Maria a Medjugorje

Messaggio del 16 luglio 1983:Sappiate che le vostre giornate non sono le stesse se pregate o non pregate. Sarò molto contenta se dedicherete alla preghiera almeno un’ora al mattino e un’ora alla sera.

Commento del messaggio del 25 giugno 1999

Cari figli, oggi vi ringrazio perché vivete e testimoniate con la vostra vita i miei messaggi. Figlioli, siate forti e pregate perché la vostra preghiera vi dia forza e gioia. Solo così ciascuno di voi sarà mio ed io lo guiderò sulla strada della salvezza. Figlioli, pregate e testimoniate con la vostra vita la mia presenza qui. Che ogni giorno sia per voi una gioiosa testimonianza dell'amore di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!
In questo messaggio la Madonna ci ringrazia, perché dice "vivete e testimoniate con la vostra vita i miei messaggi".

Di certo, ognuno di noi può dire "potevo fare meglio, potevo testimoniare con più forza e più coraggio…". Questo ringraziamento è rivolto a tutti coloro che hanno incominciato a pregare, a digiunare, confessarsi regolarmente, partecipare alla Messa, perdonare, amare, essere attivi nella Chiesa, pregare in famiglia…: è tutto quello che la Madonna ha chiesto in questi 18 anni della sua presenza qui a Medjugorje!

Naturalmente questo ringraziamento ci dà un nuovo coraggio, una nuova volontà di rinnovare le nostre promesse e la nostra fedeltà alla Madonna.

Ella ci invita ad essere forti nella lotta contro il male, contro le debolezze, contro le abitudini al peccato. Ci succede facilmente di cedere e lasciare gli impegni dopo aver provato alcune volte e dire "non si può, non è possibile…". Ma la Madonna ci invita ad essere forti e perseveranti nel lottare contro il male e per il bene.

Molte volte ci scoraggiamo e ci chiediamo "da dove può venire la forza?". Eccola la risposta: "Pregate, perché la vostra preghiera vi dia la forza e la gioia".

Dio che è nostro Padre vuole darci il suo Spirito, il difensore, il Paraclito, il Consolatore, il quale ci darà fortezza…. e anche la gioia.