an imageIl 5 gennaio 1870 Don Bosco ebbe un sogno profetico circa gli avvenimenti futuri della Chiesa e del mondo. Scrisse egli stesso ciò che vide e udì, e il 12 febbraio lo comunicò al Papa Pio IX.
È una profezia che, come tutti i vaticini, ha i suoi punti oscuri. Don Bosco fece notare come fosse difficile comunicare ad altri con segni esterni e sensibili ciò che aveva veduto. Secondo lui quanto aveva narrato non era che « la Parola di Dio accomodata alla parola dell’uomo». Ma i molti punti chiari mostrano come realmente Iddio abbia svelato al suo Servo segreti ignoti a tutti, perché venissero palesati a bene della Chiesa e a conforto dei cristiani.
L’esposizione comincia con una affermazione esplicita: «Mi trovai alla considerazione di cose soprannaturali », difficili da comunicare. Segue la profezia, distinta in tre parti:
1 su Parigi: sarà punita perché non riconosce il suo Creatore;
2 sulla Chiesa: afflitta da discordia e da divisioni interne. La definizione del dogma della infallibilità pontificia vincerà il nemico;
3 sull’Italia e su Roma in particolare, che superbamente disprezza la legge del Signore. Per tale causa sarà vittima di grandi flagelli.

Finalmente «l’Augusta Regina», nelle cui mani è la potenza di Dio, farà splendere di nuovo l’iride della pace.
L’annuncio incomincia col tono degli antichi profeti:
«Dio solo può tutto, conosce tutto, vede tutto. Dio non ha né passato né futuro, ma a lui ogni cosa è presente come in un punto solo. Davanti a Dio non vi è cosa nascosta, né presso di lui vi è distanza di luogo o di persona. Egli solo nella sua infinita misericordia e per la sua gloria può manifestare le cose future agli uomini.
La vigilia della Epifania dell’anno corrente 1870 scomparvero gli oggetti materiali della camera e mi trovai alla considerazione di cose soprannaturali. Fu cosa di brevi istanti, ma si vide molto.
Sebbene di forma, di apparenze sensibili, tuttavia non si possono se non con grande difficoltà comunicare agli altri con segni esterni e sensibili. Se ne ha un’idea da quanto segue. Ivi è la parola di Dio accomodata alla parola dell’uomo.
Dal Sud viene la guerra, dal Nord viene la Pace.
Le leggi di Francia non riconoscono più il Creatore, e il Creatore si farà conoscere e la visiterà tre volte con la verga del suo furore. Nella prima abbatterà la sua superbia con le sconfitte, con il saccheggio e con la strage dei raccolti, degli animali e degli uomini. Nella seconda la grande prostituta di Babilonia, quella che i buoni sospirando chiamano il Postribolo d’Europa, sarà privata del capo in preda al disordine.
— Parigi! Parigi! Invece di armarti del nome del Signore, ti circondi di case di immoralità. Esse saranno da te stessa distrutte, l’idolo tuo, il Panteon, sarà incenerito, affinché si avveri che mentita est iniquitas sibi (l’iniquità ha mentito a se stessa). I tuoi nemici ti metteranno nelle angustie, nella fame, nello spavento e nell’abominio delle nazioni. Ma guai a te se non riconosci la mano di chi ti percuote! Voglio punire l’immoralità, l’abbandono, il di sprezzo della mia legge — dice il Signore.
Nella terza cadrai in mano straniera, i tuoi nemici di lontano vedranno i tuoi palagi in fiamme, le tue abitazioni divenute un mucchio di rovine bagnate dal sangue dei tuoi prodi che non sono più.
Ma ecco un gran guerriero dal Nord porta uno stendardo. Sulla destra che lo regge sta scritto: Irresistibile mano del Signore. In quell’istante il Venerando Vecchio del Lazio gli andò incontro sventolando una fiaccola ardentissima. Allora lo stendardo si dilatò e di nero che era divenne bianco come la neve. Nel mezzo dello stendardo in caratteri d’oro stava scritto il nome di Chi tutto può.
Il guerriero con i suoi fece un profondo inchino al Vecchio e si strinsero la mano.

