Maria a Medjugorje

Messaggio del 20 gennaio 1984:Per domani seguite quanto ora vi dico. Tutto quello che avverrà domani, accettatelo con amore. Anche tutte le contrarietà, tutte le difficoltà, tutto, tutto accettate con amore. Fate in modo che domani sia per voi una giornata dedicata completamente all’amore. Vedrete come Satana fuggirà da voi!

I dieci segreti di Medjugorie

16/09/2020 - Visite: 632
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter

Tanti ne parlano, molti hanno cercato di estorcerlo, ma le veggenti sembrano incapaci di rivelarli anche quando rispondono alla macchina della verità sotto ipnosi. «Un segreto è un segreto», e i dieci che la Madonna ha rivelato a Medjugorie saranno rivelati a suo tempo mediante il francescano Petar Ljubicié, che li saprà solo dieci giorni prima della data fissata e dovrà trascorrere l’intervallo in digiuno e preghiera. Una grande occasione di conversione.

Nel corso di questi 34 anni di apparizioni a Medjugorje, i veggenti hanno ricevuto dalla Vergine alcuni segreti che riguardano il futuro e le minacce che incombono sul mondo. Tre dei sei veggenti hanno già ricevuto tutti e dieci i segreti, Mirjana, Jakov e Ivanka; tra di loro non ne hanno mai parlato, non si può, quindi, affermare che siano gli stessi. Mirjana ha ricevuto, per prima, il decimo e ultimo segreto nel Natale del 1982, in quell’occasione la Madonna le disse: “Non mi vedrai più d’ora in poi, eccetto il giorno del tuo compleanno e nelle circostanze gravi che lo richiederanno. Ritorna alla fede, come tutti”. Per lei fu molto duro, disse in un’occasione: “Credetti di precipitare nella depressione”, ma pregando intensamente, si adattò presto alla sua nuova condizione.

Durante un’intervista a Radio Maria, Mirjana, rispondendo ad una domanda di Padre Livio, disse a riguardo dei segreti: “Ho dovuto scegliere un sacerdote a cui rivelarli e ho scelto il padre francescano Petar Ljubicié. Devo dire che cosa e dove succederà, dieci giorni prima che accada. Dobbiamo trascorrere sette giorni nel digiuno e nella preghiera e tre giorni prima, egli dovrà dirlo a tutti, non potrà scegliere se dire o non dire. Egli ha accettato che dirà tutto a tutti, tre giorni prima, così si vedrà che è una cosa del Signore. La Madonna dice sempre: “Non parlate dei segreti, ma pregate e chi sente me come Madre e Dio come Padre, non abbia paura di niente”. Tutti noi parliamo sempre di che cosa succederà nel futuro, ma chi di noi potrà dire se sarà vivo domani? Nessuno! Quello che la Madonna ci insegna è di non preoccuparci del futuro, ma di essere pronti in quel momento ad andare incontro al Signore e non invece perdere tempo a parlare dei segreti e di cose di questo genere.

Padre Petar, che adesso si trova in Germania, quando viene a Medjugorje, scherza con me e dice: “Vieni a confessarti e dimmi almeno un segreto adesso...” Perché tutti sono curiosi, ma si deve capire che cosa è veramente importante. L’importante è che noi in ogni momento siamo pronti ad andare dal Signore e tutto quello che succede, se succede, sarà la volontà del Signore, che noi non possiamo cambiare.
Possiamo cambiare solo noi stessi! ..... Noi diffondiamo i messaggi della Madonna e quello che il Signore vuole che diciamo alla gente. Ma i segreti sono segreti e noi veggenti tra di noi non ne parliamo mai.” Mirjana in questa intervista, come del resto in ogni occasione, sottolinea come la curiosità, frammista alla paura di eventi apocalittici, susciti nelle persone più interesse per i segreti che non per i messaggi della Madonna. Ma di questi segreti poco o nulla si sono lasciati sfuggire i sei veggenti, hanno potuto, o voluto, rendere note solo alcune piccole indiscrezioni.

Si conosce ad esempio, per bocca della stessa Mirjana e di Vicka, qualcosa del terzo e del settimo segreto. Ha detto Mirjana rispetto al terzo che: “Ci sarà un segno sulla collina delle apparizioni, come un dono per tutti noi, perché si veda che la Madonna è qui presente come nostra mamma.

