VI.TRE MEZZI DI SICURO PROGRESSO

Maria: Figlio mio, se vuoi progredire più rapidamente nel progetto della tua trasformazione in Gesù, ti occorrerà procedere con metodicità. Voglio indicarti tre mezzi che ti saranno in ciò di grande aiuto.

ESAME QUOTIDIANO

2. Innanzitutto trova ogni giorno, preferibilmente a metà giornata, un momento per fare un breve esame del tuo lavoro spirituale. Esamina quello che hai fatto, fin dall'inizio della giornata, per vivere della vita di Gesù, con particolare riferimento a qualche sua disposizione particolare, e determina ciò che intendi fare fino a sera.

3. Nota bene i due seguenti punti: In primo luogo, come già ti ho spiegato, sforzati non tanto di conoscere il numero delle tue mancanze quanto di vedere ciò che Gesù avrebbe pensato, sentito e fatto nelle situazioni in cui la tua debole natura si è ancora manifestata, e di prevedere come imitare le sue disposizioni quando si dovessero ripresentare. In secondo luogo, fai in modo che questa rassegna sia una conversazione con Gesù e con me. Ne ricaverai indubbiamente più profitto di quanto ne ricaveresti limitandoti ad una disamina solitaria del tuo lavoro spirituale. Raccontaci le tue vittorie e le tue sconfitte, sottoponi alla nostra approvazione i tuoi piani, e chiedi il nostro aiuto per poter vivere meglio della vita di Gesù.

RINNOVAMENTI SPIRITUALI

4. Ecco un secondo mezzo che faciliterà non poco l'opera della tua identificazione con Gesù. Trova il modo di fare nel corso della giornata un certo numero di brevi soste, una o due in mattinata, altrettante nel pomeriggio, nei momenti in cui le tue occupazioni te lo consentiranno. Saranno altrettante occasioni di rimetterti in intimo contatto con Gesù e con me, mediante una comunione spirituale, una parola d'amore e di fiducia relativa a ciò che di gradito e di spiacevole ti è accaduto, o anche col richiamare alla mente l'ultima conversazione con Gesù, ecc. Ciò che importa soprattutto è che per un momento tu riprenda contatto con noi. Dopo di che darai un rapido sguardo a quanto avrai fatto per imitare Gesù dopo il precedente «appuntamento» e prevederai quanto vorrai fare fino al successivo. Così riprenderai lena nel lavoro spirituale, e la tua unione con Gesù e con me si farà sempre più intima.

RITIRI

5. Infine dovrai consacrare un tempo più lungo, ad intervalli stabiliti, agli interessi della tua vita interiore. Ogni anno sforzati di fare alcuni giorni di ritiro, o almeno di impiegare, durante un certo tempo, tutti i momenti liberi per metterti in più stretto contatto con Gesù e con me. Mediterai allora nuovamente gli insegnamenti che ti abbiamo dato, esaminerai le cause del poco progresso fatto durante l'anno trascorso e studierai i mezzi da adottare per progredire maggiormente nell'anno seguente.

6. Ogni mese, preferibilmente il primo sabato o la prima domenica, ti raccoglierai durante una parte del tempo disponibile per considerare a che punto sei arrivato nel lavoro spirituale, e per prendere risoluzioni più efficaci per il nuovo mese.

7. Ogni settimana, in un giorno stabilito, troverai un momento per riscontrare gli sforzi fatti nei giorni trascorsi e per prevedere quelli da farsi nella settimana entrante.

8. La fedeltà a queste pratiche richiederà da te un sacrificio continuo; ma se amerai, lo stesso sacrificio ti diventerà caro e facile, perché ti aiuterà ad amare sempre di più.