Maria a Medjugorje Messaggio del 2 luglio 2013:Cari figli, con amore materno vi prego di donarmi i vostri cuori perché io possa presentarli al mio Figlio e liberarvi, liberarvi da tutto quel male che vi rende sempre più schiavi e vi allontana dall'unico Bene - mio Figlio, da tutto ciò che vi guida sulla via sbagliata e vi toglie la pace. Io desidero guidarvi verso la libertà delle promesse di mio Figlio perché desidero che qui si compia completamente la volontà di Dio, perché attraverso la riconciliazione con il Padre Celeste, il digiuno e la preghiera nascano apostoli dell'amore di Dio, apostoli che liberamente e con amore diffonderanno l'amore di Dio a tutti i miei figli, apostoli che diffonderanno l'amore fiducioso nel Padre Celeste e apriranno la porta del cielo. Cari figli, offrite ai vostri pastori la gioia dell'amore e del sostegno così come il mio Figlio ha chiesto a loro di offrirlo a voi. Vi ringrazio.

Padre Jozo Zovko: La guarigione del cieco




Mi ricordo dell'uomo cieco, di nome Jozo, che riguardo a quanto accadeva non aveva alcuna difficoltà, non aveva alcuna domanda da porre. Lui ha creduto subito. Essendo cieco, ha detto alla sua nipotina: Portami qualcosa dal posto dove appare la Madonna. La bambina, una piccolina di appena sei anni, gli dice: Nonno, sulla collina non c'è niente. Ma tu troverai qualcosa, insiste il nonno.

La bambina sulla collina ha preso una pietra, un po' di terra e ha tenuto tutto nella mano sinistra. Ha portato a casa e ha messo nella mano del cieco, dicendo: Ecco, nonno, questo ti ho portato dal posto dove appare la Madonna. Il vecchio ha chiuso nella mano il sassolino e quel poco di terra, e tutta la notte ha vegliato e pregato. Al mattino, quando è stato il momento di lavarsi nella solita bacinella, ha messo tutto nell'acqua che è così diventata sporca. Si è lavato gli occhi e ha detto alla moglie: lo ti vedo! Lei, una povera, sofferente, che assiste il marito da tanti anni, non può credere. Il marito cerca di convincerla ed intanto guardando le sue mani esclama: Ma dove sono le mie piaghe?

Quando la moglie ha visto che le piaghe sono scomparse, è diventata felicissima ed è corsa fuori dalla casa gridando: Mio marito è guarito! ... Mio marito è guarito!

Cosa è successo dopo? Un grande dono e miracolo! Tutto il villaggio è accorso per vedere l'uomo risanato; è venuto anche il Vescovo pieno di entusiasmo con i sacerdoti; sono venuti i giornalisti, lo hanno fotografato e poi hanno pubblicato che la Madonna ha guarito l'uomo. La polizia subito ha iniziato a perseguitare il cieco, i veggenti e gli altri. Sono stati dal cieco e gli hanno intimato di dire a tutti che è sempre stato sano. Ma lui ha risposto: Non posso dire così, perché il Signore può darmi di nuovo quella sofferenza se non dico la verità. Dopo, sono andati dai veggenti e gli hanno imposto di non dire niente se non volevano andare in prigione insieme ai loro genitori. I veggenti hanno risposto: Va bene, andiamo in prigione, ma non possiamo tacere perché la Madonna ha detto di testimoniare!

Io debbo confessare la mia debolezza: Quando andavo per confessare quell'uomo o a portargli la comunione, non potevo guardare le sue mani piagate. Le aveva in guanti di plastica per contenere il sangue che usciva continuamente. Perfino un suo figlio, dermatologo in Canada, non aveva potuto aiutare il padre. Una grande sofferenza. E adesso, lui era guarito!

Fonte: Tratto da “Osservate i frutti” di fra Jozo Zovko

Visite: 514

TAGS: ConversioneGuarigionePadre Jozo