Maria a Medjugorje

Messaggio del 11 maggio 2015:Cari figli, anche oggi desidero nuovamente invitarvi a pregare in questo tempo per le mie intenzioni, per i miei piani che desidero realizzare con la mia venuta qui. Pregate, cari figli, e siate perseveranti nella preghiera! La Madre prega con voi e intercede per tutti voi presso suo Figlio. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata.

Commento del messaggio del 25 aprile 2000

Cari figli, vi invito anche oggi alla conversione. Siete troppo preoccupati delle cose materiali e poco delle cose spirituali. Aprite i vostri cuori e di nuovo lavorate di più per la vostra conversione personale. Decidetevi ogni giorno a dedicare un tempo a Dio e alla preghiera, finché la preghiera diventi per voi un incontro gioioso con Dio. E' solamente così che la vostra vita avrà senso e contemplerete con gioia la vita eterna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
La Madonna, in questo messaggio dopo la Pasqua, ci invita alla conversione. La conversione ha sempre due aspetti: rinunciare al peccato, cercare e operare il bene. Dopo la Pasqua dobbiamo chiederci seriamente: "Dove io perdo troppo tempo per le cose materiali? E dove ho dimenticato le cose spirituali?" Conversione significa proprio: decidersi e ricominciare. La Madonna dice: "Aprite i vostri cuori e lavorate di più per la vostra conversione personale". Naturalmente la conversione può essere solo "personale" e avviene quando "io" sto cambiando la relazione con me stesso, con gli altri, con le cose materiali e, soprattutto, con Dio. La conversione personale è un dono che il Signore vuole darci, ma che richiede anche la nostra collaborazione con l'impegno a crescere. Un'altra condizione è naturalmente: dedicare tempo a Dio e alla preghiera ogni giorno. Chi non si decide ogni giorno a pregare, non può parlare di conversione personale, né di crescita spirituale. La preghiera è la condizione per la conversione, ma è anche il mezzo per convertirci, soprattutto quando diventa un incontro gioioso con Dio che ci ama. Se dedichiamo il tempo a Dio e alla preghiera, Dio ci rivelerà il suo Amore e ci toccherà con il suo Amore. La Madonna dice una cosa importante per noi: se cominciamo e continuiamo il processo di conversione, allora la nostra vita avrà un senso: come significato della vita e come direzione del nostro cammino spirituale. Se non c'è in noi questa relazione con Dio, la nostra vita si perde! Questa non è teoria, purtroppo: guardiamo nel mondo quante persone perdono il senso della loro vita, la voglia di vivere e di amare… quante forme di dipendenza e di violenza! Tutto questo è in un certo senso un "grido" dell'anima e del cuore che stanno soffocando e non trovano il senso dell'esistenza. Ecco: non è indifferente se io prego o non prego; non è indifferente se io cerco Dio o non cerco Dio. Perché: o la mia vita trova un senso sempre più profondo e più bello, o mi perdo! Tutti questi inviti della Madonna sono soltanto a causa nostra. Non è che Dio voglia qualcosa da noi chiedendo la preghiera, i digiuni, la conversione; ma ci richiama a causa nostra, è per noi, per il nostro bene! Allora capiremo meglio che la nostra vita è un passaggio e troveremo la consolazione. Dice la Madonna: "Contemplerete con gioia la vita eterna". Ognuno di noi ha le sue croci, ma quando si sa che alla fine ci aspetta la risurrezione, tutto cambia, tutto si trasforma per il bene. Padre, ti ringraziamo per la Risurrezione del tuo Figlio Gesù con la quale ci hai mostrato che ci ami, che Tu sei il Signore della vita; che c'è speranza per noi, che vinceremo il male e il peccato con la tua Grazia. Aiutaci, Maria, a rimanere sempre fedeli a Cristo, Lui che è la Vita e la Pace.
P. Slavko Barbaric'