Maria a Medjugorje September 25, 1990:Dear children! I invite you to pray with the heart in order that your prayer may be a conversation with God. I desire each one of you to dedicate more time to God. Satan is strong and wants to destroy and deceive you in many ways. Therefore, dear children, pray every day that your life will be good for yourselves and for all those you meet. I am with you and I am protecting you even though Satan wishes to destroy my plans and to hinder the desires which the Heavenly Father wants to realize here. Thank you for having responded to my call.

Santo Padre Giovanni Paolo II venero la Madonnina di Civitavecchia

Il Messagero, Mercoledì 1 Giugno 2005 – “‘Apertura’ di Ratzinger: Papa Wojtyla venero la Madonna di Civitavecchia”, di Orazio Petrosillo




Città del Vaticano – “La Madonna di Civitavecchia farà grandi cose” e stato l'auspicio espresso da Benedetto XVI nel salutare il vescovo Girolamo Grillo, al termine dell'incontro di lunedì con la CEI. Esattamente il 1 aprile scorso, giorno precedente alla morte di Giovanni Paolo II, il vescovo di Civitavecchia consegnò un dossier di studi al dicastero della Dottrina della fede presieduto dal cardinale Ratzinger. Una commissione sotto l'egida del dicastero aveva emesso il verdetto secondo il quale non constava della soprannaturalità delle lacrimazioni. Cosa peraltro detta pubblicamente, durante una trasmissione di "Porta a porta", dal cardinale Tarcisio Bertone, gia collaboratore di Ratzinger.

Monsignor Grillo, in un incontro avuto ieri, ci ha ricordato la grande venerazione che Giovanni Paolo II ha avuto per la Madonnina di Civitavecchia e del suo desiderio che non venisse reso noto quel verdetto sfavorevole, in attesa di migliori approfondimenti. Ripetendo cose in parte gia dette ma aggiungendo altri particolari inediti, Grillo ha raccontato che una sera della fine del febbraio 1995 porto la statuina miracolosa in Vaticano, dove Giovanni Paolo II la venero, prego dinanzi ad essa e al termine pose sul capo della Vergine una corona che egli aveva portato.

Il racconto minuzioso della serata e della venerazione mostrata dal Pontefice si trova nel diario di mons. Grillo il quale, temendo di non essere creduto dopo la sua morte circa l'effettivo svolgimento dei gesti compiuti da papa Wojtyla, chiese al segretario mons. Stanislao Dziwisz una sorta di testimonianza dello stesso Pontefice. Una copia delle pagine del diario furono mandate in Vaticano e il Papa le autentico con la firma: “Joannes Paulus PP II” e la data: 20 ottobre 2000.

Come si ricorderà la statuina, che raffigura la Madonna di Medjugorje, lacrimo sangue (provato quale sangue umano maschile da esami clinici) 13 volte a casa dei Gregori dal 2 al 6 febbraio 1995 in presenza di decine di testimoni, anche pubblici ufficiali, e una 14.ma in casa del vescovo il 15 marzo successivo. Una commissione di teologi si pronuncio per l'origine soprannaturale degli eventi; l'altra costituita sotto l'egida del dicastero ne nego la soprannaturalità.

Fonte: www.medjugorje.hr

Visite: 1170

TAGS: Madonnina di CivitavecchiaPapa Giovanni Paolo II