Maria a Medjugorje Messaggio del 15 dicembre 1985:Adesso, proprio adesso dovete essere i miei bambini! Non domani o dopodomani, ma adesso! Se avete delle difficoltà datele a me perché io sono vostra madre e vi aspetto sempre e vi amo. Se non sentite amore in questo mondo, sappiate che io vi amo!


Home  ::  Altri documenti su Medjugorje


Tweet

Perché aver paura di ciò’ che accadrà? di Suor Emmanuel

La Beata Vergine non e’ venuta a diffondere la paura o a minacciarci con punizioni.
In Medjugorje ci dice a gran voce la buona novella, mettendo cosi’ fine al pessimismo odierno.
Vuoi aver la pace? Fare la pace? Irradiare la pace?
Suor Emmanuel ci spiega come ognuno di noi può raggiungere il grado più alto dell’amore. C'è solo bisogno di guarire (interiormente)! Perché’ dovremmo completare solo il 15% del piano quando lo possiamo realizzare nella sua pienezza?
Se facciamo la scelta giusta, "questo secolo sarà per voi un tempo di pace e di benessere" dice Maria. Possa questo documento arricchire immensamente la tua vita spirituale.

"Vieni Spirito Santo, Vieni nei nostri cuori. Apri oggi i nostri cuori a quello che ci devi dire. Noi vogliamo cambiare la nostra vita; vogliamo cambiare il nostro modo di agire cosi’ da scegliere il Paradiso. Oh Padre! Ti chiediamo di darci questo dono speciale in onore del tuo Figlio Gesù di cui oggi si celebra la festa della sua sovranità. Oh Padre! Donaci oggi lo Spirito di Gesù! Apri a Lui i nostri cuori; apri i nostri cuori a Maria e alla sua venuta".

Miei cari fratelli e sorelle, avete sentito il messaggio che la Madonna ci ha dato recentemente. "Cari figli, non dimenticate che questo e’ tempo di grazia, quindi pregate, pregate, pregate". Quando la madre di Dio che - a proposito - e’ una donna ebrea, riempita dello Spirito della Bibbia, ci dice "Non dimenticate", vuol dire che abbiamo dimenticato.

E’ un modo gentile di esprimersi. Vuol dire che avete dimenticato, che siete indaffarati, indaffarati in troppe cose, forse cose buone. Siete indaffarati, indaffarati non con le cose essenziali, non con (cose che hanno) uno scopo, non con il Cielo, non con mio Figlio Gesù. Siete indaffarati, indaffarati con tante altre cose e cosi’ dimenticate. Sapete, nella Bibbia le parole "dimenticare" e "ricordare" sono molto importanti, Infatti, in tutta la Bibbia, noi siamo chiamati a ricordare la bontà del Signore, a ricordare quello che Lui fin dall’inizio ha fatto per noi; questo e’ il significato della preghiera ebraica e della preghiera di Gesù, durante l’ Ultima Cena, ( ricordare) come noi siamo passati dalla schiavitù in Egitto alla libertà, all’essere figli di Dio. (Ricordare) come il Signore ci libera dalla schiavitù del peccato, e il fine di tutto e’ ricordare come e’ buono il Signore. E’ molto importante che noi non dimentichiamo – dalla mattina fino alla sera- che lo Spirito continua nella preghiera a ricordare le meraviglie che ha compiuto nella nostre vite, e noi le ricordiamo nella preghiera e contiamo le benedizioni ricevute e gioiamo della presenza e dell’azione di Nostro Signore. E oggi, nel celebrare la Sua sovranità, ricordiamoci di tutti i doni che Egli ci ha dato fin dall’inizio. Egli in Medjugorje grida ancora: "Cari figli, non dimenticate". Che cosa e’ che vi interessa oggi nei giornali, nelle notizie del telegiornale, che cosa ne ricavate da esse? Ne ricavate paura. La Madonna ci ha detto: questo e’ tempo di Grazia. E’ stato un messaggio breve, per svegliarci da questa " forma" di sonno, perché noi, nella nostra vita, abbiamo messo Dio " a dormire". La Madonna oggi ci sveglia. Non dimenticate: questo e’ tempo di grazia.

