Maria a Medjugorje April 25, 2001:Dear children! Also today, I call you to prayer. Little children, prayer works miracles. When you are tired and sick and you do not know the meaning of your life, take the Rosary and pray; pray until prayer becomes for you a joyful meeting with your Savior. I am with you, little children, and I intercede and pray for you. Thank you for having responded to my call.

Request prayers

  • san giuda taddeo
  • Marilena
  • madonnina
  • per Michelina mia cognata, Gabriella, Raffaella e tutti coloro che festeggiano oggi
  • PREGHIERE AI TRE ARCANGELI

Notizie

imgnewsChe cosa abbia spinto il vescovo di Molfetta a regalare un corso della Diocesi a relatori propugnatori della teoria di gender, è mistero che ancora non è stato svelato. Consapevolezza? Calcolo? O convinzione ideologica che la Chiesa debba adattarsi a questa evidente barbarie della mente umana? O forse è solo la sciatteria di seguire stancamente il mondo perché in fondo tanti, dai preti a molti media autorevoli del mondo cattolico si sono adeguati? Che la teoria gender sia un aborto della mente umana è ormai acclarato a chiunque voglia un minimo riaccendere il lume della ragione e se c’è una cosa sulla quale non esistono imbarazzi o dispute interpretative di nessuno circa le parole pubbliche di Papa Bergoglio, è proprio sul fatto che l’educazione di genere sia un pericolo concreto e serio per l’uomo moderno. Francesco lo ha ribadito in molte salse, ma forse quei vescovi che ancora strizzano l’occhio a questa deriva leggono proprio quei giornali che hanno scelto deliberatamente di non riportarlo adeguatamente.
imgnewsNon è vero, «omosessuali non si nasce». Dunque non lo si è. E se non lo si è, risulta ingiusto definire una persona sulla base di un'inclinazione non innata. A confermarlo, pur eliminando i fattori esterni che possono causare le pulsioni verso persone dello stesso sesso (perciò negando che sia una malattia, comunque sempre assecondata dalla volontà), è stata persino l'attivista sedicente lesbica, membro dell'American Psychological Association (Apa), Lisa Diamond, nei capitoli che ha curato per il Manuale dell'APA su sessualità e psicologia. Anche lei, come le femministe più all'avanguardia, discepole della professoressa dell'Università californiana di Berkeley Judith Berkely, è passata oltre l'omosessualità come dato genetico. E ha sposato il modello del "gender fluid", secondo cui la persona può mutare il proprio orientamento continuamente e a seconda di come si sente.
imgnewsCertamente nemmeno gli uomini illustri furono esenti da malanni fisici, incurabili nelle epoche in cui vissero, se, come riferisce Plutarco nelle Vite parallele, Giulio Cesare soffriva di epilessia e, come sappiamo da una lettera al fratello Jerome, Napoleone Bonaparte fu vittima di una stipsi cronica che gli procurò terribili disturbi che si acuirono drammaticamente proprio il giorno della battaglia di Waterloo. E proprio ai dolori atroci che lo tormentarono stando in sella alcuni storici attribuiscono la concausa della clamorosa sconfitta.
imgnewsHa appena sedici anni il giovane cristiano condannato a morte per blasfemia in Pakistan. E, come avvenuto in molti altri casi, è detenuto in carcere nonostante i dettagli sulla vicenda e le prove dell’accusa siano fumose. Nabell Masih, residente a Kasur nella provincia le Punjab (dove gli episodi di blasfemia contro i cristiani sono continui), è stato accusato da un vicino musulmano di aver postato l’immagine di un maiale in cima alla Kaaba della Mecca. Shahbaz Ahmed, ufficiale di polizia, ha dichiarato all’agenzia di notizie Afp che il post urtava «i sentimenti religiosi dei musulmani e dissacrava il sito religioso», ma Mashi si è difeso spiegando che la foto era stata messa sulla sua bacheca Facebook da qualcun altro. Nonostante ciò e nonostante l’immagine sia stata rimossa senza possibilità di verificare le imputazioni, il ragazzo è stato subito arrestato. Naveed Aziz, un altro ufficiale di polizia, ha confermato che il post è stato rimosso e che non è più visibile.
imgnews Il “reato di intralcio all’aborto” sarà esteso anche ad internet, dove chi «manipola» le donne va messo a tacere. Anche se riporta solo la propria esperienza
