Maria a Medjugorje Messaggio del 2 novembre 2011:Cari figli, il Padre non vi ha lasciato a voi stessi. Il suo amore è immenso, l’amore che mi conduce a voi per aiutarvi a conoscerlo, affinché tutti, per mezzo di mio Figlio, possiate chiamarlo “Padre” con tutto il cuore e affinché possiate essere un popolo nella famiglia di Dio. Ma, figli miei, non dimenticate che non siete in questo mondo solo per voi stessi e che io non vi chiamo qui solo per voi. Coloro che seguono mio Figlio pensano al fratello in Cristo come a loro stessi e non conoscono l’egoismo. Perciò io desidero che voi siate la luce di mio Figlio, che voi illuminiate la via a tutti coloro che non hanno conosciuto il Padre - a tutti coloro che vagano nella tenebra del peccato, della disperazione, del dolore e della solitudine - e che mostriate loro con la vostra vita l’amore di Dio. Io sono con voi! Se aprite i vostri cuori vi guiderò. Vi invito di nuovo: pregate per i vostri pastori! Vi ringrazio.


Home  ::  Altri documenti su Medjugorje


Tweet

Vittime volontarie per gli altri “Portate gli uni i pesi degli altri” Gal 6,2 - Eco di Medjugorje nr.54

Ecco che cosa vuole la Madonna dai credenti: che si prendano a carico il mondo intero. Così ci ha spiegato un Padre Tomislav in piena forma fisica e più ancora spirituale, durante una conversazione di due settimane dopo. “In questo momento della storia Maria cerca persone pronte a sacrificare la propria vita a Dio per gli uomini, vittime volontarie a Dio per loro” (“Adorate il Signore di continuo”). Questa è un’esigenza che sgorga dalla Parola di Dio: “Da questo abbiamo conosciuto l’amore: che Dio ha dato la vita per noi, e anche noi dobbiamo dare la vita per i fratelli” (1 Giov 3,16). E Maria in un recente messaggio del 25 febbraio : “Sacrificate le vostre vite per la salvezza del mondo”.
Dio vuole anime che lo sazino nella sua sete di amore, anime che si donano interamente a Lui e su cui possa sfogare il suo amore, che viene così soddisfatto della ingratitudine e ribellione degli uomini. La Madonna non ha loro nascosto nei messaggi le incomprensioni e le sofferenze intime che dovranno subire, in qualche caso anche fisiche, inspiegabili come avviene per Vicka; perché, a causa dell’offerta volontaria che hanno fatto di se stessi, ricadono su di loro gravissimi mali, che in questa maniera vengono risparmiati alla Chiesa e al mondo. Marija per esempio ha preso su di se le sofferenze del Papa e la causa della Russia. In una apparizione la Gospa le ha fatto vedere il Papa che le parlava in croato, quando si trovava in America.
Quante defezioni, ribellioni, scandali nella Chiesa, calamità e catastrofi sono state evitate -ha fatto loro intendere la Madonna- a causa delle incessanti preghiere e offerte di sè che tante anime hanno fatto! Quando Dio vede delle anime che accettano su di se le pene per i peccati degli uomini, vede in esse la passione del suo stesso Figlio, che si immola per il mondo e quindi è pronto a ritirare la mano della giustizia. Cosi, a una domanda fatta a Marija se è vero che la Madonna ha fatto rientrare un avvenimento triste previsto nell’Anno Mariano, perché si è pregato molto, Ella ha risposto: “Si, è vero. Castigo era previsto, ma la Madonna ha detto che non sarà più almeno questo anno”.