Ora la voce del Cielo è al Pastore dei pastori. Tu sei nella grande conferenza con i tuoi assessori [ Vaticano I], ma il nemico del bene non i un istante in quiete, egli studia e pratica tutte le arti contro dit e. Seminerà discordia tra i tuoi assessori, susciterà nemici tra i figli miei. Le potenze del secolo vomiteranno fuoco e vorrebbero che le mie parole fossero soffocate nella gola ai custodi della mia legge. Ciò non sarà. Faranno male, male a se stessi. Tu accelera: se non si sciolgono le difficoltà, siano troncate. Se sarai nelle angustie non arrestarti, ma continua finché non sia troncato il capo dell’idra dell’errore [ la definizione dell’In fallibilità Pontificia]. Questo colpo farà tremare la terra e l’inferno, ma il mondo sarà assicurato e tutti i buoni esulteranno. Raccogli dunque intorno a te anche solo due assessori, ma ovunque tu vada, continua e termina l’opera che ti fu affidata [ Concilio Vaticano I]. I giorni corrono veloci, gli anni tuoi si avanzano al numero stabilito; ma la gran Regina sarà sempre il tuo aiuto, e come nei tempi passati, così per l’avvenire, sarà sempre magnum etsingulare in Ecclesiapraesidium (grande e singolare difesa nella Chiesa).
Ma tu, Italia, terra di benedizioni, chi ti ha immersa nella desolazione?… Non dire i nemici, ma gli amici tuoi. Non odi che i tuoi figli domandano il pane della fede e non trovano chi loro lo spezzi? Che farò? Batterò i pastori, disperderò il gregge, affinché i se denti sulla cattedra di Mosè cerchino buoni pascoli e il gregge docilmente ascolti e si nutrisca.
Ma sopra il gregge e sopra i pastori peserà la mia mano; la carestia, la pestilenza, la guerra faranno sì che le madri dovranno piangere il sangue dei figli e dei mariti morti in terra nemica.
E dite, o Roma, che sarà? Roma ingrata, Roma effeminata, Roma superba! Tu sei giunta a tale che non cerchi altro, né altro ammiri nel tuo Sovrano, se non il lusso, dimenticando che la tua e sua gloria sta nel Golgota. Ora egli è vecchio, cadente, inerme, spogliato; tuttavia con la schiava parola fa tremare tutto il mondo.
Roma!… Io verrò quattro volte a te!
— Nella prima percuoterò le tue terre e gli abitanti di esse.
— Nella seconda porterò la strage e lo sterminio fino alle tue mura. Non apri ancora l’occhio?
— Verrò la terza, abbatterà le difese e i difensori e al comando del Padre sottentrerà il regno del terrore, dello spavento e della desolazione.
— Ma i miei savi fuggono, la mia legge è tuttora calpestata, perciò farò la quarta visita. Guai a te se la mia legge sarà ancora un nome vano per te! Succederanno prevaricazioni nei dotti e negli ignoranti. Il tuo sangue e il sangue dei figli tuoi laveranno le macchie che tu fai alla legge del tuo Dio.
La guerra, la peste, la fame sono i flagelli con cui sarà percossa la superbia e la malizia degli uomini. Dove sono, o ricchi, le vostre magnificienze, le vostre ville, i vostri palagi? Sono divenuti la spazzatura delle piazze e delle strade!
Ma voi, o sacerdoti, perché non correte a piangere tra il vestibolo e l’altare, invocando la sospensione dei flagelli? Perché non prendete lo scudo della fede e non andate sopra i tetti, nelle case, nelle vie, nelle piazze, in ogni luogo anche inaccessibile, a portare il seme della mia parola? Ignorate che questa è la terribile spada a due tagli che abbatte i miei nemici e che rompe l’ira di Dio e degli uomini? Queste cose dovranno inesorabilmente venire l’una dopo l’altra.
Le cose si succedono troppo lentamente.
Ma l’Augusta Regina del cielo è presente.
La potenza del Signore è nelle sue mani; disperde come nebbia i suoi nemici. Riveste il Venerando Vecchio di tutti i suoi antichi abiti. Succederà ancora un violento uragano.
L’iniquità è consumata, il peccato avrà fine, e, prima che trascorrano due pleniluni del mese dei fiori, l’iride di pace comparirà sulla terra.
Il gran Ministro vedrà la Sposa del suo Re vestita a festa.
In tutto il mondo apparirà un sole così luminoso quale non fu mai dalle fiamme del Cenacolo fino ad oggi, né più si vedrà fino all’ultimo dei giorni».

Il Bollettino Salesiano del 1963, in tre puntate sui numeri di ottobre, novembre, dicembre, faceva un interessante commento di questa visione. Noi qui ci limitiamo a citare l’autorevole giudizio della Civiltà Cattolica del 1872, anno 23°, vol. VI, serie 80, pp 299 e 303. Riferisce letteralmente alcuni periodi, preceduti da questa testimonianza: « Ci piace ricordare un recentissimo vaticinio non mai stampato e ignoto al pubblico, che da una città dall’alta Italia fu comunicato a un personaggio in Roma il 12 febbraio del 1870.
Noi ignoriamo da chi provenga. Ma possiamo certificare che lo abbiamo avuto nelle mani, prima che Parigi fosse bombardata dagli Alemanni e incendiata dai comunisti. E diremo che ci diè meraviglia il vedervi prenunziata la caduta pure di Roma, allorché davvero non si giudicava prossima né probabile».

http://www.elledici.org/ecom/article/15829-sogni-di-don-bosco#.Vkjvmr-tS70

http://medjugorje.altervista.org/doc/visioni/sangiovannibosco//33-parigi.php

http://gesu.altervista.org/

Commenti disabilitati su Profezia del ‘70:Parigi, Chiesa, Italia – Un sogno profetico di San Giovanni Bosco sulla Francia e sull’Italia
 | Posted by | Categories: Varie |

1° Novembre. Festa di tutti i Santi.

