Thursday, 2 July 2015
(San Ottone)
ita   eng   esp   fra   ger   cro  
Cerca nel sito

Rosario on line




Gesù Confido in te!
Purgatorio
Message of November 2, 2014 (Mirjana) 2014-11-02 mirjana

Dear children, I am with you with the blessing of my Son, with you who love me and who strive to follow me. I also desire to be with you who do not accept me. To all of you I am opening my heart full of love and I am blessing you with my motherly hands. I am a mother who understands you. I lived your life and lived through your sufferings and joys. You who are living in pain understand my pain and suffering because of those of my children who do not permit the light of my Son to illuminate them; those of my children who are living in darkness. This is why I need you - you who have been illuminated by the light and have comprehended the truth. I am calling you to adore my Son so that your soul may grow and reach true spirituality. My apostles, it is then that you will be able to help me. To help me means to pray for those who have not come to know the love of my Son. In praying for them you are showing to my Son that you love Him and follow Him. My Son promised me that evil will never win, because you, the souls of the just, are here; you who strive to say your prayers with the heart; you who offer your pain and suffering to my Son; you who comprehend that life is only a blink; you who yearn for the Kingdom of Heaven. All of this makes you my apostles and leads you towards the victory of my heart. Therefore, my children, purify your hearts and adore my Son. Thank you.

Madonna
BUONGIORNO SPIRITO SANTO!
Per tutti
san Giuda Taddeo aiutaci
Per tutti-VINCENZO e GRAZIELLA
Mamma
Regina della Pace
AVE MARIA
PER MP.A. F. C.B. A V.A.T.A.S.D.D.N.MC.E TUTTI
per Carlo e Adolfo

14/06/2015 : Il coraggio di Chiara Corbella
02/06/2015 : Apparizione a Mirjana 2 Giugno 2015 a Medjugorje
03/05/2015 : Apparizione a Mirjana 2 Maggio 2015 a Medjugorje
27/04/2015 : Medjugorje: apparizione a Mirjana del 18 Marzo 2015
12/04/2015 : Medjugorje 2 Aprile 2015 - momento della Lettura del Messaggio a Mirjana
12/04/2015 : Apparizione a Mirjana 2 Marzo 2015 a Medjugorje
12/04/2015 : Apparizione a Mirjana 2 Febbraio 2015 a Medjugorje
08/03/2015 : Sacerdote cieco: a Medjugorje ho trovato la vocazione
15/01/2015 : Marija Pavlovic a Varese incontra Medjugorje 4 edizione 14 febbraio 2014
15/01/2015 : Mirjana parla dei sacerdoti

Io sono la Madre del Verbo. Le apparizioni di Kibeho di Sinayobye, Edouard
Il cammino della pace di Francesco Rizzi
Oltre - La vita eterna spiegata a chi cerca di Diego Manetti
I veggenti di Medjugorje - Maria ci ha detto. I messaggi, i segreti, le profezie di F. O Leary
Dentro Medjugorje - Diario di un pellegrinaggio postmoderno di Cristiano Baldissera
È lui a far paura al demonio - Padre Amorth in lotta col male di Cupello Francesco
"Medicina" delle Novene Mariane (La salute dell'anima) di AA.VV.
Ave 2015. Medjugorje e i prodigi che ci liberano dal male (ebook) di Pierluigi Bottura
I misteri di Maria - Da Saragozza a Medjugorje profezie e segreti che nessuno può ignorare di Paolo Brosio
Grazie per avermi chiamato (Medjugorje) di Braganti Mauro

Io, che ho fatto parte della Commissione per l’eutanasia in Olanda, vi dico: non fate il nostro errore
imn Intervista a Theo Boer, docente all’università di Utrecht, convinto sostenitore della dolce morte, oggi pentito: «Aveva ragione chi contrastava la legge»

