Maria a Medjugorje Messaggio del 2 giugno 2010:Cari figli, oggi vi invito affinché con il digiuno e la preghiera tracciate la strada per la quale mio Figlio entrerà nei vostri cuori. Accoglietemi come madre e messaggera dell’amore di Dio e del Suo desiderio per la vostra salvezza. Liberatevi da tutto quello che del passato vi appesantisce e dà senso di colpa, da tutto ciò che vi ha condotto nell’inganno - tenebra. Accogliete la luce. Rinascete nella giustizia di mio Figlio. Vi ringrazio.

Notizie dei giornali cattolici







Testimonianze da Mosul (Iraq). «Nulla di fronte a noi aveva le sembianze della luce. Non potevamo camminare sole, non potevamo indossare nessun colore»
Alcuni extracomunitari eludono il confine. E che fa il novello Schuman? La lezioncina sulla distinzione fra rifugiati e migranti economici
Oggi inizia la Novena alla Vergine del Carmelo
Un vescovo ricorda l'amico arcivescovo emerito di Colonia morto improvvisamente il 5 luglio. Le grandi parole della fede per il suo popolo, le grandi parole della carità, l’aiuto a riscoprire la missione come dimensione inesorabile della vita cristiana a tutti i livelli: questa è stata la sua grande paternità.
Un incontro burrascoso, poi una complice amicizia fatta di prosciutti rinsecchiti e di fumate sui tetti. Vittorio Messori racconta il rapporto con Navarro Valls. "Tutto iniziò facendo arrabbiare lui e Wojtyla. Rifiutai un'intervista. Ma il Papa ricavò dalle mie domande Varcare la soglia della speranza, con lui regista". Classe e savoir vivre: ritratto di un cattolico fuori dai cliché. E un rammarico: "Un archivio sterminato di annotazioni che doveva diventare libro".
E’ la malattia ad accanirsi su Charlie, non la ventilazione. Cerchiamo di spiegarlo anche a quei medici cattolici che sostengono il contrario, cioè che la ventilazione sia accanimento. Nel caso di Charlie non si sta parlando di terapie, ma di ventilazione assistita, che non è finalizzata a guarire Charlie, ma a farlo respirare e vivere. Se raggiunge la sua finalità – cioè l’ossigenazione – non è accanimento terapeutico. Togliere la ventilazione credendo che sia lei la colpevole della sofferenza di Charlie, che invece dipende dalla patologia, è eutanasia.
Vangelo Mt 11, 25-30: Io sono mite e umile di cuore.
In quel tempo Gesù disse:
«Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo.
Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».
Mentre il Bambin Gesù annuncia di aver trovato un protocollo sperimentale su cui lavorare e del caso di Charlie si stanno occupando il premier britannico May e il ministro degli Interni Alfano, tiene banco il rifiuto del Gosh di trasferire il piccolo a Roma per "problemi legali". Ma la sentenza autorizza e non ordina il nosocomio a staccare il ventilatore.
Secondo l'agenzia francese Media-presse l'ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, Mueller ha sottoposto una lettera alla Fraternità San Pio X ponendo tre condizioni: una nuova professio fidei, una dichiarazione dottrinale in cui accettare il Vaticano II e la legittimità della messa novus ordo. E questo avrebbe gelato la trattativa.
Questa sera si apre la Festa di Avvenire a Jesolo: al centro del dibattito l figura di Carlo Acutis su si confrontano i direttori Tarquinio e Vian. Conclusioni affidate a Moraglia.
Nella manina di Charlie Gard, il bimbo di 10 mesi condannato a morte dalla Corte d’Appello inglese alla fine del maggio scorso, i genitori Connie Yates e Chris gli hanno posto una medaglia che riporta l’effige di san Giuda Taddeo, il santo dei casi impossibili e accanto al piccolo gli hanno messo due preghiere all’Angelo custode. L’avrebbero assassinato pochi giorni fa, il 30 giugno, staccandogli i macchinari che lo tengono in vita, ma l’esecuzione è stata rinviata a motivo della campagna mediatica che i coniugi hanno lanciato con un video-appello, nel quale supplicano di poter avere più tempo per dire addio al figlio, dopo che il 28 giugno la Corte dei diritti umani ha approvato la decisione della “giustizia” britannica di concludere definitivamente le terapie sanitarie sul bambino, ricoverato all’ospedale Great Ormond Street di Londra.
