Maria a Medjugorje Messaggio del 25 ottobre 2011:Cari figli, vi guardo e nei vostri cuori non vedo la gioia. Oggi io desidero darvi la gioia del Risorto perché Lui vi guidi e vi abbracci con il suo amore e con la sua tenerezza. Vi amo e prego incessantemente per la vostra conversione davanti al mio figlio Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Notizie dei giornali cattolici







Oggi inizia la Novena al Cuore Immacolato di Maria.
Oggi inizia la novena alla Regina della Pace. La novena terminerà il 23 giugno, giorno precedente all'anniversario della prima apparizione (24 giugno 1981).
La nuova composizione della Pontificia Accademia per la Vita indica chiaramente che si vuole andare verso lo sdoganamento della contraccezione e la cancellazione di ogni eredità di san Giovanni Paolo II. Ma si tratta di obiettivi che avrebbero conseguenze gravissime su ogni insegnamento della Chiesa.
Sono anni ormai che vescovi e addirittura intere conferenze episcopali sponsorizzano idee sulla sessualità contrarie all'insegnamento cattolico e all'uomo, diffondendo l'ideologia gender nelle scuole. McCusker, attivista pro life americano, spiega le radici del tradimento, il problema dei pontificati e perché il cuore della Chiesa è malato, legando quanto sta avvenendo alle apparizioni della Madonna a Fatima "che lì ci spiegò cosa sarebbe accaduto e come bisognava lottare".
Vangelo Gv 6, 51-58: La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
In quel tempo, Gesù disse alla folla:
«Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?».
Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».
La costruzione della Cattedrale di Coria – in Extremadura, Spagna – ha impiegato circa 250 anni. La sua storia è lunga e complessa, e alcuni studi indicano che alcuni degli elementi componenti la struttura risalgono al primo secolo. Secondo la tesi di dottorato di Maria del Carmen Sanabria Sierra, scritta sotto la direzione del famoso storico dell’arte Victor Nieto Alcaide, la cattedrale potrebbe essere stata il primo tempio cristiano in tutta la penisola iberica. A dimostrarlo sarebbe un mosaico romano trovato nel chiostro. La cattedrale è situata dove sorgevano in passato l’ex cattedrale visigota, quindi la moschea della città e la cattedrale romanica. La sua costruzione, iniziata nel 1498 (sei anni dopo la Reconquista), fu completata intorno al 1748, ma il terremoto di Lisbona del 1 novembre 1755 danneggiò seriamente la chiesa.
Pubblicata ieri la lista dei 45 nuovi membri della Pontificia Accademia della Vita. Sembra delinearsi un cambio di passo pastorale che molti vorrebbero intravedere come cambio di paradigma della teologia morale. Tra i nuovi membri anche figure più aperturiste su aborto, contraccezione, fecondazione e eutanasia. E persino alcuni critici dell'Humanae Vitae.
Sesso senza anticoncezionali, famiglie numerosissime e bambini che devono per forza di cose occuparsi dei fratelli più piccoli. E’ la vita di coloro che abbracciano il Cammino neocatecumenale, movimento cattolico nato negli anni 60 di cui ci siamo occupati qualche tempo fa: all'epoca ascoltammo infatti diversi testimoni, tutti stupiti di aver avuto a che fare con persone così stravaganti.
Islam, Medjugorje, misericordia, Radio Maria. Ne parla a tutto campo in questa intervista a La Fede Quotidiana il noto teologo domenicano padre Giovanni Cavalcoli.
Oggi inizia la Novena al Sacro Cuore di Gesù.
È stata una fine tragica quella dell’americana Brooke Verity Cochran, una delle madri surrogate più famose al mondo, diventata famosa nel 2002 per avere partorito quattro gemelli per una coppia omosessuale del Kentucky. La storia della donna, deceduta il 25 novembre per overdose a 37 anni e più volte celebrata dalle riviste e televisioni internazionali, è stata raccontata nel dettaglio in questi giorni dalla stampa americana locale.