2015-07-01 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:68
Santa Maria Goretti
imn Santa Maria Goretti nacque a Corinaldo il 16 ottobre 1890 in provincia di Ancona, vicino a Senigallia, da Luigi e Assunta Carlini. Prima di lei era nato Tonino, che morì pochi mesi dopo la nascita, poi Angelo; dopo di lei nacquero Mariano, Alessandro, Ersilia e Teresa alle Ferriere, tre mesi prima della morte del padre. Il 17 ottobre venne battezzata, entro le 24 ore dalla nascita, nella chiesa di San Francesco con il nome di Maria e Teresa. La madre si chiamava Assunta Carlini, era orfana, fu adottata da due coniugi senza prole, più poveri di lei che era sola al mondo... In compenso quei genitori adottivi erano rigorosi in fatto di morale e la salvaguardavano dai pericoli del mondo e dalla vita libera, abituandola alle privazioni e ai dolori della vita. Purtroppo non fu mandata neanche a scuola. Le verità del catechismo e le preghiere le imparò a furia di ascoltarle. Fu questa donna che Luigi Goretti conobbe ed amò. Egli era per natura un uomo mite e di cuore buono. Non poteva patire di vederla così; tanto più che notava in lei tante belle qualità di vita pratica e laboriosa, una rettitudine ed una fortezza d'animo a tutta prova.

2015-07-01 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:142
Santa Clelia Barbieri
imn«Ti rendo lode, o Padre Signore del cielo e della terra, perché hai nascoste queste cose ai dotti e ai sapienti, e le hai rivelate ai piccoli. Sì, Padre, perché così è piaciuto a Te!» Mt 11-25-26 Vera, incarnata, credibile L'esperienza umana e cristiana di Clelia Barbieri conserva a distanza di oltre 100 anni una freschezza straordinaria. Questa ragazza persicetana, vissuta fra il 1847 e il 1870, è vera, incarnata, credibile. Parla come noi, lotta con noi, ci accompagna nel cammino. Clelia è una santa giovane, non conformista, abba­stanza scomoda per chi la guardi non soltanto come figura da ammirare e da pregare, ma anche come modello da imitare e da vivere. La sua vicenda appartiene alla cosidetta storia minore, al Vangelo della vita nascosta, fatta non tanto di battaglie, di trattati, di manifestazioni di massa, quanto di episodi feriali, a dimensione umana, localiz­zabili nel piccolo mondo di provincia. Tutte cose che apparentemente non fanno notizia; ma prese insieme portano in sé una novità inesauribile. La fatica di vivere, la fame di giustizia, la fede dei miti e puri di cuore, lo sforzo di crescere insieme, la lieta disponibilità al servizio, l'entusiasmo che animò le giovani generazioni, il ruolo guida di un gruppo di ragazze delle Budrie, in un tempo in cui la media della vita non superava i 33 anni: ecco le linee della nostra storia.

2015-07-01 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:91
Matrimonio gay? In Austria si fa ma non si dice
imnLa felix Austria e anche la gaia Austria, dato che dal primo gennaio del 2010 le coppie omosessuali possono contrarre legittime unioni civili. Si tratta di un vero e proprio matrimonio: ci si unisce davanti ad un ufficiale di stato civile, l’unione per sua natura è vitalizia, c’è l’obbligo in capo ai conviventi di coabitare sotto lo stesso tetto, di essere fedeli l’uno all’altro (o l’una all’altra), di assistere il para-coniuge in tutto e di collaborare al menage domestico. Inoltre esiste la possibilità di accedere all’adozione, lo scioglimento del vincolo è formalizzato e chi è colpevole della separazione deve pagare il mantenimento dell’altro compagno. Insomma dal punto di vista giuridico un vero e proprio matrimonio. Capita però che il 18 giugno scorso il Parlamento austriaco abbia bocciato un progetto di legge che prevedeva la piena equiparazione dei diritti di conviventi omosessuali ai coniugi, definita come «diritto umano di matrimonio ugualitario». In poche parole i parlamentari hanno detto no al “matrimonio” gay. E i “no” sono stati tanti: 110 contro 26 voti invece favorevoli.

2015-07-01 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:6
La tragedia silenziosa dell'Indonesia
imnUna tragedia aerea, ben visibile e una tragedia legale, invisibile ai più, hanno colpito l’Indonesia in questi giorni di Ramadan. La tragedia aerea è avvenuta ieri a Medan, quando un aereo da trasporto militare, un C-130, è precipitato su un’area residenziale, abbattendo due case e un albergo. Le vittime, secondo un bilancio provvisorio, sono almeno 100. L’attenzione dei media è tornata dunque sull’Indonesia per questo drammatico incidente, ma non abbastanza da scorgere l’altra tragedia, questa volta voluta scientemente da legislatori e magistrati: la legalizzazione, di fatto, del matrimonio forzato con minorenni.