Questi giorni sono giorni di grandi grazie. Miei cari fratelli e sorelle, può esser facile lasciarsi sfuggire queste grazie. Vi racconterò una storia, di quando la Madonna e’ apparsa a Parigi alla fine del secolo scorso, a Rue du Bac. Apparve ad una suora, Catherine Laboure’, e Lei, Maria, aveva dei raggi che emanavano dalle mani. Alcuni raggi erano molto luminosi, e fuoriuscivano dagli anelli che Lei aveva alle dita. Alcuni anelli mandavano dei raggi piu’ scuri, non emanavano luce. Spiego’ a suor Catherine che i raggi luminosi rappresentavano tutte le grazie che Lei poteva dare ai suoi figli. Invece, i raggi scuri erano le grazie che non aveva potuto dare, perché i suoi figli non le avevano richieste. Quindi, Lei le doveva trattenere. Aspettava le preghiere ma le preghiere non venivano, cosi’ Lei non poteva distribuire quelle grazie.

Ho due piccoli amici in America, Don e Alicean. A quel tempo (quando e’ successa questa storia) avevano 4 e 5 anni ed appartenevano ad una famiglia molto devota. Era stata data loro un’ immagine dell’apparizione di Rue de Bac e gli era stato detto di questi raggi e quando avevano sentito questa storia erano diventati molto tristi. Il bambino, ha preso in mano l’ immaginetta e ha detto qualcosa tipo " Ci sono cosi’ tante grazie che non sono concesse perché nessuno le chiede! ". Alla sera, quando era l’ora di andare a letto, la loro mamma, passando davanti alla porta leggermente aperta della loro camera, ha visto i due bimbi inginocchiati a lato del letto, con in mano l’ immagine della Beata Vergine di Rue du Bac, e ha sentito ciò che dicevano a Maria. Il bambino, Don, che aveva solo 4 anni, diceva alla sorella "Tu prendi la mano destra e io prendo la mano sinistra della Madonna e chiediamo alla Beata Vergine di darci quelle grazie che Lei ha trattenuto per cosi’ tanto tempo". E inginocchiati davanti alla Madonna, a mani aperte, dicevano:" Madre, dacci quelle grazie che non hai mai dato prima. Forza, dacci quelle grazie; ti supplichiamo di darle a noi". Questo e’ un esempio per noi oggi. Non e’ forse un grande esempio questo che ci viene dai nostri bimbi? Che Dio li benedica. Essi hanno ricevuto perché hanno avuto fiducia e hanno ricevuto perché’ hanno chiesto quelle grazie alla loro Madre. Svegliatevi, oggi abbiamo quelle grazie in serbo per noi, perché’ ciascuno di noi possa usarle! Questo e’ tempo di grazia e Nostra Signora e’ venuta a Medjugorje per dircelo.


Lei non ha mai detto "Questo e’ il tempo della paura e voi Americani dovete stare attenti". La Madonna non e’ mai venuta per impaurirci o per spaventarci. Molte persone vengono a Medjugorje e (voglion sapere) cosa dice (la Madonna) riguardo al futuro? Riguardo a quei castighi? Che cosa dice dei giorni di buio e della nostra vita futura? Cosa dice dell’ America? Dice "Pace!". Viene per la pace, questo e’ il messaggio. Cosa ha detto del futuro? Ha detto che si puo’ avere un tempo di pace e lo aspetta impazientemente. Questo e’ il nostro futuro; il nostro futuro e’ fatto di pace.

Un giorno, mentre parlavo con Mirjana, lei era dispiaciuta che cosi’ tante persone vivessero nella paura, ed ha condiviso con me alcuni dei messaggi della Beata Vergine e, ascoltate, ascoltate, ricordate e diffondete questo messaggio. La Madonna ha detto:" Cari figli, nelle vostre famiglie (ma questo vale anche per il singolo individuo), le famiglie che scelgono Dio come Padre della famiglia, quelle che scelgono Me come Madre della famiglia e quelle che scelgono la Chiesa come la loro Casa, non hanno nulla da temere per il futuro; quelle famiglie non hanno nulla da temere dai segreti. Allora, ricordate questo, e diffondetelo in questo tempo di grandi paure che state sperimentando sia qui in America che altrove. Non cadete in un tranello. Quelle famiglie che mettono Dio al primo posto non hanno nulla da temere. E ricordatevi, nella Bibbia, il Signore ci dice 365 volte , cioe’ una volta per ogni giorno, non aver paura, non temere. E se permettete a voi stessi di aver paura anche per un giorno solo, vuol dire che quel giorno non siete uniti allo Spirito di Dio. Oggi non c’e’ posto per la paura. Perche’? Perche’ noi apparteniamo a Cristo Re ed Egli regna, e non l’altro, il vigliacco.

