Capitolo nono

UBBIDIENZA E SOTTOMISSIONE

╚ una cosa molto importante stare sotto la virt¨ dell'ubbidienza, vivere sotto un Superiore e non essere indipendenti. ╚ molto pi¨ sicuro essere sottomessi che trovarsi ai posti di comando. Molti vivono nell'ubbidienza pi¨ per necessitÓ che per amore; sono insofferenti e facilmente mormorano. Essi, per˛, non guadagneranno la libertÓ dello spirito, se non si sottometteranno con tutto il cuore per amore di Dio. Corri pure qua e lÓ; ma non troverai pace se non nell'umile sottomissione alla guida del Superiore. Il fantasticare su altri luoghi dove stare meglio, ha ingannato molti. ╔ vero che ciascuno nelle sue azioni segue volentieri il proprio parere e si sente inclinato maggiormente verso coloro che la pensano come lui. Ma se Dio Ŕ con noi, Ŕ necessario che qualche volta abbandoniamo anche le nostre vedute, per il bene della pace. Del resto, chi Ŕ tanto sapiente da conoscere perfettamente ogui cosa? Dunque, non ti fidare troppo della tua opinione, ma sii disposto ad ascoltare volentieri anche quella degli altri. Se le tue vedute sono buone e, tuttavia, vi rinunzi e ne segui altre per amore di Dio, ne ricaverai maggiore frutto spirituale. Ho spesso sentito dire che Ŕ cosa pi¨ sicura ascoltare e accettare un consiglio, che darlo. Pu˛ anche darsi il caso che l'opinione d'uno sia buona come quella d'un altro; ma non voler arrendersi agli altri, quando lo esige la ragione o la convenienza, Ŕ segno di superbia e caparbietÓ.