Maria a Medjugorje Messaggio del 25 settembre 2012:Cari figli! Quando nella natura guardate la ricchezza dei colori che l’Altissimo vi dona, aprite il cuore e con gratitudine pregate per tutto il bene che avete e dite: sono creato per l’eternità e bramate le cose celesti perché Dio vi ama con immenso amore. Perciò vi ha dato anche me per dirvi: soltanto in Dio è la vostra pace e la vostra speranza, cari figli. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Perché appare la Regina della Pace






Un giovane di nome Cristian ha detto al suo collega "Ti dico quello che poche volte ho detto nella mia vita: la cosa più grande è avere la Mamma, ed io invece non ce l'ho, è morta per me!" "Cosa è successo? 'Mia Madre per dare la vita a me è dovuta morire, pur sapendo (mi diceva mia zia) che se io non fossi nato, lei non sarebbe morta. Volevano uccidere me per salvare lei, ma lei non ha accettato. Infatti è morta per me!" Tutto questo è successo sotto il monte Mosor sulle spiagge del mare Adriatico. La madre è andata incontro alla morte consapevolmente per salvare il suo bambino. Questo è un gesto da Madre eroica! Non possiamo immaginare come saremmo noi stessi e come sarebbe il mondo intero senza una madre terrena e una madre celeste. Dio ci ha creati in modo da non poter essere felici senza una madre che ci guida per mano. Per questo motivo Dio ci ha donato una madre terrena e anche una Madre Celeste, Maria, la Regina della pace, la Beata Vergine per renderci felici. Maria è Madre di Dio, Madre della Chiesa, Madre di tutti figli e le figlie di Dio, la Regina della Pace è la Regina di un mondo migliore e felice. La Beata Vergine è la donna più bella e più cara al mondo. Ella è la più benedetta tra tutte le donne ed è stata concepita senza peccato. Ella ha vissuto sempre senza peccato ed è per questo motivo che è diventata beata. Dio ha scelto Maria dall'eternità ed ella ha adempiuto ogni cosa alla perfezione. Ha superato tutte le prove ed è rimasta fedele ad esse preservando così il suo candore. Il suo amore è immenso, intenso per tutti i peccatori, infatti è anche il rifugio, la consolatrice dei peccatori. Lei intercede presso suo figlio per tutti gli uomini, specialmente per quelli più afflitti perché è anche consolatrice degli afflitti. Lei è Madre di tutti gli uomini, di tutta l'umanità e di tutta la storia dell'umanità. Lei appare dove c'è più bisogno, per dare il suo aiuto. Per questo è impossibile immaginare la Chiesa di Cristo come sacramento della salvezza senza Maria. Lei è una luminosa stella mattutina che nasce, "sole della giustizia, Cristo Salvatore!" Massimiliano Kolbe dice: "Credere di arrivare a Dio senza Maria è una farsa che satana fa credere per distruggere le nostre anime!"

Perché appare la Madonna? La risposta la troviamo nella legge della provvidenza. Quando vengono tempi pericolosi per la Chiesa, quando la Chiesa è in pericolo... Maria viene in aiuto. La risposta potrà essere quella che ha detto una veggente di Kerizinen (piccolo paese francese); durante una visione Gesù gli ha detto: "Quando il mondo lo ha scacciato, il Padre ha mandato me per portare il mondo a lui. Il mondo ha scacciato anche me, ed io ho mandato la mia Santissima Madre. Lei è venuta nel mondo con l'impegno di intercedere tra me e l'umanità. Voi non potete salvarvi senza mia madre, tramite lei scorrono tutte le grazie. Senza di lei l'umanità non potrà tornare a Dio. Il tempo che vivete è importante perché c'è la lotta tra le tenebre e la luce" (28.4.1958). Dopo l'assunzione di Gesù al cielo, e prima della discesa dello Spirito Santo, gli apostoli e i discepoli avevano paura. La sacra Bibbia dice: "Tutti si riunivano attorno a Maria e pregavano!" La grande crisi del cristianesimo era nella metà del quarto secolo. L'Arianesimo conquistava il mondo... In quel momento Maria apparve come la Madonna della Neve su di una collina vicino a Roma. Nel giorno più caldo dell'anno cade la neve: per questo si chiama Madonna della Neve. Da quel giorno è cominciata una nuova era di luce e di Fede: è nato il periodo d'oro del cristianesimo. Quando la Chiesa si trova di nuovo in crisi, la Madonna appare a san Francesco d'Assisi, ed egli rinnova la Chiesa, con l'aiuto di altri, confratelli, pieni di Spirito di Dio. Nel secolo scorso, quando molti intellettuali e universitari si staccavano dalla Chiesa, la Madonna apparve ad una fanciulla, Bernadette di Lourdes, la quale era una contadina che pascolava le pecore... Alla fine della prima guerra mondiale, la Madonna appare a Fatima. Tramite tre veggenti ci invita a smettere di parlare male del Signore e a pregare il rosario per la conversione di tutti i peccatori... Dice ancora: "La guerra finirà presto, ma se gli uomini continuano a fare male al Signore non passerà tanto tempo, che ci sarà una nuova guerra più brutta di questa. Quando vedrete in cielo una luce sconosciuta saprete che è vicino il grande segno di Dio con cui lui castigherà il mondo per i suoi peccati!" La Madonna ha profetizzato 22 anni prima la seconda guerra mondiale. La Madonna a Fatima ha detto: "Infine il mio cuore Immacolato trionferà!" Voi avete sentito parlare di Medjugorje, dove appare la Regina della pace quotidianamente (6575 giorni al 25.6.1999). Veramente questi sono i giorni della grazia (salvezza).


