Maria a Medjugorje Messaggio del 25 dicembre 1996:Cari figli! Oggi sono con voi in modo speciale tenendo Ges Bambino in braccio, e vi invito, figlioli, ad aprirvi al Suo invito. Lui vi invita alla gioia. Figlioli, vivete gioiosamente i messaggi del vangelo, che ripeto dal tempo in cui sono con voi. Figlioli, io sono vostra madre e desidero svelarvi il Dio dell'amore e il Dio della pace. Non desidero che la vostra vita sia nella tristezza ma che sia realizzata nella gioia secondo il vangelo per l'eternit. Solo cos la vostra vita avr senso. Grazie per avere risposto alla mia chiamata!


Home  ::  Testimonianze


Tweet

Il primo gruppo di cinesi di Shanghai a Međugorje

Ella Poon di Hong Kong, che da sei anni vive e lavora a Shanghai, è venuta a Međugorje nel Maggio 2006 con un gruppo di amici che vivono e lavorano attualmente a Shanghai.

Questa è la sua testimonianza: Ella Poon: “Sono venuta per la prima volta a Međugorje nel Maggio 2001. Sono stata qui due settimane, ho sentito una profonda conversione interiore e sono tornata in Cina, dove ero a capo di una agenzia pubblicitaria. Qui ho cominciato a conoscere la Madonna come una persona piena di amore e di tenerezza e desideravo proprio passare più tempo per conoscerla di più.

In quella mia prima permanenza ho imparato moltissimo su Gesù attraverso Maria. Sentivo un grande amore per la Madonna ed avevo il desiderio di tornare, rimanere più a lungo ed imparare ancora di più. Da allora sono venuta una o due volte l'anno per mio personale nutrimento spirituale. Ogni volta che vengo a Međugorje ho l'impressione di fare un allenamento intensivo! Dovunque ci sia qualche conferenza o testimonianza io vado ed ascolto. A Međugorje, lo scorso maggio, ho ricevuto la grazia di una profonda guarigione interiore e fisica. E' stato sulla collina, durante l'ora dell'apparizione. Ho sentito che mi ritornava la forza.

A Shanghai durante il pranzo o la cena, quando ero solita incontrare i miei amici di Hong Kong o di Macau che lavorano qui, dicevo loro ciò che avevo sperimentato a Međugorje e ciò che avevo udito dagli altri. Essi rimanevano piuttosto impressionati e mi dicevano: „Quando andrai la prossima volta possiamo venire con te?“. Essi non sapevano nulla di Međugorje, ma hanno avuto il coraggio di venire senza sapere cosa aspettarsi. Volevo venire con un piccolo gruppo di circa 10 amici. Più tardi anche altri hanno voluto unirsi e non ho potuto dire di no. Alla fine eravamo 23 di Shanghai più i loro parenti ed amici dei paesi d’oltreoceano, in tutto 32 persone. Non è stato un pellegrinaggio organizzato, è stato solo frutto delle circostanze!

Qui hanno iniziato a pregare il Rosario, a loro piace veramente. Dopo essere stati qui per alcuni giorni ed aver ascoltato una testimonianza, un adolescente, che vive in Canada, ha detto ai suoi genitori di voler essere battezzato.

Credo che tutti loro siano felici di essere qui e sono pronti a condividere con altri la loro bella esperienza”.

Fonte: www.medjugorje.hr