Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 aprile 2017:Cari figli! Amate, pregate e testimoniate la mia presenza a tutti coloro che sono lontani. Con la vostra testimonianza ed il vostro esempio potete avvicinare i cuori che sono lontani da Dio e dalla Sua grazia. Io sono con voi e intercedo per ciascuno di voi perché con amore e coraggio testimoniate ed esortiate tutti coloro che sono lontani dal mio Cuore Immacolato. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Commento di Padre Danko Perutina a Radio Maria

Cari figli, anche oggi vi invito alla conversione personale. Siate voi a convertirvi e, con la vostra vita, a testimoniare, amare, perdonare e portare la gioia del Risorto in questo mondo in cui mio Figlio è morto e in cui gli uomini non sentono il bisogno di cercarLo e di scoprirLo nella propria vita. AdorateLo e che la vostra speranza sia speranza per quei cuori che non hanno Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
La Madonna all’inizio del messaggio di questa sera ci invita alla conversione e dice: “Siate voi a convertirvi e con la vostra vita a testimoniare, amare, perdonare e portare la gioia del risorto in questo mondo”. Ogni uomo ha bisogno di conversione. Questo è un processo che dura tutta la vita. La vera conversione consiste nell’incontro con Dio. Solo chi ha incontrato Dio vivo può testimoniare agli altri di questo incontro. Gli incontri tra persone tante volte rimangono superficiali, ma l’incontro con Dio lascia sempre una traccia su tutto l’uomo.

Ogni volta che l’uomo non ama ha bisogno di convertirsi. Ogni volta che l’uomo non è fedele alle parole di Gesù ha bisogno di convertirsi. Ogni conversione avviene in due passi: primo, quando almeno una volta nella vita ci inginocchiamo davanti a Gesù per dirgli dal profondo del cuore e dell’anima: “Gesù io mi decido totalmente per te, voglio lasciare l’uomo vecchio, voglio lasciare tutti i miei peccati e così purificato voglio venire con te”. Secondo passo, quando ogni sera faccio l’esame di coscienza: ho rispettato i comandamenti di Dio fino in fondo? In che cosa devo correggermi ancora quando mi incontro con la gente? Come posso amare di più la Chiesa? Solo con questi due passi si può camminare correttamente nella vita spirituale. La Madonna tante volte ci ha richiamato e ci richiama alla conversione, ci richiama ad essere testimoni.

Tante volte restiamo ciechi e sordi e pensiamo che la Madonna richiami solo quelli che non frequentano la Chiesa, quelli che noi giudichiamo non buoni. La Madonna pensa anche a loro, ma soprattutto a coloro che si comportano come farisei che giudicano gli altri e fanno finta di essere buoni, ma faticano per esempio a perdonare; sono questi che hanno bisogno di una radicale conversione. La Madonna ci dà i mezzi per farlo: tante volte ci ha richiamato alla preghiera e questa sera ci richiama ad adorare Gesù. Dio vuole che lo si adori in spirito e verità. Ciò significa con le opere e la vita e non solo a parole, perché Dio non ha bisogno delle nostre parole. Lui ha bisogno del nostro cuore.

Consacrati totalmente a Dio, possiamo essere speranza per quei cuori che non hanno Gesù. Ci sono tante definizioni dell’uomo; una è: l’uomo è l’essere che spera. La speranza dà a noi, che siamo pellegrini su questa terra, la forza di proseguire coraggiosamente verso il futuro senza fermarsi. La nostra speranza l’abbiamo solo nel nome di Gesù. La speranza dirige sempre verso il futuro. L’amore è realtà che si deve realizzare nel presente e la fede ci aiuta a realizzarla.

PREGHIERA E BENEDIZIONE

Saluto alla Beata Vergine Maria. Ave Signora, santa Regina, santa Madre di Dio, Maria che sei vergine, fatta Chiesa ed eletta dal santissimo Padre celeste che ti ha consacrata insieme con il santissimo suo Figlio diletto e con lo Spirito Santo paraclito. Tu in cui fu ed è ogni pienezza di grazia e ogni bene. Ave suo palazzo! Ave suo tabernacolo! Ave sua casa! Ave suo vestimento! Ave sua ancella! Ave sua Madre! Per intercessione della beata Vergine Maria, vi benedica Dio onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen. Pace e bene.