 

Ognissanti2015

Da sinistra verso destra, dall’alto verso il basso:

Audrey Stevenson
http://www.catholiceducation.org/en/faith-and-character/faith-and-character/the-littlest-suffering-souls-audrey-stevenson-of-paris.html
http://www.santiebeati.it/dettaglio/96477

Servo di Dio Carlo Acutis
http://www.carloacutis.com/
https://www.youtube.com/watch?v=0_XhL1ABHM0

Beata Chiara “Luce” Badano
http://gesu.altervista.org/documentazione/BeataChiaraLuceBadano/index.php
https://www.youtube.com/watch?v=LK5YBz87BX4
http://www.chiaralucebadano.it/index.php?lang=it

Giulia Gabrieli
http://www.congiulia.com/
http://www.gloria.tv/media/uerrvBXbKR1
http://www.santiebeati.it/dettaglio/95598

Venerabile Antonietta (Nennolina) Meo
http://www.santiebeati.it/dettaglio/90420
http://www.gloria.tv/media/tJA352qjn5k

Paola Adamo
http://www.paolaadamo.it
http://rosarioonline.altervista.org/libri/GiovaniSanti/index.php?santo=PaolaAdamo

Beato Pier Giorgio Frassati
http://www.piergiorgiofrassati.it/
http://rosarioonline.altervista.org/libri/GiovaniSanti/index.php?santo=PiergiorgioFrassati

Beato Rolando Rivi
http://www.rolandorivi.eu/
https://www.youtube.com/watch?v=dF5PPA8CcFE

Don Salvatore Mellone
http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/morto-don-salvatore-mellone-barletta.aspx

Santa Gemma Galgani
http://www.santagemma.it/
http://medjugorje.altervista.org/doc/angeli/diario.html

Sara Colagiovanni
http://www.saraunangeloconlabandana.com/p/la-piccola-sara.html
https://www.youtube.com/watch?v=0xJMqGMpQZs

Maria Cristina Olgier
http://www.mariacristinaogier.it/
https://www.youtube.com/channel/UCbPebhEy2cT-rK56RHfBSzg

…. e altri ancora: http://rosarioonline.altervista.org/libri/GiovaniSanti/index.php

 

Commenti disabilitati su 1° Novembre. Festa di tutti i Santi.
 | Posted by | Categories: Varie |

 

LA CRISI DELLA CHIESA

NELLE LACRIME DELLA MADONNA DI CIVITAVECCHIA?

 Scheda del libro dal sito della Ares

La nuova edizione libro de La Madonna di Civitavecchia. Lacrime e messaggi (pp. 200 euro 12, con inserto fotografico a colori), di padre Flavio Ubodi, già vicepresidente della Commissione teologica diocesana d’inchiesta, fa ulteriore luce sui fatti avvenuti a Pantano di Civitavecchia presso la casa della famiglia Gregori, rivelando molti nuovi particolari sulla vicenda della «Madonnina»; in particolare, sul ciclo di apparizioni della Vergine iniziate il 16 luglio 1995 e terminate nel maggio 1996, a cui si accompagnano 93 messaggi da rendere pubblici e, ora si apprende meglio, da un messaggio «riguardante il Terzo segreto di Fatima», affidato all’allora piccola Jessica Gregori e che andrà consegnato direttamente al Papa.

 

I FATTI

 

Dal 2 al 6 febbraio del 1995, a Pantano di Civitavecchia, una statuina della Madonna raffigurante la Regina della Pace lacrimò sangue per tredici volte. Pianse ancora sangue il 15 marzo nelle mani del vescovo Girolamo Grillo. Da quel giorno altri eventi soprannaturali si sono succeduti: una seconda Madonnina, identica alla precedente, dono del cardinale Deskur, ha incominciato a effondere un olio profumato durante alcune feste religiose o di fronte a persone riunite in preghiera; la Vergine stessa è apparsa a una famiglia e ha dato i suoi messaggi. Prima destinataria e strumento di queste manifestazioni della Madonna è la famiglia Gregori: padre, madre e tre figli, tutti resi partecipi di tante grazie e segni straordinari. In questo libro, agile come una guida del pellegrino, si raccontano tutti i fatti salienti della vicenda; comprese le analisi scientifiche, che hanno escluso truffe e manipolazioni, e l’indagine della Chiesa, che, a livello diocesano, si è conclusa positivamente con l’erezione a Santuario della chiesa di Sant’Agostino, a Pantano, che è la Parrocchia dei Gregori, e che, dal 1995, custodisce la Madonnina delle Lacrime.

Dal volume si evince come il vescovo Grillo, oggi emerito, sia stato testimone diretto di tutti i fenomeni straordinari capitati presso la famiglia Gregori (la prima Madonnina ha pianto anche nelle sue mani; ha poi assistito più volte alle essudazioni e alle lacrimazioni acquose della seconda statua; la Madonna, manifestandosi, ha rivelato a Jessica alcuni fatti e aspetti noti soli al vescovo, così che egli ha potuto credere anche alle apparizioni; ha dovuto partecipare a degli esorcismi in seguito anche di alcune manifestazioni diaboliche accorse).

Per quanto riguarda i suoi successori, sia mons. Carlo Chenis, scomparso prematuramente, sia mons. Gino Reali, amministratore apostolico hanno lasciato attestati pubblici e/o documentali di stima e riguardo per la famiglia Gregori. Con il permesso dell’attuale vescovo, mons. Maffucci, Fabio Gregori, ogni venerdì, conduce in chiesa la meditazione del Santo Rosario.

