Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 luglio 1999: Cari figli, Anche oggi, gioisco con voi e vi invito tutti alla preghiera col cuore. Vi invito, cari figli, a ringraziare tutti Dio, qui con me, per le grazie che vi dà attraverso di me. Desidero che comprendiate che qui non voglio soltanto realizzare un luogo di preghiera, ma anche l'incontro dei cuori. Desidero che il mio cuore, il Cuore di Gesù, e il vostro cuore si fondano in un unico cuore di amore e di pace. Per questo, figlioli, pregate e gioite per tutto ciò che Dio opera qui, nonostante satana provochi litigi ed inquietudine. Io sono con voi e vi guido tutti sulla via dell'amore. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Commento al messaggio del 25 ottobre 2007 da Radio Maria

Cari figli, Dio mi ha mandato tra voi per amore per condurvi verso la via della salvezza. In molti avete aperto i vostri cuori e avete accettato i miei messaggi, ma molti si sono persi su questa strada e non hanno mai conosciuto con tutto il cuore il Dio d’amore. Perciò vi invito, siate voi amore e luce dove è tenebra e peccato. Sono con voi e vi benedico tutti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
La Madonna oggi ancora una volta, all’inizio del messaggio, ci ha indicato lo scopo della sua presenza tra noi e questa sua presenza è per noi un aiuto importante sulla strada verso la salvezza. Lei mai in nessun messaggio pone se stessa al primo posto. Le parole che ha pronunciato a Cana di Galilea: "Fate quello che mio Figlio vi dirà", continua a ripeterle ancora oggi per noi. Fare quello che Gesù vuole, è fare la volontà del Padre. In questa volontà è la nostra salvezza. La Madonna , come Madre vera e amorevole, vuole che tutti i suoi figli si salvino e perciò ci invita costantemente, ma anche ci ammonisce, come ha fatto nel messaggio di novembre 1998 quando disse: "Figlioli, vi invito tutti sulla strada della salvezza e voglio mostrarvi la strada verso il Paradiso". Esiste solo una strada che conduce verso la vita eterna e questa è Gesù Cristo.

Lui di se stesso ci ricorda che è la Via , la Verità e la Vita e che nessuno va al Padre se non per mezzo di Lui. La Madonna ci ricorda come sono tanti quelli che hanno aperto i loro cuori e l’hanno accolta. Aprire il cuore significa abbandonare tutto il nostro essere a Dio che è amore. I messaggi della Madonna ci spingono all’abbandono fiducioso. Il cuore è il tesoro più prezioso che l’uomo ha. Il cuore è il simbolo dell’amore e della vita, tutto quello che di buono l’uomo possiede. La Madonna già nei suoi messaggi precedenti ci aveva invitato a consacrarci al suo Cuore e al Cuore di suo Figlio. Così nel messaggio di ottobre 2003 ricorda: "Non indugiate, figlioli, ma dite con tutto il cuore: desidero aiutare Gesù e Maria affinché quanti più fratelli e sorelle conoscano la via della santità". La Madonna ci dice nel suo messaggio di questa sera che molti si sono persi su questa strada dell’abbandono perché non hanno abbandonato il loro cuore a Dio. Gesù nel Vangelo spesso ha ammonito i suoi ascoltatori che hanno il cuore chiuso, un cuore di pietra.

Chi ha il cuore indurito, ha la scala dei valori capovolta, dove Dio non è al primo posto, ma vi è una persona o ricchezze o beni transitori. Avere il cuore purificato, un cuore di carne, un cuore pio, significa rivolgersi totalmente a Dio che ci aspetta nel silenzio e nel segreto. La Madonna ci invita ad essere amore e luce. Essere "amore" significa essere testimoni dell’amore puro di Cristo il quale si è offerto per amore nostro. Questo amore senza condizioni non cerca il proprio interesse, ma solo si dona. Questo amore pensa prima agli altri e non a se stesso. Noi questo amore lo impariamo da Gesù se apriamo il nostro cuore, perché Lui ci invita ad amare non solo i nostri amici, ma anche i nostri nemici. La gente ama i suoi amici e odia i suoi nemici perché questo è più facile. Il discepolo di Gesù non deve discriminare, lui deve amare tutti, buoni e cattivi nello spirito del Maestro.

Questo significa essere amore. Che cosa significa essere luce? Essere "luce" significa risplendere agli altri perché non cadano e non vaghino nelle tenebre. Noi dobbiamo essere la luce che ha acceso Gesù in noi con la fede e che la gente vede riconoscendo in questo modo la verità. Nostra Madre in questo cammino difficile ma entusiasmante ci accompagna e ci benedice come Madre della Chiesa e Madre dell’umanità.