Maria a Medjugorje Messaggio del 2 settembre 1984:Non dimenticate: non si vive solo di lavoro ma anche di preghiera.

Andrea Cunningham: “Medjugorje è un luogo particolare”




Tra i numerosi pellegrini abbiamo incontrato Andrea Cunningham dall’Irlanda del Nord, venuta in visita a Medjugorje con il marito ed i suoi cinque figli. Questa è la sua quinta visita. Ritiene che questo luogo sia qualcosa di particolare e vi torna regolarmente, perché si sente come a casa: “Questo è davvero un luogo particolare. Ho sentito parlare delle apparizioni all’inizio degli anni ’90 e sono venuta qui per la prima volta nel 1994, anno in cui mi sono anche sposata. In che modo mi aiuta Medjugorje? Mantiene vivo il mio rapporto con Dio, mi rafforza e rinnova la mia fede, mi da forza. Penso che sia facile essere trascinati nella confusione, nel caos della vita. Le altre cose ci trascinano facilmente, ma quando si viene in un luogo come Medjugorje ciò significa tornare alla natura, tornare ad un rapporto personale con Dio”, ha detto Andrea. Lei ritiene che i giovani siano sempre alla ricerca di qualcosa, ma che in realtà cerchino Dio: “E’ meraviglioso per me vedere così tanti giovani a Medjugorje che passeggiamo e pregano il Rosario e paiono così naturali, anche se per loro è più facile farlo qui che a casa. A casa a volte è difficile perché, se li vede pregare e non fare alcune altre cose, la gente pensa che non siano normali. Non so del futuro. Posso solo dire che Medjugorje è un po’ di cielo su questa terra e tutti, che ne siamo consci o no, tendiamo a questo. Tendiamo a questo e qui si ha il sentore che sia possibile raggiungerlo”.

Fonte: www.medjugorje.hr

Visite: 1021

TAGS: ConversioneTestimonianza