I MESSAGGI

 

Solo in questo libro compaiono i testi dei messaggi della «Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato e Regina delle Famiglie» – così si è presentata a Civitavecchia –, nei quali la Vergine mette in connessione queste sue visite con le apparizioni di Fatima e offre un’impressionante previsione della crisi della Chiesa e delle nazioni oggi in atto, ammonendo senza mezzi termini che anche «l’Italia è in pericolo». Ma, come nella Cova da Iria, promette anche il trionfo del suo Cuore Immacolato, che – dice – passa attraverso la fedeltà delle famiglie, nell’unità della Chiesa. La Madonna chiede, inoltre, di riconoscere la presenza reale di Gesù nell’Eucaristia e di stabilire un rinnovato rapporto con Dio tramite la Confessione settimanale e la preghiera.

Al legame con Fatima farebbe esplicito riferimento anche il messaggio per il Papa custodito dalla piccola Jessica, su cui si ragiona nell’articolo allegato di Riccardo Caniato (anticipazione da Studi cattolici di luglio-agosto 2012), dove si annodano i fili tra il Terzo Segreto, il messaggio di Civitavecchia e le accorate riflessioni di papa Benedetto XVI, in volo per Fatima l’11 maggio 2010 mettendo in stretta relazione le lacrime di Civitavecchia con la crisi che attraversa oggi la Chiesa.

 

 

GIOVANNI PAOLO II & LA TESTIMONIANZA DI MARINA RICCI (Tg5)

 

Il volume, infine, riporta documenti inediti che rivelano la devozione nascosta di Giovanni Paolo II verso la Madonnina e che di questa manifestazione della Vergine fu su tutto costantemente informato.

In particolare l’originale della lettera, in cui si parla esplicitamente delle apparizioni della Madonna, che Jessica inviò al Papa nel 2005 durante il suo ultimo ricovero al Policlinico Gemelli e la risposta ufficiale che il Santo Padre fece pervenire alla famiglia Gregori con lettera intestata della Segreteria di Stato tramite il vescovo diocesano. A questo proposito la nuova edizione del volume contiene la testimonianza della giornalista del TG5 Marina Ricci: fu lei a fare da tramite tra i Gregori e il Pontefice, portando la missiva all’ospedale.

Si dà notizia, inoltre, che Giovanni Paolo II, dopo aver incoronato la statua della madonna delle Lacrime in Vaticano l’11 giugno 1995, si recò pellegrino di nascosto a Civitavecchia e fece durante il Giubileo solenne Atto di Affidamento alla Madonna, in ascolto di una richiesta del vescovo di Civitavecchia, fatta a nome della Vergine.

Questa devozione di Wotjyla è nota a molti internamente alla Chiesa: prova ne è la lettera contenuta nel volume di padre Ubodi, con cui padre Luciano Pescatore, incaricato di confezionare le reliquie del Beato Karol, motiva il dono alla famiglia Gregori di una stoffa intrisa del sangue dell’attentato al Papa del 13 maggio 1981, proprio per la venerazione di quest’ultimo per la Madonna di Civitavecchia.

 

 

L’AUTORE

(il teologo padre Flavio Ubodi)

 

Padre Flavio Ubodi, già Provinciale della Provincia romana dei Frati Minori Cappuccini, è docente di Teologia Dogmatica. È stato Vicepresidente della Commissione Teologica Diocesana per la Madonnina di Civitavecchia. Incaricato dal vescovo, mons. Grillo di seguire da vicino la famiglia Gregori, è fra i massimi conoscitori degli eventi.

 

Scarica gli allegati:

Caniato Ubodi-Civitavecchia Sc Luglio-Ago012

inserto civitavecchia

Ubodi Civitavecchia Introduzione Autore

Ubodi Madonnina 4ed Finale Nuovo

Ubodi Madonnina Nuovaed Prefazione Caniato

ubodi piattocop

 

Commenti disabilitati su La Madonna di Civitavecchia: Lacrime e messaggi Ubodi Padre Flavio
 | Posted by | Categories: Varie |

In questo elenco sono presenti alcune delle sedi d’Italia di cui conosciamo le attività relative al percorso  “Le 10 Parole” aggiornate a Settembre 2011

Le dieci parole – volantino

Lazio

ROMA
Chiesa Santa Madre di DIO – PONTE MILVIO
Inizio nuovo corso con Don Fabio Rosini da martedì 10 ottobre per giovani fino a 30 anni ore 21.
Inizio nuovo corso per adulti con Padre Fabrizio da domenica 16 ottobre ore 20.30 .

Chiesa dell’Immacolata zona Grottarossa. Ripresa comandamenti già iniziati alcuni mesi fa.  Ripresa dal 18 settembre sera.

Basilica di San Marco ogni domenica sera ore 20.30 solo per chi sta frequentando il cammino iniziato a gennaio 2011. Ripresa domenica 4 settembre con il V Comandamento.