E c’e’ di piu’……

Nel secondo stadio, per mezzo della Bibbia, noi ascoltiamo cosa prova il Signore, e siamo aperti al suo mondo, al suo piano, ma c’e’ un problema e voi lo conoscete. Dobbiamo rinunciare alla nostra volonta’ per essere aperti alla volonta’ di Dio. Questo e’ il motivo per cui molti cristiani si fermano al primo stadio; non passano attraverso quella piccola morte che e’ necessaria. Questa piccola morte e’ dovuta al fatto che noi temiamo, o abbiamo paura, della volonta’ di Dio. Questo e’ perche’, in qualche modo, il diavolo ci ha parlato.

Mi ricordo di qualcosa che e’ successo a Medjugorje: un giorno Mirijana, la veggente, stava aspettando che le apparisse la Madonna. Stava pregando il Rosario e all’ora in cui la Beata Vergine avrebbe dovuto apparire, non e’ apparsa. Invece e’ arrivato un bel giovane. Era vestito bene, era molto molto attraente e ha parlato a Mirijana: " Non devi seguire la Madonna. Se lo fai avrai tremende difficolta’ e sarai infelice. Invece, devi seguire me e allora avrai una vita felice." Ma a Mirijana non piaceva che nessuno le parlasse male della Madonna e, indietreggiando, ha detto "No". Satana ha urlato e se ne e’ andato. Era Satana, sotto le spoglie di un bel giovanotto, e voleva metter veleno nella mente di Mirijana; piu’ precisamente, il veleno che " se vai con Dio e segui Lui e la Madonna, soffrirai cosi’ tanto e la tua vita sara’ resa cosi’ difficile che non ce la farai a vivere. Sarai ridotto a essere un infelice, ma invece, se segui me, sarai libero e felice".

Ascoltate, questa e’ la piu’ terribile bugia che egli ha in serbo per noi. Sfortunatamente e inconsciamente, noi abbiamo accettato un po’ di quella bugia e ci crediamo. Questo e’ il motivo per cui tanti genitori pregano Dio in chiesa cosi’, "Oh Signore, donaci vocazioni al sacerdozio. Oh Signore, donaci vocazioni ad una vita completamente consacrata ma, per favore Signore, prendile dai vicini ma non dalla mia famiglia. Non si sa mai cosa potrebbe capitare ai miei figli se Tu li scegli dalla mia famiglia!" C’e’ questo tipo di paura: " Se seguo Dio, faccio meglio a far come mi pare, e’ piu’ sicuro". Questo e’ un inganno e viene direttamente dal demonio. Non ascoltate mai quella voce, perche’ il piano che Dio ha per noi non e’ altro che un’ incredibile felicita’ in cielo che puo’ anche cominciare qui in terra. Questo e’ il piano, e colui che decide di fare la volonta’ di Dio, di ubbidire ai Comandamenti di Gesu’ Cristo, nostro Re, quella persona e’ la piu’ felice della terra. Credete a questo? Sia lodato il Signore!

Entriamo nello stupendo secondo stadio della preghiera, quando siamo aperti al desiderio, alla volonta’ e al piano di Dio nella nostra vita, e siamo pronti a firmare un assegno in bianco e a dire "Signore, so che quando mi hai creato hai riposto una speranza incredibile in me e nella mia vita. Signore, io voglio con tutto me stesso, soddisfare quella speranza. Questa e’ la mia e la tua felicita’. Signore, fammi conoscere la tua volonta’ cosicche’ io possa soddisfarla. Rinuncio ai miei piani; annuncio la morte del mio ego, (faro’) tutto cio’ che e’ necessario per ucciderlo."

Sapete che il nostro ego e’ per noi un nemico peggiore di Satana? Lo sapevate? Perche’ Satana e’ un tizio che sta al di fuori di noi, ma il nostro ego e’ proprio qui, dentro di noi. Quando (Satana) lavora su di esso, diventa molto pericoloso. Quindi odiate il vostro ego e amate Dio. I due non vanno d’accordo. Nel mezzo della nostra vita il Signore ci sanera’ e ci scegliera’. Il Signore si assicurera’ che noi recuperiamo la nostra bella identita’ di figli di Dio, che ci e’ stata data fin dall’inizio, e (si assicurera’ che abbiamo ) Maria come nostra Madre.