2015-07-01 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:67
Medjugorje, qui è come fare un tuffo nel mare
imnQualche pullman corre nella stessa direzione e ne indoviniamo la mèta. Nei pressi di Spalato intravvediamo una chiesa con due campanili, quasi un’avvisaglia di quel che ci attende. Procediamo in una piccola compagnia tranquilla, che lascia spazio al dormiveglia e alla lettura. Con noi c’è suor Mariam, delle Suore di Madre Teresa, che diventa guida naturale alla preghiera. Il tempo non è bello; a tratti il clima incerto e uggioso sa di autunno, in un paesaggio quasi appenninico, da far dimenticare che siamo in Croazia, come andassimo a Collevalenza o da Santa Rita o da Padre Pio.

2015-07-01 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:209
No a matrimonio gay e adozioni per le coppie omo Ecco l'effetto San Giovanni sugli italiani
imnIl quotidiano Il Mattino di Napoli ha reso un servizio a tutti gli italiani commissionando a una nota società di sondaggi, la Ipr Marketing, un sondaggio sulle opinioni prevalenti nel nostro Paese in tema di leggi sull’omosessualità e di morale sessuale, quattro giorni dopo la manifestazione di Piazza San Giovanni. Le interviste a campione sono state realizzate il 24 giugno e sono state ora pubblicate. Con buona pace dei politici – e forse di qualche ecclesiastico – che pensano che dopo l’evento di Roma non sia cambiato nulla, il sondaggio rispetto a indagini precedenti condotte con analoga metodologia mostra un cambiamento di opinione che non è poco definire spettacolare, e che non ha altra causa immaginabile se non la manifestazione di Piazza San Giovanni e l’eco che ha avuto sui principali media italiani.

2015-07-01 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:76
Altre meditazioni sul Prez.mo Sangue di Gesù
imnProprio all'inizio di questo mese, dedicato a celebrare le glorie e i benefici del Preziosissimo Sangue di Gesù, la Chiesa ci ha fatto cele­brare fino a qualche tempo fa, in onore di questo Sangue, una festa solenne, quasi a coronamento del mese del S. Cuore. L'origine di questa festa non è antica: risale a Pio IX, il cui pontifi­cato fu una delle epoche più gloriose per lo sviluppo di questa devozione. Già si celebrava in qualche luogo una festa del Preziosissi­mo Sangue nel venerdì della quarta settimana di quaresima, ma fu Pio IX a voler istituire una festa universale alla prima domenica di luglio, come un monumento alle vicissitudini della S. Sede e come un "Te Deum" perpetuo di ringraziamento per l'ottenuta liberazione dall'esilio di Gaeta. La festa fu poi fissata da S. Pio X al primo luglio. Il significato di questa solennità che si celebrava è del tutto affine a quello del S. Cuore, con cui aveva in comune il Vangelo della Messa. C'è un'intima relazione tra il Cuore e il Sangue, non solo perché dal Cuore di Gesù, trafitto dalla lancia, sgorgò acqua e Sangue: ma anche perché il primo calice nel quale quel Sangue divino fu consacrato e vivificato, fu proprio il Cuore dei Verbo incarnato. La S. Messa esalta l'efficacia redentrice del Preziosissimo Sangue e ci invita a dissetarci alle fonti divine delle piaghe di Gesù, affinché il suo Sangue sia pegno per noi di vita eterna.

2015-07-01 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:62
Luglio, mese del Preziosissimo Sangue di Gesù
imnVenite, adoriamo Cristo, Figlio di Dio, che ci ha redenti con il suo Sangue. Per redimerci Gesù ha versato ben sette volte il suo Sangue! Il motivo di sì copiose e dolorose effusioni non va ricercato nella necessità di salvare il mondo, perché a salvarlo ne sarebbe bastata una sola goccia, ma soltanto nel suo amore per noi. Agli albori della storia umana avviene un grave fatto di sangue: il fratricidio di Caino; Gesù, agli albori della sua vita terrena, vuole iniziare la redenzione con la prima effusione di Sangue, quello della Circoncisione, versato sulle stesse braccia della Madre, come primo altare del Nuovo Testamento. Sale allora a Dio la prima degna offerta dalla terra e, da allora in poi, Egli guarderà l'umanità non più con lo sguardo della giustizia, ma della misericordia. Passano anni da questa prima effusione - anni di umile nascondimento, di privazioni e lavoro, di preghiera, di umiliazioni e persecuzioni - e Gesù dà inizio nell'orto degli ulivi alla sua Passione redentrice, versando sudore di sangue.