Sala Tiberiade – San Giovanni in Laterano: ripresa del cammino per giovani fino a 30 anni con il V comandamento ore 21.00 . Ripresa lunedì 5 settembre.

ROMA Nord – da ottobre inizio nuovo cammino.

Parrocchia Santa Teresa d’Avila – Corso d’Italia 37  Inizio nuovo corso con Padre Angelo  da domenica 16 Ottobre ore 21.00

Parrocchia San Bernardo di Chiaravalle  Centocelle – Ripresa dal V comandamento da domenica 11 settembre con don Fabio Pieroni .

Parrocchia San Patrizio.       (Aggiornamento)

Palmarola (RM)  Chiesa Santa Brigida di Svezia via Lunazza 13.     (Aggiornamento)

Lunghezza.   (Aggiornamento)

Parrocchia di San Cipriano in via di Torrevecchia.   (Aggiornamento)

Parrocchia di Santa Rita  – via Acquaroni. ( Tor Bella Monaca)    (Aggiornamento)

Monte Porzio Catone (RM)
Da ottobre a Monteporzio con il 5° Comandamento
Padri Bétharramiti Villa del Pino Via del Cimitero, 1
00040 Monte Porzio Catone (RM)
tel. 06. 9449022

Albano (RM)
Santa Maria della Stella – frati Carmelitani.
[email protected]

Frascati (RM)
Convento San Bonaventura.   (Aggiornamento)

Guidonia (RM)
Chiesa francescani.       (Aggiornamento)

Ostia Lido (RM)
Parrocchia di Nostra Signora di Bonaria – via Appagliatore .

Abruzzo

Teramo
Santuario Madonna delle Grazie, L.go Madonna delle Grazie 6,    0861-250.392  nuovo corso dei dieci comandamenti dal 18 ottobre, tutti i martedì alle ore 21.00 con Fra Giulio.
Calabria

Reggio Calabria
Parrocchia San Francesco d’Assisi.

Chiesa San Barnaba.  (Aggiornamento)

Campania

Napoli
Santuario di San Sebastiano Martire in San Sebastiano al Vesuvio,  dalla prima domenica di ottobre ripresa dal V comandamento. Ogni domenica ore 20.00

Santuario del Volto. (Aggiornamento)

Boscoreale (NA)
Chiesa dell’Immacolata Concezione. (Aggiornamento)

Caserta  Il corso inizierà il 26 ottobre 2011 luogo da stabilire Con Fra Rosario, Antonello e Pina.     Indirizzo email: [email protected]

Emilia Romagna

Castel Maggiore (BO) Salone S.Andrea via Irma Bandiera 36  tel 051/711156  con Don Marco Bonfiglioli,  inizio nuovo percorso da domenica 16 ottobre ore 21.
[email protected]

Reggio Emilia Presso il convento dei frati Cappuccini (via Ferrari Bonini 2). Tutti i lunedì       fr. Matteo  [email protected]

Bologna
Convento Osservanza dei Frati Minori 051/582024  www.cpv.fratiminorier.it    (Aggiornamento)

Rimini
Convento Frati Cappuccini  via Cappuccini -Santarcangelo Di Romagna (RN)  0541/626104   [email protected]                   (Aggiornamento)

Forlì
Parrocchia di S. Maria in Villanova – Viale Bologna,332 -0543-754174(756556) [email protected]  [email protected]      (Aggiornamento)

Lombardia

Milano
Milano Lainate Parrocchia San Francesco d’Assisi.  Sospensione cammino

Milano Chiesa di Sant’Angelo dei Frati Minori, Piazza Sant’Angelo.

Milano Sesto San Giovanni c/o Chiesa dell’Assunta, via Cavour . Sospensione cammino

Venegono Inf. (VA) ripartiamo il 28 settembre 2011 con la 2 parola con Don Andrea Restelli.

Monza
CATECHESI TRASFERITE A MILANO.

Mantova     (Aggiornamento)
Parrocchia Rivalta s/Mincio – www.parrocchiarivaltas-m.tk  [email protected]

Marche

Urbino
Chiesa San Francesco – accanto a p.zza della Repubblica.

Piemonte

Torino
Convento Monte dei Cappuccini, terzo comandamento da domenica 11 settembre 2011 ore 20.45

Bra (CN)
Chiesa di Santa Maria degli Angeli -Frati Cappuccini -P.zza XX Settembre 42.  Sesto comandamento  riprendiamo il mercoledì 19 ottobre 2011 , ore 20.45. Con Frate Michele.

Puglia

Bari
Parrocchia S. Antonio – piazzetta Sant’Antonio, il corso riprende il V° comandamento da martedì 20 settembre 2011 , ore 20:30.

Foggia
Parrocchia S. Antonio da Padova – via Smaldone, 1 . Dal 29 Settembre, giovedì, inizia un nuovo corso dei 10 comandamenti, ore 21.00 .

Manfredonia  Seminario diocesano “Sacro Cuore”Via Arcivescovado, 16 – 71043 Manfredonia, inizia il corso giovedì 29 Settembre intorno alle 20,30 con Fra Roberto Palmisano.

Sardegna

Cagliari
Convento San Mauro – frati minori.

