Maria a Medjugorje Messaggio del 5 marzo 1984:Pregate e digiunate! Chiedete allo Spirito Santo di rinnovare le vostre anime e di rinnovare il mondo intero.

Dopo l’abuso i miei genitori non meritavano rispetto e amore. La conversione di Phyllis Roelfs




Nell’Agosto del 1999 ero il più lontano possibile dalla Chiesa Cattolica! Avevo giusto ordinato libri online che criticavano la fede cattolica e smascheravano il cattolicesimo.

Da bambina sono stata molestata sessualmente da mio padre. Lo dissi a mia madre che scelse di non fare nulla. Quando questo accadde,persi ogni amore, rispetto ed affetto nei confronti dei miei genitori. Per trant’anni… trent’anni, non ho avuto alcuna religione. Non potevo avere alcuna fede semplicemente perché non potevo obbedire al quarto comandamento: onora il padre e la madre! Essi non meritavano il mio onore! Fu così che condussi una vita incredibilmente peccaminosa, piena di bugie, falsità, promiscuità, odio, rabbia e corruzione morale.

Tuttavia, ero sposata da 29 anni con un uomo meraviglioso ed avevo due fantastici figli ormai cresciuti, avevamo successo e possedevamo qualunque cosa i soldi potessero comprare! Ma… ero la persona più infelice del mondo! Interruppi tutti i contatti coi miei genitori sedici anni fa. Semplicemente li estromisi dalla mia vita. Non meritavano di esserci!!! Lo shopping era diventata la mia grande passione! Ero perennemente a fare shopping pensando che comprare cose, avrebbe reso la mia vita completa! Ovviamente non accadde mai, ma io continuavo.

Nel mese di Agosto del 1999, mentre ero tutta intenta a fare shopping sfrenato, gironzolavo in una libreria di un centro commerciale alla ricerca di un nuovo libro sullo spiritualismo new age, mania che ero arrivata a credere essere l’unica “vera” religione. Non avendo trovato sugli scaffali, libri che mi sembravano buoni, mi girai per andarmene quando nello scaffale di libri “religiosi”, un libro attirò la mia attenzione. Era intitolato “La visione dei bambini. Le apparizioni della Madonna a Medjugorje”. Non so proprio perché presi quel libro. Ero in fila alla cassa per pagare mentre mi chiedevo: “Ma perché dovresti mai comprare quella razza di libro? Tu non vuoi leggere quella spazzatura”. Mi girai per rimettere il libro nello scaffale quando il cassiere disse: “Prego signora”. Andai avanti e comprai quel libro.

Tornai a casa, nella nostra loggia e cominciai a leggere il libro. Ne ero completamente travolta. Dopo aver letto circa quaranta pagine, cominciai a sperimentare quello che ritenni un attacco di cuore! Una tremenda vampata di calore cominciò a muoversi lentamente giù, nel mio corpo, a partire dalla testa, muovendosi attraverso le braccia, uscendo dalle dita, giù per il torso, per le gambe e per i piedi! Non appena questa tremenda vampata raggiunse i miei piedi,IO ERO ASSOLUTAMENTE CERTA CHE QUELLO CHE STAVO LEGGENDO ERA VERO… ERO CERTA CHE LA CHIESA CATTOLICA FOSSE L’UNICA VERA CHIESA… SAPEVO CHE DOVEVO TORNARE NELLA CHIESA E CHE DOVEVO ANDARE A MEDJUGORJE IMMEDIATAMENTE!!!

Ora… dovevo cercare di spiegare questa inversione a 180 gradi a mio marito e ai miei figli, e tentare di spiegare loro quello che mi era capitato e che DOVEVO andare a Medjugorje immediatamente! Attraverso la grazia di Dio, mio marito mi fu davvero di grande sostegno. In meno di cinque settimane ero davvero a Medjugorje! Non riuscirei ad entrare nel dettaglio di tutti i miracoli che mi sono capitati mentre ero lì e dopo, quando sono tornata a casa. Sarebbe troppo lungo. Posso tuttavia raccontare questo.

La prima mattina a Medjugorje, il nostro prete guida ci accompagnava in un tour per il paese. Ci chiese, durante la breve sosta alla Cappella dell’Adorazione, di fare una breve preghiera. Mi inginocchiai nel pavimenti di legno e in lacrime implorai la Madonna di dirmi cosa volesse da me! Le dissi: “Madre benedetta, mi hai voluta qui, e sono venuta, adesso, ti prego, dimmi cosa vuoi che io faccia!” È lì che ho proprio sentito la sua vice dirmi: “SE TU LI PERDONI, RITROVERANNO LA VIA VERSO MIO FIGLIO!”Non ci potevo credere! Non potevo credere che mi chiedeva di perdonarli affinché LORO ritrovassero la via verso suo Figlio!

Tornai nell’Iowa, partecipando alla Messa quotidiana, dicendo il rosario quotidiano, la coroncina della divina misericordia ogni giorno, le preghiere quotidiane. MA… Non ero in grado di perdonare i miei genitori. Sapevo di deludere la Madonna ma semplicemente ero incapace nel mio cuore di perdonare quell’orrendo crimine che era stato perpetrato contro di me! Molti amici mi mandavano libri sul “perdono” ma ero consapevole che non avrei “sentito” il perdono semplicemente leggendo un libro. Stavo sfogliando uno di questi libri, il mese scorso, quando lessi “tu NON PUOI liberare il tuo cuore dal dolore. Lo può fare solo Dio”. Gettai via quel libro alzando gli occhi al cielo dicendo: “Bene… perché ci stai mettendo così tanto?”

Due giorni dopo, mio marito ed io stavamo uscendo di casa per andare ad una festa quando improvvisamente rimasi come paralizzata. Realizzavo in quell’esatto momento che non avevo più odio, non avevo più dolore, non più animosità e non detestavo più i miei genitori. Era sparito tutto! Non potevo più aspettare per andarli a trovare! Tornai nella mia città di origine e mi organizzai per incontrarli, dopo sedici anni! Dopo averli visti, diedi a ciascuno un grande abbraccio (era la prima volta che abbracciavo veramente qualcuno nella mia vita).

Questo è stato appena UNO dei tanti miracoli con cui Dio mi ha benedetto in questi ultimi anni! Questo è stato, naturalmente uno dei più grandi. Lo Spirito Santo è sceso su di me semplicemente leggendo un libro… La Madonna mi ha condotto a Medjugorje e a suo Figlio… E Dio ha cancellato anni di dolore dal mio cuore riunendomi coi miei genitori.

Non ho fatto nulla per meritare queste grazie! Vivevo in un tale stato di peccato e di odio! E sono ancora sconvolta nel rendermi conto di quanto Dio mi ami permettendo questi miracoli nella mia vita.

Spero di non essermi dilungata ma è difficile far breve una storia come questa. Prima che mi accadesse questo, non avevo mai dedicato un solo pensiero a Gesù. Mi era del tutto estraneo e sull’aereo per Medjugorje chiedevo alla Vergine Maria di aiutarmi a conoscerlo. In tutto il tempo che passai a Medjugorje, tutto fu Gesù!

Fonte: http://www.medjugorjeusa.org/ http://fermenticattolicivivi.wordpress.com/

Visite: 495

TAGS: TestimonianzaConversioneAbuso