Maria a Medjugorje Messaggio del 25 giugno 2005:Cari figli, oggi vi ringrazio per ogni vostro sacrificio che avete offerto per le mie intenzioni. Vi invito, figlioli, ad essere miei apostoli di pace e d’amore nelle vostre famiglie e nel mondo. Pregate che lo Spirito Santo vi illumini e vi guidi sulla via della santità. Io sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Notizie dei giornali cattolici







Non ricordo di preciso il giorno e l’ora in cui ho incontrato per la prima volta il piccolo Manuel, ma di certo tutto è cominciato nel Settembre 2008 quando, dopo pochi mesi dalla mia ordinazione diaconale, con il consenso del mio Arcivescovo, ho voluto iniziare un’esperienza di volontariato all’Ospedale dei bambini di Palermo, per esercitare concretamente il mio ministero di servizio ai “piccoli”. Ricordo che, a differenza degli altri bambini del reparto di onco-ematologia con cui ho preso confidenza andando personalmente da loro, Manuel invece, non appena si accorse che avevo il colletto ed ero un consacrato, si venne a presentare, mi chiese il nome e se ero sacerdote. Subito dopo aver scambiato con lui qualche nostra esperienza, mi chiese subito di voler fare la Comunione. Da quel momento in me è scattato un legame e un amore speciale per questo bambino di 7 anni, in cui ho sin da subito ho avvertito una presenza soprannaturale che abitava in lui.
La sospensione del direttore di Radio Maria dall'Ordine dei Giornalisti, i casi Facci e Adinolfi. Le Iene e Charlie Hebdo. Qualcosa non quadra..
«La vita può toglierla solo Dio», fu così che il padre di Miguel impedì ai medici di “staccare la spina” al figlio in coma. E fu così che per 15 anni lo curò insieme alla moglie e alla nipote. Fino a quando Miguel si svegliò improvvisamente dal coma. Miguel Parrondo ha raccontato la sua storia il 30 giugno scorso al giornale online ForumLibertas.com, per spiegare come mai è «contrario all’eutanasia».
Oggi, 25 giugno 2017, ricorre il Trentaseiesimo Anniversario delle Apparizioni della Madonna a Medjugorje. Le Sante Messe in lingua croata saranno celebrate, in chiesa parrocchiale, alle ore 5:00, 6:00, 7:00, 8:00, 9:00 e 11:00, mentre la Santa Messa solenne sarà celebrata alle ore 19:00 e presieduta da fra Damir Pavi?, segretario della Provincia Francescana di Bosna Srebrena. Alle ore 22:00 avrà poi inizio la consueta Adorazione Eucaristica notturna mensile. Il Santissimo Sacramento resterà esposto in chiesa fino alle 7:00 del mattino di domani.
All’Angelus papa Francesco chiede preghiere per “fratelli e sorelle” che “continuano a testimoniare con coraggio e fedeltà la loro fede”. “Il Signore… ci manda come sentinelle in mezzo a gente che non vuole essere svegliata dal torpore mondano”. “Non contano i successi, ma la fedeltà a Cristo”. Dio “non abbandona i suoi figli nell’ora della tempesta”. La beatificazione a Vilnius del martire dell’ateismo, mons. Teofilo Matulionis, “ucciso in odio alla fede nel 1962, quando aveva già quasi 90 anni”. Il saluto agli ucraini greco-cattolici e ai bielorussi nel 150mo anniversario della canonizzazione di San Giosafat.
Anche buona parte di mondo cattolico e della Chiesa sostiene la campagna dei Radicali per una legge che allarghi i benefici dei rifugiati anche ai migranti economici. Ma è un grande errore perché tra migrante e rifugiato c'è una differenza sancita dalla Convenzione di Ginevra che tutela questi ultimi da 70 anni. Accomunarli è un errore fuorviante che costa caro, viola le leggi e favorisce i criminali.
