Maria a Medjugorje Messaggio del 3 agosto 2001:Oggi, come mai prima, gioisco con voi! Cari figli, come una Madre io prego per la pace nelle famiglie e per i figli!

Notizie dei giornali cattolici







Il film la Battaglia dei sessi con Emma Stone non nega un dato di fatto: uomini e donne sono diversi. Ma è troppo incentrato sull'ideologia Lgbt e alla critica al modello di famiglia naturale. Insomma: l'ennesima operazione ideologica, dove lo sport non c'entra nulla.
La Pontificia Accademia per la Vita organizza un convegno con la World Medical Association: in nome del dialogo si abbandona l'annuncio delle verità non negoziabili, accogliendo la "dolce morte" come un dato di fatto con cui provare ad accordarsi. Basti guardare alle posizioni assunte dalla maggioranza dei relatori.
Sabato 4 novembre si è svolta in India la beatificazione di suor Rani Maria Vattalil, assassinata brutalmente nel 1995 e diventata 22 anni dopo la prima donna indiana dichiarata beata dopo essere stata martirizzata. Più di 10.000 persone e quattro cardinali erano presenti a questa importante cerimonia per la Chiesa in India. Tra i presenti alla beatificazione, proprio in prima fila, c’era un personaggio chiave di tutta la vicenda, Samunder Singh, l’uomo che ha assassinato la suora francescana con 54 pugnalate. L’uomo si è pentito del suo atto abominevole ed è stato perdonato dalla famiglia della nuova beata. Ora che ha scontato la sua pena, è un altro membro della sua famiglia.
Il dramma della contraccezione, l'aborto e il femminismo segnarono profondamente Becca, fino alla conversione e alla richiesta di Cristo di vivere castamente. Ma la guarigione piena venne dalla Chiesa cattolica, dal suo insegnamento e dalla sua saggezza paterna sull'uomo.
Il cardinale M?ller ha preso posizione in appoggio al cardinale Robert Sarah nella questione della traduzione dei testi liturgici, e del motu proprio Magnum Principium. "La liturgia unisce, non deve dividere e far scaturire contraddizioni”.
Il quotidiano dei vescovi torna sul caso del capo scout gay di Staranzano per indicare nuovi paradigmi con i quali leggere il rapporto tra Chiesa e omosessualità: assenti il peccato e il disordine morale, adesso c'è un discernimento indefinito. La Nuova BQ ne ha parlato con il parroco che, da solo e abbandonato dai suoi confratelli, ha denunciato il caso: «Provo dolore, si vuole far passare Gesù e la Scrittura come non più a passo coi tempi».
Dopo tre secoli chiude i battenti a Milano il monastero della Visitazione. E di crisi vocazionale al femminile si occupa il dossier di novembre del Timone. Nel 2016 12mila abbandoni. Colpa di una vulgata post conciliare che ha svuotato di significato castità, obbedienza e povertà. Le ragioni di un'emorragia che ha pesanti ricadute sul sociale. Ma anche i germogli di rinascita di nuovi ordini che hanno in comune la radicalità evangelica e l'attaccamento alla Tradizione. Ecco perché non è un addio.
Una conferenza internazionale in Vaticano accende i riflettori sul disarmo nucleare. Tema di primaria importanza e certamente sottovalutato. Eppure la Chiesa non dovrebbe rincorrere una strategia politica o militare, ma seguire una via assai più vincente. Quella che indicò la Madonna a Fatima cento anni fa: Rosario e digiuno per sconfiggere le guerre e convertire il cuore.
È uomo di profonda fede, don Pallù. In Nigeria c’era già stato, come missionario laico, a metà degli anni ‘80. Nel 2015 ha accettato di tornarvi come sacerdote impegnato nell’opera di evangelizzazione. Ed è con gli occhi della fede che legge e racconta il rapimento di cui è stato vittima il 12 ottobre scorso
Scuola di formazione di vita cristiana Maria Mater Misericordiae. Primo appuntamento: Sabato 11 novembre 2017 dalle ore 10 alle ore 12. Chiesa dei SS. Sisto e Domenico Largo Angelicum 1, 00184 Roma.
Relatori: Mons. Luciano Alimandi, P. Ciro Bova O.P., Giuseppe Noia, P. Enzo Tacca O.F.M. Conv., Massimiliano Valente, Jelena Vasilj, Silvija Vasilj.
Acs lancia una raccolta fondi per ridare una casa alle le suore domenicane di Santa Caterina. «La loro presenza è molto importante per la ripresa della comunità cristiana nella Piana di Ninive»
I numeri sfatano il mito della “dolce morte”. Si comincia a praticarla per chi la richiede e si finisce per imporla anche a chi non l’ha richiesta
Il convegno dalla Massoneria con il vescovo di Noto non è il primo tentativo di dialogo tra "grembiulini" e Chiesa. Avvenne già nel '37 e nel '77. E dalle minacce emergeva un dato incontestabile: la natura diabolica delle Logge. Un testo dell'esperto Padre Siano.
Una struttura fisica fatta per ricevere, un grembo pensato per accogliere, un impianto psicologico che necessità argini e rassicurazioni continue. Un corpo, un’anima e una mente che chiedono continuamente di essere protetti, completati, voluti interamente per poter accogliere a loro volta i frutti della comunione (i figli) e per prendersi cura di essi.
Dopo il successo in Italia, il libro verità di Luca Di Tolve "Ero gay" sbarca nelle librerie spagnole. Merito di una casa editrice che da 17 anni combatte contro la dittatura del pensiero unico e che alla Nuova BQ racconta l'impossibilità di organizzare una presentazione pubblica e denuncia: «Con la prossima legge Lgbt di Podemos, libri come quello di Luca saranno ritirati dal commercio».
Vangelo Mt 25,1-13: Ecco lo sposo! Andategli incontro!
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.
Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.
Questo libro è l’attesissimo prequel della saga fantastica che ha avuto, finora, come punte di diamante i due romanzi L’ultimo orco e L’ultimo elfo. Una storia appassionante di battaglie e di amori che coinvolgono orchi, uomini, elfi e nani in un turbine di colpi di scena che terranno il lettore incollato al libro fino all’ultima pagina.
Parlo con un caro amico, Roberto Beretta, giornalista di ”Avvenire” e gli chiedo: Qual è oggi il sentimento prevalente nella società italiana? Risponde: “Senza dubbio la paura, l’ansietà, il timore del futuro. Paura di perdere il lavoro, di non avere abbastanza denaro, del terrorismo di matrice islamica, dell’instabilità politica del nostro Paese. Non si sa come sarà il nostro futuro e si ha paura. Sono convinto che il successo di dimensioni impreviste del Referendum sull’autonomia della Lombardia [votato lo scorso 22 ottobre] è un segno che la borghesia lombarda ha votato non per una scelta politica, ma per mettere uno scudo che ci difenda dall’invasione dei migranti, dall’islam violento, dalle tasse dei governi nazionali, ecc. La paura blocca la società, non si fanno più figli, si diventa tutti un po’ più egoisti”.
L'Udienza del Papa di mercoledì 8 novembre 2017. "L’Eucaristia è un avvenimento meraviglioso nel quale Gesù Cristo, nostra vita, si fa presente. Partecipare alla Messa «è vivere un’altra volta la passione e la morte redentrice del Signore.
Russia. Le celebrazioni del 7 novembre sono state in sordina e non ufficiali. L'opposto della parata del 9 maggio, quandos si festeggia la vittoria (sovietica) sul nazismo. E' una delle tante contraddizioni del presente. Cosa resta di quella rivoluzione? Ne parliamo con Marta Dell'Asta, Fondazione Russia Cristiana.
«Nessun cambiamento e nessuna demolizione dei Dubia. L'unico modo di interpretare Amoris Laetitia è in continuità con la Tradizione e il Magistero precedente». Così il cardinale Gerhard Müller smentisce alla Nuova BQ le interpretazioni apparse in questi giorni che gli attribuiscono un'apertura sull'accesso all'Eucarestia dei "divorziati risposati". E sdogana i Dubia: "Legittimi e autorevoli"