La Madonna viene per rialzare l'umanità peccatrice, per invitarci instancabilmente alla conversione e alla penitenza, alla preghiera e al digiuno, alla fede e alla pace, affinché tutti si salvino. Mai in nessun luogo si sono avute così tante apparizioni come a Medjugorje. Queste apparizioni sono una grande grazia per tutti noi e per tutta l'umanità. Milioni di pellegrini vengono a Medjugorje e cambiano la loro vita. Molti hanno ricevuto, in una sincera confessione, la grazia del perdono e altre grazie da Dio. Al ritorno da Medjugorje, molti vivono la fede e la preghiera comunitaria e si comportano da veri cristiani. Dobbiamo riconoscere questi segni dei tempi. Con queste apparizioni Dio vuole dare a noi un grande segno del suo amore. Non possiamo dire con povere parole come Gesù ama tantissimo tutti noi. Una volta la Regina della pace ha detto: "Questi giorni sono i giorni in cui dobbiamo deciderci per Dio, per la pace e per il bene!" È molto importante per noi capire che tutta la nostra vita deve essere una continua decisione per Dio. Senza una decisione quotidiana non possiamo vivere da veri cristiani. La nostra fede è la nostra decisione per Dio. Questo vuoi dire: "oh Dio, credo fortemente in te, conto su dite ogni momento, senza di te sono nulla". Il nostro amore è anche decisione. Se dico: "Ti amo Dio", voglio dire: mi decido per te, tu sei la mia forza, la mia gioia, la mia fortuna... La nostra pace è anche decisione. Ci decidiamo per la pace, se siamo sempre in pace con Dio, con il nostro prossimo e con noi stessi... L' Amore verso Dio e verso il prossimo è il comandamento principale, il più grande e più elevato. Questo ci insegna Gesù. Sant'Agostino ha capito bene l'insegnamento e lo ha espresso con queste parole: "Ama e fa' quello che vuoi!" Con ciò egli vuole dire: se sei pieno d'amore tutto ciò che fai è retto perché l'amore che è in te ti insegna, ti fa vedere, e ti guida verso il bene, che sono i comandamenti di Dio. Chi ama Dio confida e crede in lui, lo adora, e fa ciò che a Lui piace e non fa ciò che gli dispiace; così fanno gli innamorati. Lo stesso vale anche per il prossimo. Chi accoglie il prossimo con amore e lo considera veramente come fratello, gli usa ciò che è e che ha. Non si accontenta di essere corretto e giusto con lui, ma fa di tutto per dargli gioia, così come fanno gli innamorati. Fin qui tutto è chiaro. L'amore è un fatto, una decisione dell'uomo, richiede l'impegno della sua volontà. L'amore si manifesta nell'obbedienza. Gesù dice ai suoi discepoli: "Se mi amate osservate i miei comandamenti (Gov 14,15), e chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama!" La Vergine è venuta come Regina della pace. All'inizio ha detto: "Pace, pace, sia pace!... La pace deve regnare tra Dio e l'uomo e tra gli uomini!" Tutti abbiamo bisogno di pace. Possiamo avere tutto quello che il cuore umano possa desiderare, ma se non abbiamo la pace, in realtà non possediamo nulla. La pace è pienezza di gioia, felicità totale ed amore, frutto dello spirito. La pace è la gioia con cui viviamo, la sensazione di essere amati e di poter amare (voler bene). La Madonna ha detto chiaramente che una pace vera e reale ci può venire solo da Gesù Cristo. Egli è in realtà la nostra pace. Gesù è vero Dio e vero uomo. Dio ha amato il mondo, cioè me e te, da dare il suo unico figlio per salvare tutti noi. Dio è diventato uomo! Sapete che cosa vuol dire questo? È diventato il nostro grande fratello! Da adesso Dio non sa soltanto quello che vuol dire essere uomo, ma anche quanto è difficile essere un uomo. Dio stesso lo ha sperimentato e vissuto. Lui ha sentito che cosa vuol dire portare la croce. Questo significa per noi che non dobbiamo spiegare molto a Dio. Lui che ha vissuto, può capirlo. Certo possiamo raccontargli delle nostre sofferenze, angosce, desideri, dubbi, cadute... esattamente come faremmo con un nostro grande amico. Ma non possiamo lamentarci con Dio perché non ha compassione per noi, se ci chiede di essere uomini onesti, buoni e bravi... Noi gli siamo costati molto! Egli non chiede niente che non ci abbia donato lui stesso. Per