Lei si assicura che noi ritroviamo la nostra vera bellezza, che ritroviamo la nostra personalita’ nel cuore del Creatore, e che veniamo mondati da quelle corruzioni che ci hanno rovinato attraverso i nostri peccati, quelli dei nostri genitori e della societa’.

Entriamo in questo dialogo. Diciamo al Signore quali sono i nostri desideri. Per esempio, un giovane desidera sposarsi. Prima di tutto deve chiedere di avere il desiderio di sposare una bravissima persona. " Signore! Mi inginocchio davanti a Te. Fammi sapere quale e’ il tuo piano a cui io mi apro; ed io scrivo l’ assegno e Tu scrivi quale e’ il tuo piano; il mio Si e la mia firma sono gia’ li’. Fin da ora dico Si a quello che tu sussurrerai al mio cuore. E Signore, se il tuo piano per me e’ che io mi sposi, Signore, scegli Tu stesso la persona che Tu vorresti che io sposassi. Io mi abbandono a Te e non ho paura, e non voglio usare i mezzi del mondo. Oggi incontro quella persona, sono sicuro che e’ quella che Tu hai scelto per me e, Signore, diro’ di si. Signore, fin da adesso prego per quella persona che secondo i tuoi piani, sara’ mio marito, mia moglie e non abusero’ del mio corpo perche’ voglio esser pronto per colui/colei che Tu hai in serbo per me. Non seguiro’ le vie del mondo perche’ il Signore non ha mai insegnato nel Vangelo: fa’ quello che il mondo ti offre. Ma Egli ha detto: seguimi, e qui sta la differenza. Oggigiorno molti cristiani dicono: " Io faccio’ cosi’ e puo’ darsi che sbagli, ma lo fanno tutti". E’ questa la luce che abbiamo ricevuto dal Vangelo? Lo fanno tutti e quindi lo devo fare anch’io cosi’ che non verro’ segnato a dito. No, anche ai tempi di Gesu’, tutti facevano certe cose ma Gesu’ ci ha detto " State in guardia da questa generazione corrotta" , seguite Lui e il Vangelo. Questo, sapete, e’ l’unico modo per avere la vita eterna.

Quando raggiungiamo questo secondo stadio della preghiera, siamo pronti a rinunciare a tutto cio’ che non e’ di Dio, a seguire il Vangelo e a seguire i messaggi della Madonna di Medjugorje. Miei cari fratelli e sorelle, cerchiamo oggi di esser pratici. Puo’ darsi che non ci incontreremo piu’ in questo mondo, ma abbiamo quell’ appuntamento in Paradiso. Pero’, prima che cio’ avvenga, voglio esser sicura che a tutti sia offerta la possibilita’ di raggiungere il secondo stadio della preghiera.

Adesso vi offro un momento di preghiera silenziosa, in cui noi affideremo alla Beata Vergine le nostre paure riguardo a Dio, le nostre paure di un Dio che punisce e che ci fa del male, che ha un piano terribile per noi. Sapete, tutte quelle terribili idee che il mondo ha di Dio: che e’ colui che manda le difficoltà, che pronuncia il giudizio. Lui e’ il cattivo, a giudicare da cio’ che leggi sui giornali e da quel che dicono i media. Ma io voglio dare tutte le mie paure e i miei concetti sbagliati alla Madonna. Lei buttera’ tutto nella spazzatura. Mi aiutera’ a guarire da queste paure e io scrivero’ il mio assegno in bianco al Signore.

Dal profondo del mio cuore diro’ "Signore, che sia fatta la tua volontà per me, tutto quello che Tu hai in serbo per me. Io firmo il mio Si e il mio nome. Da ora in poi, decidi Tu per la mia vita e da ora in poi, nella preghiera, Tu mi dirai cosa devo fare". Chiudiamo gli occhi. Ricordatevi cosa disse Gesu’ a Suor Faustina, se conoscete quella preghiera, detta dal profondo del cuore, : "Che sia fatta la tua volontà per me e non la mia" ; questa semplice preghiera vi porta al vertice della Santita’. Non e’ incredibile che oggi, per la festa di Cristo Re, siamo tutti al vertice della Santità! Ora preghiamo e lasciamo che il Signore ascolti la nostra voce, piena di amore per Lui.