Sassari Santuario Madonna delle Grazie (loc. San Pietro in Sirchi)

Sicilia
Palermo
Chiesa dei Frati Minori Rinnovati S. Maria degli Angeli -via alla Falconara 83  con Fra Elia.

Toscana

Firenze
Parrocchia San Francesco, piazza Savonarola, ripresa il 5 ottobre 2011 con il 5°comandamento.

Pisa
Convento Santa Croce in Fossabanda – p.zza Santa Croce ,ripresa il 23 settembre 2011 sempre il venerdì ore 21.00 con Fr. Andrea Maria.
Fraternità Francescana P.zza S.Croce 12  tel. 050.542314 – fratipisa.blogspot.com

Cortona (AR)
Santuario di Santa Margherita.

Grosseto  Parrocchia S. Francesco, piazza S. Francesco, 2 – 58100 Grosseto (tel 0564-22373). parrocchiasanfrancesco.blogspot.com
Chiusi della Verna (Arezzo) sotto il Santuario; mail: [email protected] Con fra Francesco Bartoli.

Trentino Alto Adige

Bolzano
Chiesa Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, Via Col di Lana, 2 – pp. Carmelitani Scalzi.

Veneto

Verona
Ricominciamo con il 2° comandamento 18 settembre 2011 domenica sera ore 19.30 in due luoghi:
Parrocchia Santi Angeli Custodi – via Brunelleschi Via A. di Cambio 37138 VERONA tel. 056 569304     con don Marco e don Mauro Bozzola, parroci e fratelli.

Santa Maria In Organo solo per giovani sotto i 30 anni P.ta Santa Maria in Organo, 1
37129 VERONA con don Giampaolo Melchiorri.

Roncajette di San Nicolò (PD)
Ripresa catechesi 10 comandamenti: martedì 13 Settembre 2011 ore 21, chiesa di Roncajette               (prima catechesi sesto comandamento). Inizio nuovo ciclo: Gennaio 2012.  Per informazioni aggiornate: www.itineranza.it frate Giorgio

Treviso
Padri Carmelitani Scalzi Via Oberdan 7, due corsi di comandamenti:
mercoledì per quelli sotto i 30 anni; il giovedì per quelli sopra i 30 anni.
Ricominceremo con il terzo comandamento il 15 settembre per gli adulti e il 21 settembre per i giovani. Cominceremo il nuovo corso dei comandamenti nei giorni 25-26 aprile 2012. Con Padre Giuseppe e      Padre Adolfo
www.carmelitanitreviso.it

Chiampo (VI)
Santuario Santa Maria delle Pieve. via Pieve 170, 36072 CHIAMPO (VI) Referente fr. Federico Righetti.   Inizio nuovo corso dal 23 settembre 2011. Con Fra Federico.
Barbarano Vicentino (VI)
Convento di San Pancrazio, via S. Pancrazio 22, 36021 BARBARANO (VI) Referente fr. Lorenzo Raniero.Inizio nuovo corso dal 23 settembre 2011 (ogni venerdì ore 21.00). Con fra Lorenzo, fra Devis e fra Antonio.www.ofmve.it Informazioni: [email protected]

Selvazzano Dentro (PD)
Parrocchia di Tencarola.           (Aggiornamento)

Caprino Veronese (VR)
Con don Mauro Bozzola di Verona e fra Stefano Nava di Verona.   (Aggiornamento)

Umbria

Perugia  (e provincia)
Villa Pitignano , inizio 3° comandamento da martedì  4 ottobre 2011  ore 21.00 sacerdoti : Alberto Veschini [email protected]  , Roberto Biagini [email protected]
Chiugiana Olmo , inizio 3° comandamento ottobre 2011  ore 21.00  sacerdoti :  Antonio Sorci [email protected] , Fabio Quaresima [email protected] .

Castel del Piano (PG), Parrocchia S.Maria Assunta, p.zza Turati 10  inizio 7° comandamento da ottobre 2011 sempre di giovedì ore 21.00   e inizio corso nuovo  gennaio 2012  sacerdote: Francesco Buono [email protected] .

Monteripido (PG) , Convento Monteripido, via Monteripido 8 tel.075-42210  inizio 5° comandamento  da ottobre 2011 martedì ore 21.00  sacerdoti:   Paolo Zampollini [email protected] ,  fra Angelo Salvia [email protected] .

Centro Shalom Perugia , inizio 2° comandamento 12 ottobre 2011 mercoledì ore 19.15 sacerdoti:      Don Riccardo Pascolini [email protected] , Fra MarcoCapecci,  Suor Silvana  , Suor Caterina.

S. Bernardi – S. Filippo , inizio corso 1° comandamento 10 novembre 2011  giovedì ore? sacerdote: Massimo Vedova [email protected] .

Assisi (PG) Santa Maria degli Angeli -Info 075-8051240 , inizio domenica 2 ottobre al Centro Pastorale 19.15 .
Massa Martana (PG) Convento S. Maria della Pace -tel. 075.88.9144 -fax 075.8951259

Spoleto (PG) [email protected]
Todi (PG) Convento Montesanto [email protected]

Amelia (TR) San Massimiliano Kolbe  (Aggiornamento)

Bastia Umbra (PG)   (Aggiornamento)

Foligno (PG) Teatro San Carlo   (Aggiornamento)

Terni   Parrocchia S. Maria del Rivo, inizio corso lunedì 7 novembre ; D. Luca Andreani.

