Maria a Medjugorje Messaggio del 2 aprile 2008:“Cari figli, anche oggi mentre sono con voi nel grande amore di Dio desidero chiedervi: voi siete con me? Il vostro cuore è aperto per me? Permettete che io lo purifichi col mio amore e lo prepari per mio Figlio? Figli miei, siete scelti perché nel vostro tempo una grande grazia di Dio è scesa sulla terra. Non esitate, accoglietela. Vi ringrazio”. La Gospa ha benedetto tutti i presenti e tutti gli oggetti sacri. Quando se n’è andata dopo di Lei c’è stata una bellissima e calda luce di colore celeste.

Il messaggio dato dalla Vergine della Rivelazione a Bruno Cornacchiola, 12 aprile 1947




Sono colei che sono nella Trinità divina, sono la Vergine della Rivelazione. Scrivi subito queste cose e meditale sempre. Tu mi perseguiti, ora basta! Rientra nell’Ovile santo, l’eterno miracolo di Dio, dove Cristo posò la prima pietra, quel fondamento sulla roccia eterna, Pietro.

Non dimenticare chi ti amava sempre, mai ti ho dimenticato, per sempre nelle tue disdette ti sono stata vicina; perché il giuramento di un Dio è e rimane eterno, è uno e stabile. Ti hanno salvato i nove venerdì del Cuore sacrato di Gesù, promessa divina, che tu facesti prima di entrare nella menzogna e farti nemico di Dio, e uno spietato nemico infondato. Un cercatore di menzogne, ingannatore di innocenti, può abbattere ciò che Dio ha fatto?

Pèntiti, fai penitenze per la salvezza degli altri, io ti sarò sempre vicina; la tua fedele sposa e altre centinaia di persone, nelle tue stesse condizioni, entreranno nell’Ovile. Il mezzo che adopero sei tu, sii forte e fortifica i deboli, conferma i forti e rassicura gli increduli, con preghiere.

Io convertirò i più ostinati, con miracoli che opererò con questa terra di peccato.

I tuoi amici diverranno i tuoi nemici e si lanceranno contro di te per abbatterti; sii forte, sarai consolato proprio in un momento che ti crederai abbandonato.

A Dio preme e vale la conversione del peccatore ostinato; il mio cuore in senso spirituale e mistico ti dico che lacrima, sempre per l’incredulità e il peccato contro Dio. Tutto in Cielo si registra di ognuno di voi nel proprio libro della vita, anche il battito dell’occhio.

Venite al Cuore di Gesù, venite al Cuore di una Madre e sarete consolati e sarete alleggeriti dalle vostre pene. Peccatori tutti, venite! Consacratevi al Cuore immacolato di una Madre, senza dubitare di essere soccorsi; chi può lamentarsi d’essere stato scacciato da me, se si è consacrato al mio Cuore? Chi cercò aiuto e non sia stato aiutato?

Sono presso la giustizia divina, il muro riparatore dell’ira divina.

A te, per fortificare di certezza il tuo cuore, eccoti un segno, che servirà per gli altri increduli. A ogni sacerdote, a me molto caro, che incontrerai per il cammino e il primo nella chiesa, dirai: ‘Padre, debbo parlarle’. Se egli risponderà con queste parole: ‘Ave Maria, figliolo, cosa vuoi?’ e ti indicherà un altro sacerdote dicendoti:

‘Quello fa per il caso tuo’ tu non tacere di ciò che vedi e scrivi. Sii forte, questo sacerdote è già preparato per tutto quello che deve fare, sarà colui che ti farà rientrare nell’Ovile santo dell’Iddio vivente nei secoli, Corte celeste in Terra. Dopo di ciò, non crederai che sia una visione satanica, come lo crederanno molti, specie coloro dei quali subito abbandonerai le fila, e pregherai per la loro conversione.

Ancora Dio passerà con la sua grazia per un tempo; molto ha fatto per tutti e per l’umanità perduta per portarli a redenzione, molti dolori e croci, schiavitù e umiliazioni di ogni sorta dovranno passare. Dov’è la carità? Quali sono i frutti dell’amore? Duri, sono di callo duro, in tutti i secoli; specie i pastori del gregge che non fanno il loro dovere. Troppo mondo è entrato nella loro anima per dare scandalo al gregge e sviarlo dalla via, verità e vita.

Tornate al principio della sorgente di unità evangelica, carità, lontani dal mondo! Voi siete del mondo ma non del mondo. Quanti miracoli? Quante apparizioni? Nulla, sempre lontani dall’essenzialità della vita nella verità del Padre che ama.

