Maria a Medjugorje Messaggio del 2 gennaio 1986:Cari figli, vi invito a decidervi totalmente per Dio, vi prego, cari figli, di donarvi totalmente, e così sarete capaci di vivere tutto ciò che io vi dico. Non vi sarà difficile donarvi totalmente a Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

Notizie dei giornali cattolici







"Il divorzio non è la soluzione", è la campagna spagnola per una legge sull'obbligatorietà dei percorsi di terapia familiare prima della decisione estrema di separarsi. Un percorso clinico e umano con esperti che non considerino il divorzio una scontata opzione equivalente al rimanere insieme. E i numeri sono incoraggianti: il 75% si riconcilia. Accade anche in Italia con Retrouvaille, che ha percentuali di successo sul 70%. Perché la famiglia è come un organo: se si ammala, va curata. Non distrutta.
La Civiltà Cattolica riapre, di nuovo, un dibattito chiuso da Giovanni Paolo II e dallo stesso Francesco. Con la solita tecnica del "tuttavia" si punta a rimettere in discussione un aspetto dottrinale chiarito usando motivazioni sociologiche e positiviste che nulla hanno a che fare con la cristologia. Uno schema che genera equivoci di percorso.
Il cardinale Sarah parla di Fatima a 100 anni dalle apparizioni nella prefazione ad un libro uscito in Francia. "Sacrificio, penitenza, riparazione per le offese, consacrazione di se: siamo pronti ad accogliere queste parole, che abbiamo cancellato o vietato dal nostro linguaggio?". "Il segreto di Fatima è un Vangelo senza compromessi con lo spirito di un mondo che vuole aprirsi a tutti i venti, tollerante, areligioso e amorale".
Al giorno d’oggi noi padri abbiamo assunto un ruolo di primo piano, mai visto in generazioni passate. Pertanto, ci aspettiamo molto di più da noi stessi e purtroppo le aspettative non sempre trovano un riscontro nella realtà. In quanto uomini cristiani abbiamo il dovere morale di prenderci cura e di amare le nostre famiglie, con particolare attenzione e affetto verso i nostri figli. Ma abbiamo anche il compito di mostrare cosa voglia dire “l’amore del Padre“, perché l’esperienza di essere figli in famiglia è, allo stesso tempo, la base per imparare a ricevere l’amore di Dio Padre.
Il numero di aborti in Russia è dimezzato nel corso degli ultimi quattro anni, ha detto il ministro della Salute Veronika Skvortsova Interfax-Religion recente. Parlando alla conferenza “Creare le condizioni per aumentare il tasso di natalità nella Federazione Russa”, il Ministro ha dichiarato che continueranno a lavorare intensamente per ridurre al minimo il tasso di aborti.
Sono rimasto sinceramente colpito e amareggiato dalla durezza delle polemiche che negli ultimi giorni sono divampate fra cattolici (col contributo dirompente della stampa laica). Non sono uno a cui non piaccia il confronto, anche vigoroso e polemico, ma quella a cui stiamo assistendo è ormai una sorta di guerra civile tra cattolici, una criminalizzazione reciproca in cui non si ravvisa più molto di cristiano. E non va bene. Non si può andare avanti così.
"Avremo nel 2017 sette nuove ordinazioni di sacerdoti: una buona notizia per la comunità cattolica di Lahore e per tutta la Chiesa in Pakistan": lo riferisce all'Agenzia Fides l'Arcivescovo Sebastian Shaw che guida la comunità dei battezzati a Lahore. "La Chiesa cresce in numero. Quest’anno celebreremo l'ordinazione di sette nuovi preti, che hanno ultimato gli studi di teologia. Lo scorso anno abbiamo avuto cinque ordinazioni. Sono un segno di benedizione per noi. Il Signore ci dona nuove vocazioni e nuovi preti e accresce la fede nella nostra comunità" prosegue.
«Ciò che rende diversa la cultura gay da quella etero è la convinzione che il sesso in giovane età sia positivo e che l’unico modo per produrre un altro omosessuale è attraverso un’esperienza sessuale PRIMA che il ragazzo possa essere “rovinato” dall’attrazione verso le ragazze». Questa testimonianza, come ricordato anche da Emanuela che l’ha tradotta e commentata (e che ringrazio), non può essere considerata, e non intende esserlo, un documento scientifico sulle realtà che sottostanno alle situazioni familiari a cui si fa riferimento. Quel che rende le parole di Moira Greyland particolarmente interessanti, oltre la sua drammatica vicenda personale, è il fatto che lei è stata sottoposta ad una specie di esperimento “gender” per provare a forzare il suo orientamento in senso omosessuale.
Le "giornate per..." servono solo a mettere a posto la coscienza. Come quella della Giornata per la vita: insipida, che dimentica Dio, la preghiera e soprattutto i bambini abortiti. Una soluzione? Una preghiera corale di riparazione per il delitto di aborto e digiuni. Lo auspicava anche Giovanni Paolo II.
L’Anno del Gallo di Fuoco, appena cominciato, sarà quello di una svolta storica nei rapporti fra la Cina e la Santa Sede? C’è chi lo teme, chi lo auspica, chi lavora contro e chi aspetta di vedere se davvero, se, e in che termini, la partita a scacchi aperta da decenni fra Roma e Pechino avrà un vincitore.
