Maria a Medjugorje Messaggio del 25 giugno 2017:Figlioli, pregate, pregate, pregate.

Temere i segreti?




Dalle Alpi Carniche scrive ancora la sedicenne di Eco 57 Che cosa chiede?
“Ho letto che la Madonna ha comunicato 10 segreti e saranno puniti gli atei e i cristiani che non credono più. Mi sono spaventata, ma anche incuriosita: quando si realizzeranno questi segreti cosa avverà successivamente nel mondo? Dopo di questi il mondo sarà ancora pieno di male o no?”

Risposta. Io non ne so molto più di te, cara Susi. Sembra però che alcuni avvenimenti siano stati rinviati o cancellati per tutte le preghiere che sono state fatte, (vedi Eco 54 p.2,3). Quello che dice Mirijana ti ha spaventata? (Eco 55 p.6) Ci sarà un necessario travaglio per le purificazione dell’umanità, perchò venga una terra nuova dove ci sarà solo giustizia e santità e Gesù regnerà pienamente e “Dio mostrerà lo splendore della Chiesa ad ognicreatura sotto il cielo” (Baruc 5) e “Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio” (Lc 3,6).
I guai che verranno a causa dei peccati saranno un nulla a confronto di “quello che Dio ha preparato per quelli che lo amano”. Tutti i profeti hanno previsto questi giorni, che non sono ancora venuti perchè siamo ancora agli inizi... “Tutta la creazione geme nell’attesa della rivelazione dei figli di Dio” (Rom 8). Spaventarsi? Ma ”se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” Se siamo figli suoi che dobbiamo temere? In quei momenti saremo presi e salvati, mentre chi non si è convertito in tempo, sarà lasciato come al tempo di Noè a subire la rovina: proprio così “l’uno sarà preso e l’altro lasciato”.
Ma quanti fratelli potremo salvare se ci convertiremo e ci impegneremo per loro? La tua risposta a Maria mi fa pensare ai tanti ragazzi e ragazze che la Madonna scieglie e plasma per gli ultimi tempi.
Non amo il Dio terribile dell’Antico Testamento!

Un’altra domanda: “Nell’antico Testamento si parla di un Dio crudele e terribile, che punisce e si fa obbedire... io sono sincera, non amo il Dio ebraico, perché mi fa paura, mentre amo il Padre buono che trovo nel Vangelo. Mi risponda perchè possa anch’io amarlo.”
Risposta. E non è lo stesso Padre quello dell’Antico Testamento e quello di Gesù? Dio è immutabile. E’ vero che si è manifestato gradualmente e a noi; nell’AT è apparso più giusto che buono, ma è lo stesso che “ha fatto bene ogni cosa” e che già nell’AT si è definito “Dio pietoso e misericordioso, lento all’ira e ricco di grazia e di fedeltà, che conserva il suo favore per mille generazioni, che perdona la colpa ma che non lascia senza punizione” (Es 34).
Dio despota e crudele quello ebraico? Sono fandonie, per non dir bestemmie, suggerite da satana e accettate da uomini che non conoscono la parola di Dio. “Dio ci pone davanti la benedizione e la maledizione” (Dt 11) a seconda che viviamo il suo ordine o meno: se l’uomo gli obbedisce “diventa come un fiume la sua pace” (Is 48,18). Se Dio si mostra severo nell’AT è per far capire a un popolo bambino la gravità del male che fa a se stesso quando non imbocca la strada dell’amore e non obbedisce a Lui, che vuole solo il suo bene.
Anche i castighi a volte sono dimostrativi per convincere il popolo ad accogliere nella docilità il Suo Amore.
Il Nuovo Testamento poi manifesta tutta la bontà di Dio che manda il suo unico Figlio, Vittima per noi: “Così Dio ha amato il mondo da mandare il suo Figlio”. Così ha rimediato al fallimento dell’antica alleanza, facendone una nuova nel suo Sangue versato per noi, che noi beviamo nell’Eucaristia per confermarla e realizzarla.
- “Dio è Amore”, proclama S. Giovanni! Bisogna però che il tuo cuore così aperto possa entrare in tutta la miniera della parola di Dio per saziarsi.

Fonte: Eco di Medjugorje nr.59

Visite: 1072

TAGS: Dieci SegretiSacra Scrittura