Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 febbraio 2001: Cari figli, questo è un tempo di grazia. Per questo pregate, pregate, pregate finché non comprendete l'amore di Dio per ognuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Commento del messaggio del 25 ottobre 1995

Cari figli! Oggi vi invito ad andare nella natura perché là incontrerete Dio il Creatore. Figlioli, oggi vi invito a ringraziare Dio per tutto ciò che vi dà. Ringraziandolo, voi scoprirete l'Altissimo e tutti i beni che vi circondano. Figlioli, Dio è grande ed il suo amore è grande per ogni creatura. Perciò, pregate per poter comprendere l'amore e la bontà di Dio. Nella bontà e l'amore di Dio Creatore, anch'io sono con voi come un dono. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!
Vi saluto tutti con tutto il cuore, spero che stiate bene e che il vostro amore per il Gesù Eucaristico sia aumentato dall'ultimo messaggio.
Riguardo alla guerra, si può dire che ora abbiamo buone ragioni di sperare. Possiamo sperare che i sanguinosi combattimenti non scoppino più con l'intensità di prima e che la fine della guerra sia prossima ormai. Certamente, sarà più semplice fermare i bombardamenti che giungere alla riconciliazione nei cuori ed è su questo che dobbiamo impegnarci tutti. Con l'aiuto di Dio e l'intercessione di Maria, anche questo sarà possibile. Medjugorje è viva. lì mese di ottobre è stato buono quanto quelli precedenti la guerra. Al momento ci sono pellegrini inglesi, francesi, tedeschi e anche gruppi provenienti dalla Polonia, Romania, Brasile, Australia e un buon numero di sacerdoti dall'Uganda.
Jakov e Vicka sono a Medjugorje, come Mirjana e lvanka con le rispettive fa4miglie. Marija arriverà il 28 e resterà per una settimana. Ivan è in America e presto diventerà padre di una bambina. Vogliamo quindi congratularci anche con Laureen ed esprimere la speranza che entrambi saranno dei buoni genitori. Nel messaggio del mese scorso la Madonna ci ha invitati ad innamorarci di Gesù e anche ad organizzare l'Adorazione in tutte le parrocchie. Chi è innamorato trova il tempo per la persona amata. Sappiamo benissimo che dicendoci questo Maria voleva rimuovere l'ostacolo maggiore alla nostra conversione, che è la pretesa mancanza di tempo per pregare.
Se ci innamoriamo di Gesù, consci che anche Lui è innamorato di noi, troveremo il tempo per stare con Lui. In altre parole, Maria desidera che incontriamo Gesù nell'Eucarestia e il messaggio di questo mese è la continuazione logica del messaggio di settembre. In particolare, Maria dice:

OGGI VI INVITO AD ANDARE NELLA NATURA, PERCHÈ LÀ INCONTRERETE DIO CREATORE
Incontrando Dio alla Santa Messa e nell'Adorazione Eucaristica creiamo le condizioni per riconoscerlo come Creatore, e la conseguenza più immediata è che ci rechiamo nella natura.
Ogni cosa che Dio ha creato parla di Lui e la prima parola che Dio ci ha pronunciato riguardava proprio la sua natura, il suo creato. In ogni cosa creata è possibile scoprire l'amore e la bontà di Dio e la sua Onnipotenza e la sua saggezza. Ma possiamo accorgerci delle creature che ci parlano di Dio Creatore solo se il nostro cuore è puro, credente, amorevole e capace di ascoltare. Dio parla attraverso ogni fiore, ogni frutto e ogni colore che troviamo nella natura autunnale. Lui ci parla, ma noi dobbiamo diventare abbastanza liberi dentro di noi per poterlo sentire.
Ma Dio ha parlato anche nella Sacra Scrittura e le sue parole sono molto chiare, ma anche in questo caso le possiamo ascoltare solo se abbiamo un cuore puro, credente e amorevole e capace di ascoltare. Credo che questa parola sia importante soprattutto per i genitori, che dovrebbero prendersi il tempo per portare i loro figli nella natura e parlare loro del Dio amorevole e del Creatore onnipotente. E se riconosciamo Dio Creatore nella natura, la prima cosa che dovremmo sentire nel cuore è gratitudine. Per questo motivo...