È salito oggi agli onori degli altari Justus Takayama Ukon, signore feudale giapponese che rinunciò ad ogni privilegio ed accettò l’esilio pur di seguire il Vangelo
Lo Stato islamico paga ai migranti minorenni che attraversano il Mediterraneo dalla Libia all’Europa il costo del viaggio, se questi promettono di aderire al jihad. Lo afferma un rapporto del think tank Quilliam, secondo cui circa 88.300 minori sono a rischio radicalizzazione.
Nel Messaggio per la Quaresima 2017, Franceso commentando la parabola dell'uomo ricco e del povero Lazzaro afferma che quest’ultimo "ci insegna che l’altro è un dono. La giusta relazione con le persone consiste nel riconoscerne con gratitudine il valore”. "Lo Spirito Santo ci guidi a compiere un vero cammino di conversione, per riscoprire il dono della Parola di Dio, essere purificati dal peccato che ci acceca e servire Cristo presente nei fratelli bisognosi.
“Dietro tutto quello che ho fatto, sento che vi è la grande, sapiente, forte mano di San Giovanni Paolo II.” Ce lo dice in questa intervista il cardinale polacco Sua Eminenza Stanislaw Dziwisz, ormai arcivescovo metropolita emerito della diocesi di Cracovia, sostituito da monsignor Marek Jedraszewski.
Spot dell'utero in affitto e del divorzio, vip e cantanti icone dell'edonismo. Propaganda Lgbt travestita da campagne contro il bullismo. Una storia che va avanti da anni. Il tutto a spese degli italiani, perché "il Festival è di tutti" ha risposto Carlo Conti alle Sentinelle in Piedi, che sabato manifesteranno nei pressi dell'Ariston. Non importa se gli unici a non aver spazio, oltre alla musica italiana, sono i bambini senza voce.
«Una verità che purtroppo un giorno mi è sbattuta sulla faccia». Oggi Luca accoglie 70 persone fragili, tra cui 32 donne che volevano abortire: «Sono nati 32 bambini»
Nel 2016, ci sono stati 949 atti di vandalismi contro siti cristiani, in aumento del 17,4% rispetto al 2015. Tra il 2008 e il 2016, sono aumentati del 245%
Negli Stati Uniti sono triplicate le giovani madri che fumano marijuana durante la gravidanza: «È sempre più diffusa la percezione che faccia bene»
Non tutto è oro quel che luccica. Si potrebbe anche riassumere così il messaggio che il vescovo cattolico di Yamoussoukro, capitale della Costa d’Avorio, ha voluto trasmettere con la sua omelia per l’ordinazione di otto sacerdoti settimana scorsa nella cattedrale di sant’Agostino (da non confondere con la basilica di Nostra Signora della Pace, fatta erigere nella stessa città di Yamoussoukro dall’allora presidente Felix Houphouet-Boigny, copia esatta della basilica di San Pietro a Roma e del suo colonnato). Più delle felicitazioni del vescovo agli ordinandi per la radicalità della loro scelta vocazionale, segno della libertà di chi rinuncia al potere, ai beni materiali e alla giovinezza stessa per amore di Cristo, ha fatto notizia la sua affermazione che 78 sacerdoti di recente ordinazione appartenenti a due diocesi africane risulterebbero alla macchia. Avrebbero sfruttato gli ordini sacri per darsi agli affari e viaggiare all’estero. In questi termini riporta l’intervento di monsignor Marcellin Yao Kouadio il sito linfodrom: «Purtroppo molti africani considerano sempre meno la loro vita in termini di libertà, di dignità e di onore», avrebbe detto. «Ne è prova il numero impressionante di candidati all’emigrazione, giovani e adulti. Sì, gente che vuole andare in Europa, negli Stati Uniti o in Canada per godere i frutti del lavoro laggiù. Questo fenomeno sta interessando anche i membri del clero e delle congregazioni religiose. Molti cercano di andare a esercitare il loro ministero o apostolato in un paese dell’abbondanza, per una questione di beni materiali e di prestigio. Ci sono due diocesi, qui in Africa, che hanno l’una 25 e l’altra 53 preti che sono svaniti nel nulla, in totale 78 preti».
Ventitré milioni di comunioni, 4500 gruppi di preghiera in tutto il mondo, conversioni clamorose: Medjugorje è certamente un fenomeno di religiosità straordinaria, che ormai da decenni coinvolge e divide, interpella la fede e il giudizio di vescovi, sacerdoti e laici. E anche dei papi, e del Pontefice regnante, di cui si attende una parola definitiva. Per quanto sia possibile, visto che il fenomeno continua, sia pure a ritmi meno frequenti che in passato; ed è buona regola della Chiesa attendere che tutto sia concluso, prima di studiare, vagliare ed esprimersi.
Pippo Franco sarà ospite questa sera a 'Che fuori tempo che fa', il noto programma domenicale condotto da Fabio Fazio. A sessant'anni dalla nascita di Carosello, Pippo Franco potrebbe ripercorrere la galleria dei suoi ricordi, compresi quelli delle famose scenette di Carosello, in cui fu coinvolto insieme a gran parte del mondo del cinema e del teatro (non solo italiano), come Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Raffaella Carrà, Abbe Lane e Orson Welles, oltre a Renzo Arbore e Gianni Boncompagni solo per citare alcuni nomi del più grande successo della storia della televisione italiana. L'attore e comico ripercorrerà poi la sua incredibile carriera, ora sparito dalle scene dopo quasi trent'anni passati in televisione: a Fabio Fazio potrebbe raccontare la sua esperienza a Medjugorje, che gli ha cambiato davvero la vita, per una persona non credente che ha avuto anche una sorta di avvicinamento alla fede grazie a delle veggenti presenti a Medjugorje.