Maria a Medjugorje Messaggio del 31 dicembre 1983:Vi auguro soltanto che questo nuovo anno sia per voi realmente santo. Oggi, perciò, andate a confessarvi e purificatevi per il nuovo anno.

Richieste di preghiera - segnalazione Spam


Non abusare di questo servizio, conferma solo se sei sicuro che la richiesta di preghiera è inappropriata o spam.

Ip Richiedente: 54.91.48.104
CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)

La richiesta di censura verrà inviata ad un moderatore che provvederà a cancellare la r.d.p. o a reinserirla nelle altre

Titolo rdp:Commento al Vangelo
Inserita in data:2018-01-03 11:34:01
Rdp:Dio è Amore! Il Vangelo di questa mattina è il proseguimento di quello di ieri che ci ha mostrato come l’identità del cristiano si fondi sulla Parola di Dio. Oggi comprendiamo gli effetti di questa nuova identità: diventiamo capaci di riconoscere in Gesù l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo. Sì, perché questo è il motivo dell’Incarnazione e della Pasqua: liberare l’Uomo dal peccato. Infatti il nostro vero nemico non è il tempo che passa (la vecchiaia) né i dispiaceri della vita né la malattia e nemmeno la morte. Ciò che nuoce alla nostra esistenza è il peccato in tutte le sue forme, quelle cosiddette veniali e quelle più gravi. L’Agnello di Dio che ci sorride dalla grotta di Betlemme è venuto per togliere il peccato dal mondo e restituire a noi tutta la bellezza e la grandezza della dignità dei figli di Dio. Specchiarci nella Parola di Dio alla ricerca della nostra vera identità ci porta a riconoscere che questo Bambino, questo Agnello immolato è veramente il Figlio di Dio. La nostra vita di fede allora è un viaggio: alla grotta per contemplare il Corpo del Dio fatto Bambino; al sepolcro per comprendere che quel Corpo ha vinto la morte, passando per la Chiesa dove ogni giorno ci viene offerto il Corpo dell’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo: “O Dio eterno, Tu hai creato il cielo e la terra e hai creato gli esseri umani a Tua immagine, dando a ciascuno identità e dignità. Ti ringraziamo per il dono della vita che ci lega a Te e alla Tua creazione. Aiutaci - come cristiani e come Chiese – a ricevere la Tua grazia in tutta la sua pienezza, cosicché possiamo superare ciò che limita o riduce il Tuo dono. Riempici del tuo Spirito Santo affinché possiamo conformarci a Cristo e divenire specchio della Sua immagine nel mondo. Amen” Buona preghiera e buona giornata a tutti! La Mamma Celeste ci benedica e sorrida sempre!( padre Antonio Maria C. )





Inserisci il codice dell'immagine che vedi qui sopra: