Catechesi di Padre Jozo del 5 agosto 1993 (ML Informazioni da Medjugorje)

Preghiera iniziale


O Spirito Santo tu che fai le cose nuove rinnovi il nostro cuore, rinnovi tutto il mondo, vieni per abitudine, per il dono del tuo spirito, per il dono dell'amore, della fede, della speranza, vieni per amore verso di Te vogliamo cantare e ringraziarti al Tuo Spirito.

Spirito Santo tu che sei stato testimone della nascita di Maria al giorno d'oggi ti preghiamo di venire nel nostro cuore, tu che hai creato la sua vita che l'hai preparata alla tua opera, vieni rinnovi anche la nostra vita affinché assomigliasse alla sua in questo giorno della gioia per cui gioiremo come i figli di Maria, vieni e rinnova la nostra vita.

Signore tu hai detto tutto quello che chiederete al Padre per mio nome vi sarà dato che cosa vogliamo pregare oggi, Signore vogliamo pregarti oggi che tu sia per noi veramente Dio, la cosa più preziosa, la nostra pace, la nostra gioia e la tua parola nell' Eucaristia, nella preghiera ciò opera lo Spirito Santo in noi non sono queste le nostre opere.

O Spirito Santo preghiamo il Padre per il dono di Te assieme a Gesù.

Regina della Pace, Vergine Santissima siamo venuti oggi non soltanto per farti gli auguri ma per pregare insieme a Te, perché Tu con il tuo manto di amore e sotto il Tuo cuore mettesti ciascuno di noi perché possiamo sentire il Tuo amore, la Tua gioia. Che oggi davanti ai nostri occhi la Tua immagine diventasse come uno specchio dove ciascuno di noi si riconoscerà, desideriamo per la forza dello Spirito Santo seguire Te nella nostra vita, amare come Te, pregare come Te, soffrire come Te, come hai pregato con i discepoli prega insieme a noi affinché ispirati dallo Spirito Santo possiamo seguire la vita di Gesù nella Tua vita. Fa che con la Tua presenza nel nostro cuore si sradicasse il male, ogni peccato, ogni nostra debolezza, aiutaci che lo Spirito Santo ci illuminasse per conoscere la verità.

Spirito Santo convertiti, trasformaci ti ringrazio per ogni cuore aperto, fà che il Tuo amore semini nei nostri cuori il seme della Tua parola, grazie Signore per il nostro cuore penitente, semplice, aperto davanti a Te, proteggi il seme della Tua parola nel nostro cuore. Proteggici affinché il nostro nemico non seminasse altre sementi nuove, o Signore fa che anche noi siamo svegli e che viviamo affinché il nemico non potesse seminare nulla. Fà,o Signore che questa giornata sia per noi una giornata in cui seminerai tanto nei nostri cuori,la semente della pace,della fede dell'Amore. Fà, o Spirito Santo che fai piovere la pioggia della Tua grazia sul seme che seminerai affinché crescesse e portasse frutto.

Grazie o Signore perché Tu sei la parola che sentiremo, Tu sei la pace che avremo, l'Amore che profondamente sperimenteremo, grazie dell'apertura verso di Te e riempiti dello Spirito Santo e della fede in Te preghiamo come Gesù ci ha insegnato: Padre nostro.....

O Signore dacci la Tua benedizione affinché possiamo con gioia incominciare questa giornata, fà che la Tua benedizione è sempre un buon inizio,per noi sia la fecondità della nostra giornata, dacci Signore per intercessione della Regina della Pace la Tua benedizione, fà che con tanta attenzione ascoltiamo la Tua parola e il messaggio che ci trasmetti l'uni agli altri con la Tua benedizione facci degni che possiamo compiere il nostro compito apostolico, che la Tua parola rimanga in noi,che la proteggiamo con viva fede e con la Tua mano benedicici con la Tua pace.


Se in un'altra parte esistesse un'altra scuola più grande dove impariamo la pace e pregare, andremmo lì. Questi giorni li avete trascorsi in una scuola molto attiva di Maria come ha fatto anche Gesù, il Padre ha affidato per 30 anni nelle mani di Maria, voi affidatevi a Lei e crescete nella sapienza nella conoscenza. Sono passati 12 anni da quando Lei ha cominciato la scuola con i vostri coetanei, i grandi magari hanno avuto paura se veramente i bambini potevano parlare di Dio, degli angeli, del cielo e se la Madonna ha avuto fiducia di affidare la sua parola nelle creature così fragili le nostre risposte si sono sempre moltiplicate e noi non abbiamo avuto una risposta, ma la risposta l'hanno avuta i bambini. Tutti gli abbiamo creduto che giorno dopo giorno abbiamo cercato di mettere nella pratica i messaggi che la Madonna ci dava, e solo alla parola semplice non avete paura li ho scelti io.

La parola è stata quella che ha colto ogni pellegrino, ti ho chiamato io, ti userò io. L'uomo si è sentito importante, come un Apostolo, come suo Figlio, perché è stato scelto da Lei, la Madonna non ha mai detto che gli scienziati o i politici cambieranno il mondo, Lei non ha mai detto che da qualche parte, su qualche conferenza si fermerà la nostra guerra, Lei ha detto siete voi che dovete fermare la guerra, per me siete molto importanti, perché tutto il mondo pensa che sono importanti quelli in Ginevra, noi non sappiamo come possiamo aiutarli, mentre dove è apparsa la Madonna si distrugge sempre di più. Più il paese della Madonna diventa il segno della sofferenza e del dolore e tu non pensi per niente che cosa pensa il Ministro degli Esteri del tuo paese, semplicemente sentirai nel tuo cuore che questo popolo ha bisogno della tua preghiera, ha bisogno del tuo sacrificio, potrai pregare, vegliare e digiunare rinunciare a tantissime cose magari anche alla tua propria vita, qui in questo popolo, in questo viso sofferente di questo popolo, riconoscerai la pace di Gesù, che ha detto: "Tutto quello che avete fatto a uno dei più piccoli lo avete fatto a me". Il mondo potrà incontrare il viso sofferente di Gesù allora, lo si può incontrare in questo popolo in questa chiesa cattolica croata. Un altro processo pubblico contro Gesù allora si sta realizzando qui in questo popolo. Tu sei Giovanni vicino alla nostra croce, sei la Veronica sulla nostra via del Calvario, il tuo amore fermerà questo dolore e anche il tuo cuore aperto, l'amore che come ragazza o ragazzo non potevi incontrare mai lo incontrerai qui, una impronta di amore nel cuore. La Madonna ti dice tu mi sei importante. Tu sei Simone che puoi portare la croce di questo popolo e non dice fate dimostrazioni proteste, dice organizzatevi nella preghiera, nel sacrificio, nel digiuno.

Questo festival sia veramente una nostra decisione che vogliamo pregare soffrire insieme a questo popolo. In questa terra sono distrutti tutti i ponti e il traffico non si può più svolgere in modo normale, tutti i ponti tra gli uomini. La Madonna ci ha chiamato per fare i noi i costruttori dei ponti di amore e di amicizia, perché la guerra vuol dire uccidere, ma è vero che in tutto il mondo c'è la guerra come tu hai detto diverse volte, in tutto il mondo si distruggono i ponti dell'amore nelle famiglie, il tutto il mondo si uccidono innocenti, gli improtetti, aiutami affinché noi proteggiamo gli innocenti, proteggiamo le nostre famiglie, noi siamo costruttori e difensori della pace in tutto il mondo, con i libri quello non si può fare, con le pubblicità quello non si può fare, perché questa non è la roba del commercio, ma si può come la Madonna ci insegna con la preghiera e il digiuno. L'uomo convertito, l'uomo ridiventato immagine di Dio diventa costruttore della pace. La Madonna ci parla sulla preghiera, ci insegna di pregare con il cuore, ci vuole mettere davanti alla croce e davanti Gesù Eucaristico, ci dice troverete molte grazie nella preghiera davanti alla croce, pregate per la pace davanti alla croce perché la croce è il più grande segno dell'Amore.

