Maria a Medjugorje Messaggio del 25 dicembre 1997: Cari figli,anche oggi gioisco con voi e vi invito al bene. Desidero, che ognuno di voi mediti e porti la pace nel suo cuore e dica: 'Io desidero mettere Dio al primo posto nella mia vita!' Così figlioli, ognuno di voi diventerà santo. Dite figlioli, ad ognuno: 'ti voglio bene ' e questi vi ricambierà col bene ed il bene, figlioli, dimorerà nel cuore di ogni uomo. Stasera, figlioli, vi porto il bene di mio figlio che ha dato la sua vita per salvarvi. Perciò, figlioli, gioite e tendete le mani a Gesù, che è solo bene. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Il mendicante sempre felice.




Tauler, un devoto sacerdote, ha sempre pregato il Signore di mostrargli la strada più breve per la perfezione e la santità. Ha pregato 8 anni per avere questa grazia e un giorno ha sentito una voce: “Vai fuori e colui che incontri sugli scalini della chiesa, ti può mostrare la strada”. Il sacerdote ha ascoltato e sugli scalini ha trovato un mendicante. Con un po' di stupore ha pensato: “Cosa mi può mostrare questo poveraccio?”. Gli va però incontro e lo saluta dicendo: “Buon giorno”. Il mendicante risponde: “Io ti ringrazio di questo saluto, ma non ricordo quando io non abbia avuto una bella giornata”. Tauler dice: “Allora io desidero che tu sia sempre felice tutti i giorni”. “Io ti ringrazio” risponde l'uomo, “lo non so quando sono stato infelice, perché sono sempre beato”. Tauler chiede: “Spiegati meglio”. “Io ho sempre buone giornate, perché accetto tutto ciò che viene dalla Mano di Dio: povertà, fame, disprezzo, tutto, anzi, io lodo Dio, così per me è sempre un buon giorno, perché un cattivo giorno non porta tristezza ma la nostra impazienza. Io sono felice perché so che non succede niente che Dio non voglia e ciò che Dio vuole per me è la miglior cosa. lo sono beato perché la volontà di Dio è la mia felicità, la mia dolcezza. Tutto ciò che Dio fa mi riempie di felicità e per questo io sono mille volte più felice”.

(Ricevuto da P. Petar)

Fonte: Eco di Medjugorje nr.78

Visite: 792

TAGS: Padre Petar LjubicicTestimonianza