Maria a Medjugorje Messaggio del 25 novembre 2011:Cari figli, oggi desidero darvi la speranza e la gioia. Tutto ciò che è attorno a voi, figlioli, vi guida verso le cose terrene ma Io desidero guidarvi verso il tempo di grazia perchè in questo tempo siate sempre più vicini a mio Figlio affinchè Lui possa guidarvi verso il suo amore e verso la vita eterna alla quale ogni cuore anela. Voi, figlioli, pregate e questo tempo sia per voi il tempo di grazia per la vostra anima. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

La Santa Vergine di Medjugorje converte... dei cinesi.




Alla fine del Luglio 91 ho visto e ascoltato un gruppo di cinesi che, davanti alla statua della Madonna di Lourdes, nella chiesa di Medjugorje, cantavano dei canti mariani in cinese; ho scoperto in seguito che venivano da Hong — Kong, città cosmopolita dove la religione tradizionale è il buddismo e il numero dei cattolici raggiunge appena le 200 migliaia. Questo è bastato perchè la persecuzione contro la chiesa arrivasse anche lì. Ovunque vi sono spie del regime.

Malgrado questo i Messaggi di Medjugorje hanno raggiunto molte città cinesi e si sono formati molti gruppi di preghiera. Ad essi arriva l’Eco in inglese e molti articoli vengono tradotti e diffusi in cinese da Anthony Tsoi. Ecco la testimonianza di un animatore di questi gruppi. A 15 anni, cioè 40 anni fa, Chang, si consacrò alla vergine Maria, ma ciò ben poco influì sulla sua vita. Egli aveva tuttavia ricevuto una buona educazione dai Padri Gesuiti. Andava a Messa, collaborava in molte attività cattoliche e sociali, ma tutto senza il sostegno e la luce della preghiera. Lui stesso sapeva di essere un cristiano solo di nome.

Ma nel 1988, anno mariano, un membro della sua famiglia cadde gravemente malato, e allora cominciò a pregare per la guarigione e da questa preghiera iniziò la sua conversione.

Dopo che un padre trappista gli ebbe parlato di Medjugorje e, dopo aver letto i Messaggi della Vergine, decise di mettere tutta la vita al Suo servizio. Chiese perdono per il suo passato e affidò la sua conversione a Maria. “A partire da questo momento —dice lui stesso— non desiderai altro che una cosa... pregare profondamente e abbandonarmi alla divina provvidenza”.

Con l’aiuto di un padre salesiano cominciò poi ad organizzare degli incontri di preghiera e fu così che furono fondati ad Hong — Kong i primi gruppi.

Con un gruppo di circa 20 giovani in un giorno della settimana segue lo stesso programma di Medjugorje:due misteri dei rosario, S. Messa e poi il terzo mistero seguito dalle preghiere per i malati; gli altri giorni vi è un incontro di preghiera in cui si invoca io Spirito Santo e si meditano col cuore i misteri del Rosario con la possibilità della confessione ; segue poi un insegnamento biblico, la lettura dei Messaggi di Medjugorje; il tutto termina con la Santa Comunione, il canto del “Magnificat” e le preghiere per i malati.

Il vescovo domandò: “Ma queste persone resistono per un’ora e mezza di preghiera?!” Gli rispose: “Certamente! L’ultima volta c’era talmente tanta gente nella sala che abbiamo dovuto far uscire il tavolo da ping—pong (è considerato tra le cose più importanti in Cina).

Visite: 1031

TAGS: CinaConversioneTestimonianza