OGGI VI INVITO A RINGRAZIARE DIO PER TUTTO QUELLO CHE VI DÀ
La gratitudine è l'aspetto più bello della nostra fede. Chi dice "grazie" crede, perché sa bene che tutto quello che abbiamo viene da Dio. Ma, purtroppo, succede spesso che i nostri occhi si offuschino perché non siamo più in grado di trovare le tante ragioni per dire "grazie". L'offuscamento degli occhi e quindi anche del cuore generalmente è una conseguenza della sofferenza e della Croce. Quante volte manchiamo di fiducia e siamo amareggiati nel cuore perché riusciamo solo a vedere la sofferenza e la Croce e di questo accusiamo soltanto Dio? Quante volte ci chiediamo: "Dio, dove sei, dove sei nascosto e dov'è il tuo amore?". Ma anche quando le croci ci schiacciano le spalle e stiamo soffrendo ci sono comunque tante ragioni per esprimere gratitudine. Dobbiamo giungere persino al punto di rendere grazie per le nostre croci e le nostre sofferenze. Dopotutto sappiamo bene che Dio non vuole per noi croci e sofferenze, ma sappiamo che croci e sofferenze si trasformeranno in qualcosa di buono per coloro che amano davvero Dio.
Per questo dobbiamo pregare. La gratitudine ci apre gli occhi e Maria dice:

RINGRAZIANDOLO VOI SCOPRIRETE L'ALTISSIMO E TUTTI I BENI CHE VI CIRCONDANO
Scoprire l'Altissimo e l'infinità di cose che sono buone è davvero una grazia enorme. Scoprire l'Altissimo è il nostro compito principale in queste apparizioni, visto che fin dall'inizio Maria ci ha detto: “Sono venuta a dirvi che Dio esiste”. Molti sono quelli che non credono più e che non sanno che Dio esiste. Molti altri pregano e adorano i falsi dèi. Allora Maria ci chiede di riconoscere nuovamente il Primo Comandamento con tutto il cuore: "lo sono il tuo Dio, non avrai altro Dio all'infuori di me". Quante persone, e quanti cristiani fra loro, credono in Gesù, ma al tempo stesso praticano la superstizione? Quanti falsi profeti ci sono oggi e perché attirano sempre più seguaci? Quanti medium, appassionati di astrologia e chiromanti ci sono?
Quanti si sono già allontanati dall'Unico Vero Dio Onnipotente, nella vita pratica? Ci sono addirittura delle sètte sataniche che pregano Satana e lo considerano il loro dio. Molte persone poi, credono nella scienza e sono diventati suoi adepti. Altri ancora pregano e adorano solo il dio denaro o il potere. Maria ci esorta invece a cominciare a ringraziare Dio per tutto ciò che ci circonda, a scoprire l'Onnipotente e a servire l'Unico Vero Dio, il Dio che ha creato la vita. Proprio perché manca la fede nel Dio Creatore che - ama tutta la vita si trova in gràve pericolo. Se perdiamo il rispetto per Dio non possiamo conservare il rispetto per la vita! Per questo la vita non nata, come quella nata e tutta la natura sono in grave pericolo. L'uomo, nell'intento di scoprire le leggi della natura, sta erigendo una nuova Torre di Babele e invece di prostrarsi e inginocchiarsi sempre più e mostrare umiltà al cospetto di Dio Creatore, si comporta sempre più come se fosse lui il creatore. L'uomo ha dimenticato che non può fare tutto quello che è capace di fare e dimenticandolo comincia a manipolare le cose, a sfruttare ogni cosa per il suo ego. Ma tutto questo può portare facilmente alla catastrofe nella vita dell'uomo come della natura. Per questo è importantissimo che serviamo, adoriamo e ascoltiamo l'Unico Vero Dio d'Amore. Poi. Maria ci ricorda che...

DIO È GRANDE E IL SUO AMORE È GRANDE PER OGNI CREATURA
Dio è grande nelle sue creature, è grande in ogni vita umana e la sua grandezza è la ragione per la quale dobbiamo servirlo e prostrarci davanti a Lui. Lui ama tutte le sue creature! Questo è dunque un appello ad amare tutte le creature, un appello rivolto a tutta l'umanità.
Pensiamo a Max Tùrkauf, un fisico atomico che cooperò alla costruzione della prima bomba atomica e che dopo l'esplosione, come molti altri fisici atomici, sprofondò in una profonda crisi morale.
Lo scienziato trovò la fede e si convertì e ora afferma: "Accanto a ogni laboratorio in cui gli scienuati scoprono e toccano le leggi della natura dovrebbe esserci sempre una Cappella per l'Adorazione.
In questo modo quegli scienziati potrebbero prima inginocchiarsi di fronte a Dio Creatore e solo dopo potrebbero avvicinarsi al segreto delle leggi della natura e della vita stessa. E allora potrebbero farlo solo con amore, perché se siamo spinti a farlo per egoismo o per orgoglio finiamo col distruggerci". Dio è grande e ama ogni singola creatura. Tutto ciò che ha creato ha il suo amore e, in particolare, l'uomo che è il coronamento del suo creato. Dall'amore che Dio ha dato a ogni cosa nasce il bisogno e la ragione del nostro rispetto profondo per tutto il creato. E la condizione per scoprire Dio e tutte le sue creature è sempre la preghiera.