Un segno bellissimo! Sarà un segno ben visibile, che non può essere fatto da mani umane; una cosa del Signore che rimane.” Mirjana ha aggiunto che conosce il giorno in cui si manifesterà questo segno, ma non ha mai voluto anticipare la sua data.

La veggente ha parlato anche del settimo segreto, nella stessa intervista con Padre Livio, ha detto: “Ho pregato la Madonna se fosse possibile che almeno una parte del settimo segreto si cambiasse. Lei ha risposto che dovevamo pregare. Abbiamo pregato moltissimo e lei ha detto che è stata modificata una parte, ma che ora non si può più cambiare, perché è la volontà del Signore che si debba realizzare. Non si può mitigarlo ancora di più ...... Non è possibile che venga abolito del tutto. È stata tolta una parte e basta .... Questo è quello che la Madonna ha detto a me. Non chiedo più queste cose perché non è possibile. Questa è la volontà del Signore e si deve fare. Io non voglio essere così precisa, perché i segreti sono segreti. Dico solo che i segreti riguardano il mondo. Non voglio essere precisa. Quando la Madonna lo vuole, dirò tutto.”

Mirjana, così come tutti gli altri veggenti, hanno sempre mostrato una forte reticenza a divulgare in anticipo il contenuto di questi segreti. Durante l’intervista con Padre Livio, il quale le richiedeva maggiori dettagli, Mirjana rispondeva con decisione: “Non posso dire nulla di più. Guarda, Padre, se noi vogliamo proseguire l’intervista su cose importanti, cioè sulla Madonna e i suoi messaggi, io rispondo volentieri, ma dei segreti non parlo, perché sono segreti. Ci hanno provato tutti, dai sacerdoti ai comunisti, soprattutto con Jakov che aveva solo nove anni e mezzo, ma non sono mai riusciti a carpire o a sapere qualche cosa. Lasciamo perciò questo argomento. Se succederà, sarà la volontà del Signore e questo l’abbiamo chiarito. L’importante è che la nostra anima sia pronta e preparata per trovare il Signore allora non dovremo preoccuparci né per il futuro e né per null’altro”.

Mirjana fu molto risoluta nella sua affermazione, sottolineando l’importanza di avere l’anima pronta e preparata ad affrontare i segreti, che non averne solamente paura. Anche in un’altra intervista, molto più recente, del 2013, alla domanda perché conosceremo i segreti tre giorni prima, risponde con un certo disappunto, dicendo: “Ecco subito i segreti! I segreti sono segreti, io penso che noi non siamo quelli che custodiamo i segreti. Io penso che Dio è quello che tiene i segreti. Prendo me come esempio. Gli ultimi medici che mi hanno esaminato, mi hanno ipnotizzato, sotto ipnosi mi hanno fatto ritornare al tempo delle prime apparizioni con la macchina della verità. Questa storia è molto lunga, per accorciare: quando ero nella macchina della verità potevano sapere tutto quello che volevano, ma sui segreti niente. Per questo io penso che Dio è quello che tiene i segreti. Il significato dei tre giorni prima si capirà quando Dio lo vorrà. Ma io voglio dire una cosa: non credete a quelli che vi voglion spaventare, perché una Mamma non è venuta sulla terra per distruggere i suoi figli, la Madonna è venuta sulla terra per salvare i suoi figli. Come può il Cuore di nostra Madre trionfare se i figli sono distrutti? Per questo la vera fede non è la fede che viene dalla paura; vera fede è quella che viene dall’amore. Per questo come sorella vi consiglio: mettetevi nelle mani della Madonna, non preoccupatevi per niente, perché la Mamma penserà a tutto”.

La Rivista Medjugorje, nel 2007, riportava una conversazione con Padre Petar Ljubicic, che affermava:” Quando una sera di circa 25 anni fa, a Medjugorje, ho sentito che Mirjana mi aveva scelto per rivelare i segreti, all’inizio ho creduto ad uno scherzo. Dissi che era una cosa molto seria su cui non si è soliti scherzare. Ma poi ho continuato a pensarci. Mi chiedevo se poteva essere realmente vero. Per me era strano immaginare il motivo per cui Mirjana dovesse scegliere proprio me. Lo consideravo un grande onore, ma anche una grande responsabilità.

