Maria a Medjugorje Messaggio del 20 marzo 1985:La preghiera che avete fatto stasera è stata breve, ma ho notato che avete pregato con sincerità di cuore. Davanti a Dio non esiste il tempo. Se pregate sinceramente per cinque minuti, questo è sufficiente per essere felici. A me non occorrono le vostre ore, oppure cento o duecento Padre Nostro, se non siete abbandonati a me. Per questo, piuttosto che cento, è meglio un solo Padre Nostro ma pregato con amore!

Notizie dei giornali cattolici







Il missionario e medico sudcoreano verrà ricordata nei libri di testo per elementari e medie. Sacerdote, dottore, insegnante e architetto per il piccolo villaggio di Tonj in un Paese devastato dalla guerra. Il ministro dell’Istruzione: “Un esempio per le nuove generazioni”
Il Vangelo di questa domenica non è una romantica e commovente pagina edificante; non racconta di figli dei fiori alla ricerca di se stessi. Non è nemmeno un trattato di economia, niente pauperismo buonista. E’ in gioco il rapporto che ciascuno di noi ha con Dio. Quindi la felicità e la salvezza. Per capire il posto che riserviamo a Dio, Gesù ci conduce a scoprire quello di mammona. E’ la via più semplice.
Qual è il nome più diffuso tra i nuovi nati nelle città del Vecchio Continente? Ricognizione anagrafica da Oslo a Milano, passando per Molenbeek
Per quindici anni la Fraternità monastica di Gerusalemme è stata, nel quartiere popolare di Saint Gilles, "fonte di irraggiamento pastorale nel semplice dialogo della vita". La riforma della diocesi ha indotto la Fraternità a ritirarsi da Bruxelles. E' la seconda volta che succede, in un anno, dopo il triste caso della Fraternità dei Santi Apostoli
Sei cristiani uccisi in venti giorni nella città di al Arish, a poca distanza da Gaza e Israele. L'accanimento contro i cristiani registra un salto di qualità degli uomini del califfato, che vogliono liberare la regione dai cristiani ma senza dare troppo nell'occhio. E il tutto avviene nel silenzio generale.
Dopo aver provato ad obbligare gli obiettori di coscienza a firmare certificati per l'omicidio dei bambini in grembo, il governatore del Lazio Zingaretti, forte del richiamo del Consiglio d'Europa, ha aperto un bando solo per chi è disposto a praticare l'infanticidio, licenziando in caso contrario. Già Ratzinger parlò di "intolleranza dei tolleranti", profetizzando la deriva totalitaria.
Al termine dell’Udienza generale di oggi, Francesco consiglia di rivolgersi alla “Madre della speranza, che ci invita a volgere lo sguardo verso la salvezza”
“Medjugorje? Un luogo di grazia. L’albero buono si vede dai frutti. Giusta la cautela della Chiesa sulle apparizioni.” Lo dice in questa intervista a La Fede Quotidiana monsignor Henryk Muszynski, arcivescovo emerito di Gniezno in Polonia e soprattutto Primate Emerito di quel Paese.
Dagli Stati Uniti arriva l’auto-matrimonio. Il punto ultimo, ma non finale, della parabola discendente della concezione della vita coniugale. È la celebrazione del proprio io, dell’egocentrismo elevato a valore, della solitudine individualistica auto-compiacente. E tutto questo senza passare da un manicomio.
Intervista al dottor Guizzetti che esprime lo smarrimento dei medici, sopratutto cattolici: "Il ddl sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento toglierà cibo e acqua agli indifesi, ma anche la Chiesa ora dice che sono cure. Il panorama nelle strutture sanitarie è angosciante e noi siamo lasciati nella confusione. Eppure don Giussani ci aveva messo in guardia dal tradimento di Cristo e della Tradizione".
Suor Lizzy Chakkalakal è la preside dell’Our Lady’s Convent Girls Higher Secondary School di Kochi. Nel 2012 ha aperto la prima casa per ospitare famiglie bisognose. “Ciò che è più importante, è che non solo diamo un alloggio, ma si è creata una cultura di condivisione e cura reciproca tra la popolazione”.
Il Santo che la Chiesa ricorda oggi, si rese famoso per la sua attività apostolica e riformatrice
L’uomo di 84 anni è uno dei sette sopravvissuti alla prigione di Tuol Sleng, dove morirono 14 mila persone in tre anni. «Mangiavo scarafaggi di nascosto. Non bisogna dimenticare»
«Nessuno può servire due padroni. O odierà l’uno e amerà l’altro, o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro: non potete servire Dio e mammona» (Mt 6,24). Ettore Gotti Tedeschi, presidente della filiale italiana del Banco Santander, ex presidente dello Ior, economista, con “mammona”, cioè con i soldi, ha a che fare tutti i giorni. Sa però che del denaro è bene solo servirsi, magari per fare del bene o anche per trarne un profitto legittimo, perché quando si tratta di servire per l’uomo l’unico vero padrone dev’essere Nostro Signore. Una servitù che sa di libertà, perché equivale a dire che su questa Terra niente e nessuno può realmente sottometterci. È con questa certezza che il professore piacentino, soprannumerario (cioè membro sposato e con figli) dell’Opus Dei, parla dell’economia globale e italiana, e del mondo che cambia. Senza essere schiavo del “politicamente corretto”.