Momenti duri si preparano su di voi, e prima che la Russia si converta, e lasci la via dell'ateismo, si scatenerà una tremenda e grave persecuzione. Pregate, si può fermare.

Ora è che volge il tempo della fine d’ogni cosa del mondo, la Parola di Colui che fece ogni cosa è verace; preparate i vostri cuori, accostatevi con più fervore al sacramento vivente fra voi, l’Eucaristia, che sarà un giorno dissacrata e non più creduta la presenza reale di mio Figlio. Accostatevi al Cuore di Gesù mio Figlio, consacratevi al Cuore d’una Madre che sanguina, sempre in senso mistico, continuamente per voi, osannate all’Iddio che è fra voi, allontanatevi dalle false cose del mondo: vani spettacoli, stampe d’oscenità, amuleti di ogni specie, falsità e l’altri mali, vanità e spiritismo, sono cose che il demonio del male adopererà per la persecuzione delle creature d’Iddio; le potenze malefiche opereranno nei vostri cuori, e Satana è sciolto, da promessa divina, per un periodo di tempo: accenderà fra gli uomini il fuoco della protesta, per la santificazione dei santi.

Figli! Siate forti, resistete all’assalto infernale, non temete, io sarò con voi, col mio Cuore di Madre, per dare coraggio al vostro, e lenire le vostre pene e le vostre ferite tremende che verranno nel tempo stabilito dai piani dell’economia divina.

La Chiesa tutta subirà una tremenda prova, per pulire il carname che si è infiltrato tra i ministri, specie fra gli Ordini della povertà: prova morale, prova spirituale. Per il tempo indicato nei libri celesti, sacerdoti e fedeli saranno messi in una svolta pericolosa nel mondo dei perduti, che si scaglierà con qualunque mezzo all’assalto: false ideologie e teologie!

L’appello d’ambo le parti, fedeli e infedeli, sarà fatto in base a prove. Io fra voi eletti, con Cristo capitàno, combatteremo per voi.

Ecco l’arma del nemico, rifletteteci sopra:

1. bestemmie,

2. peccati della carne,

3. oscenità,

4. fame,

5. malattie,

6. morte,

7. stordimenti operati dalla scienza, e qualunque altro mezzo dalla loro parte, e altre cose che vedrete, vi colpiranno i vostri sensi puri della fede.

Ecco le armi che vi faranno forti e vittoriosi:

1. fede,

2. fortezza,

3. amore,

4. serietà,

5. costanza nelle cose buone,

6. evangelo,

7. mansuetudine,

8. verità,

9. purità,

10. onestà,

11. pazienza,

12. sopportando ogni cosa, lontano dal mondo e dai suoi accoliti velenosi (alcol, fumo, vanità).

Chiedete di essere santi, e fate il bene, per santificarvi, allontanatevi dal mondo pur vivendo nel mondo.

L’umanità è smarrita perché non ha più chi la guida sinceramente nella giustizia. Ascoltate! Voi questo lo avete, ubbiditegli sempre, il Padre nel Papa, e avete il Cristo nel santo, puro, unito, fedele e vivente sacerdote, il conforto dello Spirito Santo, nei santi e puri sacramenti nella Chiesa dei santi.

Sono tempi terribili per tutti, la fede e la carità rimarranno intatte se vi attenete a quel che vi dico; sono momenti di prova per tutti voi, state saldi nella Rocca eterna dell’Iddio vivente, io vi mostrrerò il sentiero, dal quale esce vittorioso il santo per il Regno divino, che si stabilirà sulla Terra nel giorno della vittoria: amore, amore e amore.

Lo Spirito Santo discende presto sopra di voi, per fortificarvi, se lo chiedete; con fede, per prepararvi e fortificarvi nel giorno del grande combattimento di Dio!!

Serbate l’arma della vittoria: fede! L'ultima pioggia vivificatrice vi santificherà tutti, amatevi, amatevi tanto, annullando in voi l’io colmo di superbia e d’orgoglio, umiltà nei cuori! Amatevi e salutatevi col saluto d’amore e d’unità: «Dio ci benedica» (a questo punto Cornacchiola chiede di poter aggiungere come risposta: «E la Vergine ci protegga», ed ella acconsente, N.d.A.). Abolite l’odio!

Nelle persecuzioni e nel tempo di distretta (angustia, Nd.A.), siate come questi fiori che Isola ha stroncati: non si lamentano, tacciono e non si ribellano.

Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo, e spezzerà le cose più sante e sacre, quando gli sarà dato di farlo. Abbiate unito al timore: amore e fede, amore e fede; tutto per far risplendere i santi come astri nel Cielo.

Pregate molto e vi saranno alleggeriti la persecuzione e il dolore. Ripeto, siate forti nella Rocca, fate penitenze con puro amore, ubbidienza al vero custode della Corte celeste in Terra (il Papa, Nd.A.), per trasformarvi la carne del peccato, dal peccato, in santità!

Chiamatemi Madre come fate sempre: io sono Madre, nel Mistero che sarà rivelato prima della fine.

Quale è stato, fu e sarà il fine della morte del Cristo? Placare l’ira della giustizia paterna, cospargere col suo Sangue prezioso e puro le sue creature per colmarle d’amore, affinché si amino! È l’amore che vince ogni cosa! Amore divino, Amore di virtù!

Non dimenticate il rosario, che molto coopera alla vostra santificazione; le Ave Maria, che voi dite con fede e amore, sono tante frecce d’oro che raggiungono il Cuore di Gesù! Il Cristo è la salvezza della carne, peccato adamitico primitivo. Il mondo entrerà in un’altra guerra, più spietata delle precedenti; maggiormente sarà colpita la Rocca eterna nei secoli per essere rifugio dei santi eletti da Dio, viventi nel suo trono d’amore.

L’ira di Satana non è più mantenuta; lo Spirito di Dio si ritira dalla Terra, la Chiesa sarà lasciata vedova, ecco il drappo talare funebre, sarà lasciata in balìa del mondo. Figli, diventate santi e santificatevi di più, amatevi tanto e sempre. L’oscurità della coscienza, il male che aumenta, vi testimonieranno il momento giunto della catastrofe finale; si scatena l’ira in tutta la Terra, la libertà satanica, permessa, farà strage in ogni luogo. Momento di sconforto e smarrimento sarà sopra voi; unitevi nell’amore di Dio, fate una sola regola: Evangelo vivo! Siate forti nella verità dello Spirito, l’Ovile di Cristo è e sarà la salvezza di tutti coloro che vogliono salvarsi. Vedrete uomini guidati da Satana fare una lega unitaria per combattere ogni forma religiosa; la colpita maggiormente sarà la Chiesa del Cristo, per nettarla dalle sozzure che vi sono dentro: commercio usureggiante e politica, contro Roma!

Nel finale, molti saranno convertiti per le molte preghiere e per il ritorno all’amore di tutti, e per potenti manifestazioni divine; sarà dato permesso fino a un tempo a costoro di distruggere tutto e tutti; poi l’Agnello mostrerà la sua vittoria eterna, con le Potenze divine, distruggerà il male col bene, la carne con lo spirito, l’odio con l’amore!

La Santità del Padre (il Papa, N.d.A.) regnante nel trono dell’amore divino soffrirà a morte, per un poco, di qualche cosa, breve, che, sotto il suo regnare, avverrà. Altri pochi ancora regneranno sul trono: l’ultimo, un santo, amerà i suoi nemici; mostrandolo, formando l’unità d’amore, vedrà la vittoria dell’Agnello.

I sacerdoti, pure essendo nella bolgia infernale, sono a me cari; saranno calpestati e trucidati, ecco la croce rotta vicino alla talare dello spogliamento esteriore sacerdotale. La carità è il tempo che si raffredda (‘la carità si raffredderà’ era un concetto da lui ripetuto varie volte nelle meditazioni pubbliche, N.d.A.) e in questo tempo i sacerdoti mostrino d’essere miei figli veramente; vivendo nella purità, lontano dal mondo, non fumino, siano più retti, seguano la via del Calvario. I laici uniti in un solo Credo debbono molto lavorare, con buon esempio di rettitudine nel mondo tra le fila di Satana, per preparare i cuori alla salvezza; non vi stancate mai d'essere vicino al Cuore di Gesù eucaristico. Schieratevi tutti sotto il vessillo del Cristo. Lavorando in tale modo, vedrete i frutti della vittoria, nel risveglio delle coscienze al bene; pur essendo nel male, vedrete, tramite vostro aiuto cooperativo efficace, peccatori che si convertono e l’Ovile riempirsi d’anime salvate. Dovete uniformare la vostra condotta, secondo la volontà di Colui che vive nei cuori dediti allo Spirito uniformato alla santità. Fortificatevi, preparandovi alla battaglia della fede, non siate pigri nelle cose di Dio, vedrete tempi che gli uomini faranno meglio la volontà della carne che quella di Dio; essi continuamente vengono trascinati nel fango e nel baratro della perdizione volontaria.

