Saturday, 20 September 2014
( Santi Martiri Coreani)
ita   eng   esp   fra   ger   cro  
Cerca nel sito

Rosario on line




Gesù Confido in te!
Purgatorio
Message of August 2, 2014 (Mirjana) 2014-08-02 mirjana

Dear children, the reason that I am with you, my mission, is to help you for ‘good’ to win, even though this does not seem possible to you now. I know that you do not understand many things as I also did not understand everything, everything that my Son explained to me while He was growing up alongside me but I believed Him and followed Him. I ask this of you also, to believe me and to follow me. However, my children, to follow me means to love my Son above everything, to love Him in every person without making differences. For you to be able to do this, I call you anew to renunciation, prayer and fasting. I am calling you for the Eucharist to be the life of your soul. I am calling you to be my apostles of light who will spread love and mercy through the world. My children, your life is only a blink in contrast to eternal life. And when you come before my Son, in your hearts He will see how much love you had. In order to spread love in the right way, I am asking my Son, through love, to grant you unity through Him, unity among you, unity between you and your shepherds. Through them my Son always gives Himself to you anew and renews your soul. Do not forget this. Thank you.

Sono passati...
Consiglio
Per la speranza, il coraggio e la perseveranza
Brava
NOVENA AL PREZIOSISSIMO SANGUE PER LE ANIME DEL PURGATORIO
Per Eli
la salvezza di un matrimonio
Per Marco (moderatore)
Per Giovanna
RIF: Mai

19/09/2014 : Intervista a Schonborn su Medjugorje
02/09/2014 : Apparizione a Mirjana 2 Settembre 2014 a Medjugorje
16/08/2014 : Apparizione a Marija Pavlovic 15 Agosto 2014 a Medjugorje
02/08/2014 : Video apparizione a Mirjana del 2 agosto 2014
24/06/2014 : Incontro di preghiera con testimonianza di Vicka Ivankovic, padre Petar Ljubicic e con i canti di R. Bignoli e M. Murari
05/06/2014 : Apparizione a Mirjana 2 Giugno 2014 a Medjugorje
29/05/2014 : Umberto Tozzi, svolta dopo Medjugorje
20/04/2014 : Il Mistero Medjugorje
19/03/2014 : Apparizione a Mirjana 18 Marzo 2014 a Medjugorje
10/03/2014 : Chiara Badano...una Luce per tutti

Il mio cuore canta - Medjugorje e la musica di Dio di Bignoli Roberto
Salvata dall'inferno di Ania Goledzinowska
La scienza e i segni straordinari nella misericordia di Dio - Il case-study di Medjugorje di Michèle Leks
Il dogma del purgatorio di Giulio Giacometti, Piero Sessa
l purgatorio nei mistici - Volume 4 di Giulio Giacometti, Piero Sessa
l purgatorio nei mistici - Volume 3 di Giulio Giacometti, Piero Sessa
l purgatorio nei mistici - Volume 2 di Giulio Giacometti, Piero Sessa
l purgatorio nei mistici - Volume 1 di Giulio Giacometti, Piero Sessa
Un sorriso per Dio - Suor Maria Raffaella Marconcini di Patrizia Parodi
Beato Rolando Maria Rivi - Il martire bambino di Andrea Zambrano

«Ha detto bene Ratzinger a Ratisbona: la fede non deve privarci della ragione. Noi musulmani bresciani condanniamo l’Isis»
imn«Il discorso di papa Ratzinger a Ratisbona? Concordo quando dice che la fede non può essere cieca e che l’uomo deve usare la ragione. La violenza? La condanniamo, anche se nel caso della legittima difesa, per stare nei termini del pontefice, è ragionevolmente necessaria». Così dice Morgan Ghidoni, 39 anni, bresciano convertito all’islam oltre vent’anni fa, traduttore dei sermoni dell’imam della moschea di Brescia e maestro presso il Centro culturale islamico della zona, che ha accettato di spiegare a tempi.it i motivi che hanno spinto 16 centri islamici della provincia di Brescia a firmare un documento di condanna dello Stato islamico e delle persecuzioni perpetrate dai tagliagole del califfo Al Baghdadi nei confronti dei cristiani e degli yazidi in Iraq e in Siria.

2014-09-20 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:8
Trento si inventa l'emergenza omofobia: pronta la legge
imnÈ in corso al consiglio della Provincia autonoma di Trento - che, insieme a quella di Bolzano e a differenza delle altre province italiane, ha poteri legislativi - un'accesa discussione su un disegno di legge intitolato “Interventi di contrasto delle discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale, dall'identità di genere o dall'intersessualità”. La Provincia di Trento è retta da una maggioranza di centro-sinistra, di cui fanno parte anche gli autonomisti del Partito Autonomista Trentino Tirolese (Patt), di origini cattoliche anche se passato attraverso varie vicissitudini. Il disegno di legge - comunemente definito legge provinciale sull'omofobia - è sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle, che è all'opposizione, mentre vi si oppongono la Lega Nord, la lista Civica Trentina - che rappresenta una forma di autonomismo contraria all'alleanza con la sinistra - e il consigliere del gruppo misto Massimo Fasanelli. Voci discordi invece in Forza Italia, dove c'è chi si oppone alla legge perché distrae rispetto alle vere priorità del lavoro e dell'occupazione, senza criticarla nel merito.

