Intervista a Marja Pavlovic

Effettuata da Giuseppe Daniele Perniciaro e inserita nella propria Tesi di Studio dal titolo Medugorje, Apparizioni mariane e mondo globale per il conseguimento finale della Laurea in Lingue e Letteratura Straniera c/o la “Facoltà di Lettere e Filosofia” dell’Università degli studi di Palermo.

Sono circa 22 anni che vedi la Madonna ogni giorno e in questi anni è cambiato qualcosa, la visione è sempre la stessa?

Sempre la stessa, l’unica cosa è che quando la Madonna appare ogni giorno è sempre un’esperienza più forte. La Madonna quando appare ha sempre un vestito grigio, un velo bianco, capelli neri, occhi azzurri, e lei è sempre sopra una nuvola.

In questi anni è cambiato il tuo rapporto con la Madonna, come con un’amica con cui si acquista più confidenza?

Si, si, la Madonna è diventata più amica, nonostante lei sia una regina.

E in quanto amica tu hai mai chiesto consigli personali alla Madonna?

No, no, perché la Madonna sempre dice pregate, così noi abbiamo sempre cercato di pregare e di avvicinarci sempre di più alla preghiera. A parte la Madonna, hai visto anche Gesù, i Santi… Il giorno di Natale la Madonna arriva con Gesù bambino in braccio, poi altri giorni da sola, qualche volta appare sulla collina con tre o cinque angeli.

Dopo la morte di padre Slavko, la Madonna ha dato un messaggio in cui diceva che egli era nato in cielo, e questo vuol dire che era una persona importante, una sorta di santo?

Si, ha preso la via della santità, ha cominciato a vivere i messaggi della Madonna, come la Madonna ci invita tutti alla santità, sicuro per lui soprattutto, è stata una grazia per noi averlo conosciuto.

Nell’apparizione del 25 hai un messaggio da trasmettere...

Un messaggio che all’inizio era ogni giovedì adesso è ogni 25, il giovedì era solo per la parrocchia adesso ogni 25 invece è per tutti quelli che vogliono prendere questi messaggi e metterli in pratica nella vita.

Come avviene..

La Madonna me lo dice, poi io lo scrivo dopo l’apparizione.

Il tuo rapporto con gli altri veggenti…

È buono, speriamo di fare un incontro, facendo una cena di fine estate.

Quindi vi vedete…

Ci vediamo, ma non spesso purtroppo, perché ci sono tanti pellegrini, tanta gente, non è possibile mai, vogliamo fare di più quando è possibile.

Vicka mi ha detto che la Madonna a volte le ha chiesto di soffrire per qualcosa, a te lo ha mai chiesto?

No.

Perché ognuno ha dei compiti diversi?

Si, le sofferenze ci sono sempre (ride).

In Italia Paolo Apolito, un noto antropologo, ha parlato di come la Madonna attraverso la promessa di castighi futuri, quindi anche di segreti, leghi i pellegrini a sé, come nel caso di Fatima o La Salette…

No, non è vero, noi vediamo sempre che la Madonna ci da libertà in ogni occasione.

Quindi non lega attraverso la promessa di castighi?

No, la Madonna ci invita con tanto amore, mai ci obbliga, questa è una cosa bellissima, che ci sentiamo figli di Dio, non perché siamo obbligati, ma perché siamo liberi.

Ho letto una cosa nelle prime interviste, che tu inizialmente volevi entrare in una comunità, farti suora se non sbaglio…

Si, si.

…e poi invece come mai hai cambiato idea?

Perché ho cercato nel convento, ho visto che non potevo fare testimonianza come faccio adesso, parlando della Madonna, ecc, e per questo ho scelto la famiglia.

E non te ne sei pentita?

No, finora no (ridiamo entrambi).

Prima e dopo il matrimonio è cambiato qualcosa, nel tuo rapporto con la Madonna?

No, sempre chiediamo alla Madonna la sua protezione, la sua benedizione, grazie a Dio, per ciò che fa per noi.

I pellegrini come ti vedono…

Io sono una veggente e per questo mi vedono vicina a Dio, vicina alla Madonna e come la Madonna dice intercedo davanti a Dio per voi, così noi anche ci sentiamo come strumenti che Dio ha scelto e sentiamo il bisogno di dare testimonianza, comunque noi siamo sempre normali tranquilli, cerchiamo di fare il più possibile.

E loro come ti vedono…

Tante volte come amica.

Non succede che cercano di toccarti…

Qualche volta c’è anche fanatismo, gente che vuole vedermi in altro modo, ma noi cerchiamo sempre di spiegargli che noi non siamo santi, ma che la Madonna ci invita tutti alla santità.

Tu segui i messaggi della Madonna?

Sicuro, cerchiamo, ma non è mai abbastanza, la buona volontà c’è sempre.

Ho letto lì nel cartello (davanti il cancello di casa) che di pomeriggio c’è la preghiera, come avviene?

Al pomeriggio noi abbiamo il rosario e c’è il momento dell’apparizione.

E quindi vengono anche pellegrini ad assistere?

Si, quando è possibile, tante volte è impossibile ammettere tutti perché sono tanti gruppi, come in questi giorni, impossibile scegliere, cerchiamo di fare il nostro meglio.

Attraverso voi veggenti è mai successo che abbiate interceduto per qualche miracolo o guarigione?

Si, tante volte, tutti noi abbiamo avuto questa esperienza. Delle persone che abbiamo chiesto, la Madonna ha guarito, aiutato, convertito.

http://www.controlamenzogna.splinder.com/?from=40