La giustizia di Dio si farà sentire presto sulla Terra; fate penitenze. Solo i santi che sono fra voi, negli eremi e nei conventi e in ogni luogo, mantengono l’ira distruggitrice della giustizia divina. Il momento è terribile. Di quel giorno che viene, le vergini e i vergini, chiunque serve Dio in spirito e non secondo la carne, si addossano parte delle piaghe, che, presto, scenderanno sulla Terra, lasciando ancora il tempo ai peccatori, affinché si ravvedano e si mettano con tutta la vita loro sotto il manto mio, per essere salvati.

Andate al Cuore amoroso di Gesù, mio legittimo Figlio, colmatevi d’amore, lavatevi con il suo Sangue della redenzione divina, giustificatrice.

Anch’io, morta nel mondo — non la morte come si muore nel mondo del peccato adamitico: il mio corpo non poteva morire e non morì, non poteva marcire e non marcì, perché Immacolata, è nell'estasi d'amore divino che fui portata da Gesù Verbo mio Figlio e dagli angeli in Cielo, è così che fui portata al trono della misericordia divina — per il mondo, cooperando alla giusta redenzione di Gesù, mio Figlio; dopo tre giorni del mio sonno estasi d’amore fui portata al trono della misericordia divina da mio Figlio, con gli angeli, per avere la mediazione delle grazie divine, fra gli ostinati peccatori. Il mio corpo non conobbe corruzione, la mia carne non poteva marcire, e non marcì, per essere Regina dei figli della risurrezione. Ora e sempre sono nel trono della Trinità divina (che ascoltino tutti), come il calore è nella vita incarnata per vivere di questa vita.

Ecco aperta un’altra possibilità di salvezza per tutto il mondo. È un piano celeste. Anime nate solo da carne, morte senza il bagno della nascita spirituale, godono e vedono la presenza di Gesù e mia. Per l’entrata nella gloria celeste, il Padre ci ha dato un mezzo che serve per due scopi: dedicare a un’anima del limbo, conosciuta o secondo la mia intenzione, la conversione di un eretico, ateo o ostinato peccatore, pregare molto per questo peccatore, fino a costringerlo con amore e confessione al pentimento. Appena questo si converte, l’anima alla quale fu dedicata questa conversione viene portata immediatamente, da me e mio Figlio, nel trono divino. Pregate e convertite molti, col vostro esempio di carità. È una nuova prova d’amore, una vera crociata d'unità terrestre; avanti figli, alla battaglia, lotta dell'amore. Io sono con voi, sempre, per aiutarvi!

Tu porterai queste cose alla Santità del Padre, al tempo che ti sarà rivelato da un sacerdote che sarà tua guida. Io te lo mando a tempo opportuno, lo riconoscerai che si sentirà legato a te confessandotelo.

A chi ti interroga, parla di quel che eri e di quel che sei ora dopo la grazia, se no per ora taci; io ti guido, non temere gli assalti degli amici, che vedrai nemici.

Ti farò circondare da una schiera, piccola ma potente. Sii prudente con tutti coloro che ti accoglieranno nell’Ovile, ti faranno guerra, tu non temere tali assalti, ubbidisci sempre; si annullano con preghiere, e maggiormente le farai qui nella grotta, quando ti sentirai di venire, vieni per pregare per tutti gli increduli, eretici e peccatori ostinati; prega molto per coloro che hai ingannato, portandoli lungi dalla via, verità e vita.

Di’ a coloro che: la via è una, Cristo, l’Ovile cattolica, apostolica, romana, e il vero rappresentante della Corte celeste in Terra, la Santità del Padre!

La verità è una, Dio Padre, la sua santità e la sua giustizia.

La vita è una, lo Spirito Santo, nei suoi sacramenti e nei suoi ministri.

Io sono la Calamita della Trinità divina, amore del Padre perché sono Figlia, amore del Figlio perché sono Madre e amore dello Spirito Santo perché sono Sposa, come lo sono nelle tre Persone in un solo Dio. Amore, amore, amore!

Nota: questa è la versione incompleta del messaggio. Per leggere la versione completa, acquistate il libro di Saverio Gaeta, il Veggente

Fonte: Il veggente. Il segreto delle Tre Fontane di Saverio Gaeta.

Visite: 1802

TAGS: Bruno CornacchiolaProfezieVergine della Rivelazione (Tre Fontane)