Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 novembre 2006:Cari figli, anche oggi vi invito: pregate, pregate, pregate. Figlioli, quando pregate siete vicini a Dio ed Egli vi dona il desiderio d’eternità. Questo è il tempo in cui potete parlare di più di Dio e fare di più per Dio. Per questo non opponete resistenza, ma lasciate, figlioli, che Egli vi guidi, vi cambi ed entri nella vostra vita. Non dimenticate che siete pellegrini sulla strada verso l’eternità. Perciò, figlioli, permettete che Dio vi guidi come un pastore guida il suo gregge. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Un Vescovo del Burundi a Medjugorje

15/08/2014 - Visite: 1246
IncrFont Stampa IncrFont Facebook Twitter
Dal 1° al 9 luglio 2012 è stato a Medjugorje Mons. Venant Bacinoni, Vescovo della Diocesi di Bururi in Burundi. Questa è stata la sua prima visita a Medjugorje. Era andato anzitutto in Belgio ed alcuni suoi amici belgi l’hanno invitato a venire con loro a Medjugorje come pellegrino. “Questa è una bella esperienza per me: vedo persone che pregano, pregano di cuore, si vede che sono venute qui per la preghiera e non per altre cose. Qui si vedono i frutti. Le persone vengono a pregare, partecipano all’Eucaristia, ricevono i Sacramenti e si incontrano anche nell’amicizia e nel dialogo, questa è davvero una cosa buona. In Burundi abbiamo avuto una guerra civile molto pesante, che è durata più di quindici anni, e questo messaggio di pace è molto molto importante per me e anche per il nostro popolo. Noi uomini non possiamo avere la pace senza la preghiera, senza la fede, senza la speranza, senza l’aiuto della Madonna e l’aiuto di Dio. Questo è il messaggio che porto da Medjugorje”, ha detto questo Vescovo proveniente dal Burundi.