Le apparizioni al nobile locale Jean de Huldenberg avvennero nel 1405. La reliquia del miracolo è conservata e visibile ancora oggi nella chiesa di Bois-Seigneur-Isaac
“Ti benedico, o Padre (…) perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli”. Quanto avvenuto esattamente un secolo fa nella Cova da Iria, amena frazione di Fatima, in Portogallo, sembra sublimare questo passo evangelico. Tre bambini, tre piccoli appartenenti a un villaggio agreste di inizio novecento, le cui giornate erano scandite dal ciclo del sole e dal suono delle campane, furono i prescelti dalla Vergine Maria. Come già avvenuto in precedenti apparizioni, la Madonna si presentò ad anime semplici e innocenti ed affidò loro messaggi di impareggiabile importanza per l’umanità tutta.
Dopo il servizio delle Iene si dimette il direttore Spano e la Boschi blocca i finanziamenti. Ma il caso delle dark room nei circoli affiliati all'associazione Andoss svela il vaso di pandora dell'ipocrisia di Stato che finanzia con la scusa della discriminaizone di gay e lesbiche un ingentissimo indotto dove circoli culturali mascherati si dedicano in realtà alla vita gay con dark room, promiscuità sessuale e saune di copertura. Un bel modo di usare i soldi pubblici che oggi è sotto gli occhi di tutti e che mostra lo squallore di un ufficio governativo che ha stanziato oltre 400mila euro per la causa omosessualista.
Un rito massonico nella cattedrale anglicana di Canterbury è stato permesso dall’arcivescovo anglicano Justin Welby, nello stesso giorno in cui, nella cattedrale cattolica di Westminster, l’arcivescovo Nichols riconsacrava l’Inghilterra e il Galles al cuore Immacolato di Maria, nel centenario della apparizioni di Fatima (17 febbraio 1917. La liturgia è avvenuta davanti ad una statua della Vergine di Fatima, che è stata incoronata durante la cerimonia, alla presenza di quattromila fedeli commossi.
Le critiche aperte al Pontefice fanno si che si crei un dibattito anche tra i fedeli che si dividono tra chi ritiene che Papa Francesco sia l’uomo giusto per rinnovare la fede nei cattolici e chi invece lo vede come un male per tutta l’istituzione. In un recente incontro con i pellegrini la veggente di Medjugorje Mirjana ha espresso la sua opinione non sul Papa ma su chi lo giudica, offrendo ai presenti quello che secondo lei dovrebbe essere il giusto comportamento da tenere nei confronti di un Papa: “Sento molti pellegrini che dicono che Giovanni Paolo II era un Santo Papa, altri dicono che Benedetto XVI era un po’ meno di lui, altri ancora dicono che Papa Francesco piace altri che Papa Francesco non piace”. Questo atteggiamento fa soffrire la veggente, la quale ritiene che: “Il Papa è il Papa di tutti, il nostro dovere è di pregare per lui, per tutte le responsabilità che porta sulle sue spalle e che noi non sappiamo. Invece quello che molti di noi sanno fare è giudicare il Pontefice anziché pregare per lui”. D’altronde, aggiunge Mirjana che se si è cattolici non si può non credere che a scegliere il Papa non siano i singoli cardinali all’interno del conclave ma lo Spirito Santo, questo, in quanto Dio che discende in terra, guida la scelta verso un uomo adatto al periodo storico in cui ci troviamo. Quindi, secondo la veggente, Papa Francesco è l’uomo giusto per questo periodo storico e nessuno dei credenti si può permettere di giudicare il Papa, infatti conclude il suo intervento dicendo: “Noi dobbiamo pregare e non commentare perchè crediamo di sapere tutto ma in realtà non sappiamo un bel niente”.
«Ma Dio cosa vuole che faccia della mia vita?» è la domanda che si pone Giacomo Celentano, figlio di Adriano e Claudia Mori, quando un giorno, senza sapere perché, è assalito da un malessere inspiegabile, un affanno al petto che non lo lascia respirare. Eppure ha tutto: amici, successo, soldi, una ragazza. Nel suo ultimo libro: “I tempi di Maria” (Itaca edizioni), il cantautore Giacomo Celentano, racconta di sé, della sua vita, della famiglia, tutto attraverso la lente della fede. Il testo è un inno di lode a Dio e soprattutto alla Madonna, che l’autore “incontra” all’età di trent’anni.
La storia di Bashir è stata denunciata da Nissar Hussain, il cristiano pakistano convertitosi dall’islam e per questo perseguitato da 15 anni e quasi ucciso nel 2015