Grazie Signore per questo, il piano piu’ bello per ognuna delle nostre vite.

Mi ricordo che in Medjugorje, nel 1992, mentre ci preparavamo per il Natale, la gente aveva paura per colpa della guerra. Vedevamo i massacri in televisione, le case bruciate, ed anche altre cose di cui oggi non parlerò. Era la guerra ed era crudele. Nove giorni prima di Natale, sulla montagna, la Madonna ci ha detto per mezzo di Ivan " Figli, preparatevi al Natale. Voglio che questo Natale sia diverso dagli altri Natali " Abbiamo pensato "Oh mio Dio! C’e’ la guerra, sara’ un Natale molto triste" e sapete allora che cosa ha aggiunto? "Voglio che questo Natale sia piu’ gioioso dei Natali precedenti. Cari figli, io chiamo tutte le vostre famiglie ad esser piene di gioia come lo eravamo noi nella stalla quando e’ nato mio Figlio Gesu’ " Cosa? E’ tempo di guerra e Lei osa dire " piu’ gioioso, come noi, quel giorno nella stalla, eravamo pieni di gioia". Il fatto e’ che noi abbiamo due modi di comportarci quando arrivano le difficoltà. O guardiamo la televisione e vediamo tutti i problemi del mondo e le catastrofi e siamo quindi presi dalla paura o guardiamo un’altra immagine e vediamo cosa c’e’ nel cuore di Dio. Contempliamo Nostro Signore e la Nostra Madre. Contempliamo il Paradiso e allora sapete cosa succede. Allora la Gioia, la Felicità, la Luce eterna entrano dentro di noi. Allora diventiamo portatori di luce e di pace e allora cambiamo il mondo, dall’oscurità’ alla luce di Dio. Questo e’ il piano; non perdete il treno! Pregate Dio e avrete i Suoi tesori.

Come possiamo sbarazzarci di queste paure? Per mezzo di persone contemplative che riceveranno nei loro cuori la bellezza del Signore e la bellezza della Madonna e allora il nostro mondo cambiera’ da un mondo di paura a un Mondo di Pace. Questo e’ il piano ed il messaggio della Beata Vergine. Lei non ha mai parlato dei tre giorni di buio e i veggenti sono adirati e imbarazzati quando sentono tutto questo, perche’ la Madonna non e’ venuta a profetizzare i tre giorni di buio. E’ venuta per il giorno di Pace. Questo e’ il messaggio.

Sapete, Lei ci ha dato la chiave per ricevere quelle grazie incredibili che sono in serbo per noi in questi giorni di grandi grazie. Ha detto:" Quindi, cari figli, pregate pregate pregate". Questa e’ la chiave. Alcuni pensano che Lei sia un po’ vecchia adesso, dopo duemila anni, e per questo ripeta sempre le stesse parole. Se guardate nella Bibbia, troverete molte volte le stesse parole; cio’ ha un forte significato; vuol dire che ci sono vari gradi di preghiera e la maggior parte dei cristiani, sfortunatamente, sono bloccati al primo gradino. Chi vuole raggiungere il terzo gradino alzi la mano. Come siete bravi! Se lo volete, troverete i mezzi e ci riuscirete.

Perseguite quello che avete deciso di ottenere, ma desideratelo ardentemente. Colui che desidera fortemente qualcosa, riesce ad averla. Credetemi, se volete raggiungere il terzo gradino, ci riuscirete. Qual’e’ il primo passo? E’ un buon passo, Infatti e’ meglio che essere un miscredente e non conoscere Dio. Il primo passo e’ quando conosciamo Dio, quando decidiamo di essere cristiani e di seguire il Signore. Quello che sappiamo di Lui e’ che Egli e’ molto buono e molto potente. E’ bello avere un Dio, altrimenti ci sentiremmo completamente abbandonati in questo mondo. Quando siamo nelle necessita’, ci ricordiamo che Lui c’e’ e chiediamo il suo aiuto. Cosi’ in questo stadio noi preghiamo cosi’:

" Oh Signore, Tu sei cosi’ buono e sei cosi’ potente, Tu sai che io ho bisogno di questo e ho bisogno di quest’altro, per favore concedimelo. Sono malato, per favore, Signore guariscimi. Mio figlio si droga, oh Signore, per favore liberalo dalla droga! Mia figlia sta prendendo una brutta strada, per favore riportala sulla retta via. Signore, oh Signore vorrei trovare un bravo marito per mia sorella, Signore, fa’ che lei incontri questa persona. Oh Signore, mi sento sola, dammi degli amici. Oh Signore, voglio passare agli esami. Oh Signore, manda il Tuo Spirito Santo cosicche’ io possa passare agli esami. Oh Signore, sono povero, non ho niente nel mio conto in banca. Signore, provvedi perche’ ho bisogno, oh Signore. Signore, per favore, fallo per me!" OK. Non sto scherzando, NO! E’ giusto cosi’ perche’ Dio e’ il nostro Padre e sa come donarci quello di cui abbiamo bisogno.

