Maria a Medjugorje

Messaggio del 30 ottobre 1981:In Polonia tra breve ci saranno gravi conflitti, ma alla fine i giusti prevarranno. Il popolo russo é il popolo nel quale Dio sarà maggiormente glorificato. L'occidente ha incrementato il progresso, ma senza Dio, come se non fosse lui il Creatore.

Fabiola, devota e “sexy”, divide i giudici di X-Factor

03/10/2020 - Visite: 936
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter



L’anno scorso Suor Cristina Scuccia aveva trionfato al talent show “The voice of Italy”; quest’anno Fabiola Osorio si è presentata davanti a Skin, Mika, Elio e Fedez senza riscuotere il medesimo successo ma spiazzando ugualmente i giudici per la freschezza della sua testimonianza cristiana. Abbiamo parlato con questa 22enne messicana cui un viaggio a Medjugorie sta cambiando la vita.

È possibile dare testimonianza della propria Fede, anche in televisione, in un programma leggero, effimero? Negli ultimi tempi sembra, per fortuna, sia possibile. Nel 2014 ci era riuscita, Suor Cristina Scuccia, nel programma “The Voice of Italy” facendo recitare, nientemeno, che il Padre Nostro ad un intero auditorium. La sua esibizione fu, però da molti contestata, a causa della sua condizione di consacrata. Quest’anno, un’altra artista ci è riuscita, una giovane cantante messicana, di 22 anni, Fabiola Osorio, nel programma X-Factor. Nella breve presentazione, che fanno i partecipanti, prima di esibirsi, Fabiola ha avuto l’ardire, di affermare che ha conosciuto il suo fidanzato a Medjugorje, scatenando l’ilarità dei giudici. Dopo l’esibizione della cantante, che ha presentato la sua versione di Should Be All Night Long, degli AC/DC, uno dei giurati, si diceva stupito, che una ragazza devota alla Madonna di Medjugorje, potesse cantare una canzone, definita da lui stesso sexy. Fabiola, sfatando lo stereotipo della credente, bigotta e vestita di sacco, ribadiva che non capiva il perché una credente non può essere anche sexy. Ha ribadito ai giurati: “L’importante è ciò che si ha nel cuore”. Una gran bella prova di coraggio e di Fede. Fabiola ha avuto, dopo la sua esibizione, un forte ascendente, su due giurati Elio e Fedez, mentre, gli altri due, Mika e Skin, non erano convinti della performance. Forse, perché la trovano in parte fuori contesto, sarà per ciò che ha detto riguardo a Medjugorje? Non è dato di sapere, comunque, è stata esclusa dal proseguire nella gara. Un voto complessivo, che non aveva soddisfatto il pubblico presente in sala, che a gran voce ha contestato l’esito della votazione. Fabiola è stata richiamata sul palco, e dopo una seconda breve prova canora, ha ribaltato il primo risultato della votazione, ammessa al secondo turno. Precisiamo che la cantante messicana non ha passato gli altri turni ed è stata, in seguito, eliminata dalla competizione. Promossa, comunque a pieni voti, per il suo coraggio nel testimoniare la propria Fede. Ho rintracciato e raggiunto al telefono Fabiola, per farci raccontare la sua storia.

- Ciao Fabiola, ho visto il video della trasmissione, hai avuto un bel coraggio a presentarti come devota a Medjugorje davanti ai giurati. Parlaci di te, della tua storia:

- Allora ... tutto ha avuto inizio quando decisi di andare, per un anno, a fare del volontariato a Medjugorje. Mi sentivo un po’ vuota dentro, nel cuore, mi mancava qualcosa. Lavoravo come cantante in Messico e studiavo Grafic Design. Volevo cambiare il mio stato d’animo, ma anche la mia vita. Cosi ho deciso di partire per andare a Medjugorje.

- Non un viaggio da turista, da quello che hai detto, cercavi la Pace del tuo cuore. Un pellegrinaggio di riscoperta della Fede, quindi.

Si sono partita, per questo motivo, il viaggio è stato molto avventuroso e pieno di imprevisti, anche non piacevoli. Nel mio scalo in Francia, la polizia mi hanno chiesto di vedere il mio biglietto di ritorno, lo avevo, ma era per un anno dopo. Hanno pensato che volevo rimanere in Francia per lavorare, così mi hanno messa in carcere. Cinque giorni in carcere, aspettando il processo. Io ho spiegato la mia situazione. Che volevo andare a fare volontariato a Medjugorje, che volevo conoscere la Madonna di più, perché non avevo tanta fiducia in Lei. Non mi hanno creduto e sono finita in carcere.

- Un inizio, certamente non piacevole, sbarcata in Francia e messa in prigione! Poi cosa è successo?

Il secondo giorno, mi hanno portato in aeroporto e mi hanno detto che dovevo imbarcarmi e ritornare in Messico. Io non volevo e ho rifiutato. Un uomo enorme, si è avvicinato a me e ha cominciato a gridarmi cattiverie come: sei cattiva! tu sei qui perché ai fatto del male! Mi hanno rimesso in carcere, in una cella con altre 14 persone. La cella era piccola, tutti piangevano, alcuni erano clandestini, che scappano dalla guerra. Io avevo paura, ma per darmi coraggio ho cominciato a cantare. Avevo paura, ero anche un po’ arrabbiata, ma la Fede mi ha dato coraggio, io avevo la Speranza dentro di me!