imgnewsL’agenzia Zenit l’aveva annunciato, incuriosendomi. Ecco il lancio: «Più economia e meno finanza, più etica e meno deregulation. Una richiesta ai maggiori economisti del mondo di aderire alla visione di papa Francesco, già illustrata nella enciclica Laudato sii». Uno potrebbe dire: ma che bisogno c’è di convocare questo gotha per una cosa che già si sa?
imgnewsCorsi di formazione all’educazione di genere rivolti a insegnanti di ogni ordine e grado per sensibilizzare gli studenti alla lotta alle discriminazioni, all’omofobia e agli stereotipi. Non è l’iniziativa di qualche zelante direzione didattica territoriale che anticipa le linee guida del Ministero dell’Istruzione in uscita ad ottobre, ma il progetto condotto dall’Azione Cattolica pugliese e dall’Ufficio per la Pastorale della Famiglia della Diocesi di Molfetta – Ruvo di Puglia – Giovinazzo – Terlizzi in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale Scolastica.
imgnews“Volevamo ringraziarvi perché, a poche ore dall’uscita di ‘Unici’ c’è stata un’accoglienza straordinaria. Leggo bellissimi commenti, a tutti è piaciuta”. Sono le parole di Nek , riguardo all’immediato successo del suo ultimo singolo “Unici”. Il brano lanciato da poche ore, anticipa l’omonimo disco, in uscita il 14 ottobre.
imgnewsL’odierno capitalismo flessibile ha da tempo dichiarato guerra alla stabilità in ogni sua forma. Esso aspira a rendere tutto mobile e on demand, dalla produzione delle merci all’esistenza dei soggetti. Per questo mira a precarizzare integralmente le vite: per farlo, deve rendere “liquida” (Bauman) l’intera società. Deve dissolvere l’eticità di matrice hegeliana, ossia la stabilità lavorativa, sociale, sentimentale. Deve, di conseguenza, annientare il posto fisso di lavoro, la famiglia stabile, i diritti sociali e, non da ultimo, la casa di proprietà come fondamento della stabilità esistenziale. Il precariato si caratterizza, in effetti, per l’impossibilità strutturale di costituire una famiglia e, con essa, di mettere al mondo figli. L’intermittenza contrattuale e salariale gli impedisce permanentemente di stabilizzare la vita etica in senso lavorativo e familiare, negandogli il diritto a un lavoro stabile e a una casa di proprietà.
imgnewsCatechista, apologeta, predicatore formidabile, il gesuita spagnolo Jorge Loring (1921-2013) con il suo bestseller Per salvarti e le sue migliaia di conferenze ha formato generazioni di cattolici in Spagna e in America Latina, convertendo un numero imprecisato di persone. In questo video, girato nel 2011, alla veneranda età di 90 anni, parlava con la sua proverbiale verve di ciò che rende veramente felici nella vita, ovvero servire il prossimo. E di perché il sacerdozio, servizio totalizzante per la salvezza delle anime, è il «mestiere», per chi vi è chiamato, più bello che ci sia...
imgnewsLa Chiesa annovera tra le sue schiere tanti Santi della misericordia, che hanno rinnovato la Chiesa e trasformato la società civile attraverso la carità cristiana, la quale raggiunge indistintamente tutti gli uomini a partire dagli esclusi e dagli scartati. Vincenzo de Paoli (1581-1660) è uno di questi Santi della carità che ha speso tutta la sua esistenza per portare l’amore di Dio laddove regnava solitudine, miseria ed abbandono.
imgnewsQuando risponde al telefono, monsignor mons. Jacques Behnan Hindo, arcivescovo siro-cattolico di Hassaké-Nisibi (diocesi che comprende anche Raqqa, la capitale del sedicente Stato islamico), ha la voce roca. La voce di chi ogni giorno guarda in faccia la guerra. Sul sagrato dell’arcivescovado si affacciano due cecchini. Uno a trenta metri. L’altro a duecento. La tensione è palpabile, nonostante le prime frasi di monsignor Hindo vengano pronunciate con calma. A bassa voce. La linea va e viene. Ma, mano a mano che continuiamo a parlare, l’arcivescovo si fa sentire sempre di più. Parla della guerra che, ormai da cinque anni, sta distruggendo la Siria. Anzi, la “sua” Siria perché, mi spiegherà, “la Siria è prima di tutto mia. Perché io sono siriaco. E Siria deriva da siriaco. Io sono la Siria. Tutti i siriani sono la Siria”. Parole pronunciate dal cuore, come dirà più volte durante l’intervista. Parole di un pastore che ha deciso di non abbandonare le sue pecore. Anche a costo di vivere nel mirino dei cecchini. Giorno e notte.