2015-07-01 :: Fonte: Rosario on line :: Visite:126
Gerusalemme. Volantini contro i cristiani: «Andatevene o sarete sgozzati come pecore»
imn Dopo l’incendio doloso della chiesa della Moltiplicazione in Israele, un altro caso di «violenza anticristiana». La firma è dell’Isis ma non v’è certezza su chi siano i veri responsabili

2015-06-30 :: Fonte: Tempi.it :: Visite:121
La lezione di fede del piccolo Janssen
imnJanssen aveva otto anni e soffriva di una grave forma di tumore alle ossa. Nelle Filippine non aveva la possibilità di curarsi, e quindi è arrivato a Roma grazie a un'organizzazione senza scopo di lucro per sottoporsi alla chemioterapia. Al Centro Universitario Internazionale Collalto di Roma – entità culturale e luogo in cui i giovani universitari si ritrovano per potenziare doni e capacità e crescere nella fede – è arrivata l'e-mail di un sacerdote filippino che chiedeva se qualcuno poteva preparare Janssen per la Prima Comunione mentre seguiva la cura. Il bambino era orfano di padre e la madre lo aveva praticamente abbandonato. A Roma è stato accompagnato dalla nonna, anziana e malata, che era sempre vissuta in un villaggio isolato delle Filippine. Era la prima volta che si allontanava dal villaggio e dal marito. È iniziata così una storia in cui si sarebbero incrociate molte vite per realizzare una straordinaria esperienza di Dio. Ecco cos'hanno raccontato coloro che sono stati i fratelli di Janssen al Collalto.

2015-06-30 :: Fonte: Aleteia :: Visite:233
Cosa significa dirsi sorelle?
imn A guardar bene anche l’inno nazionale comincia così ,”Fratelli d’Italia…”, perché, in effetti, gli italiani appartengono tutti al medesimo popolo, ma ho sempre creduto, ancor prima di rifletterci, che non ci fosse alcuna ragione per non pensare di essere tutti fratelli o sorelle. Eppure, spessissimo, vengo smentita. Chi sono i fratelli e chi sono le sorelle? Bisogna per forza “appartenere” affinché possiamo ritenerci fratelli?

2015-06-30 :: Fonte: Aleteia :: Visite:41
10 consigli per affrontare la morte in modo cristiano
imn La morte spaventa tutti noi; vederci indifesi e fragili suscita in noi incertezza, domande, malessere. Spesso, eludendo il tema, diciamo che manca ancora molto a quel giorno, che non ci preoccupa, e quando qualcuno tocca l'argomento cambiamo discorso. In realtà, siamo chiamati a comprendere il vero senso della morte, e per questo dobbiamo rivedere i seguenti aspetti, che ci daranno una visione cristiana della morte stessa.

2015-06-30 :: Fonte: Aleteia :: Visite:242
Il numero 666 è pericoloso?
imn Molti cristiani, anche cattolici, temono la possibilità che a breve i Governi di tutto il mondo obblighino i cittadini a usare dei microchip sotto la pelle. Protestanti neopentecostali, sempre “unti” con l'aura di interpretazione corretta della Bibbia, garantiscono che i chip inseriti sotto la pelle sono la concretizzazione di questa profezia dell'Apocalisse:

2015-06-30 :: Fonte: aleteia :: Visite:633
La testimonianza della figlia di una coppia gay che dovrebbe farci svegliare
imnSono una dei sei figli adulti di genitori gay che di recente hanno presentato degli amicus brief alla Corte Suprema statunitense chiedendole di rispettare l'autorità dei cittadini di mantenere la definizione originaria del matrimonio: un unione tra un uomo e una donna con l'esclusione di tutti gli altri, di modo che i figli possano conoscere i propri genitori biologici ed essere cresciuti da loro. Vivo in Canada, dove il matrimonio omosessuale è stato autorizzato a livello federale nel 2005....

