Maria a Medjugorje Messaggio del 12 agosto 2005:Cari figli, anche oggi vi invito a pregare in modo speciale per i giovani e le famiglie. Cari figli, pregate per le famiglie, pregate, pregate, pregate. Cari figli, grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Notizie dei giornali cattolici







“Potete dire al mondo intero che a Medjugorje si ritrova di nuovo la luce!” Lo ha detto Monsignor Henryk Hoser, inviato speciale di Papa Francesco, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Varsavia il 5 di aprile.
Il documento che Papa Francesco apprezza: positivo sulle prime apparizioni, molto meno sulle attuali, propone di trasformare la chiesa in santuario pontificio. I dubbi della Congregazione per la dottrina della fede che ha discusso del fenomeno nel 2016.
Fra i primi pellegrini a Medjugorje, il sacerdote ciellino don Battista Gorla ricorda la sua esperienza in un viaggio nel 1983. La fiducia semplice “in ciò che vedevo, per cui non ho mai separato le conversioni grazie ai messaggi della Madonna dalle apparizioni” e la gioia. Poi negli ultimi 15 anni l’esperienza della confessione a Medjugorje che “edifica e conferma nella fede i sacerdoti”.
Dopo le parole di Papa Francesco su Medjugorje, ci sono state molte reazioni, anche polemiche, soprattutto sconcerto tra i tanti che in questi anni si sono recati nella cittadina dell'Erzegovina dove dal 1981 ci sarebbero le apparizioni della Madonna. La rilevanza del fatto e di quanto accade a Medjugorje ci spinge anzitutto a confrontarci con la realtà di conversioni e guarigioni che ormai riguardano milioni di persone in tutto il mondo. Molto semplicemente partiamo da persone che lavorano o sostengono la Nuova Bussola Quotidiana.
Comunque la si pensi sulle (presunte) apparizioni, quella del Papa nella conferenza stampa in aereo sabato sera, è stata una vera e propria bomba lanciata sui milioni di pellegrini che da 35 anni si recano a Medjugorje. Ed è l’ennesima dimostrazione di quanto siano pericolose e dannose queste conferenze stampa a ruota libera, in cui Bergoglio dimentica facilmente di essere papa Francesco e la responsabilità che questo comporta. Così le opinioni personali che vengono espresse su qualsiasi materia, sebbene opinabili, diventano per chi ascolta più magistero del Magistero vero.
... Maria appare troppo e parla troppo? - Io sono molto impressionato per l’insistenza con cui Maria viene a parlarci in questo tempo. Quante apparizioni di Maria in questo secolo? Rue de Bac a Parigi, Pontmain, Lourdes, La Salette, Fatima, Beauraing, Banneux, Kibeo in Rwanda, Medjugorje... Molte volte la gente mi chiede come mai Maria appare a Medjugorje già da 13 anni; e ancora: « Com’è chiacchierona Maria! In altri luoghi Maria ha detto qualche parola e solo qualche giorno! Questo non è conforme alla discrezione di Maria!». Personalmente non ho nessuna idea su ciò che conviene o non conviene a Maria: cosa deve dire, o cosa deve fare! Io so che se Maria bussa alle nostre porte con tale insistenza e intensità e così a lungo, è perché c'è un’urgenza particolare per il nostro tempo....
Buongiorno Pa’ Francesco!!!
Ho sempre pensato che la grandezza di un uomo la si vede attraverso le sue gesta. E le sue di gesta, per come è lei e tutto quello che sta facendo, sono così grandi che, tranne qualche piccola “SVISTA”, è impossibile non immaginare che le arrivino direttamente da DIO! per lo meno io ne sono piu’ che convinto. Ma l’altro ieri lei, parlando di Medjugorje, ha detto: “non posso credere che la Madonna si metta a spedire messaggi tutti i giorni come fosse un’impiegata alle Poste”. E se invece fosse vero? Come io credo. Non pensa invece che (per chissà quali fini ora a noi sconosciuti) potrebbe essere una Sua Celestiale strategia l’aver scelto quei sei ragazzi e avere con loro degli incontri giornalieri e, di proposito, sempre alla stessa ora?… E se fosse questa la piccola “SVISTA” del Papa?… Sarebbe bellissimo se lei, anche di nascosto, incontrasse le veggenti. Forse a lei direbbero qualcosa di sorprendente che nessuno ancora sa… e che solo lei potrebbe spiegarci!!!

Adriano Celentano
L’attore Jim Caviezel, famoso nel mondo per avere interpretato la parte di Gesù nel film “La Passione di Cristo” attende con interesse la possibilità di lavorare nuovamente con Mel Gibson per sequel, un film sulla risurrezione, che il regista ha annunciato di volere realizzare. Caviezel dice che questa interpretazione gli ha permesso di “ispirare positivamente altre persone”. “Se La Passione di Cristo ha ispirato così tante persone a fare il bene, perché non proviamo di nuovo?”, dice Caviezel, che avverte questo impegno come uno degli scopi della sua vita. “Solo l’amore di Cristo può salvare il mondo”, ha detto l’attore americano durante una visita in Polonia dove ha lavorato per un documentario su Karol Wojtyla dal titolo “Liberare il continente: Giovanni Paolo II e la caduta del comunismo”.
