Maria a Medjugorje Messaggio del 11 luglio 2005:Cari figli, anche stasera vi invito con serietà ad accettare e vivere i miei messaggi ! Vivete cari figli i miei messaggi, perché la Madre vi potrà dare i nuovi messaggi e vi potrà guidare! Grazie perchè avete risposto alla mia chiamata!

Notizie dei giornali cattolici







C'è chi è costretto a cambiare lavoro, chi vive nel terrore di essere denunciato e chi prima di essere assolto deve subire una gogna mediatica infamante: sono i farmacisti cattolici che rivendicano il diritto all'obiezione di coscienza nella vendita dei farmaci abortivi, che poi farmaci non sono. A Modena, dove il vescovo e la Giovanni XXIII hanno chiamato a raccolta il popolo per la IV fiaccolata per la vita nascente hanno dato loro voce. E hanno scoperto che la proposta di legge in Parlamento è ancora ferma.
Ieri era la Giornata della Felicità e col World Happiness Report, pubblicato alle Nazioni Unite, si sono voluti indicare al mondo i «Paesi più felici», gli esempi, quelli da prendere a modello. La classifica della felicità internazionale, elaborata sulla base di fattori quali diseguaglianze, trasparenza della pubblica amministrazione e politiche sociali, ha visto prevalere la Norvegia sulla Danimarca, che invece lo scorso anno primeggiava. Lontana, solo quarantanovesima, l’Italia. Per fortuna, viene da aggiungere. Sì perché, dovete sapere, vi sono lati oscuri dei Paesi più felici – Norvegia e Danimarca, soprattutto – stranamente non considerati alle Nazioni Unite. Quali?
Sette studentesse universitarie di Kirkuk (Iraq) ritengono che sia merito della Vergine Maria se si sono salvate dopo otto ore terribili nascoste sotto i propri letti mentre i combattenti dello Stato Islamico usavano la loro stanza come nascondiglio durante un assalto alla città avvenuto venerdì 21 ottobre. “La Vergine Maria era con loro”, ha riferito padre Roni Momika alla CNA il 23 ottobre. Il sacerdote, che svolge il suo ministero nei campi di rifugiati di Ankawa ad Erbil, nel nord dell’Iraq, era in contatto via telefono cellulare con due delle ragazze mentre si nascondevano sotto i letti. Le due giovani gli hanno riferito minuziosamente ciò che stava accadendo.
Il problema-chiave dell’Ue - ossia il suo deficit di democrazia, di motivazioni ideali e di visione - ha trovato ieri solenne conferma a Roma nei modi e nei contenuti del 60° anniversario della firma dei trattati che diedero il via alle istituzioni comuni europee. Nella loro Dichiarazione, i 27 Stati europei dimenticano i popoli e accennano a una pericolosa (e illegale) "indivisibilità" dell'Unione.
"Non sapete quanto bene potete fare semplicemente amando la vostra famiglia e Dio". Doug Mainwaring spiega come l'amore di un uomo e una donna cristiani lo ha riportato a casa e nella Chiesa: "Vedevo che mio figlio desiderava una mamma e un papà che si amassero". Ora, dopo anni vissuti nel peccato e persino nella sodomia, l'uomo spiega che con la forza del sacramento "si è capaci di superare insieme ogni difficoltà, onorando il coniuge e ricevendo l'aiuto diretto di Dio".
Dai dati risulta infatti che in quasi tutte le regioni d'Italia ci sono state più morti che nascite. Maglia nera della decrescita è il Piemonte, con ben 18.500 abitanti in meno. C' una sola provincia che fa eccezione, con un saldo positivo: la provincia autonoma di Bolzano. Vediamo perché.
L'attore di origine cubane si è spento per un ictus a 84 anni nella sua casa di Miami. Nel 2014, in occasione del premio alla carriera che gli fu dato al Festival di Roma, ci rilasciò un' intervista in cui ricordava la sua lunga carriera in Italia, tra film di autore e il suo celebre ruolo di "Er monnezza".
