Maria a Medjugorje Messaggio del 25 dicembre 2013:Figlioli, Gesù oggi in particolar modo desidera abitare nei vostri cuori e condividere con voi ogni vostra gioia e ogni dolore. Perciò figlioli in special modo guardate nel vostro cuore e chiedetevi se veramente la pace e la gioia con la nascita di Gesù ha conquistato il vostro cuore. Figlioli non vivete nel buio, ma cercate di andare verso la luce e verso la salvezza di Dio. Figli decidetevi per Gesù e donate a lui la vostra vita e i vostri cuori, solo così l’Onnipotente potrà lavorare con voi e per mezzo di voi.

Notizie dei giornali cattolici







I giovanissimi genitori del piccolo Alfie Evans, il bimbo inglese di quindici mesi in coma da dicembre, stanno ancora cercando un ospedale pronto ad accogliere loro figlio e un neurologo in grado di fare una diagnosi. E hanno lanciato un appello affinché questo tipo di aiuto arrivi al più presto, anche per le difficoltà vissute dal bambino negli ultimi giorni.
“La rottura tra Vangelo e cultura è senza dubbio il dramma della nostra epoca". Per rimediare al malanno presente anche nella Chiesa, spiega monsignor Pierbattista Pizzaballa, dobbiamo tornare a "ciò che abbiamo ricevuto dai nostri padri nella fede” senza "inquinarlo". Ovvero a “nulla di meno che la verità sull’uomo e sulla storia”. E’ se "è giusto chiedersi come ripensare il nostro rapporto con la tradizione...la risposta può solo riguardare il “come”, il “che cosa” è lo stesso di sempre: “Cristo Via Verità e Vita, incarnato e testimoniato"".
I numeri inglesi, e i programmi tv, dimostrano quanto l'ideolgia gender influisca su insegnanti e genitori, confondendo i loro figli e compagni di classe. Vi è in atto una lesione dell'innocenza tra le peggiori, che passa però come "inclusione". Di fronte a tanto non si può tacere senza essere conniventi, anche se per combattere non basta più appellarsi alla libertà di educazione.
Il Tribunale Costituzionale del Cile ha respinto la richiesta di giudicare incostituzionale la legge che introduce l’aborto legale nel Paese. Il Cile era uno dei sei Paesi al mondo in cui la soppressione del feto non era permessa. Una vittoria della presidenta Bachelet, che ora terrà una relazione in Vaticano.
Nella frase incriminata nel messaggio di papa Francesco per la Giornata dei migranti, in effetti non c'è un riferimento allo ius soli ma ad un altro problema che riguarda alcuni paesi del Sud del mondo. Eppure la Sala stampa vaticana, così come tante alre volte, se ne guarda bene dal correggere certe distorsioni. Una situazione inaccettabile che intanto consiglia di ignorare giornali e tg per leggere direttamente le parole del Papa.
Il criterio del “miglior interesse del bambino”, concetto peraltro ambiguo, non è stato applicato, ma semmai stravolto dalle corti britanniche che hanno deciso per l’interruzione delle cure a Charlie Gard. Lo spiega in questa intervista il giurista Andrea Perrone, docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore, e se parla stasera a Rimini con monsignor Negri e Salvatore Abbruzzese.
Steven Ertelt – presidente del “Colorado Citizens for Life” e membro del consiglio direttivo del “National Right to Life Committee” (“Comitato nazionale per il diritto alla vita”) -, ha pubblicato sulla piattaforma prolife LifeNews.com, di cui è fondatore ed editore, l’articolo “La Regola D’oro può aiutarci a riconoscere la dignità del bambino non nato”[1], che qui di seguito riportiamo rielaborandolo un po’. La “regola d’oro” è quel principio della legge morale naturale, cioè universalmente riconosciuto, che dice “non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te”, valido anche nella sua accezione positiva “fai agli altri quello che vuoi sia fatto a te”. La “regola d’oro” è un pezzo di saggezza morale espressa in numerose tradizioni etiche e religiose che risalgono sin dall’antichità. Essa è presente in tutte le religioni; Confucio, per esempio, ha detto: “Ciò che non vuoi sia fatto a te, non farlo agli altri”; Gesù ha insegnato: “Ama il prossimo tuo come te stesso”.
«Cristo sì, Chiesa no. Poi: Dio sì, Cristo no. Finalmente il grido empio: Dio è morto; anzi: Dio non è mai stato. Ed ecco il tentativo di edificare la struttura del mondo sopra fondamenti che Noi non esitiamo ad additare come principali responsabili della minaccia che incombe sulla umanità: un’economia senza Dio, un diritto senza Dio, una politica senza Dio». Nel discorso Nel Contemplare, rivolto agli uomini di Azione Cattolica d’Italia il 12 ottobre 1952, il Servo di Dio Papa Pio XII (1876-1958) denuncia con formula sintetica ed efficace l’itinerario storico della Rivoluzione anticristiana.
