Maria a Medjugorje

Messaggio del 15 febbraio 1983:Il mondo di oggi vive in mezzo a forti tensioni e cammina sull’orlo di una catastrofe. Può essere salvato solo se troverà la pace. Ma la pace potrà averla soltanto ritornando a Dio.

Commento al messaggio del 25 gennaio di Padre Danko

Cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera. Sia la preghiera per voi come un seme che metterete nel mio cuore, che Io consegnerò al mio figlio Gesù per la salvezza delle vostre anime. Desidero figlioli, che ognuno di voi si innamori della vita eterna che è il vostro futuro e che tutte le cose terrene siano per voi un aiuto per avvicinarvi a Dio Creatore. Io sono con voi così a lungo perchè siete sulla strada sbagliata. Soltanto con il mio aiuto, figlioli, aprirete gli occhi. Ci sono tanti che vivendo i miei messaggi comprendono che sono sulla strada della santità verso l’eternità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.
La Madonna nel messaggio di questa sera ci invita come tante volte alla preghiera. Nello stesso tempo ci dà la risposta perché ci chiama e dice: “Sia la preghiera per voi come un seme che metterete nel mio cuore, che io consegnerò a mio Figlio Gesù per la salvezza delle vostre anime”. La strada della salvezza è la strada della preghiera. Nel messaggio del 28 marzo 1985 la Madonna dice: “Cari figli, oggi voglio rivolgervi questo invito: pregate, pregate, pregate! Nella preghiera sperimenterete una gioia grandissima e troverete la soluzione per ogni situazione difficile. Grazie per i progressi che fate nella preghiera. Ognuno di voi è caro al mio cuore e ringrazio tutti quelli che hanno incrementato la preghiera nella loro famiglia”. Quando la Madonna parla della preghiera prima di tutto si pensa alla preghiera del Rosario in famiglia. La preghiera più bella è quando preghiamo con la Madonna e andiamo per la strada che ci guida verso la nostra salvezza e quella del mondo. La strada della preghiera è quella che ci guida a Gesù, perciò è importante pregare con il cuore e ciò significa con tutto il nostro essere. Noi riflettiamo raramente sulla vita eterna, ma l’uomo è creato per la vita eterna nella comunione dell’amore di Dio. Esistono ostacoli sulla nostra strada verso l’eternità. Prima di tutto ci sono le cose terrene che sono come una cataratta sugli occhi, che non ci permette di innamorarci della vita eterna che è il nostro futuro. Leggendo il libro della Genesi, ci accorgiamo come Dio ha chiamato l’uomo ad essere suo collaboratore sulla terra. L’uomo ha ricevuto il comandamento da Dio di soggiogare la terra. Noi siamo chiamati a servirci delle cose e non a essere schiavi delle cose come la TV, i cellulari, i giornali, le sigarette, la droga, ecc. La nostra patria non è qui sulla terra, perché noi siamo solo di passaggio. Siamo chiamati non solo a regnare e governare la terra, ma anche a prepararci per l’eternità. La Madonna ha dato questa sera la risposta a coloro che si domandano perché Lei appare da così tanto tempo. Dice: “Io sono con voi così a lungo perché siete sulla strada sbagliata”. Essere sulla strada sbagliata significa essere lontano da Dio. L’indicatore principale che qualcuno è sulla strada sbagliata è l’inquietudine, è il rimorso di coscienza, la scontentezza, ecc. Sulla strada sbagliata sono tutti quelli che non rispettano i comandamenti della Chiesa, commettono peccati gravi, mettono sé stessi sempre al primo posto, coloro che hanno sempre ragione, ecc. La Madonna ci invita sulla strada giusta. Lei è con noi così a lungo per aiutarci ad aprire gli occhi ai giusti valori. Alla fine del messaggio Lei incoraggia tutti quelli che hanno risposto alla sua chiamata. Lei dice: “Ci sono tanti che vivendo i miei messaggi comprendono che sono sulla strada della santità, verso l’eternità”. Questo messaggio spinge tutti noi a correggerci e a deciderci di nuovo per la crescita nella santità.

PREGHIERA DI SANTA TERESA DI LISIEUX “Maria, Regina del mio cuore, contemplo la tua vita nel Vangelo. Ti vedo come me mortale e sofferente. E’ dolce essere tua figlia. Voglio seguirti sempre, Madre cara, e giorno per giorno vivere con te. Vergine santa, quando ti contemplo mi immergo rapida nel tuo cuore e scopro gli abissi dell’amore. Il Tuo materno sguardo mi libera da tutti i miei timori.. Mi insegni a piangere e a gioire. Tu benedici i nostri giorni lieti e con noi li condividi. Tu che mi sorridesti all’alba della vita, torna di nuovo a sorridermi, Madre, ora che la sera è ormai vicina. Con Te ho sofferto, o Vergine santa; ora sul Tuo cuore voglio cantare e dirti in eterno: Ti amo, sono Tua figlia.”

Per intercessione della beata Vergine Maria, vi benedica Dio onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen. Pace e bene.