poter avere la pace alla quale aspiriamo, la Vergine ci ha detto di credere fortemente in Dio. Senza una fede forte ed attiva, è impossibile giungere alla pace. La fede è un dono che ci consente di donare a lui tutto il nostro essere, in modo da sperare in lui e vivere per lui... La fede è un atto di totale donazione e completa fiducia in Dio. La Vergine desidera che tutta la nostra vita sia permeata da questo santo atto di fede. Credere vuol dire essere sempre aperti a Dio, essere umili dinanzi a lui, considerano il valore più grande, essere sempre pronti a prestargli ascolto, riporre in lui tutta la fiducia e sperare in lui. Una fede vera e viva non è possibile senza una conversione quotidiana. Per questo motivo la Vergine ci invita incessantemente a convertirci. Convertirsi significa cercare sempre Dio, umiliarsi davanti a lui ammettere il proprio male, i propri peccati, e pentirsi. Convertirsi significa tornare a Dio rinnegando il peccato, satana ed i suoi desideri peccaminosi; significa cambiare se stessi, il proprio modo di comportarsi e la propria esistenza. Convertirsi significa unirsi sempre più a Dio col proprio cuore e con il proprio essere, divenire ogni giorno più sinceri e giusti, onesti e completi, santi... E' questo il compito di tutta la nostra esistenza. Mediugorje diviene sempre più un luogo di grandi e sconvolgenti conversioni. Molti qui iniziano una nuova vita e purificano la propria coscienza nel sacramento della riconciliazione. Affinché la nostra conversione sia radicale, completa e constante è indispensabile la preghiera quotidiana. Pregare ogni giorno il Rosario composto dai misteri gaudiosi, gloriosi e dolorosi. Oltre 1000 volte la Vergine ha ripetuto il suo invito a pregare. La preghiera è il cuore e lo spirito della nostra fede, della nostra conversione e della pace. La preghiera è al tempo stesso dono di Dio, tramite il quale l'uomo desidera essere, parlare e unirsi con lui. Essa è il respiro della nostra anima. La Regina della pace dice: "Siate consapevoli, miei diletti, perché io sono vostra madre e sono venuta sulla terra per insegnarvi ad ascoltare e pregare con amore!" La Vergine desidera che noi preghiamo con il cuore. Non per tradizione o per abitudine. Pregare con il cuore significa innanzitutto pregare con amore sincero. Significa pregare con tutto il proprio essere. Dare a Dio il primo posto nella propria vita e darsi a lui in totale fiducia. Significa pregare con raccoglimento, umiltà, abbandono, perseveranza e devozione... Per poter persistere sul cammino della fede, della conversione e della preghiera, è indispensabile essere sempre pronti al sacrificio e alla negazione. Per dirla in una parola, bisogna digiunare. "Col digiuno l'uomo verifica, rinsalda ed assicura il suo potere su se stesso. Solo l'uomo che domina se stesso può essere libero e disponibile a donarsi a Dio e al prossimo come vuole la fede" (Dr. Ljudevit Rupcic). Se decidiamo e ascoltiamo la Regina della pace, avremo la pace, saremo riempiti con la gioia e l'amore e la serenità nell' anima. Milioni di pellegrini che sono venuti a Medjugorje hanno sperimentato l'amore di Dio. Molti hanno visto segni miracolosi, tanti hanno sentito in cuore di lasciare tutto e servire Dio... Tanti hanno deciso di pregare ogni giorno il Rosario... Ho incontrato davanti alla Chiesa un giovane pellegrino italiano. Ha cominciato a raccontare la sua storia: "All'inizio di dicembre 1988 sono stato qui a Medjugorje. Ho vissuto in modo miracoloso la mia conversione. Vivevo una vita non degna di un uomo. Non esiste un peccato che non ho commesso. Mi drogavo. La mia unica speranza e salvezza era qui a Medjugorje. Ho detto alla Madonna: "Tu sei l'unica che mi puoi aiutare. Se tu non fai questo, io la farò finita. Io credo che tu appari qui. Ti prego madre, aiutami, raccomandami a tuo figlio, che lui mi guarisca e mi perdoni da tutti i miei peccati, così non posso più vivere La Regina della pace ha ascoltato la mia preghiera e l'ha presentata a suo figlio. Io ho sentito nel cuore che dovevo subito confessarmi, e l'ho fatto!"

Visite: 1076

TAGS: MadonnaConversioneMedjugorje