Maria a Medjugorje

Messaggio del 15 maggio 1986:Cari figli, oggi vi invito ad offrirmi il vostro cuore, affinché io possa cambiarlo e farlo simile al mio cuore. Voi mi domandate, cari figli, perché non potete soddisfare le mie richieste; voi non potete fare perché non mi avete dato il vostro cuore affinché io lo cambi. Voi parlate, ma non fate. Vi invito a fare tutto quello che vi dico; così sarò con voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Da tutte le chiese alla casa della madre

01/10/2007 - Visite: 1201
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Vescovo anglicano prega con i pellegrini per l’unità delle Chiesa.

Dall’otto al quindici novembre si fermò a Medjugorje il Vescovo anglicano Mons. Richard Cecil Samuel Willars, con uno dei suoi segretari e direttore spirituale. Partecipò alla adorazione eucaristica del dodici novembre dalle 21 alle 23. Scopo della preghiera era l’unità della Chiesa. Tenne una breve omelia sul testo di Giovanni (Gv 6,50—54) “Io sono il pane vivo”. L’omelia veniva contemporaneamente tradotta in croato, italiano e tedesco.

Disse tra l’altro: “Sono felice e onorato di potere con voi, fratelli e sorelle in Cristo, trascorrere questa sera in preghiera, per l’unità di tutte le Chiese.. .Siamo felici che Maria, Madre di Gesù e nostra ci inviti alla penitenza, alla conversione, alla preghiera e alla pace e che Gesù ci dia la forza di vivere questi messaggi. Io questa sera prego per me, per voi qui presenti e per tutti i cristiani, affinché ogni volta che riceviamo Gesù in noi cresca l’amore e la pietà, affinché le nostre anime siano pronte al banchetto eterno con il divino Agnello e capaci dell’incontro in un unico amore intorno alla sua mensa. Dio vi benedica!”

La Chiesa era piena, si pregava con gran devozione. Alla fine il Vescovo ha impartito a tutti i presenti la sua benedizione.