2014-09-20 :: Fonte: La nuova Bussola Quotidiana :: Visite:2
Kasper, la pastorale è un pretesto
imnLe interviste rilasciate nei giorni scorsi dal cardinale Kasper a Vatican Insider (La Stampa) e al Mattino confermano che il tema centrale del prossimo Sinodo sulla Famiglia è il rapporto tra dottrina e pastorale nella Chiesa. Il carattere babelico di questa inedita discussione pre-sinodale deriva da qui: si hanno idee diverse di cosa sia l’una e cosa l’altra e del loro rapporto. Si hanno quindi anche visioni diverse di cosa significhi “tradizione”. Il cardinale Kasper dice che il Sinodo dovrà essere pastorale, però insiste anche nel dire che “la dottrina cattolica non è un sistema chiuso” e come tale deve aprirsi alla complessità delle situazioni. Ma allora vuole dei cambiamenti nella dottrina. Del resto, la misericordia, elemento su cui egli ha insistito molto sin dalla relazione ai Cardinali all’ultimo Concistoro e che dovrebbe aprire la strada a nuove prassi pastorali per i divorziati risposati, non fa parte anch’essa della dottrina? La coppia verità-misericordia viene spesso tradotta come se la verità appartenesse alla dottrina e la misericordia alla pastorale, ma anche la misericordia fa parte della dottrina, dato che Gesù Cristo stesso è la Misericordia. Quindi si vogliono cambiamenti dottrinali, pur ribadendo che “la dottrina è chiara, non si cambia” e che il Sinodo dovrà essere e sarà pastorale. Perché non si dice direttamente che si vogliono cambiamenti dottrinali? In questo caso le posizioni sarebbero più chiare.

2014-09-20 :: Fonte: La nuova Bussola Quotidiana :: Visite:1
Novena a San Michele Arcangelo
imnOggi inizia la Novena a San Michele Arcangelo....

2014-09-20 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:155
Medjugorje: è andata in carrozzella, è tornata che camminava
imnGigliola Candian, 48 anni, di Fossò (Venezia), da dieci anni è affetta da sclerosi multipla. Dal 2013 la malattia l’ha costretta su una sedie a rotelle. Sabato 13 settembre è partita per un pellegrinaggio a Medjugorje. E lì è successo qualcosa. Al Gazzettino di Venezia, la Candian ha raccontato di aver sentito un gran caldo alle gambe e di aver visto una luce. Da quel momento si è sentita forte da poter camminare. Si è alzata dalla carrozzella e nonostante la muscolatura ridotta delle sue gambe ha cominciato a camminare. Prima lentamente poi sempre più sicura. Ha lasciato la carrozzella ed è tornata in pullman in Italia. Una volta rientrata ha cominciato a camminare per la casa, poi le prime passeggiate in giardino. Si aiuta con un deambulatore, ma procede sempre più spedita. Nessuno sa, lei per prima, cosa veramente sia successo. I medici indagheranno e stanno cercando di capire. La Candian ha rilasciato dichiarazioni al Gazzettino di Venezia, sostenendo che si tratta di un miracolo. Non era la prima volta che la donna si recava a Medjugorje.

2014-09-19 :: Fonte: Zenit :: Visite:270
I limiti e i costi della fecondazione artificiale
imnA fronte della delibera della Giunta Regionale Umbra, che ha dato il via libera alla fecondazione in vitro eterologa, il presidente regionale del Movimento per la Vita, Angelo Francesco Filardo, ha sollevato dubbi sull’efficacia della tecnica di fecondazione artificiale (solo il 15% riesce, il 90% degli embrioni prodotti muore) e ha chiesto: “Perché sprecare il denaro pubblico per tanto insuccesso?”.

2014-09-19 :: Fonte: Zenit :: Visite:28
L'omofobia che... non c'è
imnOpinioni divergenti sul tema dei diritti civili si sono confrontate ieri sera sull’Isola Tiberina, a Roma, nell’ambito di Atreju - L'isola che c'è, la kermesse di Fratelli d’Italia-AN in corso fino a domenica prossima. Al dibattito hanno preso parte il magistrato Alfredo Mantovano, già sottosegretario al Ministero dell’Interno, l’onorevole Ivan Scalfarotto, sottosegretario per le Riforme costituzionali e relatore del ddl sull’omofobia, Jean-Pier Delaume-Myard, esponente omosessuale di Manif Pour Tous, e il giornalista Vittorio Feltri.