Fare Gesù come primo uomo che ha preso con l'Amore, con la dignità, il primo uomo che sulla croce ha pregato e sulla croce ha perdonato è Gesù Cristo. Il primo uomo che sulla croce ha preso cura dei suoi nemici davanti al Padre è Gesù Cristo. Ti prego perdona loro ed ha ascoltato la preghiera del suo Figlio, Lui così con la pace ha potuto morire. La sua preghiera è stata esaudita e il suo sacrificio è stato accolto. La Madonna vuole che io impari a guardare la croce, vuole mentre io guardo la croce, io abbia la pace per te, ecco il segno la croce che ha perdonato, a me ama Dio, mi è stato perdonato e non devo avere paura, del peccato, di niente, la croce è diventata una corsa grandissima ad avvicinare i giovani a S.Francesco. Francesco non vedi che la mia chiesa si sta distruggendo, e Francesco ha risposto alla chiamata e subito non ha capito Gesù Crocifisso, è corso nella campagna per rinnovare una cappellina... Ecco che Francesco sarà educato molto più continuamente che si tratta della chiesa viva degli apostoli in Cristo. Dite .... che oggi non esiste nella chiesa e su tutto il mondo ma ateismo è stato un inganno oggi lo è in modo molto più forte. L'inganno di materialismo, di edonismo, e l'odio noi siamo molto contenenti (? Qualche volta si doveva uccidere la vita al valore della vita di oggi ?)

Attraverso la Madonna Dio parla qui, rinnova la mia chiesa, la mia chiesa nelle vostre famiglie, la chiesa familiare, quando la preghiera familiare si rinnova, si rinnova la chiesa familiare, vivendo il sacramento dell'Eucaristia nella famiglia, cresce il sacramento del matrimonio e dell'amore della famiglia, ciò è il segno di più grande amore, di dare la propria vita per gli amici, cioè sciogliere e sradicare il mio egoismo. Imparo a vivere per gli altri sotto la croce, imparerà ad essere e fare un sacrificio per gli altri guardando la croce, essa riceve una nuova dimensione. Questo sarà quel tesoro nascosto che ho trovato, quello che (?distruggi?) in questi giorni proviene ogni energia ed ogni vita dalla croce di Gesù, la sofferenza e il dolore deve cadere sempre in braccio di luce di Gesù. Rinnovare in questo mondo sono capaci solo quanti amano e con amore accettano la propria croce. La Madonna non poteva dirci le parole più grandi di quelle come ci ha detto: venite sotto la croce e davanti alla croce pregate. Ama la croce e subito Lei ci avvicina alla sofferenza della croce, Lei ha sempre messo la croce nel cuore e nel centro della sua vita. Chi sa portare ed amare la propria croce diventa un uomo benedetto, bisogna imparare ad amare la croce, il Kricevac. Senti che la Madre vive tutta nel mestiere della sofferenza sua e della sofferenza di Gesù. L'uomo che è sano (e sa?) cogliere e guardare e accettare la croce è un uomo sapiente. Non c'è diventato più lontano cosa ha sofferto, all'incontrario ci ha attirato ed ha svegliato il nostro amore verso di Lui. Ricordo che all'inizio tutti i pellegrini ammiravano l'amore e la preghiera dei nostri parrocchiani, insieme alla grandissima croce, e ci dà, con questa guerra, il Signore anche il dono della pazienza, altra cosa è la libertà e la pace, ma non abbiamo ne libertà, né pace. Stanno seguitando e fanno ogni cosa contro di noi, siamo in un tempo dove non c'è nessun prezzo per la vita umana. Differenza nostra così grande che non più una città, un ponte, una scuola, e la Madonna con pazienza accoglie questi colpi e porta con pazienza la propria croce. Più amerai questo popolo e questa chiesa della Madonna ancora di più conoscerai la croce sulla quale esso sta morendo.

