Maria a Medjugorje

Messaggio del 2 gennaio 2012:Cari figli, mentre con materna preoccupazione guardo nei vostri cuori, vedo in essi dolore e sofferenza; vedo un passato ferito e una ricerca continua; vedo i miei figli che desiderano essere felici, ma non sanno come. Apritevi al Padre. Questa è la via alla felicità, la via per la quale io desidero guidarvi. Dio Padre non lascia mai soli i suoi figli e soprattutto non nel dolore e nella disperazione. Quando lo comprenderete ed accetterete sarete felici. La vostra ricerca si concluderà. Amerete e non avrete timore. La vostra vita sarà la speranza e la verità che è mio Figlio. Vi ringrazio. Vi prego: pregate per coloro che mio Figlio ha scelto. Non dovete giudicare, perché tutti saranno giudicati.

Ivan parla della famiglia e di Medjugorje

07/01/2008 - Visite: 1721
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
I figli devono sentirsi sempre amati e seguiti dai genitori

Nel messaggio per l’anno dei giovani (15 agosto ‘88) la Madonna ha parlato del momento difficile dei giovani, che dobbiamo pregare per loro..e dialogare con loro.... Noi sappiamo benissimo che cosa il mondo offre ai giovani: la droga, l’alcool e tante altre cose. Io penso che l’attenzione principale deve essere quella dei genitori. Purtroppo certi genitori sono più intenti alle cose materiali che all’educazione dei figli.... I rapporti con i figli dovrebbero essere questi:

Prima cosa: Oggi i genitori dovrebbero dedicare più tempo ai figli.
Seconda: I genitori oggi dovrebbero dare più amore ai loro figli. Il problema è come dare a loro amore. Oggi ai figli bisogna dare l’amore veramente materno e paterno, non quell’amore che consiste nel dare loro cose passeggere.

Terza: Ci dobbiamo chiedere quanti genitori nella famiglia pregano oggi con i propri figli in che modo pregano.

Quarta: Quanti genitori oggi si trovano con i figli in famiglia per parlare insieme e riflettere sulle proprie esperienze? Ci si chiede anche che unità, che concordia regni oggi fra genitori e figli. Non solo, ma anche quale unità e concordia c’è fra i genitori tra di loro, marito e moglie; e poi che rapporto c’è fra genitori e figli e tra figli e genitori. E come anche i genitori sono cresciuti loro stessi, sono diventati persone mature? E poi che cosa ambiscono dare i genitori ai propri figli. In che modo i genitori riescono oggi a disciplinare la libertà dei figli. Molti genitori lasciano fare tutto e continuano a dare soldi e soldi ai figli!

Questa è solo una traccia per i genitori che vogliono ricomporre la loro famiglia....

Occorre che i genitori accompagnino i loro figli e li istruiscano nella fede, insegnino loro a pregare e li illuminino su tutte le cose della vita. Occorre dirigere il fanciullo ad ogni passo per potergli osservare ciò che non è bene bisogna iniziarlo alla vita e aiutarlo a ritrovarsi, li fanciullo non ha la maturità necessaria per realizzarsi, I genitori hanno fatto delle esperienze, ne devono parlare ai loro piccoli. In una parola la presenza dei genitori accanto ai loro figli è ciò che importa di più.