Maria a Medjugorje

Messaggio del 25 maggio 2006:Cari figli, anche oggi vi invito a mettere in pratica e a vivere i miei messaggi che vi dò. Decidetevi per la santità, figlioli, e pensate al paradiso. Solo così avrete la pace nei vostri cuori che nessuno potrà distruggere. La pace è un dono che Dio vi dà nella preghiera. Figlioli, cercate e lavorate con tutte le forze, affinchè la pace vinca nei vostri cuori e nel mondo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Messaggi suddivisi per tag (Stanchezza)



IncrFont Incrementa schermo Ins/Rimuovi Tag Facebook Twitter

Messaggio del 28 ottobre 1983

Vedo che siete tutti stanchi. Desidero prendervi tutti tra le mie braccia perché restiate con me.


Messaggio del 27 febbraio 1985

Quando sentite fiacchezza nella vostra preghiera, non vi fermate ma continuate a pregare con tutto il cuore. E non date retta al corpo, ma raccoglietevi completamente nel vostro spirito. Pregate con forza ancora maggiore così che il vostro corpo non vinca lo spirito e la vostra preghiera non sia vuota. Tutti voi che sentite fiacchezza nella preghiera, pregate con maggior ardore, lottate e meditate su quello per cui pregate. Non lasciate che nella preghiera vi inganni un qualunque pensiero. Allontanate tutti i pensieri, eccetto quelli che uniscono me e Gesù a voi. Scacciate gli altri pensieri con i quali Satana vuole ingannarvi e portarvi lontano da me.


Messaggio del 30 maggio 1985

Cari figli, vi invito nuovamente alla preghiera del cuore. Che la preghiera, o cari figli, sia nutrimento quotidiano per voi, soprattutto in questi giorni, in cui il lavoro dei campi vi affatica a tal punto da non poter pregare col cuore. Pregate, e così potrete superare ogni stanchezza. La preghiera sarà per voi gioia e riposo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!


Messaggio del 13 giugno 1985

Cari figli, un invito in preparazione all'anniversario (delle apparizioni): voi, parrocchiani, pregate di più, e la vostra preghiera sia segno del vostro abbandono a Dio. Cari figli, so che siete tutti stanchi: no, non sapete abbandonarvi a me! In questi giorni abbandonatevi completamente a me. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!


Messaggio del 6 gennaio 1989

Figli miei! In questi giorni di festa avete pregato molto, però le vostre mani spesso sono rimaste vuote. Voi pregavate per le vostre piccole cose, mentre Gesù voleva darvi se stesso. Desidero che questa sera ciascuno di voi si chieda: quando nella preghiera mi sono sentito vuoto?


Messaggio del 25 aprile 2001 Commento

Cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera. Figlioli, la preghiera opera miracoli. Quando siete stanchi e malati e non sapete il senso della vostra vita, prendete il rosario e pregate; pregate finché la preghiera diventi un'incontro gioioso con il vostro Salvatore. Sono con voi e intercedo e prego per voi, figlioli. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.


Messaggio del 25 giugno 2010(Ivan)

Cari figli, anche oggi la Madre con gioia vi invita: siate, cari figli, i miei portatori, i portatori dei miei messaggi. Diffondete i miei messaggi in questo mondo stanco. Cari figli, desidero che siate il mio segno, il mio segno vivo. Perciò anche stasera vi invito: accogliete il messaggio che vi ho dato oggi, vivetelo. Sappiate, cari figli, che la Madre prega sempre con voi e prega per voi presso Suo Figlio. Grazie, cari figli, anche oggi perché avete accolto i miei messaggi e vivete i miei messaggi.


Messaggio del 24 giugno 2020(Ivan)

Cari figli, io vengo a voi perché mi manda mio Figlio Gesù. Desidero guidarvi a Lui, desidero che in Lui troviate la Pace, vera Pace. Perché questo mondo odierno non vi può dare/offrire una vera Pace, perciò anche oggi vi invito alla perseveranza nella preghiera. Pregate per i miei piani, progetti che desidero realizzare con questa Parrocchia e con il mondo intero. Cari figli io non mi sono stancata, perciò cari figli, non vi stancate anche voi. Io prego per tutti voi e intercedo presso Mio Figlio Gesù per ciascuno di voi. Grazie cari figli perché anche oggi avete detto sì e avete risposto alla mia chiamata.