Non riesco a spiegare perché, ma non avevo paura. Quando poi ho incontrato Mirjana, lei mi ha chiesto: “Sai che quando verrà il momento sarai tu a rivelare i segreti” Un pensiero mi attraversò la mente non mi sembrava possibile. Mi riesce difficile trovare le parole adatte per esprimere le mie sensazioni in quel momento. So solo che fui attraversato da una sensazione di felicita e di sicurezza. I segreti, come dice la parola, sono segreti. Non sappiamo nulla del loro contenuto. Si può solo dire che i segreti riguardano avvenimenti che accadranno in un determinato luogo e in un determinato tempo. Ma che cosa succederà, non lo sappiamo. Quindi non dovremmo neanche almanaccare su questo, dovremmo considerare l’esistenza di questi segreti come un aiuto per noi, affinché possiamo prendere seriamente la vita che Dio ci ha donato e sfruttare il tempo per la nostra salvezza e per la salvezza della nostra anima. Questo significa per noi vivere in modo tale da poterne rendere conto davanti a Dio in qualsiasi momento. Se viviamo così, siamo sempre pronti ad incontrare Dio e ad andare dinanzi a Lui. Per questo non dobbiamo neanche avere paura della rivelazione dei segreti e non è necessario interrogarsi sul quando. Quando verrà il momentotempo di scelta gioiosa di Dio. Perciò vorrei sottolineare ancora una volta che non dobbiamo aspettare a convertirci. Se per esempio aspettiamo prima il segno, per noi potrebbe essere troppo tardi .....

Quindi leggerò il primo segreto e scoprirò che cosa accadrà dopo 10 giorni. Ora il mio compito sarà di pregare e digiunare per sette giorni. Dopo questi sette giorni mi sarà possibile divulgare tale informazione. Dovrò annunciare di che cosa si tratta e dove accadrà. Parlando con me, Mirjana ha messo in evidenza che i primi due segreti riguardano Medjugorje. Contengono un’ammonizione e un importante avvertimento destinati ai fedeli della parrocchia di Medjugorje. Se questi due segreti si avvereranno, ognuno saprà che i veggenti hanno detto la verità e dovremo qualificare le apparizioni come autentiche.

Il terzo segreto sarà un segno visibile sulla collina delle apparizioni, il Podbrdo. Tutti coloro che hanno creduto nelle apparizioni e su di esse hanno orientato la loro vita, ne gioiranno molto. Ma per tutti gli uomini sarà un segno di conversione. Non dobbiamo dimenticare che questo tempo è un tempo di conversione e di preghiera. È un tempo di purificazione spirituale e un tempo di scelta gioiosa di Dio. Perciò vorrei sottolineare ancora una volta che non dobbiamo aspettare a convertirci. Se per esempio aspettiamo prima il segno, per noi potrebbe essere troppo tardi .....

Penso che la rivelazione dei segreti ci aiuterà tutti a diventare più seri e più consapevoli delle nostre responsabilità. Sicuramente ci saranno segni eccezionali, straordinari, e grandi conversioni. Tutte le conversioni e tutte le guarigioni corporee e spirituali che si sono verificate fino ad oggi sono la dimostrazione che il Cielo si è aperto su Medjugorje e la Regina della Pace è venuta da noi. La rivelazione dei segreti sarà per tutti un grande conforto e una grande gioia. Soprattutto saranno felici quelli che hanno creduto e si sono sforzati di vivere secondo il Vangelo di Gesù Cristo”.

Tutti i veggenti custodiscono in maniera gelosa questi segreti, ne hanno rivelato e solo per alcuni, il significato generico. I primi tre segreti sono tre avvertimenti, come un monito alla conversione. Il terzo segreto sarà un segno visibile sulla collina delle apparizioni, un segno per la conversione di coloro che non credono. Gli altri sette sono più gravi, in particolar modo gli ultimi quattro, Vicka ha pianto ricevendo il nono e Mirjana ricevendo il decimo. Il settimo però è stato mitigato delle preghiere e dai digiuni. In alcuni messaggi, la Madonna stessa ha parlato dei segreti.

Come nel messaggio del 23 dicembre 1982, quando ha detto: “Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà, ma non aspet- tate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, è un tempo di grazia per i credenti. Perciò convertitevi e approfondite la vostra fede! Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già troppo tardi.” La Vergine, nei suoi messaggi, non parla mai della fine del mondo, di eventi catastrofici, di prove terribili, di fatti tragici, ma ha un’unica costante, la nostra conversione. Una conversione, forte, concreta e immediata, perché come Lei stessa ha detto: “Anche quando sulla collina lascerò il segno che vi ho promesso, molti non crederanno”. Allora sarà troppo tardi.

Fonte: La Croce Quotidiano