PADRE LIVIO: Mi pare molto importante riflettere su un messaggio del 1991, quando la Madonna ha chiesto una novena per poter realizzare a Medjugorje quello che ha iniziato a Fatima.

MIRJANA: Certamente.

PADRE LIVIO: Da quel messaggio appare chiaro che la Madonna ha iniziato a Fatima un piano il cui esito finale è il ritorno del mondo a Dio, o come lei dice, "il trionfo del suo Cuore immacolato" e un tempo di pace per tutta l'umanità.

MIRJANA: A me sembra, ma dico solo quello che penso io perché non me lo ha detto la Madonna, che Medjugorje venga come mano prolungata di Fatima e che la Madonna porti a termine qui, quello che ha incominciato a Fatima. Ma questa è una mia opinione.

PADRE LIVIO: In base a che cosa sei arrivata a questa conclusione?

MIRJANA: Guardando un po' tutto quello che è successo.

PADRE LIVIO: Sto scrivendo un libro, il cui sottotitolo è il seguente: "Da Fatima a Medjugorje: il piano di Maria per la salvezza del mondo". Ti pare un sottotitolo giusto?

MIRJANA: Molto!

PADRE LIVIO: Molto?

MIRJANA: Molto!

PADRE LIVIO: Noi viviamo in un tempo di particolare manifestazione della divina misericordia e quindi anche questo capitolo dei segreti a me sembra come il passaggio degli Ebrei attraverso il mar Rosso, cioè un passaggio difficile verso un approdo di luce.

MIRJANA: Sì, ma io non lo chiamerei difficile, perché quando si accoglie la volontà del Signore, quando si accetta e quando si sa che Dio è tuo Padre, che ti vuole bene, anche tutte quelle croci che trovi sulla strada della tua vita le prendi con amore.

PADRE LIVIO: È proprio così.

MIRJANA: E non ti sono difficili, perché sai che, se le porti, aiuti il Signore con quelle croci.

PADRE LIVIO: Bene, Mirjana, allora la Madonna non vuole che pensiamo troppo ai segreti, ma lei certamente ci sta preparando spiritualmente a dei momenti in cui ci vorrà tanta fede e tanta forza.

MIRJANA: Ma ogni giorno ci vuole tanta fede tanta forza.

PADRE LIVIO: Ci vuole un "vigilate e pregate" quotidiano.

MIRJANA: Si.

PADRE LIVIO: Mi sembra importante sottolineare l'importanza di "svegliarci dal sonno stanco delle nostre anime", come dice la Madonna. Infatti, dopo vent'anni di apparizioni, ci siamo come abituati e ogni volta aspettiamo il messaggio del mese successivo nella speranza che ci dica qualcosa di nuovo da raccontare in giro. Poi, quando arriverà il momento difficile o quello della prova, rischiamo di farci trovare addormentati come gli apostoli nel Getzemani. Mi pare che dobbiamo andare incontro al futuro con un atteggiamento spirituale di grande preparazione.

MIRJANA: Ma io credo che dobbiamo essere pronti ogni secondo.

PADRE LIVIO: Indubbiamente la vigilanza continua è un aspetto fondamentale della vita di ogni cristiano.

MIRJANA: Non solo dobbiamo essere pronti in futuro e affrontare il futuro con una grande preparazione, ma io tu, i nostri amici e tutti dobbiamo essere ogni momento preparati, perché non sappiamo quando...

PADRE LIVIO: Perché non sappiamo qual è il giorno e l'ora...

MIRJANA: Che Dio chiamerà me!

PADRE LIVIO: Non c'è dubbio che vi è anche, e io direi soprattutto, una chiamata personale.

MIRJANA: Ma se tutti saremo pronti ad ogni istante, sarà una chiamata bellissima.

PADRE LIVIO: Bisogna vivere ogni giorno in intima unione con Dio.

MIRJANA: Proprio così.

PADRE LIVIO: Questo è il modo giusto per vivere la vita da parte di ogni cristiano. Senti Mirjana, te lo chiedo per rasserenare i genitori in ascolto, le tue figlie vedranno il tempo di primavera?

MIRJANA: Ecco di nuovo. Tutti i sacerdoti sono uguali.

PADRE LIVIO: In Italia per la verità il proverbio è che tutte le donne... sono uguali.

MIRJANA: Anche le donne hanno la testa dura, ma i sacerdoti lo stesso. Quante domande da Padre Jozo e tanti altri! Un po' sono abituata anche a quello.

PADRE LIVIO: Hai ragione, è una domanda alla quale è giusto opporre il più assoluto silenzio. Ritorno ancora un momento su un interrogativo che mi sono posto e che mi riguarda anche personalmente. Tu dici che noi a 'Radio Maria potremo comunque rendere noto ciò che Padre Petar dirà pubblicamente, quando sarà giunto il momento?