2015-06-30 :: Fonte: Aleteia :: Visite:453
E’ deceduto don Salvatore Mellone. Malato terminale, voleva essere prete anche solo per un giorno
imnE’ deceduto oggi don Salvatore Mellone, lo ricordate? Era il seminarista di Trani, malato terminale, che desiderava essere prete anche solo per un giorno. Era stato ordinato dopo la telefonata di Papa Francesco. E’ deceduto oggi, malato terminale e sacerdote novello. Fonti molto vicine alla famiglia del giovane sacerdote pugliese ne comunicano la notizia. Il 16 aprile scorso, Salvatore, 38 anni, era stato ordinato sacerdote dall’Arcivescovo di Trani Mons. Giovan Battista Pichierri che ha deciso di abbreviare l’iter. L’ordinazione è avvenuta presso la casa del seminarista, che non si poteva muovere a causa della sua salute.

2015-06-30 :: Fonte: Aleteia :: Visite:172
Beati voi!
imn"Non perdetevi la 6a puntata di ?#?BeatiVoi?! Lunedì 29 Giugno alle 21:05 su Tv2000. Con Claudia Koll, Roberto Herlitzka, Gigi De Palo, Franco Nembrini, Sergio Puglia , Giorgio Ponte, i Piccoli Frati e Sorelle di Gesù e Maria, Dario Latini (Cattonerd) e tanti altri. Catechesi di Don Fabio Pieroni"

2015-06-29 :: Fonte: Tv2000 :: Visite:152
La "faccia nera" di Dio: ecco la storia di padre Cyprian
imnNegli Stati Uniti i neri sono passati dal valere nulla al tempo della schiavitù all’avere tutto con Barack Obama presidente, ma una vera storia del cattolicesimo afro-americano non l’hanno mai avuta finché non ci è messo l’erudito monaco benedettino Cipriano. Sembra un’aberrazione spazio-temporale da fantascienza e invece è la storia di padre Cyprian Davis (1930-2015). Nato a Washington il 9 settembre di 84 anni fa, i suoi genitori insegnanti (il padre nell’università) lo chiamarono Clarence John. Alla sua famiglia appartengono il primo generale afro-americano dell’Esercito degli Stati Uniti, Benjamin Oliver Davis (1877 o 1880-1970), e il primo dell’Aviazione militare, suo figlio, Benjamin Oliver Davis Jr. (1912-2002). Affascinato dallo studio della storia, grazie a esso s’innamorò della Chiesa cattolica e a 15 anni si fece battezzare.

2015-06-29 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:75
Matrimonio gay? In Austria si fa ma non si dice
imnLa felix Austria e anche la gaia Austria, dato che dal primo gennaio del 2010 le coppie omosessuali possono contrarre legittime unioni civili. Si tratta di un vero e proprio matrimonio: ci si unisce davanti ad un ufficiale di stato civile, l’unione per sua natura è vitalizia, c’è l’obbligo in capo ai conviventi di coabitare sotto lo stesso tetto, di essere fedeli l’uno all’altro (o l’una all’altra), di assistere il para-coniuge in tutto e di collaborare al menage domestico. Inoltre esiste la possibilità di accedere all’adozione, lo scioglimento del vincolo è formalizzato e chi è colpevole della separazione deve pagare il mantenimento dell’altro compagno. Insomma dal punto di vista giuridico un vero e proprio matrimonio. Capita però che il 18 giugno scorso il Parlamento austriaco abbia bocciato un progetto di legge che prevedeva la piena equiparazione dei diritti di conviventi omosessuali ai coniugi, definita come «diritto umano di matrimonio ugualitario». In poche parole i parlamentari hanno detto no al “matrimonio” gay. E i “no” sono stati tanti: 110 contro 26 voti invece favorevoli.

2015-06-29 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:39
Se anche l'islam moderato mette a morte
imnMorire per aver offeso Maometto. Una volta era un fatto da prima pagina, ma adesso è tanto se i mass media, almeno in Italia, riportano la notizia: e non fa più neanche sensazione perchè ormai lo sanno tutti che ci sono regioni infestate dall’intolleranza religiosa, in cui blasfemi e apostati sono messi a morte. A Kano, capitale dell’omonimo stato della Nigeria settentrionale, l’accusa di blasfemia si è abbattuta su nove persone, otto uomini e una donna. Sembra che abbiano avuto l’ardire di affermare che Sheikh Ibrahim Niasse, uno dei maggiori leader della confraternita islamica Tijaniya, è stato più grande del Profeta Maometto. Tanto è bastato per decretarne la rovina.

2015-06-29 :: Fonte: La nuova BQ :: Visite:38