Questi sono giorni in cui la Madonna vuole farti guardare la croce, accettare la croce e accoglierla con il cuore ed abbandonare la propria vita nella volontà del Padre. E la croce dice la Madonna noi non siamo felici perché ciascuno di noi ha la croce, e non può sempre la croce e così siamo simili a Gesù. In questa scuola della Madonna impariamo anche ad accogliere e ha portare la croce come ha fatto Gesù, l'ha portata con amore e si trasmette nella Gioia, nella pace, nella benedizione. Anche vi ho detto la Madonna ci ha invitati di pregare davanti al Santissimo, a differenza del passato, affinché si aprisse questa cappellina dell'Adorazione perenne. Hanno voluto fare di tutto affinché la chiesa di Dio non si trovasse faccia a faccia con Gesù, la Madonna ha perseverato dicendo: pregate e adorate il Santissimo, il volto di Gesù e la sua presenza sono quelle che cambiano l'uomo. Gesù manda una semplice parola a Matteo: vieni dietro di me, lascia tutto e seguimi. E anche Zaccheo che si vergognava a salire sul fico perché gli altri ridevano di lui, se fosse salito un piccolo bambino si capisce, ma salito il primo uomo del paese non si può capire. Gesù dice:’Io vorrei dimorare un più nella tua casa, attorno al tavolo l'assalto di Gesù era così forte che ha aperto il cuore di Zaccheo. Signore tutti quanti parlano male di me hanno ragione, desidero restituire a tutti quanto ho preso da qualsiasi persona, dai poveri. Questo uomo per la prima volta ha pensato ha qualcosa di positivo, restituire quello che ha preso, dare ai poveri, nella sua vita aveva pensato di moltiplicare i suoi beni e vivere in abbondanza. Qualche volta nell'uomo nasce il desiderio di aiutare, di dare, agli altri ha riconosciuto nel suo cuore un grandissimo amore e ha detto:’Oggi è venuta la salvezza da questo Uomo e in questa casa.

Maddalena non è riuscita a dire quello che ha detto Matteo, neanche quello che ha detto Zaccheo, si sdraiata vicino ai piedi di Gesù, il cuore indurito dell'uomo contro di lei, e con Gesù diventa un cuore di carne, come deve essere il cuore dei figli di Dio. Mentre le possibilità dell'incontro con Dio, la chiamata di Gesù speciale del suo passato gioisce invece alla chiamata e così riceve il coraggio. Con ciò la Madonna mette la chiesa di Dio davanti al Santissimo e ci dice pregate e adorate il Santissimo sulla scuola di Gesù. Appoggiare la nostra testa e il nostro cuore e tutta la nostra vita, alla vita di Gesù è il più grande desiderio di Gesù come di noi. Non può vedere, non può amare se non è stato .... ed amato da Dio, non c'è altro amore se cerca di amare con amore di Gesù. Se è vero che Gesù dal Santissimo ci dice:’Venite tutti che siete affaticati e io vi ristorerò, l'incontro con Gesù Eucaristico, è incontro con Dio di amore, con Dio della pace, con Dio che ci libera e ci guarisce.(? Nel Santissimo Sacramento, non fanno festa la nostra unione con Dio, come sacramento Dio Eucaristia?) Tutti voi fra poco andrete alla Messa e state attenti in quel momento in cui il sacerdote nel vino mette anche un goccio di acqua durante la Messa, e messe insieme si mescolano e non si possono più dividere una dall'altra, la goccia d'acqua non ha un prezzo, anche la transustazione ha un grandissimo valore, riceve un grandissimo valore, piena con la forza dello Spirito Santo, anche la goccia di acqua diventa il sangue di Gesù. Che cosa simboleggia questa goccia di acqua? Simboleggia l'uomo, la natura dell'uomo, unita in Gesù, Dio e l'uomo nel sacramento dell'Eucaristia si uniscono. ... l'uomo ci insegna che offrire e dare la nostra vita sull'altare e il cuore aperto di Gesù al quale si è appoggiato Giovanni, il posto dove possiamo dare, offrire la nostra vita a Gesù..