MIRJANA: Sì, certamente. Anche secondo me Radio Maria ce l'ha data il Signore perché vuole avere una radio così. Allora dobbiamo usare tutto quello che il Signore ci ha dato per far conoscere la volontà del Signore, per dirlo alla gente, per fare conoscere ad essa delle cose. Così usiamo anche Radio Maria.

PADRE LIVIO: Sto pensando a che cosa si potrà fare. Diremo a Padre Petar di dire ai nostri microfoni quello che deve dire.

MIRJANA: Ma io penso che Padre Petar sarà guidato dal Signore e lui capirà subito tutto quello che deve fare.

PADRE LIVIO: A tempo opportuno si prenderanno la decisioni opportune, secondo coscienza e prudenza. Piuttosto vorrei sottolineare il fatto che tu comunque in tutta questa tematica dei segreti mi sei sembrata preoccupata di non creare paura nella gente.

MIRJANA: Ma perché non c'è di che avere paura. Non capisco perché si dovrebbe avere paura. Io voglio solo dire ai tutti i miei fratelli e sorelle che la paura non serve. La paura l'hanno solo quelli che non hanno il Signore al primo posto nel cuore.

PADRE LIVIO: Sotto le sue ali siamo comunque al sicuro.

MIRJANA: Se al primo posto nel tuo cuore ci sono il Signore e la Madonna, di che cosa dovresti avere paura? Spiegami?

PADRE LIVIO: Hai perfettamente ragione. Difatti anch'io, quando ho le mie paure esistenziali, mi raccolgo nella preghiera e dopo un po' scompaiono come la nebbia al sole.

MIRJANA: Per questo, non voglio che la gente pensi che deve avere paura.

PADRE LIVIO: Molto chiaro!

MIRJANA: La paura non esiste se Dio e la Madonna sono al primo posto nel tuo cuore.

PADRE LIVIO: Comunque tu confermi che quanto sai sui segreti accadrà necessariamente?

MIRJANA: Ecco vedi? Pian piano siamo ritornati ai segreti.

PADRE LIVIO: Mirjana, renditi conto che circolano tante voci, a volte fra loro contraddittorie. Per questo ho bisogno di informazioni precise da parte tua.

MIRJANA: Confermo.

PADRE LIVIO: Confermi?

MIRJANA: Confermo.

PADRE LIVIO: Sento talvolta dire, riguardo ai segreti, che se preghiamo, potranno essere modificati. Invece tu dici che quanto è stato stabilito accadrà.

MIRJANA: Sì.

PADRE LIVIO: Questo mi interessava. Ora completiamo il discorso su Fatima. Tu dici, e io sono d'accordo con te, che a Fatima è incominciato un intervento di Maria...

MIRJANA: No. Io ho detto che questo è quanto io penso.

PADRE LIVIO: Sì è la tua interpretazione, alla quale anche un messaggio della Madonna fa riferimento, secondo cui vi è un legame fra Fatima e Medjugorje e un piano di Maria per la salvezza del mondo.

MIRJANA: Sì.

PADRE LIVIO: Però vedo nel medesimo tempo che la Madonna è preoccupata perché la nostra generazione si illude di costruire un mondo senza Dio.

MIRJANA: Penso che con questo avvertimento la Madonna ci voglia mettere in guardia, come se volesse dirci: "Dove state andando? Aspettate, fermatevi! Che cosa volete dalla vostra vita? Volete una vita vera o volete quella vita falsa che si crea con il materialismo e con tutte le cose terrene? Costruire un mondo completamente senza il Signore penso sia impossibile.

PADRE LIVIO: Il tuo giudizio sulla situazione del mondo volge al pessimismo o è pieno di speranza?

MIRJANA: Ah, è pieno di speranza.

PADRE LIVIO: Il Santo Padre, l'otto Ottobre del 2000, anno del grande Giubileo, ha consacrato il nuovo millennio alla Madonna. In quella preghiera di consacrazione il Papa afferma che l'umanità è giunta a un bivio. Ha davanti a sé la via della vita e quella della morte. Potrebbe trasformare la terra in un cumulo di rovine o in un giardino. Si rivolge alla Vergine perché ci aiuti a prendere la via della vita e della pace. Che cosa pensi di questa prospettiva del Santo Padre?

MIRJANA: Quello che ha detto il Santo Padre è veramente giusto ed è la risposta al perché la Madonna è rimasta qui con noi già da vent'anni.

PADRE LIVIO: Esatto!

MIRJANA: La Madonna ci indica la via che dobbiamo scegliere se vogliamo vivere. Ma io sono ottimista perché la Madonna non solo è qui con noi da vent'anni, ma lei riuscirà a far sì che non noi scegliamo, come dice il Santo Padre, la via sbagliata. Ma vorrei anche aggiungere che noi e il mondo intero siamo molto, molto fortunati ad avere questo Papa. Prego tutti i giorni perché Dio gli dia lunga vita e lo lasci ancora con noi, perché è innamorato della Madonna.

