro, scrisse: “Il 16 Marzo alle ore 9:00 è partita dalla Chiesa una imponente processione a cui hanno partecipato i terziari sotto la bandiera della fraternità del Nome di Gesù con lo stendardo, i bambini della scuola, i sacerdoti e un popolo numeroso. Accompagnata dal suono ininterrotto delle campane della Chiesa, dagli spari di mortaio, dalla preghiera del Santo Rosario e dal canto delle litanie e dei lamenti della Madonna, la processione si è mossa a lungo verso la collina la cui cima si era già annerita per la moltitudine di persone  che contemplava l’affluire del popolo da ogni parte e la salita della processione sulla collina. ( ). Alle ore 10:00 sono iniziati i Sacri Riti, Ho tenuto al popolo un discorso per l’occasione, ho letto la lettera dell’Eccellentissimo Vescovo e gli altri saluti ed auguri pervenuti. Dopo questo ho impartito la benedizione solenne alla croce e, con il sonoro consenso del popolo, ho cambiato il nome del monte da Šipovac in Križevac. Dopo la benedizione ho officiato una Santa Messa solenne e l’omelia è stata tenuta dal parroco di Studenci fra Grgo Vasilj”.
Già l’anno seguente, il 12 Aprile, fu organizzata una processione penitenziale sul Križevac e, dopo di essa, venne celebrata la Santa Messa. Nel Settembre del 1935 sul Križevac fu anche organizzata la celebrazione dell’Esaltazione della Santa Croce, in conformità con la direttiva del Vescovo  fra Alojzije Mišić. Negli ultimi tre decenni il Križevac è divenuto una sosta immancabile del pellegrinaggio dei molti ospiti che vengono in pellegrinaggio a Medjugorje ed ogni Venerdì pomeriggio i parrocchiani e i pellegrini vi svolgono la consueta devozione della Via Crucis.

Articolo tratto da Medjugorje.hr

Commenti disabilitati su Anniversario della costruzione della croce sul Križevac
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

da Medjugorje si parte ma la meta è la fede. Cercano questo le persone che partecipano al grande raduno mariano che si svolge ogni anno a Lariofiere Erba (Como). E’ stato così anche quest’anno, con almeno seimila pellegrini arrivati in pullman e in treno da tante regioni italiane.
Molti presenti per ascoltare il giornalista Paolo Brosio, rimasto affascinato da un pellegrinaggio a Medjugorje. Pronto ad autografare il suo libro, come ad un evento mondano, ma con la piccola particolarità di voler passare un messaggio di fede o di inizio conversione.

Il popolo dei fedeli ha partecipato ai diversi momenti di preghiera mantenendo ordine e assistito da una sessantina di volontari pronti ad intervenire per qualsiasi necessità. Assiduo il servizio d’ordine, che ha predisposto spazi per le confessioni ai lati della sala e un traduttore simultaneo per i sordomuti presenti.

Continua su Mezzogiorno

Commenti disabilitati su Madonna Medjugorje, Medjugorje Lariofiere, oltre seimila fedeli per la Madonna di Medjugorje
 | Posted by | Categories: Medjugorje |

Commenti disabilitati su Viaggio a MEDJUGORJE – Trasmissione completa
 | Posted by | Categories: Medjugorje, Testimonianze |