2014-09-19 :: Fonte: Zenit :: Visite:59
Kyle e Jake, i gemellini inglesi nati alla 23esima settimana. «Li trattavano come feti. Sono i miei figli»
imnPer la legge avrebbero potuto essere considerati “aborti tardivi”. Al massimo “feti” nel gergo medico. Ma per Nichola Baird e il suo compagno Colin, Kyle e Jake French, venuti al mondo dopo appena 23 settimane di gestazione, sono sempre stati, semplicemente, i loro bambini. È molto più di una questione semantica, soprattutto adesso che il Parlamento britannico ha riaperto il dibattito sulla proposta di riduzione dei termini legali dell’aborto, oggi consentito nel paese fino a 24 settimane di gravidanza. Ecco perché la coppia di Hebburn, 30 lei, 42 lui, ha deciso di raccontare la storia della nascita dei gemellini prematuri. Un caso concreto che può pesare sulla disputa più di mille pareri medici, come è stato per la piccola Lily Burrows.

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:124
Francia, condannati per aver profanato una moschea. Ok. Ma allora perché le Femen sono state assolte (e risarcite)?
imnDue donne sono state condannate in Francia a nove mesi di prigione, di cui tre effettivi e sei con la condizionale, per aver profanato una moschea a Mayotte, deponendo davanti all’entrata del luogo di culto la testa di un maiale. «INCITAMENTO ALL’ODIO». La condanna è stata emessa oggi dal giudice del tribunale penale di Mamoudzou. I fatti sono avvenuti la notte di Capodanno, quando, dopo un veglione accompagnato da molto alcol, per onorare una scommessa persa una donna ha deposto la testa di maiale davanti alla moschea, mentre il marito guidava l’auto. L’altra donna aveva fornito ai due la testa di porco. Le tre persone sono state condannate per «incitamento all’odio, alla violenza e alla discriminazione in ragione dell’appartenenza a una religione».

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:77
«Avevo già scelto la bara». Malato terminale esce dal coma grazie all’intercessione del beato Popieluszko
imn«Padre Jerzy, oggi è il tuo compleanno. Se puoi fare qualcosa, fallo oggi. Aiutaci!». In seguito alla guarigione miracolosa, il 20 settembre, a Parigi, inizierà il processo di canonizzazione del “cappellano di Solidarnosc”

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:263
Cina, dopo aver distrutto oltre 300 chiese e croci, il partito comunista demolisce le scuole cristiane
imnCinquecento poliziotti prendono a manganellate semplici civili, la cui unica colpa è quella di essere cristiani e di cercare di difendere la loro chiesa dal tentativo del governo locale di distruggerne la croce. Il video pubblicato dalla Cnn (in basso nella pagina) mostra chiaramente quanto avvenuto a fine luglio in Cina, davanti alla chiesa della Salvezza, nella contea di Pingyang, Wenzhou.

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:76
Ma quale “gaffe”. Otto anni dopo Ratisbona possiamo riconoscere che Benedetto XVI aveva ragione?
imnSe tutti quelli che nel 2006 hanno criticato papa Benedetto XVI per il suo famoso discorso di Ratisbona «facessero un esame di coscienza» e «ammettessero che si sbagliavano» sarebbe già un «utile primo passo» per affrontare la minaccia che in questi mesi è davanti agli occhi di tutto il mondo. È quanto scrive in un articolo su First Things George Weigel, intellettuale cattolico celebre in tutto il mondo per una monumentale biografia su Giovanni Paolo II (Witness to Hope).

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:350
Appello dai cristiani del Kurdistan: «Cosa aspettate a spazzare via i terroristi? Voi parlate, noi abbiamo un mese di tempo»
imnIntervista a padre Waheed k. Tooma, superiore generale dell’Ordine antoniano di sant’Ormisda dei caldei e di Alqosh (Kurdistan): «Anche i musulmani non si sentono più sicuri a Mosul»

2014-09-19 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:53
Di famiglia ce n' è una sola (e anche di mamma)
imnQualcuno si potrà chiedere che c’entra un centravanti di razza con un giovane scrittore, ma non c’è niente di meglio, per presentare Giuliano Guzzo, che paragonarlo ad un bomber da trenta gol stagionali, di quelli che al primo pallone buono la buttano dentro. E così è per La famiglia è una sola (ed. Gondolin, con prefazione di Eugenia Roccella): col suo primo libro, Guzzo va subito a segno contro l’avversario. Anzi, contro gli avversari, perché oggi la famiglia naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna è attaccata su più fronti: da quello assediato dalla lobby omosessualista, forse attualmente il più minacciato, a quello aggredito dall’indifferentismo di chi sostiene la bontà della convivenza (sposarsi o no non ha importanza, basta volersi bene), a quello antico e sempre nuovo insidiato dal divorzismo (bene il matrimonio, ma quando non funziona più meglio farla finita il prima possibile, senza intralci).

