Maria a Medjugorje Message of June 25, 2006:Dear children! With great joy in my heart I thank you for all the prayers that, in these days, you offered for my intentions. Know, little children, that you will not regret it, neither you nor your children. God will reward you with great graces and you will earn eternal life. I am near you and thank all those who, through these years, have accepted my messages, have poured them into their life and decided for holiness and peace. Thank you for having responded to my call.”

Medjugorje è un punto di domanda




Dopo tanto tempo che frequento Medjugorje devo convenire che per tanti è proprio un punto interrogativo. Lo è per la Chiesa, lo è per tanti Vescovi e Sacerdoti, lo è per tanti Cristiani, che si pongono tante domande su queste “presunte” apparizioni.

Non so quale sarà la risposta della Chiesa in merito e piú che mai mi attengo al Decreto di Urbano VIII!

Ma dentro di me sento che questo nome (Medjugorje) mi interpella e mi impegna. Dopo i primi entusiasmi, è facile cadere nella routine del quotidiano, del già visto, del già sperimentato. A volte si rischia di sentirsi Medjugorjani navigati, ai quali la Regina della Pace continua a rivolgere i suoi appelli, chiamandoci tutti “Cari figli!” Ma se mi metto a nudo davanti a Dio, sono tanti gli interrogativi che mi sorgono. Tra questi ne vorrei ricordare cinque:

1- Che impatto ha avuto l’esperienza vissuta a Medjugorje nella mia vita?

2- Ho iniziato anche una vita nuova! Ma la domanda impertinente è questa: “A che punto sono nel mio cammino? Sono ancora motivato? Vivo in un momento del passato, o sono nel presente? Sono fermo, in attesa di qualche nuovo evento, o ogni giorno vivo un evento nuovo nella mia vita, sul cammino della Preghiera, della Conversione, dell’esperienza viva con Dio e della Fraternità?

3- In realtà, quali passaggi decisivi sono avvenuti nella mia vita? Continuo questo cammino o mi sono già rimangiato tante parole e tante promesse fatte? Riconosco, certo, la mia fragilità, ma come mi muovo ad esempio nel cammino della Vita Sacramentale, soprattutto della Riconciliazione e dell’Eucaristia? Come sto vivendo gli ultimi recenti Messaggi della Regina della Pace?

4- Come mi pongo poi all’interno della Chiesa e nei confronti del mondo intero? Come vivo la vita politica, economica, sociale, relazionale con gli altri?

5- E infine, come vivo i momenti di prova, di dubbio, di buio e di dolore? Dove cerco le risposte allora?

Lascio dunque ad altri la risposta sull’interrogativo ufficiale ed esterno riguardante il “fenomeno Medjugorje”, per soffermarmi sul punto interrogativo che Medjugorje pone a me e alla mia vita: mi sono lasciato raggiungere dall’Amore e dalla Misericordia di Dio, attraverso la Regina della Pace? In fondo c’è un solo punto interrogativo nel mio cuore: dopo tanti anni, Dio mi ha raggiunto?

Vi benedico e vi saluto cordialmente, augurando Buone vacanze a chi puó permettersele e buon riposo comunque per tutti!

P. Armando

Fonte: Mailing list Informazioni Da Medjugorje

Visite: 2271

TAGS: Medjugorje