Nella diocesi di Trier in Germania entro il 2020 le parrocchie passeranno da 900 ad appena 35 e nasceranno molti centri pastorali. Lo ha deciso il vescovo Ackermann, tra i protagonisti del Sinodo straordinario in chiave super liberal. Intanto le ordinazioni sacerdotali nel 2017 saranno solo 76.
Mindanao, l’isola più meridionale delle Filippine, autonoma e con una popolazione mista cristiana e musulmana, da fine maggio è diventata teatro di una feroce guerriglia metropolitana scatenata da gruppi jihadisti affiliati allo Stato Islamico. Il 21 la chiesa di Malagakit (provincia di Cotabato), è stata attaccata e profanata. E' l'ennesimo episodio di attacco ai cristiani.
E' uno dei misteri più affascinanti della storia. Dov'è stata la Sindone nei 150 anni in cui la sua presenza non è documentata? La vulgata dice che era dai templari, ma è poco più di una leggenda. Dunque? Uno studioso italiano, Alesandro Piana ha trovato documenti che attestano la sua presenza ad Atene, dove molte reliquie erano state portate in salvo dopo il sacchegio di Costantinopoli. E dalla Grecia arrivò in Francia.
Un altro professionista a processo: è l'avvocato del Family Day Simone Pillon, trascinato alla sbarra da un'associazione gay. Il reato? Aver denunciato pubblicamente opuscoli per il sesso omo nelle scuole. Per lui una richiesta di risarcimento monstre da 400mila euro, ma anche la solidarietà del popolo del Circo Massimo e non solo. Si allunga l'elenco di vittime della libertà di opinione e comincia a far spavento: Ricci, De Mari, Fanzaga e altri. La promessa: «Resisteremo».
Le celebrazioni si terranno il 24 e il 25 giugno a Fatima, con la partecipazione di patriarchi e vescovi del Libano. Il filo che lega la “piccola” storia con la “grande”. La lotta spirituale della Chiesa. La preghiera a S. Michele arcangelo voluta da Leone XIII.
La lettura trasmessa dalla tivu di Stato. Gruppi legati a Bulent Arinc, ex vice-presidente, e alla fratellanza dei Naxbantiya, a cui appartiene Erdogan, vogliono riaprire la basilica come moschea.
Non siamo stati noi “a scegliere Lui”, ma è Dio che si è fatto “prigioniero di noi”. Mosè dice che il Signore ha scelto il popolo d’Israele perché è “il più piccolo di tutti i popoli”.
Oggi è il Cuore Immacolato di Maria. Preghiamo la Preghiera di Consacrazione.
Il silenzio di Cei e Santa Sede sul caso di padre Livio sanzionato dall'Ordine dei Giornalisti, non deve sorprendere. C'è all'opera una "nuova Chiesa" ansiosa di firmare una sorta di Patti Lateranensi con il mondo globale, che prevede che la fede cattolica non si preoccupi più di influenzare le leggi dello Stato.
Apparizione a Ivan del 23 giugno 2017 alle 22:00 sul Podbrdo
Carissimi, ecco quanto Ivan ha riferito circa l’apparizione da lui avuta alle ore 22:00 di stasera, venerdì 23 giugno 2017, sul Podbrdo: «Come ogni giorno, dopo l’incontro con la Madonna, vorrei avvicinare e descrivere anche a voi l’incontro di stasera. Anche oggi la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, ci ha salutato tutti col suo materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”. Poi per un periodo di tempo si è trattenuta a pregare qui su tutti noi presenti, ha pregato in particolare sui malati. Poi ha detto: “Cari figli, sono venuta a voi e mi sono presentata come Regina della pace. Anche oggi desidero invitarvi a pregare per la pace. Cari figli, che sia la pace, che la pace regni nel mondo! Cari figli, siate perseveranti nella preghiera. Lottate contro il male, contro il peccato e contro gli idoli del mondo di oggi che vi traviano. Siate saldi, siate forti nella fede! Per essere forti nella fede, pregate! Pregate, e attraverso la preghiera incontratevi con mio Figlio, affinché egli vi conceda la forza, affinché egli vi conceda la grazia. Siate aperti! La Madre prega per tutti voi, e per tutti voi intercede presso suo Figlio. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata”. Poi la Madonna ci ha benedetto tutti con la sua benedizione materna e ha benedetto tutto quello che avete portato perché venisse benedetto. Poi io ho raccomandato tutti voi, le vostre necessità, le vostre intenzioni, le vostre famiglie e in particolare i malati. Poi la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi per un periodo di tempo, e in questa preghiera se ne è andata nel segno della luce e della croce, col saluto: “Andate in pace, cari figli miei!”».