Basilicata

Molise

Liguria

Friuli Venezia Giulia

S. Vito al Tagliamento (PN) Santuario “Madonna di Rosa” Primo incontro
martedì 13 settembre, ore 20.30  (* dal 16 settembre ogni venerdì ore 20.30)  INFO: frati Andrea, Claudio, Silvio e Fabio :  [email protected]

Valle d’Aosta

Commenti disabilitati su Catechesi dei 10 comandamenti o delle dieci parole
 | Posted by | Categories: Varie |

I cristiani nel mondo

25 maggio 2011

Dalla «Lettera a Diogneto» (Capp. 5-6; Funk, pp. 397-401)

I cristiani non si differenziano dal resto degli uomini né per territorio, né per lingua, né per consuetudini di vita. Infatti non abitano città particolari, né usano di un qualche strano linguaggio, né conducono uno speciale genere di vita. La loro dottrina non è stata inventata per riflessione e indagine di uomini amanti delle novità, né essi si appoggiano, come taluni, sopra un sistema filosofico umano.

Abitano in città sia greche che barbare, come capita, e pur seguendo nel vestito, nel vitto e nel resto della vita le usanze del luogo, si propongono una forma di vita meravigliosa e, per ammissione di tutti, incredibile. Abitano ciascuno la loro patria, ma come forestieri; partecipano a tutte le attività di buoni cittadini e accettano tutti gli oneri come ospiti di passaggio. Ogni terra straniera è patria per loro, mentre ogni patria è per essi terra straniera. Come tutti gli altri si sposano e hanno figli, ma non espongono i loro bambini. Hanno in comune la mensa, ma non il talamo.

Vivono nella carne, ma non secondo la carne. Trascorrono la loro vita sulla terra, ma la loro cittadinanza è quella del cielo. Obbediscono alle leggi stabilite, ma, con il loro modo di vivere, sono superiori alle leggi.

Amano tutti e da tutti sono perseguitati. Sono sconosciuti eppure condannati. Sono mandati a morte, ma con questo ricevono la vita. Sono poveri, ma arricchiscono molti. Mancano di ogni cosa, ma trovano tutto in sovrabbondanza. Sono disprezzati, ma nel disprezzo trovano la loro gloria. Sono colpiti nella fama e intanto si rende testimonianza alla loro giustizia.

Sono ingiuriati e benedicono, sono trattati ignominiosamente e ricambiano con l’onore. Pur facendo il bene, sono puniti come malfattori; e quando sono puniti si rallegrano, quasi si desse loro la vita. I giudei fanno loro guerra, come a gente straniera, e i pagani li perseguitano. Ma quanti li odiano non sanno dire il motivo della loro inimicizia.

In una parola i cristiani sono nel mondo quello che è l’anima nel corpo. L’anima si trova in tutte le membra del corpo e anche i cristiani sono sparsi nelle città del mondo. L’anima abita nel corpo, ma non proviene dal corpo. Anche i cristiani abitano in questo mondo, ma non sono del mondo. L’anima invisibile è racchiusa in un corpo visibile, anche i cristiani si vedono abitare nel mondo, ma il loro vero culto a Dio rimane invisibile.

La carne, pur non avendo ricevuto ingiustizia alcuna, si accanisce con odio e muove guerra all’anima, perché questa le impedisce di godere dei piaceri sensuali; così anche il mondo odia i cristiani pur non avendo ricevuto ingiuria alcuna, solo perché questi si oppongono al male.

Sebbene ne sia odiata, l’anima ama la carne e le sue membra, così anche i cristiani amano coloro che li odiano. L’anima è rinchiusa nel corpo, ma essa a sua volta sorregge il corpo. Anche i cristiani sono trattenuti nel mondo come in una prigione, ma sono essi che sorreggono il mondo. L’anima immortale abita in una tenda mortale, così anche i cristiani sono come dei pellegrini in viaggio tra cose corruttibili, ma aspettano l’incorruttibilità celeste.

L’anima, maltrattata nei cibi e nelle bevande, diventa migliore. Così anche i cristiani, esposti ai supplizi, crescono di numero ogni giorno. Dio li ha messi in un posto così nobile, che non è loro lecito abbandonare.

Commenti disabilitati su I cristiani nel mondo
 | Posted by | Categories: Varie |

E’ necessario impostare i nuovi parametri dal 15 Dicembre 2009.