- Dici che avevi paura ed eri anche un po’ arrabbiata, però ti sei messa a cantare! Non ti sembra un controsenso?

Cosa potevo fare! Non dipendeva da me, quello che stavo vivendo. Non avevo nulla, mi avevano tolto tutte le mie cose, avevo solo la mia voce ed ho usato quella. Sapevo cantare e fare ridere gli altri, sapevo ascoltare. Questo ho cercato di fare per i miei compagni di cella. Ho capito, che non era più importante andare a Medjugorje, in quel momento la mia missione era li, in carcere con quella gente. In quei giorni ho imparato molte cose, e forse mi sono anche divertita, anche se sembra strano. Dopo cinque giorni mi hanno fatto il processo, non avevano nulla per cui accusarmi, anzi mi hanno chiesto scusa. Mi hanno detto che era tutto in regola e mi hanno lasciato andare.

- Quindi sei riuscita a partire e sei andata a Medjugorje. Arrivata li cosa è accaduto ? Come hai vissuto quell’esperienza?

Il giorno che sono arrivata a Medjugorje, lo ricordo molto bene. Mi stavano aspettando nel castello di Nancy e Patrick, una copia di canadesi che dedicano la loro vita a servizio di Dio e di Maria. Sono entrata in cucina e li c’era Jospeh, il mio futuro sposo. Ho subito avuto molta fiducia in lui, sembrava qualcuno con cui potevo parlare e mi sono buttata.

Forse perché non conoscevo nessuno e poi ero anche un po’ agitata (Ride). A Medjugorje la mia relazione con Dio é diventata più intima. Ho ritrovato me stessa, soprattutto nel lavoro quotidiano. Mi sono sentita amata e unica. Il mio desiderio di sempre è quello di amare e di sentirmi amata, a modo mio, anche con la musica. Joseph è stato il mio migliore amico fin dall’inizio, però dopo una settimana lui è partito. Io, invece, sono rimasta li ancora due mesi. Successivamente sono dovuta ripartire perché, l’ambasciata francese, non mi aveva rinnovato il visto, dovevo ritornare in Messico. Mi sono fermata una settimana in Italia, era più facile per il mio volo di ritorno. Jospeh mi ha ospitato in casa dei suoi genitori, nella sua famiglia vedevo che Dio c’era ed era importante per loro. Mi sono innamorata pian piano di lui, un ragazzo con un cuore grande. Solo una settimana sono rimasta in Italia, poi ho preso il mio volo di ritorno per il Messico. - La vostra storia però non era finita lì, ho visto che era presente ad X- Factor. Forse non era neanche iniziata.

Dopo alcuni mesi, lui è venuto a trovarmi in Messico. Durante la sua permanenza nella mia terra, ho preso la decisione di venire in Italia per studiare. In Italia, ho conosciuto la trasmissione X-Factor, era la mia occasione per cantare in pubblico e mi sono iscritta.

Dopo un po’ di tempo, mi hanno chiamato per l’audizione, anzi le audizioni, perché ne ho fatte tante! Era una grande emozione per me! Ero sul palco davanti ai quattro giudici Elio, Mika, Skin e Fedez e quasi 3000 persone, che mi guardavano! Prima di entrare sul palco, mi ricordo che ho fatto una preghiera, nel mio stile. Ho parlato con Dio e gli ho chiesto: “Permettimi di arrivare con il tuo Amore alle persone.” La mia più grande sorpresa è stata, che il pubblico ha lottato per me, che non era d’accordo con la giuria, Poi i giurati mi hanno richiamato sul palco. È stata la mia esperienza più bella. La più bella, che ho mai vissuto. Io sono riconoscente a Dio, ma tanto riconoscente, per la vita che mi ha dato. Mi ha dato la Grazia di capire questo suo dono. Un regalo che non ho chiesto ma me lo ha fatto. Sono riconoscente a Lui per questo Amore, che ogni giorno mi dona. Prendere questo suo dono e condividerlo con gli altri. Penso che non importa chi sei, da dove vieni, Dio agisce nella tua vita. Dio è fantasioso,la Madonna mi ha chiamato a Medjugorje e la mia vita è cambiata. Ma lui ti lascia libero, se vuoi, ti permette di cambiare la tua vita. La mia vita è cambiata, perché ho permesso a Dio di entrarvi. Se gli dici di si, Lui è capace di miracoli.


- Non hai vinto X-Factor, anzi alla fine ti hanno eliminato, comunque sei riuscita a testimoniare la tua Fede, anche in quell’ambiente. Una grande vittoria, comunque, l’hai ottenuta, il tuo Jospeh, che hai sposato solo da pochi giorni. Il nostro augurio, oltre quello di avere successo come cantante, è soprattutto quello di essere una buona madre di una famiglia cristiana, di questo ce ne è bisogno. Grazie!

Fonte: La Croce Quotidiano - Novembre 2015