Epicentro dell’epidemia la capitale Sana’a e la confinante provincia Amanat al-Semah. Condizioni igieniche precarie e povertà hanno favorito la diffusione. Oms: meno del 45% degli ospedali e delle cliniche funzionano a pieno regime. La guerra ha danneggiato o distrutto almeno 300 strutture mediche.
Un libro ricostruisce la storia e il carisma del confessore di don Luigi Giussani. La sua fu sempre una chiamata a “vivere”
Notizie e domande (anche inquietanti) sul nuovo generale dei gesuiti che dubita di «cosa ha detto veramente Gesù» e si sente chiamato con Francesco a «concretizzare il Concilio»
In occasione dei 50 anni delle apparizioni Paolo VI ribadì quello che era stato il messaggio dato a Fatima dalla Madonna: preghiera e penitenza, questo avrebbe salvato il mondo dalle tragedie e dalle catastrofi, e avrebbe portato i cuori alla conversione. L’evento di Fatima ha ancora tutto il suo valore. Il suo messaggio essenziale è che la nostra vita può cambiare.
Sono migliaia ormai le persone che ogni anno si radunano a Roma per marciare ricordando al mondo i milioni di bambini uccisi da una legge degna solo di un regime che fa dei più piccoli e deboli una merce dei potenti. Parliamo della legge 194 per cui da quasi 40 anni, ogni giorno in Italia centinaia di medici uccidono su richiesta altrettanti bambini nell’indifferenza generale o comunque senza troppo scandalo. Ma c’è appunto un resto di Israele che pur non contandosi sa di dover salvare il seme ricordando la verità in pubblico, “come disse profeticamente papa Benedetto XVI nel 2012, quando la deriva laicista totalitaria cominciava a prendere piede”. Virginia Coda Nunziante, portavoce della Marcia per la Vita, spiega perché i risultati di questa manifestazione ignorata dai grandi media si vedranno nel lungo periodo, ma soprattutto come “marciare serve già ora a chi partecipa”.
La religiosa delle Salesiane missionarie di Maria Immacolata è amministratrice del Christ Sahaya Kendra Hospital di Raipur. “Forniamo assistenza sanitaria ai poveri e ai bisognosi a costi accessibili”. “Quello che facciamo è mostrare il servizio di guarigione di Gesù dentro e attraverso di noi".
«Quale Maria?», chiedeva venerdì sera il Papa nel suo discorso pronunciato a Fatima prima della benedizione delle candele, nella cappella delle apparizioni. «Quale Maria?», si è chiesto per dare una risposta che – come spesso accade – divide i cattolici in buoni (pochi) e cattivi (la stragrande maggioranza).
La giornalista Monica Ricci Sargentini intervista una donna che ha affittato il suo utero e ne racconto i drammi. I soliti Lgbt insorgono contro la cronista fino ad arrivare al linciaggio mediatico.
La conversione della Russia e i rapporti con i messaggi della Madonna di Civitavecchia in un libro sui cento anni dalle apparizioni di Fatima
Oggi si prega la Supplica alla Madonna di Fatima .
Il Battesimo e la Confessione sono la cosa peggiore per noi. Caso vero di un esorcismo in cui il demonio è stato costretto a parlare. .... Un’unica Ave Maria ha potere, potere… Un’unica Ave Maria fino al Purgatorio, il luogo della sofferenza… Quando un uomo dice “Ave Maria” la Grande Donna si rallegra, eccome, e noi huuu ci prendiamo uno spavento, spavento, spavento! Ma noi lavoriamo e ispiriamo e sussurriamo nelle orecchie degli uomini: “Il Rosario non serve, è routine, è costume, è pettegolezzo… Voi dovete recitare altre preghiere, altre, avete sentito, altre…” Il Rosario è un terrore per l’inferno....
Processo dell'Ordine allo psicologo che parla di mamma e papà. A favore di Ricci interviene anche Claudio Risè, che alla Nuova BQ dice: "Il disagio degli omosessuali non può essere affrontato a colpi di procedimenti disciplinari. Tutto questo avvelena il dibattito che deve essere rispettoso di tutti".
«Grande ingiustizia si commette contro Dio e la sua grazia, quando si afferma in primo luogo che i peccati sono puniti dal suo giudizio, senza anteporre – come manifesta il Vangelo - che sono perdonati dalla sua misericordia!». Forte il richiamo di Papa Francesco sulla spianata del Santuario di Fatima alla Cova da Iria, con una parola sul primato della misericordia che è risuonata davanti alla folla convenuta per la recita del Rosario in occasione del centenario delle apparizioni mariane che più hanno segnato la storia recente della Chiesa.