PERCIÒ PREGATE PER POTER COMPRENDERE L'AMORE E LA BONTÀ DI DIO
A questo proposito voglio sottolineare che dobbiamo prenderci il tempo per pregare e in modo speciale per l'Adorazione di Dio che si è fatto pane per noi. Dobbiamo rimanere in silenzio al suo cospetto. Dobbiamo incontrarlo per tornare a tutto ciò che è santo. E allora scopriremo anche il suo amore e tùtto il bene che ci ha dato e diventarne testimoni. Alla fine di questo messaggio, Maria ci ricorda che...

NELLA BONTÀ E NELL'AMORE DI DIO CREATORE ANCH'IO SONO CON VOI COME UN DONO
Come madre e umile serva di Dio, che ha detto: "Sì, sia fatta la tua volontà", tutto quello che Maria ha fatto per Gesù e per la sua vita, accompagnandolo dall'inizio alla fine, è un grande dono. Maria è un dono per noi e specialmente in questo tempo. Dobbiamo tener presente le parole del Papa contenute nell'Enciclica del 1987: MADRE DEL REDENTORE. Il Papa ha detto che Maria era diventata una pellegrina per questa Chiesa in pellegrinaggio e che non solo è la madre e la maestra di Gesù, ma anche che sta vivendo il suo secondo avvento per il secondo millennio della nascita di suo Figlio. Le apparizioni quotidiane di Maria a Medjugorje, i suoi messaggi, le sue preghiere e le sue benedizioni sono tutti grandi doni per noi, ma è DIO CHE CI STA DANDO MARIA come madre, maestra e compagna e questo possiamo capirlo SOLO pregando. E allora il mese che viene, il mese dell'Ognissanti, ci deve rammentare in quante persone piccole e deboli Dio ha mostrato la SUA GRANDEZZA nel suo amore e nel suo perdono. In questo mese che ci prepara all'Avvento e al Natale, possa questo messaggio aiutarci a scoprire Dio Creatore, a ringraziarlo e ad adorarlo e a diventare testimoni del suo amore.
Maria desidera aiutarci a capire non solo che Dio esiste, che è il Creatore, che è un Dio buono e amorevole, ma anche che la dignità umana è basata e radicata nel suo amore. Da questo nuovo rapporto con Lui e da tutto ciò che ha creato per noi scaturirà una vera pace, per tutti noi. E questa pace la auguro a ognuno di voi e a tutto il mondo'. Ora, preghiamo:

Dio, Padre nostro, Ti ringraziamo per tutto quello che ci hai dato. Ti ringraziamo dell'amore che ci hai mostrato attraverso Tuo Figlio Gesù Cristo. Dacci la grazia di incontrarTi in Lui e di riconoscerTi come l'Unico, l'Onnipotente, l'Altissimo Dio d'Amore in tutte le Tue creature. Allontana dal nostro cuore tutti i falsi dèi e tutti gli idoli. Concedici la grazia e prepara i nostri cuori, così che Tu, il Padre, in Gesù Cristo e con lo Spirito Santo, ottenga il primo posto nel nostro cuore. Dacci la grazia di capire il Tuo amore e la Tua bontà. Ti ringraziamo di averci dato Maria e la grazia di restare con Lei sul cammino che porta a Te. Benediscici con la sua intercessione, benedici le famiglie, benedici ogni vita - quella non nata come quella nata - e benedici tutto il creato e le creature,, e proteggile con il Tuo amore dalla distruzione, dalle influenze negative, così che assieme a Maria possiamo servirTi in libertà, Tu che sei l'Altissimo, il Dio di Bontà che, con Tuo Figlio Gesù e lo Spirito Santo, vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
Medjugorje, 27 ottobre 1995