Maria a Medjugorje Message of March 18, 2011:Dear children! I am with you in the name of the greatest Love, in the name of dear God, who has come close to you through my Son and has shown you real love. I desire to lead you on the way of God. I desire to teach you real love so that others may see it in you, that you may see it in others, that you may be a brother to them and that others may see a merciful brother in you. My children, do not be afraid to open your hearts to me. With motherly love, I will show you what I expect of each of you, what I expect of my apostles. Set out with me. Thank you.

Il perdono della vittima dona la conversione all'uccisore




In una chiesa c'era il marito con i figli. A casa stava la moglie. Sorpreso a rubare dalla moglie un ladro spaventato la uccise e subito scappò. Quando il marito rientrato in casa ha trovato la moglie morta ha detto osi: “Ma perché mio Gesù?”. Stava pregando e ha detto così: “Dio tu sei tutto. Sia fatta la tua volontà”. Subito ha ricevuto la grazia del perdono e ha pregato per la conversione dell'uccisore. Dopo 3 giorni la polizia ha preso il ladro. Sono venuti i giornalisti a casa di quest'uomo e lui ha detto scrivete così: “Io perdono, e prego per la conversione di questo peccatore, io vorrei che chi legge questo giornale pregasse per lui”. Questo ladro quando ha letto il giornale si è convertito e si è confessato. Dio gli ha dato il grande dono della penitenza e della conversione. Vedete cosa può fare una preghiera, una vera fede e una vera vita cristiana!

(Ricevuto da P. Petar)

Fonte: Tratto dall'Eco di Medjugorje nr.78

Visite: 1123

TAGS: PerdonoTestimonianza