Maria a Medjugorje Messaggio del 20 dicembre 1984:Cari figli, oggi vi invito a compiere qualcosa di concreto per Gesù Cristo. Desidero che ogni famiglia della parrocchia, in segno di abbandono a Gesù, porti un fiore entro il giorno della gioia (il Natale). Desidero che ogni membro della famiglia abbia un fiore accanto al Presepio, affinché Gesù possa venire e vedere il vostro abbandono a Lui. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Messaggio del 1 aprile 1984


Desidero che i vostri cuori siano uniti al mio, come il mio è unito al cuore di mio figlio Gesù.

Alcuni brani della Bibbia che ci possono aiutare a comprendere questo messaggio.

LE PROMESSE DEL CUORE DI GESÙ
Gesù fece molte promesse a S. Margherita Maria Alacoque. Quante sono? Come sono molti i colori e i suoni, ma tutti riconducibili ai sette colori dell’iride e alle sette note musicali, così, come si rileva dagli scritti della Santa, sono molte le promesse del Sacro Cuore, ma esse si possono ridurre alle dodici, che si riportano abitualmente: 1 - Io darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato; 2 - Io metterà e conserverò la pace nelle loro famiglie; 3 - Io li consolerà in tutte le loro afflizioni; 4 - Io sarò il loro rifugio in vita e specialmente in punto di morte; 5 - Io spargerà le più abbondanti benedizioni sopra tutte le loro imprese; 6 - I peccatori troveranno nel mio Cuore la sorgente e l’oceano infinito della misericordia; 7 - Le anime tiepide diventeranno fervorose; 8 - Le anime fervorose s’innalzeranno rapidamente a grande perfezione; 9 - Io benedirò perfino le case dove l’immagine del mio Sacro Cuore sarà esposta e venerata; 10- Ai Sacerdoti darò la grazia di commuovere i cuori più induriti; 11 - Le persone che propagheranno questa mia devozione avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non sarà mai cancellato; 12 - La così detta «Grande Promessa» di cui ora parleremo.

Queste promesse sono autentiche?
Le rivelazioni in genere e le promesse in particolare fatte a 5. Margherita sono state esaminate meticolosamente e, dopo severa deliberazione, approvate dalla Sacra Congregazione dei Riti, il cui giudizio fu poi confermato dal Sommo Pontefice Leone XII nel 1827. Leone XIII, nella sua Lettera Apostolica del 28 giugno 1889 ha esortato a rispondere agli inviti del Sacro Cuore in vista delle «ammirabili ricompense promesse».

Che cosa è la «Grande Promessa»?
È l’ultima delle dodici promesse, ma la più importante e straordinaria, perché con essa il Cuore di Gesù assicura l’importantissima grazia della «morte in grazia di Dio», quindi la salvezza eterna a chi farà in suo onore la Comunione nel Primo Venerdì di nove mesi consecutivi. Ecco le precise parole della Grande Promessa:
«IO TI PROMETTO, NELL’ECCESSO DELLA MISERICORDIA DEL MIO CUORE, CHE IL MIO AMORE ONNIPOTENTE CONCEDERÀ LA GRAZIA DELLA PENITENZA FINALE A TUTTI COLORO CHE SI COMUNICHERANNO IL PRIMO VENERDÌ DEL MESE PER NOVE MESI DI SEGUITO. ESSI NON MORRANNO NELLA MIA DISGRAZIA. NE’ SENZA AVER RICEVUTO I SANTI SACRAMENTI, E IN QUEGLI ULTIMI MOMENTI IL MIO CUORE SARÀ LORO UN SICURO ASILO».