Intervistati da “El Mercurio” relativamente alla visita ad limina che la Conferenza Episcopale del Cile ha fatto in Vaticano per incontrare Papa Francesco, il presidente della Conferenza Episcopale, monsignor Santiago Silva, e il segretario generale, monsignor Fernando Ramos, testimoniano che tra gli argomenti trattati tra il papa e i vescovi cileni ci sono state: la questione della depenalizzazione dell’aborto nel paese sudamericano (mons. Ramos ha spiegato che il “Papa è stato molto chiaro: l’aborto è sempre un omicidio” e “non è possibile confonderlo con una pratica medica accettata per salvare una vita”).
Il prossimo Seminario Internazionale, che si terrà a Medjugorje dal 24 al 27 maggio 2017, sarà il Quinto Seminario Internazionale a favore della vita. Il tema dell’Incontro sarà: “La vostra carità si arricchisca sempre più” (Fil. 1,9). Solitamente al Seminario partecipano medici e personale sanitario, difensori della vita, coppie che hanno perso un figlio, coppie ferite da un aborto volontario o spontaneo, coppie sposate che desiderano un figlio, attivisti pro-life, vittime di violenza domestica, famiglie monogenitoriali, donne in stato di gravidanza…
L’arcivescovo emerito di Baltimora aveva 86 anni. Ordinato sacerdote nel 1955, aveva partecipato come perito al Concilio Vaticano II
Ascolto al TG che il Papa afferma che la tragedia dei migranti è la più grande dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma come è possibile dimenticare i cristiani perseguitati e soprattutto il genocidio dei bambini abortiti: soltanto in Italia 6 milioni nei 39 anni di aborto legalizzato....
Rudolf Höss diresse per tre anni il lager di Auschwitz-Birkenau, in Polonia, dove si guadagnò dai prigionieri l'appellativo di "animale" per la sua crudeltà. Ma in questa orgia di violenza risparmiò la vita a padre Wladislaw Lohn, superiore dei gesuiti polacchi. Fu proprio a Lohn che Höss chiese di confessarsi, in punto di morte.
I maschi sono preferiti alle femmine che vengono abortite proprio a causa del loro sesso. Lo ha ammesso anche la dottoressa Wendy Savage, che non solo ha praticato 10.000 omicidi di bambini in grembo alle loro madri ma che è membro della commissione etica dell’Associazione dei medici inglesi, sostenendo la liceità della selezione dei feti. E’ risaputo, come ammette la femminista Savage in un’intervista rilasciata al Daily Mail, che per evitare gli aborti delle bambine molti ospedali inglesi non comunicano il sesso di nascita del piccolo se non a gravidanza avanzata o al momento del parto. Infatti, la diffusione dell’aborto selettivo, soprattutto all’interno delle comunità immigrate dall’Asia, portò nel 2012 alla denuncia di alcuni medici, che rimasero impuniti, ma a cui fece seguito un’indagine del governo. Nel 2014 furono pubblicati i dati: all’appello mancavano dalle 1.400 alle 4.700 bambine della popolazione immigrata.
Scene da guerrilla urbana a Pamplona per l'autobus di HazteOir investito da una sassaiola. E' solo l'ultimo episodio di una scia inquietante di violenza totalitaria contro la libertà di espressione e di educazione. Che con le incursioni di Podemos diventa anche una minaccia alla libertà religiosa. Colpa di una politica asservita al dogma Lgbt che mina l'infanzia per arruolarla. Ma anche di una gerarchia cattolica che non ha levato abbastanza forte la sua voce. "Evidenti i germi delle persecuzioni degli anni '30". Parla il direttore di InfoVaticana.
"L'autore dell'attacco di fronte al Parlamento britannico a Londra è un soldato dell'Isis” scrive Amaq, organo di propaganda dello Stato Islamico. Si chiamava Khalid Masood, 52 anni, cittadino britannico nato nel Kent. Come lui ce ne possono essere a migliaia. I sondaggi rilevano ampie percentuali di fiancheggiatori attuali o potenziali nelle comunità islamiche nel Regno Unito. E nel resto d'Europa.