imgnewsTre colpi di pistola sulle scale di un tribunale. Così ieri mattina nella capitale della Giordania, Amman, è stato ucciso Nahed Hattar, giornalista ateo di tradizione cristiana. Si stava recando al processo che lo vedeva imputato per reato di «insulto alla religione», ma un imam ha emesso sentenza prima del tempo e si è fatto giustizia da solo.
imgnewsNel luglio 2015 pubblicammo la dissenting opinion del giudice John G. Roberts sul pronunciamento della Corte suprema statunitense a favore del riconoscimento del same-sex marriage. In uno dei paragrafi finali del suo monumentale discorso, Roberts notava che «la maggioranza [della Corte] prospetta che i credenti possano continuare a “difendere” e “insegnare” la loro visione del matrimonio. Il primo emendamento tuttavia tutela la libertà di “esercitare” la religione. Malauguratamente, la maggioranza non utilizza questa parola».
imgnews«Il colpo di Stato in Turchia è colpa di cristiani ed ebrei, quella mandria di infedeli». Fin dai giorni successivi al colpo di Stato di luglio questa voce è stata sparsa per tutta la Turchia, in una riedizione in chiave moderna della teoria messa in giro da Nerone quando accusò i cristiani di aver bruciato Roma.
imgnewsSharmila Mackwan ha 31 anni, è vedova e ha deciso di lasciare i suoi due figli — di 9 e 12 anni — in orfanotrofio, per tutti i nove mesi in cui porterà in grembo due gemelli per conto di un’altra coppia. La sua potrebbe essere una delle ultime gravidanze surrogate legali in India, nell’ambito di quell’industria multimilionaria che porta il nome di utero in affitto, e che il governo promette ora di proibire una volta per tutte. La donna, in realtà, non ha molta altra scelta: è scritto nel suo contratto che, per l’intera durata della gravidanza, viva in una struttura dedicata, situata vicino alla clinica dove poi partorirà, insieme ad altre decine di donne che come lei aspettano il figlio (o i figli) di altri.
imgnewsScientificamente documentato e basato sui fatti e non sulle opinioni di matrice ideologica; stimolante, accattivante e incalzante nei ragionamenti proposti; dal tono divulgativo, ma minimamente scontato; ampio per i temi trattati e gli esempi riportati: si presenta così LegGendeR metropolitane (Edizioni Studio Domenicano, 2016, 15 euro), il nuovo libro del medico e bioeticista Renzo Puccetti.
imgnewsEra il febbraio 1995, dal palco della Conferenza Internazionale dell’ONU sullo sviluppo sociale, a Copenhagen, l’allora first lady americana Hillary Clinton arringava la platea dei delegati invocando il diritto all’aborto “raro, legale, sicuro”. Non era certo una posizione nuova e già pochi mesi prima alla Conferenza del Cairo si era tentato di inserire l’aborto tra i mezzi consigliati di controllo delle nascite.
imgnewsIl sindaco di Favria, in provincia di Torino, ha deciso di passare dalle parole ai fatti e si è rifiutato di celebrare un’unione civile tra due persone omosessuali che si erano rivolte a lui. In queste ore il cellulare di Serafino Ferrino, sindaco di centrodestra eletto con una civica al suo quarto mandato da primo cittadino, è bollente. “Meno male che ci sono dei giornalisti che non mi massacrano”, sorride al telefono con la Nuova BQ che, come tanti giornali ieri lo ha chiamato per sapere se è impazzito o no.
imgnewsAddirittura una mobilitazione mondiale per costringere l'Irlanda a un nuovo referendum che introduca l'aborto libero: le manifestazioni in venti città del mondo dicono di una grande pressione internazionale per far capitolare un paese simbolo della tradizione cattolica. E non è l'unico caso. Ma c'è anche chi prova a invertire la tendenza: in Polonia, altro paese nel mirino dell'Internazionale abortista, il Parlamento approva una legge di iniziativa popolare che introduce il reato di aborto procurato. Aspettiamoci ritorsioni.
Thursday, 29 September 2016
(Arc. Michele Gabriele Raffaele)
ita   eng   esp   fra   ger   cro  

Cerca nel sito

Rosario on line