Maria a Medjugorje Messaggio del 25 marzo 2011:Cari figli, oggi in modo particolare desidero invitarvi alla conversione. Da oggi inizi una vita nuova nel vostro cuore. Figli, desidero vedere il vostro “si” e che la vostra vita sia il vivere con gioia la volontà di Dio in ogni momento della vostra vita. Oggi in modo particolare Io vi benedico con la mia benedizione materna di pace, d’amore e d’unione nel mio cuore e nel cuore del mio figlio Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Venuti dall'aldilà: Una voce conosciuta




La signorina Paolina Carboni, sarda, domiciliata a Roma, scriveva:
«Un giorno Edvige [la sorella, Serva di Dio] si recò alla posta centrale di via Taranto [in Roma], e mentre camminava sul marciapiede, vicino al negozio di Ginori, sentì chiamarsi da una voce conosciuta. Si voltò e con grande meraviglia vide il babbo, defunto, che le disse:
- Figliola, mi ha mandato Gesù per dirti di pregare, perché il mondo è diventato tanto cattivo, e ha preparato un grande castigo, la seconda guerra mondiale.
Edvige non ebbe paura e gli disse: - Vada anche da Paolina.
- Non ci vado - egli disse - perché potrebbe aver paura della mia apparizione. Salutala tanto per me. Quando Edvige tornò in casa mi raccontò il fatto e dopo alcuni mesi scoppiò la seconda guerra mondiale».

Fonte: B. Rosati, Giglio sulla croce, Edvige Carboni, Soriano al Cimino 1955, p. 35.

Visite: 843

TAGS: AldilàEdvige CarboniParadiso