Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 febbraio 2016:Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti alla conversione. Figlioli, amate poco, pregate ancora meno. Siete persi e non sapete qual'è il vostro scopo. Prendete la croce, guardate Gesù e seguitelo. Lui si dona a voi fino alla morte in croce perché vi ama. Figlioli, vi invito a ritornare alla preghiera del cuore perché nella preghiera possiate trovare la speranza ed il senso della vostra esistenza. Io sono con voi e prego per voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Commento di Padre Danko Perutina a Radio Maria

Cari figli, oggi, quando festeggiate Cristo Re di tutto il creato, desidero che Egli sia il re della vostra vita. Solo attraverso la donazione, figlioli, potete comprendere il dono del sacrificio di Gesù sulla croce per ciascuno di voi. Figlioli, date del tempo a Dio, affinché Egli vi trasfiguri e vi riempia con la sua grazia, cosicché voi siate grazia per gli altri. Io sono per voi, figlioli, un dono di grazia d’amore che viene da Dio per questo mondo senza pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
La Madonna nel messaggio di questa sera ci invita a deciderci per Cristo Re di tutto il creato affinché Lui sia il Re della nostra vita. Cristo non è un Re come gli altri re che indossano porpora e mantello, hanno la corona e vogliono regnare sugli altri. Noi onoriamo Cristo Re il quale con la sua vita si differenzia totalmente dagli altri re; Lui li supera. Infatti nel Vangelo di Giovanni dice: "Il mio regno non è di questo mondo" (Gv 18,36). Il regno di Gesù non si è mai mostrato pericoloso, nè una minaccia per nessuno. Questo Regno si estende continuamente, è una realtà, ma nello stesso tempo è l'ideale verso il quale noi tendiamo. Gesù è giusto e vero Re venuto nel mondo per servire con umiltà. Solo colui che serve gli altri può essere un vero re a modello del nostro Signore Gesù Cristo. La vera umiltà si manifesta quando noi ci mostriamo così come siamo e riconosciamo i doni di Dio, ringraziandolo per questi doni, ma nello stesso tempo riconosciamo le nostre debolezze, accettiamo noi stessi sapendo che, malgrado tutto, Dio ci ama. Questa conoscenza ci dà una grande gioia, ma nello stesso tempo ci invita a una grande responsabilità di un servizio umile. La Madonna ci insegna e allo stesso tempo ci invita a donare, perché solo così possiamo comprendere il dono del sacrificio di Gesù sulla Croce che è la vittoria dell'amore. Lui che insegnava alla gente ad amare ogni uomo, anche i nemici, alla fine è stato coerente con le sue parole: "Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici" (Gv 15,13). A causa di questo amore ha patito per il suo traditore senza rivelarlo agli altri. A Pietro non ha permesso di difenderlo con la spada e, quando lo ha rinnegato, Gesù lo ha generosamente perdonato. Tutti quelli che nella propria vita si sono lasciati guidare dall'amore di Gesù, hanno contribuito più di tutti alla realizzazione del regno di Dio sulla terra. "Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito..." (Gv 3,16). La Madonna ci invita a comprendere il dono del sacrificio di Gesù sulla Croce, che è il più grande dono tra tutti i doni. In Gesù Dio ci ha donato il suo Cuore, tutta la profondità del suo amore: questo è il più bello e il più grande dono. Gesù ci ha amato sino alla fine donandoci se stesso in pienezza. Venendo nel mondo, Lui è diventato un dono perpetuo per tutti. E' venuto per darci il suo amore. Noi possiamo ricevere questo dono solo se lasciamo che Lui ci trasfiguri e ci riempia con la sua grazia. Così trasfigurati o, possiamo dire più liberamente, "convertiti", noi possiamo essere grazia per gli altri; possiamo essere occhi per i ciechi, orecchi per i sordi, lingua per i muti e mani tese per i bisognosi. Gesù è il Re del mondo, è il più grande dono. Lui ha mandato qui a Medjugorje la sua e nostra Madre Maria, la nostra Gospa, come dono di grazia e di amore per noi. La voce della Madonna, Regina della Pace, da 26 anni continuamente ci invita alla pace nei nostri cuori e nel mondo intero. Sia Lei, che Dio ha scelto in modo particolare, associata al regno di suo Figlio, ad aiutarci ad accogliere Gesù come sovrano della nostra vita, affinché possiamo fedelmente collaborare ad estendere il suo Regno di amore, di giustizia e di pace.

PREGHIERA E BENEDIZIONE
Ave Signora, Santa Regina, Santa Madre di Dio, Maria che sei vergine, fatta Chiesa ed eletta dal santissimo Padre celeste che ti ha consacrata insieme con il santissimo suo Figlio diletto e con lo Spirito Santo paraclito. Tu in cui fu ed è ogni pienezza di grazia e ogni bene. Ave suo palazzo! Ave suo tabernacolo! Ave sua casa! Ave suo vestimento! Ave sua ancella! Ave sua Madre! Per intercessione della beata Vergine Maria, vi benedica Dio onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen. Pace e bene.