Maria a Medjugorje Messaggio del 25 settembre 1999: Cari figli, oggi di nuovo vi invito a diventare portatori della mia Pace in modo speciale ora che si dice che Dio e' lontano,in verità Lui non vi e' mai stato così vicino. Vi invito a rinnovare la Preghiera nelle vostre famiglie leggendo la sacra Scrittura e a sperimentare la gioia nell'incontro con Dio il quale ama infinitamente le sue creature. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

PREMESSA

Gli autori: Luigi Frigerio - Giacomo Mattalia - Luigi Bianchi



Il presente lavoro non è certamente sostitutivo di altre pubblicazioni in materia ma va a completamento doveroso e necessario di studi svolti da altre equipe scientifiche.

Sicuramente rappresenta un lavoro lungo e silenzioso di un nutrito numero di medici italiani che in profonda umiltà e consci della loro limitatezza umana hanno ricercato, attraverso studi sempre più sofisticati e oggettivi, la Verità, almeno dal punto di vista scientifico, su un fenomeno talmente complesso come quello di Medjugorje.

Le motivazioni che ci hanno spinti a questa iniziativa sono molteplici ma soprattutto si è resa vivissima in tutti noi l'esigenza di informare l'opinione pubblica italiana e mondiale su tutto quello che può mettere in evidenza l'armonia fondamentale fra la Scienza e la Fede, fra la natura umana e il mistero del soprannaturale che a Medjugorje si rivela con singolare insistenza affinché l'uomo sia aiutato per la vita presente e quindi per la vita eterna. Questo sforzo si fa, professando piena adesione alla integrità della fede cattolica e totale sottomissione al Magistero Ecclesiastico e in particolare:

- al Vescovo di Mostar-Duvno, Mons. Pavao Zanic, responsabile in prima istanza del giudizio davanti a Dio e agli uomini, quale successore degli Apostoli in quel luogo benedetto,
- all'Arcivescovo metropolita di Spalato e Makarska Frane Franic, uomo dottrinalmente molto qualificato nella Conferenza Episcopale che è da molti anni Presidente della Commissione Dottrinale della Conferenza Jugoslava,
- al Cardinale Franjo Kukaric, Arcivescovo di Zagabria e Presidente della Conferenza Episcopale Jugoslava,
- al Cardinale Joseph Ratzinger, Prefetto della Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede che sovraintende dalla Santa Sede a questi problemi di carattere soprannaturale nella Chiesa cattolica mondiale,
- ed infine al Santo Padre, S.S. Giovanni Paolo II che presiede alla carità, tanto necessaria per il discernimento e alla teologale prudenza che non disdegna di accettare che il divino si comunichi all'umano…

Visite: 314

TAGS: Dossier