Non serve a nulla dialogare con gli imam né carne né pesce. Non hanno alcuna autorità sulla mente e sull’anima dei ragazzi delle periferie esistenziali islamiche
Dalla crisi politica è nata una nuova maggioranza che ha inglobato la piccola pattuglia dell'HNS, partito ferocemente laicista e anticlericale, che ha chiesto e ottenuto il ministero dell'Istruzione. E proprio nel momento in cui è in corso la riforma dei programmi scolastici. E potrebbe rispuntare l'ideologia gender.
Il Califfato è ormai in una morsa e le sue due roccaforti, Raqqa e Mosul, sono quasi liberate. Forse lo stesso Al Baghdadi è morto. Ma i russi accusano gli americani di liberare forze dell'Isis contro Damasco. E gli americani intendono fermare gli sciiti che filtrano in Siria dall'Iraq. La guerra non finirà perché i vincitori già si combattono.
Nel quinto anniversario della morte di Chiara Corbella l'annuncio a Roma dell'apertura del processo di beatificazione. La storia di questa giovane sposa e madre, che molti hanno paragonano a Santa Gianna Beretta Molla, mostra la bellezza e la luce di una vita consegnata a Dio.
C’è ancora speranza per il piccolo Charlie Gard, sebbene la sua vita continui a essere appesa a un filo e legata fin qui al mero rispetto di procedure formali. La Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) ha chiesto al Regno Unito di continuare a fornire il supporto vitale al bambino fino alla mezzanotte di lunedì, in attesa che i legali dei genitori presentino un ricorso completo, che potrebbe far slittare ulteriormente l’interruzione delle cure. Ma è già questo conto alla rovescia sulla sua pelle che è assurdo e cinico.
Morì il 13 giugno 2012, stroncata a 28 anni da un tumore. La giovane romana aveva deciso di ritardare le cure per far nascere il figlio in grembo. Oggi continua a vivere nell'affetto della gente. Che la implora come una “nuova Gianna Beretta Molla”. Un esempio per tutti, a 5 anni dalla morte.
Queste amministrative 2017 vanno comprese come un secondo tempo del percorso avviato con le amministrative 2016. I candidati sindaco del Popolo della Famiglia hanno ottenuto oltre centomila voti nei 35 comuni in cui ci siamo presentati. Sono 35 esperienze pilota che, disseminate in tutte le regioni, rappresenteranno la base anche tecnico-organizzativa per la presenza alle prossime elezioni politiche. E’ tra coloro che hanno messo la faccia (e hanno imparato tecnicamente a presentare le liste) che troveremo i 945 candidati che ci rappresenteranno nella corsa alla Camera e al Senato al più tardi nel marzo 2018. Abbiamo formato una squadra che sul piano organizzativo sa cosa deve tecnicamente fare e sul piano politico ha imparato e persino gustato l’esperienza dell’autonomia, della libertà dai vincoli avaloriali che troppo spesso scattano come riflessi condizionati nella caccia ai consensi dei grandi partiti tradizionali, che per piacere a tutti finiscono per non dire niente di quel che viene considerato come “divisivo”, cioè ogni riferimenti a seri principi valoriali. I “quattro gatti” del Popolo della Famiglia sono diventati centomila gatti, è un fatto incontrovertibile: un movimento inizialmente irriso e osteggiato, arriva in una grande città come Verona sopra Fratelli d’Italia, ha gli stessi voti di Forza Italia, batte anche la lista tosiana di Fare e si propone come forza politica nazionale in grado di essere base aggregativa per le sfide che verranno.
Come commenta i dati sul numero di coppie che hanno usufruito delle unioni civili, dall’entrata in vigore della legge? Mi sembra un numero molto basso. Repubblica ha definito tale cifra “un flop” della legge sulle unioni gay. Di certo sono molto meno delle attese, Arcigay parlava di 10.000 coppie in un solo anno, sono il 75% in meno. Quella legge è una brutta legge, non serviva.
Il cristiano Irfan Masih, che di lavoro pulisce le fogne, è morto in ospedale perché i medici si sono rifiutati di toccarlo durante il Ramadan
Appello dell’arcivescovo cattolico di Atene: «Le diocesi traggono i loro redditi dagli affitti. Purtroppo non tutti riescono a pagare e con le tasse non riusciamo a far fronte ai bisogni. Dovremo tagliare ancora le spese»