Sentite che questo e’ una specie di monologo. C’e’ qualcosa di incompleto qui. Ci rivolgiamo a Dio quando abbiamo bisogno che Lui provveda. Usiamo Dio come il servitore dei nostri bisogni e dei nostri piani, perche’ il mio piano e’ la guarigione. Quindi Lui diventa il servitore di cio’ che io penso, di cio’ che io voglio, di cio’ che desidero. "Devi farlo". Alcuni si spingono anche piu’ in la’: "Signore, dammelo". E se non hanno risposta, si dimenticano di Dio. Questo e’ un monologo

Per coloro che vogliono raggiungere il secondo stadio della preghiera, vi diro’ cosa e’. Pregando cosi’, dopo il primo gradino, scoprirete che forse Colui a cui parlate, forse Egli stesso ha i suoi pensieri, forse ha un cuore, forse ha dei sentimenti, forse ha un piano per la vostra vita. Questo non e’ un cattivo pensiero. Allora cosa succede? Ci rendiamo conto che finora abbiamo parlato a noi stessi. Comunque adesso vogliamo entrare in intimita’ con Lui e vogliamo saperne di piu’ su di Lui. Fin qui: Oh Signore! Ti ho detto cosa fare e te l’ho spiegato molto bene, in caso Tu non fossi molto bravo e non sapessi cosa fare.

Perche’ sapete, alcune persone dicono alla Beata Vergine quello che deve fare con il loro marito, la loro moglie, i loro figli e le fanno notare ogni piu’ piccolo dettaglio di come Lei dovrebbe agire con loro, come se Lei fosse una bambina.

Ora entriamo in un dialogo e siamo coscienti che Dio, il Signore, la Madonna hanno i loro feelings, i loro pensieri e che questo puo’ essere molto interessante, e perche’ non dovrebbe? Questo sara’ piu’ interessante che non i nostri piani, i nostri feelings e i nostri pensieri. Non credete? Non sono piu’ interessanti i loro feelings, i loro piani e quello che vogliono per noi?

Entreremo con il cuore aperto e saremo pronti a ricevere da Gesu’ quello che Lui e’ pronto a dirci, quale segreti d’ amore ha in serbo per noi. In preghiera adesso abbiamo raggiunto il momento in cui avremo una conversazione con il Signore. E Maria ha detto in Medjugorje:" la preghiera e’ conversare con Dio". Se chiedete qualcosa allo Spirito Santo, se avete un bisogno, Egli vi risponderà sempre, e per quelli di voi che non hanno mai avuto risposta, io vi dico di aprire completamente i vostri cuori – perche’ il Signore risponde sempre alle nostre chiamate, ai nostri bisogni, al nostro aprire i nostri cuori. Egli ci vuol parlare. Mi ricordo che in un messaggio dato a Suor Faustina della Polonia, Egli le parlava del silenzio. "Il silenzio e’ molto importante. Al contrario un’anima che chiacchiera non puo’ udire il sussurro della mia voce dentro di lei, poiche’ il rumore copre la mia voce. Quando sei raccolta in preghiera, assicurati che non ci siano rumori, in modo da poter udire nel profondo del tuo cuore". Non e’ una telefonata; non e’ un fax che deve arrivarti; non e’ un’ e-mail da parte del Signore.

E’ un mormorio di amore, gentile, dolce e delicato, quello che ti verra’ dato; per favore, entra in quella conversazione. Assicurati di trovare quella stanza piena di pace, per pregare il Padre tuo in segreto, e il Signore ti risponderà e dirigerà la tua anima, la tua mente, il tuo spirito verso la meta del Paradiso. Anche se non senti questa voce con molta chiarezza, verrai risintonizzato; focalizzati sul fine che e’ il Paradiso.