Manuel, un bambino malato di tumore ricoverato all’Ospedale dei bambini di Palermo, ha raccontato al suo amico Don Ignazio le parole che Gesù gli confidava....
Condannato a sei mesi di sospensione dall'Ordine dei giornalisti per "aver insultato" Monica Cirinnà. Padre LIVIO FANZAGA non ha mai detto nulla di questa condanna, ecco cosa dice adesso.
Questa solennità ha una data mobile e viene celebrata il venerdì dopo il Corpus Domini; il sabato che segue è dedicato al Cuore Immacolato di Maria. Fu la mistica francese santa Margherita Maria Alacoque la messaggera del culto che nel 1856 papa Pio IX estese a tutta la Chiesa cattolica.
Nell'agosto 2014, i terroristi dell'ISIS rapirono Cristina, una bimba di tre anni, dalle braccia di sua madre a Bakhdida in Iraq settentrionale. Da allora suo padre, Khouder Ezzo, ha pregato ogni giorno il Rosario chiedendo il suo ritorno. Questo giorno è arrivato il 10 giugno, quando la Cristina, ora di sei anni, è stata restituita alla sua famiglia. Lo ha riferito il sacerdote cattolico siriano, padre Ignatius Oggy (nella foto), ad Aiuto alla Chiesa che soffre, parlando di un «miracolo». Cristina era stata trovata da una famiglia musulmana vicino a una moschea a Mossul. La famiglia si prendeva cura di lei per restituirla dopo la guerra.
Consacrazione al Sacratissimo Cuore di Gesù
Cuore Sacratissimo di Gesù, Cuore amabilissimo del nostro Redentore, Cuore di padre, di fratello, di amico delle anime nostre, quanto siamo debitori al tuo Amore per noi!
Dal tuo Cuore adorabile abbiamo ricevuto tanti benefici e favori e abbiamo ottenuto le grazie più belle per la santificazione delle nostre anime.

Cuore dolcissimo di Gesù, Ti sei consumato d'amore per noi, Ti sei donato totalmente a noi per la nostra salvezza. Oggi vogliamo consacrarci tutti al tuo Cuore divino. Siamo tuoi per natura e per grazia e tuoi vogliamo essere nel tempo e nell'eternità. Ci doniamo totalmente a Te: Ti doniamo tutto il nostro essere, il nostro corpo, la nostra anima, il nostro cuore. Cuore dolcissimo di Gesù, Ti doniamo la nostra memoria per ricordare sempre le dolcezze del tuo amore, la nostra mente per apprendere solo la bellezza del tuo Cuore divino, la nostra volontà per amare soltanto il tuo amabilissimo Cuore, la nostra libertà per vivere obbedendo soltanto alla tua santa Volontà.

Cuore Sacratissimo di Gesù, delizia dell'Eterno Padre, conforto dei cuori afflitti, accetta e gradisci l'offerta irrevocabile dei nostri cuori. Racchiudi tutti e per sempre nel tuo Cuore Sacratissimo, affinchè, uniti a Te sulla terra, restiamo per sempre insieme a Te in Paradiso. Così sia.