Maria a Medjugorje Messaggio del 25 settembre 2010:Cari figli, oggi sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna di pace e vi esorto a vivere ancora di più la vostra vita di fede perché siete ancora deboli e non siete umili. Vi esorto figlioli, a parlare di meno e a lavorare di più sulla vostra conversione personale affinché il vostro testimoniare sia fruttuoso. E la vostra vita sia una preghiera incessante. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Venuti dall'aldilà: «Se non avessi creduto...»




In una famiglia di mia conoscenza, una cara e amorosa bimba ebbe la sventura di perdere la mamma in età troppo tenera perché le sembianze di lei rimanessero impresse nella sua memoria.
La piccola si ammalò gravemente.
- Mi riconosci, angelo mio? - le sussurrò piangendo all'orecchio il babbo.
Ma la risposta non venne. D'un tratto quel visino pallido parve animarsi; gli occhi si spalancarono radiosi, le braccia esangui e rattrappite si protesero in alto in un supremo sforzo impulsivo, lo sguardo si fissò nell'indefinito, come se penetrasse nell'aldilà, e le labbra si agitarono pronunciando una sola parola: - Mamma! - con accento di sorpresa, di gioia, di trasporto estatico; e con quel grido supremo la bimba passa in grembo alla madre che l'attendeva.
Il ministro che ebbe ad assistere alla beatitudine di questa dipartita esclamò: - Se non avessi creduto all'assistenza dei nostri defunti al letto di morte, ora non potrei più dubitarne.
H. Harhaugh.

Visite: 1094

TAGS: AldilàParadiso