2014-09-19 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:33
La neolingua gender si impone nella grammatica
imnSe li trovi nei contratti di assicurazione li temi. Piccoli, fastidiosi e spesso letali. Sono gli asterischi. Ti imbatti in uno di loro e subito vai al rimando a piè di pagina per scoprire in quali guai ti andrai a ficcare firmando il contratto (i famosi “guai assicurati”). Da poco però è nata una nuova genia di asterischi. Quelli gender.

2014-09-19 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:65
Falce e anello. La sinistra riscopre le nozze, ma solo gay
imnUn matrimonio e un funerale. Il primo è quello omosessuale che le lobby gay e Lgbt stanno imponendo a tutti i sindaci piddini d’Italia. Il secondo, appunto, è quella della sinistra, cui gran parte di questi borgomastri deve l’elezione, quella che si batteva per le classe più umili e ora si accontenta di celebrare le nozze con i fichi secchi, delle unioni sterili e senza figli. I compagni dopo aver perso tute blu e proletariato (quel che resta della classe operaia oggi vota Lega), oggi rinnegano neppure la prole, frutto naturale e ricchezza sociale dell’unione uomo-donna. E non c’è bisogno di svegliare Marx o il suo interprete caraibico, quell’Ernesto Che Guevara, tanto amato dagli odierni antagonisti della differenza sessuale, che i maricones dell’Avana li chiudeva tutti nei lager.

2014-09-19 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:23
Chi vuole la "guerra" al Sinodo
imnLa strategia è chiara: far passare quanti difendono la dottrina tradizionale della Chiesa in fatto di famiglia e matrimonio – vescovi, cardinali, teologi - come “nemici del Papa”, che tramano nell’ombra con strategie senza precedenti, come addirittura un libro in cui riaffermano la validità della visione della Chiesa contro i tentativi di trasformarla in qualcosa di simile a una denominazione protestante. Loschi figuri che vogliono discutere pubblicamente di cose di cui si dovrebbe parlare soltanto durante il Sinodo, e che impongono una discussione soltanto sulla comunione ai divorziati risposati quando il Sinodo dovrebbe occuparsi di tante altre sfide che riguardano la famiglia.

2014-09-19 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:111
Papa: coloro che si riconoscono peccatori "aprono il loro cuore nella confessione dei peccati, all'incontro con Gesù"
imn"Gesù dice questa parola - 'Tu sei salvo, tu sei salva, ti sei salvata'- solamente a chi sa aprire il cuore e riconoscersi peccatore. La salvezza soltanto entra nel cuore quando noi apriamo il cuore nella verità dei nostri peccati".

2014-09-19 :: Fonte: Asianews :: Visite:91
Arcivescovo di Bangalore: L'India intervenga per i cristiani perseguitati in Medio Oriente
imnMons. Bernard Moras ha consegnato un memorandum al governatore del Karnataka, da presentare al presidente del Paese. "I nostri fedeli devono essere consapevoli della dura realtà delle sofferenze dei loro fratelli e sorelle in Medio Oriente".

2014-09-19 :: Fonte: Asianews :: Visite:4
Commento di don Fabio Rosini al Vangelo di domenica prossima
imnVangelo Mt 20, 1-16: Sei invidioso perché io sono buono?

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. Si accordò con loro per un denaro al giorno e li mandò nella sua vigna. Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano in piazza, disoccupati, e disse loro: “Andate anche voi nella vigna; quello che è giusto ve lo darò”. Ed essi andarono. Uscì di nuovo verso mezzogiorno e verso le tre, e fece altrettanto. Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano lì e disse loro: “Perché ve ne state qui tutto il giorno senza far niente?”. Gli risposero: “Perché nessuno ci ha presi a giornata”. Ed egli disse loro: “Andate anche voi nella vigna”. Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: “Chiama i lavoratori e dai loro la paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi”. Venuti quelli delle cinque del pomeriggio, ricevettero ciascuno un denaro. Quando arrivarono i primi, pensarono che avrebbero ricevuto di più. Ma anch’essi ricevettero ciascuno un denaro. Nel ritirarlo, però, mormoravano contro il padrone dicendo: “Questi ultimi hanno lavorato un’ora soltanto e li hai trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della giornata e il caldo”. Ma il padrone, rispondendo a uno di loro, disse: “Amico, io non ti faccio torto. Non hai forse concordato con me per un denaro? Prendi il tuo e vattene. Ma io voglio dare anche a quest’ultimo quanto a te: non posso fare delle mie cose quello che voglio? Oppure tu sei invidioso perché io sono buono?”. Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi».

2014-09-18 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:86