Maria Anna Josefa Lindmayr, nata in tempi politicamente difficili in una famiglia borghese di Monaco, ebbe la vocazione ad essere profetica salvatrice della sua città natale. Dio le affidò inoltre un vivo rapporto con le anime del purgatorio, tanto che ella collaborò alla liberazione di molte centinaia di defunti. Maria Anna, per obbedienza, descrisse nel suo diario i frutti spirituali ricevuti aiutandole anime nell loro purificazione. .... La santa di Monaco fu illuminata anche sul fatto che coloro che si rivolgono con fiducia alle anime del purgatorio, le invocano, le pregano, sono ben presto esauditi, "che questo `essere esauditi velocemente' non deriva dalle anime del purgatorio ... perché loro stesse non ci possono aiutare fin quando non si trovano davanti a Dio, ma Dio esaudisce per loro intercessione perché le ama ... e perché Egli ricompensa il nostro amore per loro generosamente ... loro, che sono le più povere perché non possono più aiutarsi".
Papa Francesco ha ricevuto questa mattina, 23 marzo 2017, in udienza il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Santo Padre ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare i decreti riguardanti il miracolo attribuito all’intercessione del beato Francesco Marto e della beata Giacinta Marto, fanciulli di Fatima.
Maurizio Baldacci, Presidente dell’AIASM, un’Associazione di guide italiane presso i Santuari Mariani, ha partecipato al recente Ventiquattresimo Incontro Internazionale degli organizzatori di pellegrinaggi e delle guide di centri della pace, gruppi caritativi e di preghiera legati a Medjugorje. Lo fa dal 2006, perché ritiene quei Seminari di eccezionale importanza per la formazione delle guide dei pellegrinaggi. Anche l’Associazione di guide italiane di cui è Presidente organizza per i suoi membri Seminari formativi di uno o più giorni, durante i quali essi discutono dei problemi concreti che incontrano nella loro attività con i pellegrini.
Sabato 25 marzo ricorrerà la Solennità dell’Annunciazione del Signore. Le Sante Messe in lingua croata verranno celebrate, presso la chiesa parrocchiale di San Giacomo, alle ore 8:00, 13:00 e 18:00. Come ogni venticinque del mese, anche sabato 25 marzo si terrà, inoltre, la consueta Adorazione notturna mensile: dalle ore 21 alle ore 22:00 ci sarà un’ora di Adorazione comunitaria, al termine della quale il Santissimo rimarrà esposto in chiesa fino alle ore 7:00 del mattino del giorno successivo. In questi giorni sono stati in questo luogo di preghiera famoso nel mondo gruppi di pellegrini provenienti dall’Ucraina, dagli USA, dall’Italia, dalla Croazia, dalla Polonia, dalla Francia, dalla Repubblica Ceca, dall’Austria, dalla Germania, dalla Corea, dall’Ungheria, dalla Russia, dal Canada, dal Costa Rica, dall’America Latina e dalla Slovacchia.
Papa Francesco chiama «situazioni di fragilità» segnate dall’«a­mo­re ferito» le convivenze di coppia uomo-donna senza matrimonio religioso: divorziati civilmente risposati, sposati con solo matrimonio civile, conviventi registrati, conviventi di fatto. Nei confronti di queste situazioni invita ad assumere «un’attenzione pastorale misericordiosa e incoraggiante», in modo da favorire in esse «una maggiore apertura al Vangelo del matrimonio nella sua pienezza» e una «crescita umana e spirituale». Il Papa riconosce che nel recente Sinodo sulla famiglia è emersa una molteplicità di punti di vista e di preoccupazioni pastorali, che egli paragona alle molte sfaccettature di «un prezioso poliedro». Questa immagine geometrica suggerisce che le diverse prospettive, nella misura in cui corrispondono alla realtà, si possono armonizzare tra loro. Lo abbiamo sperimentato noi stessi, confrontando le nostre interpretazioni dell’esortazione apostolica postsinodale sull’amore nella famiglia. Rilevando che la trattazione del tema dei conviventi senza matrimonio sacramentale è basata sulla distinzione tra l’ordine etico oggettivo e la responsabilità personale soggettiva, abbiamo potuto chiarire alcune affermazioni, che sono oggetto di discussione nel mondo ecclesiale, e trovare la convergenza su alcuni orientamenti per la prassi, che ci sembrano equilibrati e prudenti.
Dopo le polemiche sul remake de La bella e la bestia siamo andati a vedere qual è la scena gay incriminata. Non c'è alcun bacio omo, ma una scena finale per stessa ammissione del regista palesemente gay friendly. La Disney sembra così cedere alle pressioni di certe lobby Lgbt che l'avevano rimproverata.