Un certo numero di genitori californiani si sono davvero arrabbiati e stanno prendendo in considerazione l’azione legale nei confronti di un insegnante di scuola materna che ha organizzato una “cerimonia di transizione” di sesso in classe per un bambino di cinque anni. Senza informare i genitori in anticipo. La Rocklin Academy Schools ha ribadito che non era necessario il consenso informato dei genitori perché il tgransegenderismo – e il cambiamento di sesso – non rientra nell’educazione sessuale, l’educazione all’identità di genere non è educazione sessuale.
Sant’Alfonso Maria dei Liguori utilizza un bell’esempio per farci capire come il demonio cerchi in tutti i modi di allontanarci dalla Madonna. L’esempio è questo: Come Oloferne per conquistare la città di Betulia ordinò che si rompessero gli acquedotti (Giuditta 7,6-13), così il demonio cerca con ogni mezzo di far perdere alle anime la devozione verso Maria, perché, chiuso questo canale di grazie, gli riesce poi facilmente d’impadronirsi di esse.
Chi per "buonismo" non chiama l'odio nichilista con il suo nome ne diventa complice, come il sindaco di Barcellona. Se vogliamo difendere la vita e l'Europa dobbiamo guardare in faccia la realtà: ecco elencate le verità di cui ci vergognamo da quando Dio è stato cancellato dall'orzzonte (anche cristiano).
Sarebbe un errore leggere il messaggio del Papa per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato 2018 pensando che sia rivolto all’Italia e all’Europa. Il messaggio è destinato a tutti i fedeli, anzi a tutto il mondo. E sono molti i Paesi africani e asiatici che si devono sentire accusati dalle parole del Papa. Ma si può anche auspicare che nei prossimi mesi la Santa Sede trovi il modo di aggiungere il diritto di ogni persona a vivere in dignità nel proprio paese insieme alla sua famiglia.
Il Mistico musulmano sufi Hasan Shushud aveva predetto le apparizioni di Medjugorje in dettaglio un anno prima che avvenissero, lo ha rivelato Inger Jensen un leader esperto di pellegrinaggi.
Alcuni stralci dell'omelia pronunziata ieri, 12 agosto, dal Card. Robert Sarah a Saint Laurent sur Sèvres - in Vandea - in apertura delle celebrazioni per i 700 anni della Diocesi di Luçon.
''Ho voluto scrivere una canzone insieme ad un cantante figlio di genitori di Arquata del Tronto per portarla in tutta Italia come invito alla speranza. Non a caso il brano finisce con le parole 'ripartiamo da qui'''. Così il vescovo di Ascoli Piceno Giovanni D'Ercole spiega all'ANSA il senso di ''Polvere e sassi nel cuore'', canzone che sarà cantata da Andrea Petrucci per la prima volta in occasione del primo anniversario del terremoto del 24 agosto 2016, durante le celebrazioni organizzate dalla Diocesi e dal Comune di Arquata.
Gli spagnoli, con in testa i reali, si sono "rifugiati" nella Sagrada Familia per chiedere pace. Eppure è la stessa Spagna che cedendo alle ideologie relativiste ha umiliato la Chiesa con blasfemie e intimidazioni ai cattolici. Rileggere la consacrazione del tempio fatta da Benedetto XVI per capire qual è la risposta ai tagliagole islamici: "Una chiesa è l’unica cosa degna di rappresentare il sentire di un popolo".
Quattro attentati hanno funestato la settimana di Ferragosto appena trascorsa: Barcellona, Cambrils, Finlandia e Siberia (15 morti). Ma non sono gli unici. I commandi jihadisti hanno colpito in Burkina Faso (18 morti), Timbuctu (7 morti). Boko Haram scatenata in Nigeria (27 morti) mentre in Kenia i miliziani al Shabaab hanno ucciso 3 persone. E' una violenza inaudita di 70 morti che sembra inarrestabile.
Oggi inizia la Novena alla Madonna delle Lacrime di Siracusa.
I vescovi nigeriani rifiutano i crismi della "nuova religione pop" e indicano come antidoto la devozione mariana e l'osservanza delle rubriche liturgiche. «Il messaggio di pentimento, di riconciliazione e di pace che Maria ci ha portato a Fatima 100 anni fa è più rilevante che mai». Lo Spirito soffia anche in Africa e, come disse Paolo VI nel 1969, potrebbe anche essere che “nova patria Christi Africa”.
Dopo gli attentati di Barcellona e Finlandia ancora risposte inconsistenti: nessuna rappresaglia contro lo Stato Islamico, nessuna intenzione vera di combattere l'estremismo islamico che genera i terroristi. In tutta Europa le persone note come estremisti "radicalizzati" sono molte decine di migliaia e crescono ancora grazie alla tolleranza deo governi nei confronti di ideologie che vogliono imporre la sharia. Così il terrorismo non può che aumentare.
I diversi episodi dell'altra notte, uniti ai crescenti movimenti delle cellule terroristiche nell'ultimo anno, fanno capire che la Spagna è ormai al centro dell'offensiva islamista. Non solo Barcellona e Madrid: al Qaeda nel Maghreb ha lanciato un appello per la riconquista di Ceuta e Melilla, le énclaves spagnole in territorio marocchino.