Maria a Medjugorje Messaggio del 25 novembre 2010:Cari figli, vi guardo e vedo nel vostro cuore la morte senza speranza, l’inquietudine e la fame. Non c’è preghiera né fiducia in Dio perciò l’Altissimo mi permette di portarvi speranza e gioia. Apritevi. Aprite i vostri cuori alla misericordia di Dio e Lui vi darà tutto ciò di cui avete bisogno e riempirà i vostri cuori con la pace perché Lui è la pace e la vostra speranza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

P. Livio e Marija di Medjugorje per il messaggio della Regina della Pace, 25 dicembre 2016

Testo della telefonata che è andata in diretta da Radio Maria.





Marija: Oggi, come ad ogni Natale, la Madonna è apparsa con Gesù Bambino in braccio. Era contenta, gioiosa e alla fine ci ha dato la benedizione assieme a Gesù Bambino, facendo il segno della croce come fa il sacerdote.

Padre Livio: Invece quattro anni fa, Natale 2012, c’è stato quel fatto, unico nella storia di Medjugorje, quando è stato il Bambino Gesù a dare il messaggio.
Marija: La Madonna quel giorno non ci ha dato il messaggio, ma Gesù Bambino si è messo in piedi e ha detto: “SONO LA VOSTRA PACE. VIVETE I MIEI COMANDAMENTI”.

Padre Livio: C’è una frase che mi sembra di vedere per la prima volta: "Il Cielo è con voi e lotta per la pace nei vostri cuori...“ Come se nei nostri cuori ci sia una lotta tra la pace e la guerra, fra l’amore e l’egoismo...
Marija: Sì, è una lotta che, come dice la Madonna, comincia nei nostri cuori, nelle nostre famiglie e nel mondo.

Padre Livio: Quindi se vogliamo che ci sia la pace nel mondo, dobbiamo cominciare questa lotta in noi stessi.
Marija: Esattamente. Per questo Lei ci invita ad essere sempre più “rivolti verso il Cielo e verso la vita eterna”. In tanti messaggi Lei ha detto: “Quando pensate al Paradiso, diventate più disponibili, più aperti alla speranza”.

Padre Livio: La Madonna spesso ci invita a guardare al Cielo e all’eternità. Forse è perchè noi guardiamo troppo alla terra e finiamo per farci la guerra tra noi.
Marija: Sì, ci attacchiamo troppo alla terra e alle cose terrene. Invece la Madonna in questi anni ci sta invitando a rivolgerci di più al Cielo e alle cose celesti, alla vita eterna.

Padre Livio: Vedo che in questi ultimi tempi la Madonna ci invita a "non perdere la speranza". Come se noi avessimo perso la nostra fiducia in Dio oppure che pensassimo che il male sia troppo forte e che noi non possiamo vincerlo.
Marija: Io credo che oggi il mondo sia molto negativo: non conta più su Dio e sul suo aiuto, ma confida solo in sè stesso. Invece la Madonna ci invita a collaborare con Dio. Lo dice anche in questo messaggio: “aiutateLo con le vostre preghiere”. Lui ci aiuta e ci chiede di non perdere la speranza.

Padre Livio: Secondo te qual’è la ragione di questa lunga permanenza della Madonna tra noi? In alcuni messaggi recenti, anche quello dato a Mirjana il 2 dicembre scorso, la Madonna dice che Lei intende guidarci anche per il futuro. Come se su questa generazione ci fosse un attacco...
Marija: Sì, siamo nella lotta, come dice la Madonna. Dobbiamo lottare non solo contro questo mondo pagano, ma anche con noi stessi, perchè tante volte ciò che è pagano entra in noi. Invece la Madonna vuole che scegliamo Dio e i suoi Comandamenti, che viviamo questo cammino con Dio. Lei ripete che dobbiamo confidare in Dio, lasciarci guidare da Lui e anche collaborare con Lui pregando, facendo piccoli sacrifici,fioretti, anche per la salvezza dell’umanità. Come hanno fatto i veggenti di Fatima, che, pur così piccoli, si mettevano una specie di cilicio (una corda con i nodi) per soffrire. Oggi non sappiamo più cosa significa sacrificio e mettiamo l’io al posto di Dio.

Padre Livio: Forse oggi non sappiamo più neanche cosa siano i Comandamenti, mentre la Madonna in un messaggio ha detto che sono indicatori di strada sulla via della santità.
Marija: Sì. Tu sei libero e puoi andare contro, ma sarà la tua condanna. Per questo la Madonna e anche Gesù Bambino ci invitano a vivere i Comandamenti. Se vuoi vivere bene, in pace con Dio, vivi i Comandamenti che Lui ha dato.

Padre Livio: Oggi il Papa nella benedizione „Urbi et orbi“ ha fatto un panorama preoccupante di tante guerre che ci sono nel mondo, cominciando dalla Siria. Ho pensato che ora comprendiamo perchè la Regina della Pace è qui con noi: con tutte le armi che ci sono, queste guerre potrebbero portare l’umanità ad una catastrofe.
Marija: E’ vero, ma Gesù e la Madonna sono con noi e lottano con noi per la pace e noi dobbiamo collaborare con la nostra preghiera. Loro ci danno questa speranza... Una persona che ha fede è una persona in pace in ogni situazione... Gesù è presente... Lui ha detto: “Dove sono riuniti due o tre nel mio nome, Io sono con loro”. Ci crediamo o no? La Madonna ci invita a credere. Le sue parole e il suo amore ci riempiono di gioia e ci stimolano a camminare verso l’eternità.

Padre Livio: Che effetto ti fa vedere un bambino appena nato e pensare che quello è Dio?
Marija: E’ una gioia immensa. Aspettiamo Natale con una gioia speciale, perchè qui è vissuto come la festa della famiglia. E quando la Madonna arriva con Gesù Bambino, è per noi un’esperienza strepitosa, enorme. Non abbiamo parole per descrivere questo. E quando vediamo Gesù che ci dà la sua benedizione insieme con la Madonna, per noi è come se il Cielo si apra e scenda qui sulla terra. Che gioia vedere questi grandi atti di amore di Dio: la presenza della Madonna e ancor più la presenza di Gesù!

Padre Livio: Se il Bambino Gesù dà la benedizione vuol dire che è un Bambino ripieno della sua autorità divina. Anche quando ha parlato nel 2012 lo ha fatto con autorità divina, benchè fosse un bambino... Il fatto che tu hai visto la Madonna con Gesù Bambino, ci conferma nella fede. Noi crediamo perchè il mistero del Natale è raccontato nei Vangeli, però le apparizioni mariane ci aiutano a confermare e rafforzare la nostra fede. Capisci che il Natale è qualcosa di molto vivo, reale, che ci accompagna e che diventa presente per noi nella preghiera.
Marija: E’ vero. La presenza della Madonna è così reale che è diventata parte della nostra vita. Marija ha quindi pregato il “Magnificat” e il Gloria. Padre Livio ha concluso con la benedizione. Marija e P. Livio

Fonte: http://www.radiomaria.it/archivio4me.aspx?itemID=3cd775a9-e043-426b-8348-09465b20137a

Visite: 898

TAGS: MarijaMessaggi di MedjugorePadre Livio Fanzaga