Nome satellite: HOT BIRD 6
Posizione: 13° E (gradi est)
Transponder n° 157
Frequenza di ricezione: 11 642 MHz
Polarizzazione: H (orizzontale)
Symbol rate: 27 500 Msymb/s
FEC (Forward Error Correction): 3/4

Commenti disabilitati su RADIO “MIR” MEDJUGORJE sul satellite HOT BIRD 6 ha nuovi parametri per l’Europa, il Vicino Oriente ed il Nord Africa
 | Posted by | Categories: Varie |

Esce oggi  17 novembre 2009,  il suo libro A UN PASSO DAL BARATRO, dove Paolo Brosio, con tanto coraggio, si mette a nudo raccontando tutta la sua vita, dai suoi primi successi sino ai momenti più oscuri. Una carriera da giornalista tanto fulminante quanto brillante, uomo di spettacolo e socio del Twiga, il tempio del jet-set in Versilia, impegnato nel sociale come tanti vip, da laico. O meglio, quello era Paolo Brosio. Oggi è un altro.
Paolo Brosio, amico del Trentino e della Scuola Italiana Nordic Walking, nei suoi periodi tra i  boschi della Val di Fiemme di chilometri con i bastoncini ne ha fatto davvero tanti. Su e giu per le pendici del Monte Castellazzo, accompagnato da Pino Dellasega, suo istruttore da sempre.
Se la notizia viene pubblicata sul portale italiano del nordic walking è perchè Paolo nel suo libro ha dedicato un intero capitolo alla singolare e misteriosa  storia di Pino Dellasega e del Trekking del Cristo Pensante intitolandolo “La corona di spine del Cristo Pensante“. Una storia che si intreccia con quella di altri tre personaggi tra cui Paolo,  con un  andirivieni di colpi di scena e di coincidenze che fanno davvero pensare a un grande disegno e che riconducono al santuario Mariano di Medjugorje dove da oltre 27 anni appare la Vergine. Tutto nasce quando il  25 luglio giorno di San Giacomo, il patrono di Predazzo e anche di Medjugorje,  Paolo Brosio si trova  alla benedizione del Cristo Pensante nella piazza del paese,su invito di Bruno Felicetti (nella foto) e Maurizio Rossini rispettamente Direttore dell’Azienda Per il Turismo della Valle di Fiemme e Direttore del Marketing  di Trentino Spa. Un capitolo tra i sentieri di Passo Rolle e la Capanna Cervino, naturalmente a ritmo di nordic walking.
Paolo Brosio è lontano dalla fede e dalla preghiera negli anni in cui acquisisce la notorietà di personaggio televisivo, prima come giornalista del TG4, con Emilio Fede, nei giorni di Tangentopoli, poi con la partecipazione a programmi importanti: da “Quelli che il calcio”, a “Sanremo Notte”, a “Domenica In” fino ali’”Isola dei Famosi” e a “Stranamore”. Il successo, i soldi, la carriera si intrecciano a una vicenda umana inquieta e travagliata che lo porterà nel baratro più profondo del lutto, della sconfitta affettiva, della depressione. Nasce nel cuore una preghiera alla Madonna e il desiderio d’incontrarla a Medjugorje, il villaggio della Bosnia-Erzegovina dove, dal 24 giugno 1981, sei ragazzi hanno apparizioni mariane e dove si recano in pellegrinaggio milioni di persone. Per Brosio è una svolta. L’incontro con i veggenti e con tante persone di fede, ma soprattutto il desiderio di fare del bene. Con la semplicità e la simpatia che lo contraddistinguono il giornalista racconta la sua vicenda umana e i passi di un ritorno a Dio che gli ha restituito forza, ottimismo e amore per la vita.

Tratto da Predazzo

Commenti disabilitati su “A un passo dal baratro” esce oggi li nuovo libro di Paolo Brosio
 | Posted by | Categories: Varie |

Sabato 21-11-2009 ore 15 , a Siracusa ,presso la Basilica Santuario ”Madonna delle lacrime”si terra’ IL consueto incontro annuale per la pace ,organizzato dai gruppi di preghiera Della Regina Della pace.Quest’anno avremo una grande gioia da condividere con tutti: la nascita del nostro Statuto! Lo presenteremo ai piedi della Madonna delle lacrime affinche’ per Sua intercessione possa trovare benevola accoglienza a Roma per il suo riconoscimento.Invito tutti gli appartenenti alla lista a pregare per questa intenzione perche’come certamente capirete sarebbe una grazia straordinariamente grande non solo per noi ma anche per tutti quelli che viviamo I messaggi della Regina Della pace.All’incontro parteciperanno S.E.Mons.Salvatore Pappalardo Arcivescovo di Siracusa, S.E.Mons.Luigi Bommarito Arcivescovo Emerito di Catani e Don Giovanni D’Ercole capoufficio Della Segreteria di Stato della Santa Sede che trattera’ il tema: ”La necessita’ della Legge e dell’ordinamento giuridico nella costituzione del popolo di Dio”.
Jelena Vasilj,mistica e teologa che con G.Cartella coordinatore dei gruppi di preghiera Della Regina Della pace saranno a colloquio con don G.D’Ercole sul tema: ”Vi daro’ delle regole da seguire… ”. Seguira’ la S.Messa ed a conclusione l’adorazione eucaristica.La Mamma celeste ed il suo figlio Gesu’ benedicano Le nostre vite,le nostre famiglie,l’apostolato di tutti.

Tratto dalla maling list Informazioni da Medjugorje

Commenti disabilitati su Incontro annuale dei gruppi di preghiera Della Regina Della pace
 | Posted by | Categories: Varie |