PADRE LIVIO: Senti Mirjana vorrei un tuo pensiero su questa che non mi sembra una coincidenza casuale. Il Papa è stato colpito con un colpo di pistola mortale proprio il 13 Maggio del 1981, giorno anniversario della apparizione della Madonna a Fatima. Si è trattato di un vero miracolo se non è morto e lo stesso santo Padre ha riconosciuto di aver avuto una grande grazia portando la pallottola a Fatima, per ringraziare la Madonna di averlo salvato. Il mese successivo sono incominciate le apparizioni di Medjugorje, con le quali la Madonna in un certo senso si è affiancata al suo Papa, quello che lei ha salvato, per oltre vent'anni di pontificato. Non vedi in tutto questo un disegno divino?

MIRJANA: Questo veramente non lo so. So solo che sono fortunata a vivere in un tempo con un Santo Padre così.

PADRE LIVIO: Non è certo un caso che proprio in questo tempo ci sia un Papa "Totus tuus".

MIRJANA: Anche noi, però, siamo "Tutti suoi".

PADRE LIVIO: Mi chiedo se ci sarà questo Papa quando verranno resi noti i segreti.

MIRJANA: Ecco, siamo di nuovo ritornati sui segreti! Non posso dirlo, ma non è importante. L’importante è ciò che ha detto il Santo Padre, e cioè che prendiamo la via giusta. Quella e la cosa più importante.

PADRE LIVIO: La prenderemo la via giusta?

MIRJANA: La Madonna è con noi. Lei è come un vigile che sta al bivio e che ci indirizza tutti sulla via giusta.

PADRE LIVIO: Non bisogna dimenticare che la Madonna è venuta qui come Regina della pace. Regina è sinonimo di vittoria. È venuta per schiacciare la testa al serpente e per vincere le forze del male.

MIRJANA: Il messaggio più importante, come abbiamo detto, è quello della pace, perché la Madonna è venuta a portarci suo Figlio Gesù, che è la vera pace dentro di noi e lei ci riuscirà, perché o fa con tanto amore e allora non può perdere.

PADRE LIVIO: Mi pare che non si potrebbe concludere con una prospettiva più incoraggiante la nostra conversazione. Ora ti pregherei di dare un messaggio agli ascoltatori di Radio Maria, ai malati, alle persone sole, ai sacerdoti, ai giovani...

MIRJANA: Lo dirò per tutti insieme perché siamo tutti fratelli e sorelle e tutti figli della Madonna. Io voglio dire che parlare di Medjugorje a una radio, oppure leggere libri e giornali, è molto diverso che venire a Medjugorje e vivere Medjugorje. Io voglio invitare i nostri fratelli e sorelle che vengono qui ad aprire il cuore e a lasciare che la Madonna faccia di loro degli apostoli. Nel messaggio del due settembre dello scorso anno la Madonna ha detto a me e ai pellegrini che erano con me: "Cari figli, io vi ho invitato, aprite il vostro cuore affinché io possa fare di voi dei miei apostoli". Allora io voglio invitare tutti ad aprire il cuore, e a lasciarvi entrare la Madonna, perché possa farci suoi apostoli, in modo tale che possa mostrare la strada giusta anche ai nostri fratelli e sorelle che non conoscono l'amore del Signore e così portarli alla salvezza. Ecco, questo è quello che voglio dire a tutti gli ascoltatori. Vi ricorderò tutti nelle mie preghiere e anche voi pregate per noi veggenti, perché anche noi abbiamo bisogno di tante preghiere perché possiamo fare tutto quello che la Madonna vuole da noi.

PADRE LIVIO: Ti ringrazio di cuore Mirjana. Sei stata esauriente e ci hai arricchito moltissimo con la tua splendida testimonianza. Ti dico grazie da parte di tutta la famiglia di Radio Maria per la tua disponibilità e per profondità spirituale di quanto ci hai detto.

MIRIANA: Grazie a te, padre, per tutto quello che ci dai tramite Radio Maria, per tutto quello che fai per la Madonna e per tutta la gente che può ricevere le parole della Madonna e sentire il suo amore.

PADRE LIVIO: Vogliamo terminare pregando un Padre nostro, un Ave Maria e un Gloria al Padre?

MIRIANA: Certo volentieri. Ecco, io pregherò in croato e voi in italiano.

PADRE LIVIO: Ancora un grazie di cuore a Mirjana per questa bellissima testimonianza, veramente luminosa.

MIRJANA: Anch'io ringrazio tutti gli ascoltatori che hanno aperto il cuore e hanno ascoltato tutto quello che la Madonna vuole da noi, perché veramente il suo messaggio entri nel cuore e comprendano tutto ciò che la Madonna vuole. E vi aspetto a Medjugorje.

Medjugorje, 8 Agosto 2001, h. 14.00-15.30