Maria a Medjugorje Messaggio del 2 gennaio 2012:Cari figli, mentre con materna preoccupazione guardo nei vostri cuori, vedo in essi dolore e sofferenza; vedo un passato ferito e una ricerca continua; vedo i miei figli che desiderano essere felici, ma non sanno come. Apritevi al Padre. Questa è la via alla felicità, la via per la quale io desidero guidarvi. Dio Padre non lascia mai soli i suoi figli e soprattutto non nel dolore e nella disperazione. Quando lo comprenderete ed accetterete sarete felici. La vostra ricerca si concluderà. Amerete e non avrete timore. La vostra vita sarà la speranza e la verità che è mio Figlio. Vi ringrazio. Vi prego: pregate per coloro che mio Figlio ha scelto. Non dovete giudicare, perché tutti saranno giudicati.

Il vescovo Salvatore Boccaccio in pellegrinaggio a Medjugorje




Mons. Salvatore Boccaccio, vescovo della diocesi di Frosinone, vicino a Roma, è stato in pellegrinaggio privato a Medjugorje dal 4 al 7 giugno 2005. Durante il suo soggiorno, ha visitato i luoghi di preghiera ed ha partecipato al programma liturgico e di preghiera nella chiesa parrocchiale. Ha anche incontrato i francescani di Medjugorje. A riguardo dei motivi del suo pellegrinaggio a Medjugorje, ha detto: "Nella mia diocesi ho giovani che si sono convertiti e la cui vita è cambiata a Medjugorje. La loro testimonianza è stata per me un segno della presenza grande di Dio a Medjugorje. Ho letto anche ciò che Rene Laurentin ha scritto sulle apparizioni di Nostra Signora ed anche questo ha avuto un'influenza, ma soprattutto sono stato ispirato dalle testimonianze personali dei pellegrini. Mi congratulo con i francescani che servono instancabilmente i pellegrini e pazientemente e umilmente sopportano tutti gli attacchi e le provocazioni ", ha detto Mons. Salvatore Boccaccio, riempito visibilmente di gioia per la sua visita a Medjugorje.

Fonte: www.medjugorje.hr

Visite: 369

TAGS: TestimonianzaVescovo