Oggi inizia la Novena a San Camillo de Lellis.
I dirigenti dell’istituto difendono la loro politica «coerente con i precetti della loro fede». Ma questo per gli ispettori dell’Ofsted non è un’attenuante
Niente più sgravi fiscali per le scuole cattoliche. Lo stabilisce la Corte di Giustizia Europea, con una sentenza che risolve (a sfavore di un istituto cattolico) un contenzioso in Spagna. Le scuole cattoliche sono considerate imprese profit, dunque le esenzioni fiscali sono "aiuto di Stato". E dunque vietate. Si tasseranno tutte le attività della Chiesa finora esenti, d'ora in avanti?
Cristiani in fuga dal Qatar, a causa dell'embargo (imposto dai paesi arabi vicini) che ha creato subito un forte contraccolpo economico. Arrivati come lavoratori, ora fuggono dalla disoccupazione. Ma come vivevano? Praticamente da schiavi, in un paese con 2,3 milioni di immigrati su una popolazione di 300mila cittadini, dove nessuna religione all'infuori dell'islam è libera.
I blindati austriaci schierati al confine con l'Italia sono il simbolo del vicolo cieco in cui ci siamo cacciati. Siamo gli unici in Europa a praticare una politica di accoglienza illimitata degli immigrati e gli altri Stati europei non vogliono levarci le castagne dal fuoco. Chiudono i loro porti e ci lasciano soli. Il piano di aiuto dell'Ue alla nostra politica migratoria è insufficiente.
Nominata recentemente alla Pontificia Accademia per la Vita, la professoressa Katarina Le Blanc ha partecipato ad uno studio sulle cellule fetali. Il "materiale" è stato fornito da un'azienda a contratto con la Planned Parenthood. In un articolo scientifico di cui il nuovo membro della Pav è coautrice le prove del coinvolgimento in ricerche condannate dalla Chiesa.
S. Maria Maddalena De' Pazzi offriva ogni giorno il Divin Sangue per 50 volte. Gesù, apparendole, disse: “ Da che tu fai questa offerta, non puoi immaginare quan­ti peccatori si siano convertiti e quante anime siano uscite dal Purgatorio!”
L’opposizione al progetto di alcune coppie omosessuali a formarsi una famiglia con la fecondazione assistita o con l’adozione si è basata fino ad oggi su principi — da alcuni interpretati come pregiudizi — astratti. Ma oggi abbiamo argomenti più concreti: da circa una decina di anni, la sociologia — specialmente anglosassone — ha sviluppato una serie di ricerche sugli effetti che può avere su un minore l’essere cresciuto da una coppia omosessuale. In genere, gli autori di queste ricerche sono partiti con il progetto di dare un’immagine positiva di questa esperienza, e questo punto di vista “di parte” viene rivelato dalle metodologie seguite, e soprattutto dal fatto che ad essere interrogati sono quasi sempre i genitori, i quali ovviamente sono interessati a dare un’immagine positiva e rassicurante della loro condizione, e in particolare della serenità dei figli. Per ragioni di età — le esperienze di procreazione attraverso l’ingegneria genetica sono relativamente recenti — raramente i figli hanno potuto essere esaminati come testimoni attendibili: in moltissime situazioni, infatti, il percorso è lungi dall’essere compiuto, e quindi non può ancora essere concettualizzato dai protagonisti.
E' arrivato in elicottero come un Papa e come un Papa ha esortato ad avere paura. Vasco Rossi è stato celebrato dai 230mila di Modena come un divinità. Ma in fondo deve soltanto recitare un copione perchè la gente pende dalle sue labbra. Ma io non ci casco.
La donna è a capo del Programma educativo per le madrasse a Zamboanga (Mindanao). “Educare i cuori, non solo le menti; solo educando al dialogo religioso sapremo costruire ponti tra musulmani e cristiani”. “L’ignoranza, la mancanza di educazione, la povertà e la politica sono i veri nemici dell’islam di oggi”. L’esperienza di Silsilah, il movimento fondato da p. Sebastiano D’Ambra: “Queste storie possono ispirare altre città”.