E la donna è stata creata dal corpo dell'uomo, la vita è durata in quella terra che si chiama (?ADAMO). Dalla vita di tutta la chiesa è lo spirito di Gesù, dal suo cuore e dal suo sangue nasciamo noi, la chiesa che si rinnova continuamente nel suo amore. La fede è vivere l'Eucaristia, è la sapienza della vita, unirsi a Dio e essere rinnovati nel suo sacrificio e più bel dono per l'uomo. La Madonna ci insegna ad essere davanti al Santissimo, stare in ginocchio, e stare in silenzio, stare nel mistero dell'unione con Dio, perciò il programma centrale qui è l'Eucaristia, e la preghiera. Ci dice pregate davanti la croce e pregate davanti al Santissimo, così San Francesco ha imparato la sapienza, cioè amare Gesù, davanti alla croce e davanti al Santissimo. Lui ha perso la vista a causa delle lacrime, lui vedeva con il cuore quando gli hanno chiesto perché piange, ha detto l'Amore non è amato, non ho amato abbastanza Gesù. Importante è pregare davanti alla croce e davanti al Santissimo per poter amare Gesù, importante è saper offrire la propria vita davanti a Gesù Eucaristia, perché l'Eucaristia vuol dire la vita per gli altri, l'Eucaristia è la medicina contro il nostro egoismo, contro la nostra superbia, contro l'immortalità. E' la medicina della scuola dell'umiltà, ... impariamo ad offrire e dare la vita per gli altri, per questo popolo perseguitato, per milioni di persone perseguitate che potrebbero lavorare ma non possono lavorare. Tutti quelli che sono rimasti vivi, sono rimasti vivi a causa dell'amore della chiesa e di questo popolo che ama, la chiesa è il dono per gli altri, la grazia per gli altri, il sacramento per gli altri, è dare di più. Alla Chiesa si è affidato Gesù. La Madonna vuol svelare questa missione, di dare, di offrire la propria vita per gli altri. Tanti accattarsi alla croce e all'Eucaristia questo io dico possiamo essere salvati.... Una barca la leghiamo sia dietro che davanti perché possa essere stabile, ferma e la croce .... La croce deve essere sempre legata fortemente per la preghiera, quanti qua hanno imparato a trovare il tempo per la preghiera e per l'Adorazione Eucaristica.

La Madonna qui fa ritornare la chiesa alle origini, ci unisce intorno all'altare, intorno a Gesù Eucaristico, noi non abbiamo paura quando Dio è con noi. Il peccato non può mai vincere la grazia, non può mai superare la verità, molto spesso Dio sceglie gli ultimi per perdonare gli altri, ci invita di servire gli altri. Lei stessa si è chiamata la serva del Signore, di Gesù. Questi sono i grandi giorni in cui possono succedere queste cose, in cui Dio opera in noi. Ci ritroveremo questa sera alle quattro per riflettere e pregare insieme affinché in noi cresca questo dono e questo desiderio di Dio e ciascuno riceverò un Rosario benedetto ed una immagine benedetta dalla Madonna che porta dietro anche un messaggio sulla quale rifletteremo ed è molto simbolico che questo riceverete proprio in questo santuario. Inizieremo una nuova grande crociata per fare santi i nostri cuori che magari sono distrutti, per creare nel nostro cuore, la fede, l'amore, e tutti altri valori che sono dentro di noi. Madonna grazie perché che ci hai parlato, grazie perché sei stata con noi, e il tuo messaggio porteremo nel nostro cuore.